Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «guardo», il significato, curiosità, forma del verbo «guardare» sillabazione, anagrammi, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Guardo

Forma verbale
Guardo è una forma del verbo guardare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di guardare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola guardo è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: guàr-do. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: guardò.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: graduo, graduò.
guardo si può ottenere combinando le lettere di: gru + oda.
Componendo le lettere di guardo con quelle di un'altra parola si ottiene: +alé = adeguarlo; +una = augurando; +[tar, tra] = drogatura; +[ter, tre] = drogature; +fin = figurando; +osi = goduriosa; +[dan, dna] = graduando; +[ami, mai, mia] = graduiamo; +ano = guadarono; +dna = guardando; +[ami, mai, mia] = guardiamo; +ani = guardiano; +gin = guardingo; +noi = guidarono; +tiè = guidatore; +idi = idroguida; +[sai, sia] = rugiadosa; +sei = rugiadose; +sii = rugiadosi; ...
Vedi anche: Anagrammi per guardo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: guarda, guardi.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: guado. Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: uro.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: sguardo.
Parole con "guardo"
Iniziano con "guardo": guardona, guardone, guardoni, guardonismi, guardonismo.
Finiscono con "guardo": sguardo, riguardo, riguardò, traguardo, salvaguardo, salvaguardò.
Contengono "guardo": riguardosa, riguardose, riguardosi, riguardoso, sguardolini, sguardolino, irriguardosa, irriguardose, irriguardosi, irriguardoso, riguardosità, riguardosamente, irriguardosamente.
»» Vedi parole che contengono guardo per la lista completa
Parole contenute in "guardo"
ardo.
Incastri
Inserito nella parola risa dà RIguardoSA; in rise dà RIguardoSE; in risi dà RIguardoSI; in riso dà RIguardoSO; in irrisa dà IRRIguardoSA; in irrise dà IRRIguardoSE; in irrisi dà IRRIguardoSI; in irriso dà IRRIguardoSO.
Inserendo al suo interno dan si ha GUARdanDO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "guardo" si può ottenere dalle seguenti coppie: guada/dardo, guarita/ritardo, guarnì/nido, guarniti/nitido.
Usando "guardo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * doni = guarnì; * doniamo = guarniamo; * doniate = guarniate.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "guardo" si può ottenere dalle seguenti coppie: guarirà/arido, guariva/avido.
Usando "guardo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * odiamo = guariamo; * odiate = guariate.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "guardo" si può ottenere dalle seguenti coppie: guarnì/doni, guarniamo/doniamo, guarniate/doniate.
Usando "guardo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * nido = guarnì; guarita * = ritardo; * ateo = guardate; * avio = guardavi; * nitido = guarniti; * astio = guardasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "guardo" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ila = guardiola; * ile = guardiole; * arno = guardarono.
Frasi con "guardo"
»» Vedi anche le pagine frasi con guardo e canzoni con guardo per una lista di esempi.
Proverbi
  • Dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Occhiata, Sguardo, Guardo, Guardatura, Guardata - La guardatura è il modo abituale di guardare della persona; lo sguardo, il modo invece attuale con cui si guarda, l'espressione che si dà agli occhi: una guardata è un guardare non tanto alla lunga, ma certo è più che una semplice occhiata che si dà in un solo giro d'occhi: le persone oculate però vedono più in un'occhiata, che non altri col guardare anco alla lunga: da occhiata, occhiatina, che è occhiata graziosa; da guardata, guardatina, che è guardata di soppiatto o alla sfuggita. Guardo è lo stesso che sguardo; ma poco usato, se non qualche volta in poesia. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Guardo - S. m. Guardatura, Vista, L'atto del guardare; ed è voce più del verso che della prosa. Petr. Canz. 4. 9. (C) Ma fui ben fiamma che un bel guardo accense. E Canz. 8. 6. E 'l bel guardo sereno, Ove i raggi d'Amor sì caldi sono. E Son. 34. E sua sorella par che si rinnove Nel bel guardo d'Apollo. Fior. Virt. G. S. Lo quale è un serpente che uccide le persone pur col guardo. Tass. Ger. 4. 87. Or tien pudica il guardo in sè raccolto, Or lo rivolge cupido e vagante.

(Tom.) Guardo par che esprima unicamente il modo del guardare; Sguardo, e il modo e l'atto. Nel verso stesso non si direbbe I guardi che con parsimonia, e forse mai. Nè potendo dire Al primo sguardo, Un solo sguardo, altri vorrà usare Il primo guardo, In un solo guardo. (Al primo guardo usò il Segneri, ma ora suonerebbe strano.)

2. Dare un guardo vale Considerare. Segner. Mann. Dic. 3. 6. (M.) Basti, a saper ciò, dare un guardo al numero di coloro ch'egli predicando ridusse.

3. [Camp.] Misurare col guardo, per Guardare di lungi sin dove giunge la vista. G. Giud. A. XXXIV. E veniva alle piagge dello mare, e col suo guardo mesurava le pianure del mare, se per avventura potesse vedere ritornare Pirro con le sue navi.

4. Porre il guardo in una persona o in una cosa vale Osservarla, Guardarla. Segner. Mann. Sett. 15. 2. (M.) Convien che chiunque pone il guardo in figliuoli sì costumati, ne lodi il padre.

5. Guardo, fig. e nel num. del più, per Occhio. l'usò il Segner. Mann. Apr. 11. 3. (M.) Considera, che qualor a Dio dimandi una cosa, non ti hai da divertire, non ti hai da distrarre, hai da tenere ambi i guardi fissati in lui. E quali sono ambi i guardi? L'immaginazione e l'intelletto.

6. [Val.] † Per Guardia; onde Essere a' guardi, Stare, Porsi in guardia. Pucc. Centil. 14. 3. E raddoppiò le guardie più di grosso, A' guardi fu al Ponte a Cepperano.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: guardingamente, guardinghe, guardinghi, guardingo, guardino, guardiola, guardiole « guardo » guardona, guardone, guardoni, guardonismi, guardonismo, guardrail, guarendo
Parole di sei lettere: guardi « guardo » guarii
Vocabolario inverso (per trovare le rime): tardo, petardo, dinamitardo, ritardò, ritardo, bastardo, testardo « guardo (odraug) » traguardo, salvaguardo, salvaguardò, riguardo, riguardò, sguardo, baluardo
Indice parole che: iniziano con G, con GU, iniziano con GUA, finiscono con O

Commenti sulla voce «guardo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze