Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «dominio», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Dominio

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
pubblico (30%), potere (11%), assoluto (7%), supremazia (7%), proprietà (4%), internet (4%), egemonia (3%), dominazione (2%), possedimento (2%), padronanza (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola dominio è formata da sette lettere, quattro vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: do-mì-nio. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: odonimi.
dominio si può ottenere combinando le lettere di: mono + idi; noi + modi; [mino, nomi] + [dio, odi].
Componendo le lettere di dominio con quelle di un'altra parola si ottiene: +caf = confidiamo; +sta = diatonismo; +ras = disamorino; +spa = disponiamo; +[tar, tra] = dominatori; +[est, set] = endomitosi; +per = impedirono; +tac = incomodati; +con = incomodino; +fan = infondiamo; +sla = isolandomi; +caf = modificano; +gel = modiglione; +log = mongoloidi; +[ter, tre] = odinometri; +pro = pomodorini; +[far, fra] = rifondiamo; +seda = adenoidismo; ...
Vedi anche: Anagrammi per dominio
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: domino, domini.
Altri scarti con resto non consecutivo: domo, doni, dono, dino, omino, mino.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: dominino, dominion.
Parole con "dominio"
Iniziano con "dominio": dominion.
Finiscono con "dominio": condominio, predominio.
Parole contenute in "dominio"
domi, mini, minio, omini, domini.
Incastri
Si può ottenere da do e omini (DominiO).
Inserendo al suo interno can si ha DOMINIcanO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "dominio" si può ottenere dalle seguenti coppie: dose/seminio, domino/nonio.
Usando "dominio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: sedo * = seminio; cardo * = carminio; alludo * = alluminio.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "dominio" si può ottenere dalle seguenti coppie: dominavo/ovaio.
Lucchetti Alterni
Usando "dominio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * seminio = dose; seminio * = sedo; carminio * = cardo; dominion * = ionio; domino * = nonio; alluminio * = alludo; cono * = condomini; * ateo = dominiate.
Sciarade incatenate
La parola "dominio" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: domi+minio, domini+minio.
Intarsi e sciarade alterne
"dominio" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: doni/mio, di/omino.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "dominio"
»» Vedi anche la pagina frasi con dominio per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Fu grazie anche al suo dominio sui mari che, nei secoli XVIII e XIX, la Gran Bretagna divenne la prima potenza mondiale.
  • Il faraone esercitava il suo dominio sulla popolazione spesso con l'uso della violenza.
  • Il suo modo rude di comunicare con i vicini di casa era ormai di dominio pubblico.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Dominio, Proprietà, Possesso - La Proprietà costituisce il diritto di Dominio: talvolta però si va o si è al dominio di una cosa che veramente è di proprietà altrui: la proprietà semplice adunque non basta; ma, per goderne ed esercitarla, bisogna che la cosa stessa sia in nostro dominio, cioè in nostro potere: un sovrano che avesse un tenimento negli Stati di un altro, avrebbe una cosa di sua proprietà fuori de' suoi dominii. - Il Possesso è la riunione del diritto e del fatto, della proprietà e del dominio. [immagine]
Padronanza, Dominio - Padronanza è l'essere o far da padrone, e si dice specialmente di cose familiari e private. - Dominio è l'avere suprema autorità sopra cose o persone; e si dice di cose pubbliche e politiche. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Dominio, Proprietà, Possesso - La proprietà costituisce il diritto di dominio: talvolta però si va o si è al dominio di una cosa che veramente è di proprietà altrui: la proprietà semplice adunque non basta, ma per goderne ed esercitarla bisogna che la cosa stessa sia in nostro dominio, cioè in nostro potere: un Sovrano che avesse un tenimento negli Stati di un altro, avrebbe una cosa di sua proprietà fuori de' suoi dominii. Il possesso è la riunione del diritto e del fatto, della proprietà e del dominio. [immagine]
Dominazione, Dominio, Giurisdizione - Dominio è diritto ed esercizio di padronanza su qualche cosa; talvolta dice la cosa posseduta, quando si applica alle possessioni dei particolari; ma più se alla regie, e così per estensione ai regni, alle provincie, agl'imperi. Dominazione è il diritto o l'atto di dominare o padroneggiare, ma in grande e dall'alto. I dominii de' privati non vanno esenti da quella generale dominazione che esercita o compete al sovrano su tutto lo Stato. Giurisdizione era il diritto di giudicare e di applicare la giustizia entro certi confini e limiti; entro i confini appunto del dominio, entro i limiti che dal Sovrano o altro maggior feudatario era concesso. E' tuttavia il diritto di giudicare entro i confini della propria giudicatura o mandamento e fino al limite che il Sovrano o la legge ha fissato: al di là di queste due barriere, il giudice non è più competente. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Dominio - e † DOMINO e † DIMINO. [T.] S. m. Facoltà d'usare la cosa e disporne, purchè non in modo dalla legge vietato. Aureo lat. D'ordinario s'intende della potestà sulle cose mater.; di potestà più spirit. o più ass., Dominazione. T. Cic. L'uomo ha il dominio de' beni terreni. Varr. Le cose mutano dominio per compra, per tradizione. – Se il diritto d'usare e disporre è nella pers. stessa, il Dominio è pieno; se no, Comune o non pieno. Se comune a più pers. dicesi Condominio. Dominio utile, Usufrutto; Diretto, Proprietà. – Se chi può disporre concede ad altri il diritto di godere, a patto di certa retribuzione, per non men di dieci anni, il dominio diretto è in chi concede, in colui a cui si concede, il dominio utile. – Acquistare, Alienare il dominio utile. – Affrancare il dominio diretto. [G.M.] Segner. Crist. Instr. 1. 27. 3. Turbare la giurisdizione suprema con un attentato arditissimo, qual è l'usurpare a sè il dominio diretto contro la volontà del Sovrano. (Parla di coloro che, rubando, turbano l'ordine di proprietà posto da Dio.) T. Dominio diretto consolidato col dominio utile, per affrancare i fondi.

Per estens. Maestruzz. 1. 66. (C) Mentrechè il matrimonio dura, il dominio della dota è dell'uomo.

Altro senso estens. Cavalc. Med. cuor. 32. var. (C) Egli (Dio) ci ha fatti e ricomperati; e come a lui pertiene la signoria e 'l dominio, così sua è la vendetta. (Qui ben distingue Dominio da Signoria. Poi vedremo Dominio in senso più aff. a Dominazione).

2. Senso spec. T. Dominii della Corona, Che appartengono al principe in quanto è principe, e esso li fa amministrare e ne usa; Dominii privati del principe, Quelli che a lui appartengono, è detto e lasciasi che appartengano, come a qualsiasi privato; e restano, o secondo la consuetudine debbono restare, a lui e alla famiglia, anche decaduto ch'e' sia. Dominii che appartengono al Comune o allo Stato, e le cui rendite versansi nella cassa del Comune o nel pubblico erario. Fr. Domaine; ora anche noi Demanio dello Stato. = Guicc. I. 179. (Gh.) Donate (furono), con grandissimo dispiacer loro (de' Napoletani), quasi tutte le terre di dominio (così chiamano (i Francesi) quelle che son solite a ubidire immediatamente ai Re), e la maggior parte a' Franzesi. T. Beni che appartengono allo Stato per diritto d'alto dominio.

Dominio eminente. (Rosm.) Il dominio eminente è la facoltà che ha la società di disporre di quella parte de' beni de' particolari che è necessaria al fine di lei, sia questa una parte delle rendite, o della sostanza stessa della proprietà.

T. Le strade pubbliche, i porti, i fiumi e quanto non può cadere sotto possessione privata, è di Dominio pubblico.

Fig. T. È, Diventa di dominio pubblico, opera d'arte o di scienza, invenzione da cui non trae pririlegiato vantaggio l'autore o altre pers.

3. In senso polit. Bemb. Stor. 3. 30. (Man.) L'uno e l'altro mare dell'Italia vorrei sotto il nostro dominio contenersi. Fior. Cron. Imper. 57. (C) Da poi che lo re Piero ebbe a suo dimino la Cicilia. Bemb. Stor. 3. 30. (Man.) Aperte le porte, entrando dentro, e presa la città in suo domino. Segr. Fior. Pr. 34. E se alla fine perdè il dominio di qualche città, gli rimase nondimeno il regno.

4. Senso spec. G. V. 10. 70. 5. (C) S'aveva voluto appropriare lo spirituale e il temporale dominio.

T. Protezione o alto dominio della Chiesa. [Camp.] D. Mon. III. Poteva… lo Imperatore in ajutorio della Chiesa il patrimonio e altre cose diputare, stando sempre immobile il superiore dominio.

T. Dominii feudali.

5. I governanti. Car. Lett. 2. 14. (Man.) Con quel rispetto che devo a cotesto eccelso Dominio. E appresso. T. Capo del dominio.

6. Il paese dominato. T. Gli usurpatori mirano a stendere la loro dominazione al di là de' giusti dominii. (Potrebbesi anco dire, quanto a proprietà, se non paresse giuoco di parole, Stendere il dominio oltre ai dominii; perchè nel pl. dice I luoghi dominati, come: Poderi. Senonchè Poteri pl. dicesi anco della potestà; Dominio non comporta il pl. in senso sim.) Varch. Stor. Fir. VIII. Le fortezze di tutto il dominio (della repubbl. fiorentina). – Città di Firenze e suo dominio. – Legg. Brand. Missesi a girare per lo dominio di Siena, predicando la penitenzia. (Dunque non solamente Paese dominato da re o da tiranno, ma di repubblica che domina liberamente se stessa.) = Car. Lett. 2. 14. (Man.) Quanto a dire, che proseguendo io le mie, fo danno e pregiudizio alle cose di V. S. III. in cotesta città (di Venezia), e che non passa senza offensione del dominio di essa. T.Dicevano già: I reali dominii di qua, di là dal Faro; ma perchè i dominanti non avevano faro, perdettero i dominii e la dominazione; e chiunque non abbia un faro più alto del terreno, la perderà con vergogna.

7. Fig. Bern. Orl. 1. 25. 13. (Man.) I due metalli ha in suo dominio, D'oro e d'argento, quella fata bella. T. A Erenn. La Fortuna non abbia su noi dominio soverchio.

T. Dominio della legge, dell'opinione pubblica, non di quella opinione che è serva de' pregiudizi e delle passioni, e non è pubblica se non in quant' è meretrice.

Vinc. Mart. lett. 3. (Man.) Voi… aveste sempre (poi ch'io vi conobbi) quel dominio di me, che nelle cose, che son più vostre, solete avere. T. Dominio sulle altrui volontà. = Pecor. g. 12. Ball. (C) T. Dominio sulle altrui coscienze; sempre o non buono o pericoloso. L'autorità, cioè la potestà vera, rifugge dal farsi dominio.

In senso buono. T. Dominio dell'animo sul corpo, della ragione sui sensi. – Dominio che ha l'uomo delle proprie potenze, del cuore proprio. – Dominio di se stesso.

T. Dominio dello stile, della lingua, d'uno strumento, d'una scienza, d'un'arte, Saperla esercitare con maestrevole padronanza.

8. Modi com. a parecchi degli usi not. T. Acquistare dominio, Prenderlo, Darlo. – Entrare in dominio, al dominio (il secondo può dire più determinata e legittima potestà). – Gelosia di dominio. – Tenere il dominio ([Val.] Buon. Ajon. 1. 6.), nel dominio, sotto il… – Nel dice più di Il; Sotto ancora più. – Allargarlo, Consolidarlo.

T. Avere nel suo dominio, oltre al denotare la proprietà o il comando o l'impero, denota la facoltà. = Rucell. Rosmund. att. 3. (Man.) Sebben tu morissi; il che tu mostri Aver in tuo dominio. T. Esercitare il dominio, intendesi in senso di potestà polit., più espressam.; Esercitare dominio, senza l'art., ha usi più gen. – Amministrare il dominio, i dominii, privati o pubblici. – Pieno, Assoluto; Legittimo, Giusto; Mite, Arrogante. – Impaziente di dominio.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: dominicale, dominicali, dominicana, dominicane, dominicani, dominicano, dominino « dominio » dominion, domino, dominò, domo, domò, domotica, domotiche
Parole di sette lettere: dominai « dominio » donammo
Vocabolario inverso (per trovare le rime): triclinio, gadolinio, miniò, minio, seminio, postliminio, abominio « dominio (oinimod) » predominio, condominio, carminio, sterminio, alluminio, cupralluminio, duralluminio
Indice parole che: iniziano con D, con DO, iniziano con DOM, finiscono con O

Commenti sulla voce «dominio» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze