Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «scorno», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Scorno

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Scorgono « * » Scorporo]
Giochi di Parole
La parola scorno è formata da sei lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: scòr-no. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di scorno con quelle di un'altra parola si ottiene: +[avi, iva, vai, ...] = ascrivono; +ani = asincrono; +bea = baronesco; +[bau, bua] = buscarono; +ace = canceroso; +tai = castorino; +eva = cavernoso; +nei = censirono; +[eta, tea] = censorato; +tiè = certosino; +ace = conoscerà; +[ceo, eco] = conoscerò; +dei = considero; +alé = consolare; +[ali, ila, lai] = consolari; +alé = consolerà; +olé = consolerò; +ozi = consorzio; +emù = consumerò; +tee = contesero; +tue = contusero; +[sai, sia] = coronassi; +[eta, tea] = coronaste; +tai = coronasti; ...
Vedi anche: Anagrammi per scorno
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: scarno, scordo, scorgo, scorro, scorso, scorto, sforno, storno.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: corno.
Altri scarti con resto non consecutivo: sono, coro, cono.
Parole contenute in "scorno"
orno, corno.
Incastri
Inserendo al suo interno darò si ha SCORdaroNO; con dava si ha SCORdavaNO; con pori si ha SCORporiNO; con taro si ha SCORtaroNO; con razza si ha SCORrazzaNO; con razzi si ha SCORrazziNO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "scorno" si può ottenere dalle seguenti coppie: scomode/moderno, scopate/paterno, scope/perno, scopo/porno, scosto/storno, scorcia/ciano, scordai/daino, scordata/datano, scordati/datino, scordava/davano, scordi/dino, scordo/dono, scorgessi/gessino, scorgi/gino, scorrazzi/razzino, scorrendo/rendono, scorresti/restino, scorsa/sano, scorse/seno, scorsi/sino, scorso/sono...
Usando "scorno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: fosco * = forno; pesco * = perno; tosco * = torno; * noci = scorci; * nodi = scordi; * nodo = scordo; * noia = scoria; * noie = scorie; * nota = scorta; * note = scorte; * noti = scorti; * noto = scorto; bis * = bicorno; * notai = scortai; fratesco * = fraterno; * nocino = scorcino; * nodino = scordino; * notano = scortano; * notare = scortare; * notata = scortata; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "scorno" si può ottenere dalle seguenti coppie: scoop/porno, scout/turno, scorra/arno, scorrete/eterno, scorro/orno.
Usando "scorno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * onda = scorda; * onta = scorta; * oncia = scorcia; * ondata = scordata; * ondate = scordate; * ontano = scortano.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "scorno" si può ottenere dalle seguenti coppie: scorci/noci, scorciamo/nociamo, scorciate/nociate, scorcino/nocino, scordi/nodi, scordino/nodino, scordo/nodo, scoria/noia, scorie/noie, scorta/nota, scortai/notai, scortammo/notammo, scortando/notando, scortano/notano, scortante/notante, scortanti/notanti, scortare/notare, scortarono/notarono, scortasse/notasse, scortassero/notassero, scortassi/notassi...
Usando "scorno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * dino = scordi; * dono = scordo; * gino = scorgi; * sano = scorsa; * seno = scorse; * sino = scorsi; * sono = scorso; * tino = scorti; * tono = scorto; * moderno = scomode; * paterno = scopate; * ciano = scorcia; * daino = scordai; fraterno * = fratesco; * datano = scordata; * datino = scordati; * davano = scordava; * ateo = scornate; scavi * = cavicorno; * gessino = scorgessi; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "scorno" (*) con un'altra parola si può ottenere: * po' = scoprono; * lao = scolarono; * ola = scolorano; * oli = scolorino; dirà * = discorrano; dirò * = discorrono; ripa * = riscoprano; * piro = scoprirono; * piva = scoprivano; * ciad = scorciando; * ocra = soccorrano; diana * = disancorano; * oliva = scolorivano.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "scorno"
»» Vedi anche la pagina frasi con scorno per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non si fece scorno nel chiedere un altro sconto sul prezzo dell'ombrello.
  • Se ne tornò a casa pieno di scorno per la brutta figura fatta con gli amici!
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Obbrobrio, Infamia, Ignominia, Vitupero, Vergogna, Onta, Scorno, Infamità, Disonore - Vergogna si sente, si fa altrui per atto disonesto a cui uno s'è lasciato trascorrere. Scorno è vergogna fatta in pubblico, e più a chi si credeva fare a man salva qualche azione meno che onesta: rimane scornato l'ipocrita, l'impostore che vede messo in piena luce il doppio fine de' suoi sutterfugi. Il disonore, già accennai in altro articolo, racchiude idee diverse, e diversamente si misura secondo il sesso, lo stato, la professione: altra cosa è il disonore per la donna, altra per il negoziante, altra per il militare, e via via. Vitupero è parola di alto e severo rimprovero, e che tocca per poco all'invettiva, all'ingiuria; è detta per fare arrossire. Nell'ignominia si cade, poi nell'obbrobrio, quindi nell'infamia , e sono gradi di una scala tanto sdrucciolevole che guai a porvi su il piede! Ignominiosa è l'azione bassamente vile per cui l'uomo mette in non cale il proprio decoro; obbrobriosa, la turpe per cui egli perde ogni sentimento di dignità; infame, quella che, meritevole di nota, di sentenza infamante, uccide l'uomo civilmente, facendogli perdere ogni diritto come membro della società. Infamità è parola o atto infame: molte volte è espressione esagerata di celia o d'ironia: dire o fare delle infamità, talvolta usasi per esprimere cose o parole forse non troppo oneste, forse non troppo eque, ma che in sostanza non sono meritevoli di appellazione così fatta, e ne sono lontanissime; dire infamità, infamia contro qualcheduno è proprio del detrattore, del calunniatore nemico che tenta levar la fama a chi odia. Onta, per vergogna, è poetico: ma in prosa si ha adontarsi, recarsi, avere ad onta. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Scorno - S. m. Vergogna, Ignominia, Beffa. (Fanf.) T. Lo derivano da Scherno o da Spernere. Ma Romper le corna è voce e cosa usit.; e Corno anco agli Ebr. vale Superbia, Potenza. = Bocc. g. 5. f. 2. (C) Con pronta risposta e avvedimento fuggì perdita, pericolo o scorno. E nov. 4. g. 9. Come la malizia d'uno il senno soperchiasse d'un altro, con grave danno e scorno del soperchiato. Petr. Son. 148. part. I. Pien di vergogna e di amoroso scorno. Varch. Err. Giov. 55. (M.) Dove è da notare quanto il Giovio accresce e si distende in su questa cosa, biasimando gli Oratori, i quali non v'aveano colpa, e non dicendo nulla dello scorno che fecion loro a fargli cercare contra ogni usanza. T. Scorno maritale; Scorno politico; Scorno letterario.

2. T. Di cosa che porterebbe scorno ad un'altra, allorchè la supera di bellezza, bontà o simile. D. 2. 10. D'un marmo candido, e adorno D'intagli sì che non pur Policreto (Policleto scultore, che fece il Cànone, quasi modello delle statue) Ma la natura v'averebbe scorno (sarebbe vinta). = Red. Ins. 20. (M.) Hanno lo stesso colore, anzi più vivo, e così rosso, che porterebbe scorno al cinabro.

3. Avere scorno. Essere scornato. Petr. Canz. 9. part. I. (Gh.) Mai non vo' più cantar com' io soleva, Ch'altri non m'intendeva; ond'ebbi scorno.

4. Avere a scorno una cosa, Tenerla come uno scorno, e però fuggirla. Non com. Vinc. Mart. Rim. 50. (C) Oh felici animai, ch'avete a scorno La chiarezza del giorno, Ecco un compagno fido, Che non prima di voi lascia il suo nido.

5. [Val.] † Mettere in iscorno uno. Vilipenderlo, Dileggiarlo. Tesorett. 21. 296. Inebria di vino, Sì ch ogni suo vicino Se ne ride d'intorno, E mettelo in iscorno.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: scorniciavano, scorniciavate, scorniciavi, scorniciavo, scornicino, scorniciò, scornicio « scorno » scoronare, scorpacciata, scorpacciate, scorpione, scorpioni, scorpora, scorporai
Parole di sei lettere: scorie « scorno » scorra
Vocabolario inverso (per trovare le rime): unicorno, capricorno, tricorno, cavicorno, incornò, incorno, liocorno « scorno (onrocs) » adorno, adornò, disadorno, forno, spazzaforno, inforno, infornò
Indice parole che: iniziano con S, con SC, iniziano con SCO, finiscono con O

Commenti sulla voce «scorno» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze