Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «lezzo», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Lezzo

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola lezzo è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz.
Divisione in sillabe: léz-zo. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di lezzo con quelle di un'altra parola si ottiene: +rum = merluzzo; +mal = mollezza; +api = piazzole; +[par, rap] = prezzola; +pro = prezzolo; +[ari, ira, ria] = realizzo; +asta = altezzosa; +[aste, seta, tesa] = altezzose; +[asti, sita, stai, ...] = altezzosi; +[osta, tosa] = altezzoso; +[arra, rara] = azzerarlo; +[baio, boia] = bozzolaie; +[baro, bora, orba, ...] = bozzolare; +tubo = bozzolute; +[capi, paci, pica] = capezzoli; +[capo, poca] = capezzolo; +dina = dozzinale; +fidi = fidelizzo; +adii = idealizzo; +rana = lazzarone; +[agli, glia] = legalizzo; +nubi = nebulizzo; ...
Vedi anche: Anagrammi per lezzo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bezzo, lazzo, lezzi, mezzo, pezzo, vezzo.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bezzi, mezza, mezze, mezzi, pezza, pezze, pezzi, vezzi.
Con il cambio di doppia si ha: lecco, leggo, lesso, letto.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: olezzo.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: bozze, cozze, mozze, nozze, pozze, rozze, sozze, tozze.
Parole con "lezzo"
Finiscono con "lezzo": olezzo, pettegolezzo.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "lezzo" si può ottenere dalle seguenti coppie: lego/gozzo, lepre/prezzo, leso/sozzo, lesta/stazzo, lesto/stozzo, leve/vezzo, levi/vizzo.
Usando "lezzo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bulè * = buzzo; gole * = gozzo; male * = mazzo; mele * = mezzo; mole * = mozzo; pale * = pazzo; pile * = pizzo; pule * = puzzo; sole * = sozzo; vele * = vezzo; vile * = vizzo; stole * = stozzo; codale * = codazzo; corale * = corazzo; amorale * = amorazzo; arabile * = arabizzo; carbonile * = carbonizzo.
Lucchetti Riflessi
Usando "lezzo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: riel * = rizzo; * oziosa = leziosa; * oziose = leziose; * oziosi = leziosi; * ozioso = lezioso; * oziosità = leziosità; * oziosaggine = leziosaggine; * oziosaggini = leziosaggini; * oziosamente = leziosamente.
Lucchetti Alterni
Usando "lezzo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: buzzo * = bulè; gozzo * = gole; * gozzo = lego; * sozzo = leso; * vizzo = levi; mazzo * = male; mozzo * = mole; pizzo * = pile; puzzo * = pule; sozzo * = sole; vizzo * = vile; * stozzo = lesto; stozzo * = stole; codazzo * = codale; corazzo * = corale; amorazzo * = amorale; arabizzo * = arabile; carbonizzo * = carbonile.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "lezzo" (*) con un'altra parola si può ottenere: patti * = palettizzo; sonni * = solennizzo; scroti * = sclerotizzo.
Frasi con "lezzo"
»» Vedi anche la pagina frasi con lezzo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Quella casa colonica sarebbe stata anche carina, se non fosse per il lezzo che veniva dalla stalla sul retro.
  • Preferisco girare alla larga per non sentire il lezzo che proviene dalla stalla.
  • Il lezzo di quello stagno sta inondando tutta la città.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Lezzo, Lezzume - Lezzo è mal odore che procede dal sudiciume di corpo animale, o da vesti e panni sudici; e anche di vasi da cucina non ben netti, e delle vivande cotte in essi. - Lezzume sono le varie cose dalle quali viene il mal odore, cioè il lezzo. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Tanfo, Tanfata, Sito, Puzzo, Puzza, Lezzo, Lezzume, Fetore, Mefite; Fetente, Fetido - Tanfo è puzzo come a dire concentrato che esca o esali a un tratto da corpo o da luogo: tanfata, bene Tommaseo, « è quasi una ondata di tanfo ». Sito è puzzo di cosa riposta e lì corrotta e marcita. Puzza è generico; puzzo è speciale: che puzza! dirassi di un cattivo odore qualunque che offenda il senso dell'odorato; che puzzo di sepoltura, di cloaca! puzzo però pare più forte. Lezzo è puzzo che viene da sucidume; lezzume è accrescitivo e, come di ragione, peggiorativo. Fetore è lezzo o puzzo che ammorba; è puzzo acuto che penetra e fa arricciare il naso, disturba e danneggia; mefite è fetore che ammorba e corrompe l'aria a segno di renderla non più bene respirabile e proprio dannosa alla salute. Fetente è la cosa che manda fetore per corruzione; fetida, quella che naturalmente: l'assa fetida n'è un esempio; e qui finisco l'articolo perchè di cose siffatte anco a scriverne fastidiscono e ripugnano: perciò non entro in considerazioni de' sensi traslati, perchè in questo campo la messe sarebbe sgraziatamente molto più abbondante. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Lezzo - S. m. Mal odore; ma dicesi specialmente dal mal odore che procede da sucidume di corpo animale. (Fanf.) Salvin. Annot. Fier. 1. (Mt.) Lezzo, da olezzo; ma questo si prende per buono odore, quello per orrendo. T. Ma Odore da sè vale Odore non grato. = Lab. 263. (C) Nè altrimenti ti posso dir del lezzo caprino,… Dant. Inf. 10. Una valle (infernale) Che infin lassù facea spiacer suo lezzo. Franc. Sacch. Rim. Senza vederli con sì gran rovina Gettar lezzo di becco. Malm. 3. 54. E, lasciati di già gli stenti e il lezzo, Profumata si sta nella pasciona. Buon. Fier. 1. 2. 2. (Mt.) E se pel dosso Penetrato n'è il lezzo, e ci ha appestati,…

2. Talora si prende anche per Lordura, come sarebbe il Limaccio, o il Sedimento immondo e tenace de' fossi e delle pozzanghere. (M.)

T. Quindi Lezzo per Sudiciume in gen. Allevato nel lezzo. – Toglierlo dal lezzo in cui nacque.

3. Trasl. Petr. Son. 105. (C) Or vivi sì, ch'a Dio ne venga il lezzo. Franc. Sacch. Rim. 36.

E trasl. Segner. Mann. 9. 12. (La limosina)… molto ti gioverà ad uscir dal lezzo in cui giaci. E appresso: Altro è farla (la limosina) a fine di ottener grazia di giacere in tal lezzo (cioè, de' peccati) sino alla fine, e poi salvarsi. [G.M.] E Crist. Instr. 3. 15. 3. Peccatori marciti nel lezzo delle loro colpe.
† Lezzo - Agg. Fetente. Bellin. Bucch. 120. (Man.) Nè questa istoria vi prendete a giuoco, Perch'ella è arciverissima e arcibella… Trita e più frolla delle carni lezze.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: leziosaggini, leziosamente, leziose, leziosi, leziosità, lezioso, lezzi « lezzo » lezzume, lezzumi, li, , liana, liane, lias
Parole di cinque lettere: lezzi « lezzo » liana
Vocabolario inverso (per trovare le rime): guazzo, diguazzo, sguazzò, sguazzo, sbevazzò, sbevazzo, bezzo « lezzo (ozzel) » olezzo, pettegolezzo, mezzo, inframezzo, inframezzò, tramezzo, tramezzò
Indice parole che: iniziano con L, con LE, iniziano con LEZ, finiscono con O

Commenti sulla voce «lezzo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze