Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «negligente», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Negligente

Aggettivo
Negligente è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: negligente (femminile singolare); negligenti (maschile plurale); negligenti (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di negligente (inattivo, inoperoso, svogliato, apatico, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola negligente è formata da dieci lettere, quattro vocali e sei consonanti. Lettera maggiormente presente: e (tre).
Divisione in sillabe: ne-gli-gèn-te. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
negligente si può ottenere combinando le lettere di: tenni + legge; gel + ingente; [genti, tigne, tinge] + glene; gentil + gene; leggi + tenne.
Componendo le lettere di negligente con quelle di un'altra parola si ottiene: +[damare, madera] = leggendariamente; +[cociamo, omaccio] = ginecologicamente.
Vedi anche: Anagrammi per negligente
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: negligenti.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: neet, niente, egee, elie, elite, elee, gliene, glie, glene, gite, gene, liete, lite, lente, lene, iene.
Parole con "negligente"
Iniziano con "negligente": negligentemente.
Parole contenute in "negligente"
gli, egli, ente, lige, gente, negli.
Sciarade e composizione
"negligente" è formata da: negli+gente.
Frasi con "negligente"
»» Vedi anche la pagina frasi con negligente per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nonostante le promesse fatte, continuava ad essere uno studente negligente.
  • A mio modesto parere Ottaviano è stato negligente in quel caso.
  • Sei stato troppo negligente nel compito che ti è stato affidato!
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Negligenza, Trascuranza, Trascuratezza, Trascuraggine, Trascurataggine, Sbadataggine, Noncuranza, Negligente, Trascurato, Trascurante, Noncurante, Sbadato, Accurato, Diligente - La Negligenza è relativa ai doveri, agli uffici del proprio stato. — La Trascuranza, pare, a cose minori; è pertanto meno dannevole della prima. — Il Negligente non fa, o fa male e a malincuore ciò che dovrebbe. — Il Trascurante dimentica o finge dimenticarsi di ciò che per suo bene potrebbe fare. — Il Diligente invece fa le cose con amore, con istudio. — L'Accurato, con attenzione e sollecitudine. — Trascurato dicesi per lo più a chi non cura sè stesso e le cose a sè più direttamente pertinenti: Trascurante l'uomo nell'atto che trascura; Trascurato esprime l'abito del trascurare: l'uomo trascurante negli affari non è di conseguenza trascurato nella persona e nel vestito: che anzi la troppa cura dì sè e de' proprii comodi lo fa delle cose più essenziali trascurante. — Noncurante invece meglio si addice a chi è tale in un genere di cose: molti sono i noncuranti dell'onore, del buon nome; essi pretermettono al guadagno ogni cosa: molti sono noncuranti della gloria, de' piaceri, delle ricchezze, amanti invece dell'equità, della giustizia e d'ogni più soda virtù. — Trascuratezza, Trascuraggine, poco usato, e Trascurataggine, sono o abiti o atti di trascuranza. — La Sbadataggine è o proviene da mancanza d'attenzione; lo sbadato intende e fa sovente il contrario di ciò che gli si dice, di ciò che deve: lo sbadato non bada, o bada ad altre cose mentre si tratta di una attuale e presente. (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Negligenza, Trascuranza, Trascuratezza, Trascuraggine, Trascurataggine, Sbadataggine, Non curanza; Negligente, Trascurato, Trascurante, Non curante, Sbadato, Accurato, Diligente - La negligenza è relativa ai doveri, agli uffici del proprio stato; la trascuranza, pare, a cose minori; è per tanto meno dannevole della prima: il negligente non fa, o fa male e a malincuore ciò che dovrebbe; il trascurante dimentica o finge dimenticarsi di ciò che per suo bene potrebbe fare: il diligente invece fa le cose con amore, con istudio; l'accurato, con attenzione e sollecitudine. Trascurato dicesi per lo più a chi non cura se stesso e le cose a sè più direttamente pertinenti: trascurante l'uomo nell'atto che trascura; trascurato esprime l'abito del trascurare: l'uomo trascurante negli affari non è di conseguenza assoluta trascurato nella persona e nel vestito; che anzi la troppa cura di sè e de' proprii comodi lo fa delle cose più essenziali trascurante. Non curante invece meglio si addice a chi lo è di un genere di cose: molti sono i non curanti dell'onore, del buon nome; essi pretermettono al guadagno ogni cosa; molti sono non curanti della gloria, de' piaceri, delle ricchezze, amanti invece dell'equità, della giustizia e d'ogni più soda virtù. Trascuratezza, trascuraggine, poco usato, e trascurataggine sono o abiti o atti di trascuranza. - La sbadataggine è o proviene da mancanza d'attenzione; lo sbadato intende e fa sovente il contrario di ciò che gli si dice, di ciò che deve: lo sbadato non bada, o bada ad altre cose mentre si tratta di una attuale e presente. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Negligente - † NEGRAIGENTE e † NIGRIGENTE. Agg. com. usato anche come sost. Trascurato, Che trasanda le cose e non tien cura, Disattento (Fanf.) Aureo lat.[Cont.] Stat. Sen. spad. XV. Se il camarlengo fusse negligente, che non gli scrivesse (i nomi degli ufficiali nuovi); che il rettore nuovo sia tenuto di fargli pagare per ciascuna volta V soldi. = Bocc. Nov. 10. g. 6. (C) Nigligente, disubbidiente, e maldicente. Dant. Purg. 4. Colui che mostra sè più negligente, Che se pigrizia fosse sua sirocchia. Car. 2. 16. 9. Avvegnacchè con fatica si lavori (il campo), nondimeno risponderà secondo la volontà de' non negligenti lavoratori. Tes. Br. 5. 17. E quando nasca alcuna tra loro (api) che sia negligente, sicchè non voglia stare a niuno di questi officii, lo Re la fa cacciar di fuora di lor magione in tal modo, che non ve la raccolgono più. Vit. SS. Pad. 2. 129. Vedendolo alquanti frati negligenti e dissoluti del monistero così umile e paziente…, tutte le colpe e difetti, ch'eglino commettevano, apponevano a lui. M. Aldobr. Non dee essere niuno nigrigente a guardare la sanità del fegato. Vit. SS. Pad. 1. 261. Questo fece, acciocchè quegli, vedendosi costretto di pagare li detti danatri, non fosse negrigente a farla corrompere, e guadagnare di peccato. E 2. 169. Quelli, i quali egli trovava negrigenti…, cacciava con molta vergogna. E 192. Lo fece battere e flagellare come negligente. Tes. Br. 5. 37. Cuculo è uno uccello di colore, e di grandezza di simiglianza di sparviere…, ed è sì nigrigente e sì pigro, che eziandio le sue uova non vuole covare.

[Camp.] S. Gir. 3. Gli onori immortali, quasi d'essi non curando, siamo in acquistarli pigri e negrigenti.

2. T. Nelle cose dello spirito. Cavalc. Vit. SS. Pad. volg. 1. 34. Se (i diavoli) ci veggiono valenti e umili, sì ci temono, e se ci veggiono timidi e negligenti, sì ci prendono baldanza addosso.

3. E colla particella Di. Cavalc. Espos. Simb. 1. 37. (M.) I fedeli perchè sono negligenti di cercar maestri, o d'investigare per se stessi la verità, e di pregar Dio che la riveli loro, non sono esentati, ma accusati. E 263. Considerando che Dio è giusto, non siate negligenti della penitenza. Vit. SS. Pad. 1. 97. Avvegnachè di sè fosse tanto negligente, e crudele. E 2. 101. Così se l'anima è negligente d'attizzarlo lo fuoco, e 'l lume dell'amore divino nel suo cuore… T.S. Giov. Grisost. 59. Che veramente grande condannagione (cosa condannevole) è a comporre l'uomo il sermone suo, ed essere negligente della vita e dell'opera.

4. E col terzo caso. Guicc. Stor. 18. 39. (M.) Per la speranza grande datagli dal re d'Inghilterra… diventava più negligente ai pericoli d'Italia. Bocc. Filoc. l.2. p. 81. (Gh.) lo dubito che negligente al mio soccorso ti stai costà,…, San. Bernar. Tratt. Cosc. 16. Abbia (l'uomo) compunzione per li mali che ha commessi, e per li beni ai quali fu negligente.

Quasi fig. [Pol.] Op. Penit. p. 16. (Ven. 1846) Il corpo vorrebbe essere negligente ad ogni fatica. E ivi. p. 26. Questo tiene la Chiesa fermamente; perciò non essere negligente a combattere.

5. Per Negletto o piuttosto Simulante negligenza e trascuranza di studio. Parin. Mat. in Parin. Op. 1. 78. (Gh.) Poi che in tal guisa te medesmo ornato, Con artificio negligente avrai,…

6. Avv. [Camp.] Per Negligentemente. S. Gio. Gris. Om. Nè loro pare degna cosa cercare da altri, ma negligente vivendo, per fame periscono.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: neghiate, neghino, negletta, neglette, negletti, negletto, negli « negligente » negligentemente, negligenti, negligenza, nego, negò, negozi, negozia
Parole di dieci lettere: negheresti « negligente » negligenti
Lista Aggettivi: negato, negletto « negligente » negoziabile, negoziale
Vocabolario inverso (per trovare le rime): fuggente, sfuggente, ruggente, struggente, distruggente, redigente, indigente « negligente (etnegilgen) » diligente, prediligente, intelligente, erigente, dirigente, esigente, intransigente
Indice parole che: iniziano con N, con NE, iniziano con NEG, finiscono con E

Commenti sulla voce «negligente» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze