Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «cuoio», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Cuoio

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monoconsonantiche [Cuoiaio « * » D]

Foto taggate cuoio

Zampognaro

le scarpe di Meazza degli anni 30

lavorazione del cuoio
Giochi di Parole
La parola cuoio è formata da cinque lettere, quattro vocali e una consonante.
Divisione in sillabe: cuò-io. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di cuoio con quelle di un'altra parola si ottiene: +rna = acuirono; +[tar, tra] = autocori; +[tar, tra] = coautori; +cct = cocciuto; +tic = cucitoio; +fen = eufonico; +nut = nuociuto; +mas = scuoiamo; +sta = scuoiato; +[atra, rata, tara] = autocoria; +[arte, atre, erta, ...] = autocorie; +star = curiosato; +bite = eubiotico; +[gale, gela, lega] = eucologia; +slam = maiuscolo; +slat = olocausti; +flag = ufologica; +golf = ufologico; +reps = uroscopie; +[marta, tarma, trama] = amaurotico; +[natta, tanta] = autoctonia; ...
Vedi anche: Anagrammi per cuoio
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: cucio, cuoco, cuoia, curio, muoio.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: muoia.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: cuoi.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: cuocio, scuoio.
Parole con "cuoio"
Finiscono con "cuoio": scuoio, scuoiò, semicuoio.
Parole contenute in "cuoio"
cuoi.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "cuoio" si può ottenere dalle seguenti coppie: cuoca/caio, cuocerà/ceraio, cuor/rio.
Lucchetti Alterni
Usando "cuoio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * caio = cuoca; * ceraio = cuocerà.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "cuoio" (*) con un'altra parola si può ottenere: * can = cuociano; * con = cuociono; san * = scuoiano; sarno * = scuoiarono.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "cuoio"
»» Vedi anche la pagina frasi con cuoio per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Per il benessere dei piedi è consigliato portare scarpe con la suola di vero cuoio.
  • Questo sì che è un pallone di vero cuoio, quando calcio si sente!
  • Mai avrei pensato che l'interno in cuoio della mia nuova auto avrebbe reso più piacevole la guida.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Cuojo, Cuoj, Cuoja - Cuojo è la pelle di animali grossi e specialmente bovini: ma, comunemente, si chiama Cuojo quando è conciata per adoperarla a varii usi. - Nel plurale si dice Cuoj e Cuoja; ma, volendo esser proprii e stare al buon uso, si dirà Cuoj parlando di cuojo concio per varii usi, e Cuoja quando, più per ischerzo che per altro, si intende con tal plurale di parlar della pelle del corpo umano, come nella frase: « Distender le cuoja, » per Andar a letto; « Tirar le cuoja, » per Morire. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Cuoio, Pelle, Cotenna, Cute, Membrana, Carta pecora, Pergamena - Pelle è generico, dice quella di tutti gli animali, meno quella del porco che chiamasi cotenna o cotica. Cute non dicesi che di quella dell'uomo: cuoio è la pelle di certe bestie che l'hanno grossa, assai e propria ad essere conciata; ed è allora che chiamasi cuoio: delle pelli de' buoi, de' cavalli ecc. si fanno eccellenti cuoi: se si dice cuoio la pelle anche dell'animale vivo, e talvolta anche quella dell'uomo, si è per ironia o per una certa esagerazione metaforica, per significare che è così insensibile come se non di pelle, ma di cuoio fosse ricoperto: duro di cuoio, vale o indurato alle fatiche, o anche che è di vita tenace, o che non morirà così facilmente. Pelle dicesi quella dell'agnello, del capretto, del cane, anche quando sono conciate: i guanti si fanno di queste pelli e di consimili.

«Cartapecora è pelle conciata per scrivervi o dipingervi; e si dice pure pergamena: e membrana singolarmente dà l'addiettivo: come, codice membranaceo, per distinguerlo da cartaceo». Cioni.

Pergamena ha sensi traslati; le dotte pergamene; pergamene, i titoli più antichi di nobiltà; perchè su di esse si scrivevano e registravano. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Cuojo - Sembra che la pelle degli animali sia stata adoprata universalmente nei prischi tempi onde cuoprirsi: per lo che è verosimile che non si tardasse a dare alle pelli la preparazione opportuna, come conciarle ec.

Plinio fa autore di questa invenzione un tal Tichio, nato nella Beozia, senza accennare in qual secolo egli visse. Omero parla di un operajo di questo stesso nome, molto celebre nei tempi eroici pella sua capacità nel preparare e lavorare le cuoja, e dice che fra altri lavori esso avea fatto lo scudo di Ajace. Non è molto da che in Francia si conosce la maniera di preparare il cuojo d'ungheria, chiamato così dagli Ungheresi che prima erano soli a saperlo trattare, sebbene alcuni pretendono che quel metodo venisse dal Senegal. Enrico IV. ne stabilì la prima fabbrica; al quale effetto mandò in Ungheria un abile conciatore per nome Rose, e questi scoperto il segreto tornò in Francia e vi ottenne grandi successi.

Nel 1765 fu scoperta in Inghilterra la proprietà che ha la segatura di quercia per conciare le cuoja. Nello stesso anno in Irlanda un certo Raukin v'adoprò per il primo l'erica. Taluni vogliono che le prime tappezzerie di cuojo venissero dalla Spagna, e che gli Spagnuoli ne avessero inventato la fabbricazione. [immagine]
Cuojo fittizio - Un inglese ha inventato una specie di drappo che ha molta analogia con la carta. Il metodo consiste nel tritare dei ritagli di cuojo con un piombo o una macchina simile a quella che si adopra per tritare i cenci nelle fabbriche di carta. Codesto drappo, detto Carta di cuojo, si fa nello stesso modo che il foglio. Quando è stato bene incollato e sottoposto per qualche poco all'azione di uno strettojo, presenta nell'insieme molta pastosità e tenacità. Si sostituisce vantaggiosamente al marocchino e alle bazzane per rilegare i libri, ricuoprire scrittoj, tavolini ed altri mobili; ed è suscettibile di ricevere la doratura ed ogni sorta di tinta e di vernice. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: cuoia, cuoiai, cuoiaia, cuoiaie, cuoiaio, cuoiame, cuoiami « cuoio » cuor, cuore, cuoretti, cuoretto, cuori, cuoricini, cuoricino
Parole di cinque lettere: cuoia « cuoio » cuore
Vocabolario inverso (per trovare le rime): inghiottitoio, avvoltoio, frantoio, impastoiò, impastoio, strettoio, scrittoio « cuoio (oiouc) » semicuoio, scuoio, scuoiò, muoio, pio, presepio, municipio
Indice parole che: iniziano con C, con CU, iniziano con CUO, finiscono con O

Commenti sulla voce «cuoio» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze