Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «smania», il significato, curiosità, forma del verbo «smaniare», sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Smania

Forma verbale
Smania è una forma del verbo smaniare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di smaniare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Informazioni di base
La parola smania è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti. Divisione in sillabe: smà-nia. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche le pagine frasi con smania e canzoni con smania per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Quando sto per tornare a casa, dopo un periodo d'assenza, vengo colto da una smania incredibile.
  • Mio marito condanna la mia smania di viaggiare e fare foto.
  • La sua smania di apparire lo rende molto antipatico.
Citazioni da opere letterarie
Fior di Sardegna di Grazia Deledda (1917): E intanto quel sorriso le tremolava sempre davanti agli occhi; lo vedeva fra gli splendori del cielo, nel biondo tremolìo delle foglie degli elci, tra il profumo e in penombra dell'altare; lo «sentiva» nel susurro notturno dei boschi, nel trillo delle allodole e dei grilli, nel mormorìo del torrente lontano, le dava una smania, una tristezza ardente e dei pensieri mai più venuti nella sua mente fantastica e appassionata.

Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello (1926): Se non che, non so come, in quel gesto di disperazione tornai a vedermi, e allora il pianto che stava per prorompermi dal petto mi si mutò d'improvviso in uno scoppio di riso, e chiamai quella povera Bibì ch'era mezza azzoppata, mi misi a zoppicare anch'io per burla, e tutto in preda a una gaia smania feroce, le dissi che avevo giocato, giocato, e che volevo seguitare a giocare. La bestiolina starnutiva, come per dirmi: «Rifiuto! rifiuto!» «Ah sì? Rifiuti, Bibì, rifiuti? E allora mi misi a starnutire anch'io per rifarle il verso, ripetendo a ogni starnuto: «Rifiuto! rifiuto!»

Ultimo Parallelo di Filippo Tuena (2007): Bowers ha abbandonato gli sci su ordine di Scott durante l'ascesa del Beardmore. L'uomo che legge ricorda questo fatto curioso perché è stato uno dei primi particolari raccontati a voce da Crean e Lashly quando erano tornati alla base e che lo aveva impensierito come se una volta raggiunto l'altopiano Scott fosse stato preso da una smania o da un'euforia incontrollabili e rischiose e le sue decisioni fossero risultate a volte incomprensibili, troppo azzardate.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per smania
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: smanie, smanio.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: mania, smani. Togliendo tutte le lettere in posizione pari si ha: sai.
Altri scarti con resto non consecutivo: sani, sana, saia, maia.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: smaniai.
Parole con "smania"
Iniziano con "smania": smaniai, smaniamo, smaniano, smaniare, smaniata, smaniate, smaniati, smaniato, smaniava, smaniavi, smaniavo, smaniammo, smaniando, smaniante, smanianti, smaniasse, smaniassi, smaniaste, smaniasti, smaniarono, smaniavamo, smaniavano, smaniavate, smaniassero, smaniassimo.
Finiscono con "smania": tasmania.
Contengono "smania": tasmaniana, tasmaniane, tasmaniani, tasmaniano.
»» Vedi parole che contengono smania per la lista completa
Parole contenute in "smania"
ani, mani, mania, smani.
Incastri
Si può ottenere da sa e mani (SmaniA).
Inserito nella parola tana dà TAsmaniaNA; in tane dà TAsmaniaNE.
Inserendo al suo interno ito si ha SitoMANIA.
Lucchetti
Usando "smania" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ano = smanino; * aera = smanierà; * aero = smanierò; * aerai = smanierai; * aerei = smanierei; * aerata = smanierata; * aerate = smanierate; * aerati = smanierati; * aerato = smanierato.
Lucchetti Alterni
Usando "smania" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * anoa = smaniano; * area = smaniare; * atea = smaniate.
Sciarade incatenate
La parola "smania" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: smani+mania.
Intarsi e sciarade alterne
"smania" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: sana/mi, san/mia.
Intrecciando le lettere di "smania" (*) con un'altra parola si può ottenere: * eri = smanierai; noto * = nostomania; * ciac = sciamanica; * erta = smanierata; * erte = smanierate; * erti = smanierati; * erto = smanierato; etero * = esteromania.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Mania, Smania, Monomania, Fissazione - Mania è la malattia mentale che induce spesso ad atti impetuosi e sfrenati. - Smania, oltre all'agitazione dolorosa del corpo, per cagione di malattia, è Desiderio eccessivo, che ci spinge a volere o a fare una cosa. - Monomania è malattia mentale, ed è quando per alterazione della mente un'idea sola predomina a tutte le altre, e su quella si delira più o meno stranamente. Per esempio il Dinismo puro è una monomania bella e buona. - Fissazione è il primo grado della monomania, ed è quando la mente si ferma sopra una tale idea, ed ogni nostro pensiero e ragionamento a quella si riferisce; oppure è quando, messosi l'uomo in testa che una tal cosa sia in un dato modo, benchè forse sia il contrario, non è possibile smuoverlo, come si vede in alcuni Dinisti non giunti ancora alla monomania. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Rabbia, Adiramento, Risentimento, Sdegno, Disdegno, Dispetto, Indignazione, Collera, Collere, Cruccio, Corruccio, Furore, Sfuriata, Smania - Dispetto è il meno di tutti; si sente nell'animo se qualche cosa non ci va a versi, o se qualche persona fa cosa contro nostra aspettazione o desiderio; se l'interno dispetto si mostra con un leggiero corrugar di ciglio o di labbra, allora è corruccio: cruccio dice più che non indica la sua somiglianza con corruccio; il cruccio è dolore, pena morale, dispiacere risentito per cagione vera o immaginaria che sia: uomo o donna pieni di crucci possono dare in ismanie se quelli troppo a lungo perdurano, o se chi li soffre è di fibra troppo sensibile e irritabile. «Collera, in origine, è l'umore (xολή) che rende l'uomo irritabile e pronto allo sdegno, al risentimento, all'ira», così Tommaseo. La collera adunque è moto del temperamento; e v'hanno degli uomini collerici, come de' biliosi, de' linfatici: la collera muove all'ira, che è forte sdegno, alla rabbia; ma sdegnarsi e arrabbiarsi può l'uomo d'umore pacifico e dolcissimo; che anzi v'ha l'adagio che: chi vuole vedere uno in furia faccia arrabbiare un uomo pacifico: la rabbia, nell'uomo, è passione violentissima, scoppii o no; e può degenerare in furore, in demenza, o pazzia; negli animali, è malattia mortale. Collere sono quei moti d'ira che per effetto del temperamento diventano poco meno che abituali; poca cosa per sè, isolatamente; molta, considerate nell'insieme, perchè con persona di tal fatta non si può alla lunga convivere. Le finte collere, le dolci ire, l'immensa rabbia, il fiero sdegno, le interne smanie, gl'infiniti crucci, il cieco furore, sono modi di dire e da senno e da burla. Disdegno non è sdegno o ira, è piuttosto spregio o ripugnanza verso cosa o persona, è moto più d'orgoglio che di collera; l'indegnazione si risente per fatto non giusto o creduto non tale; è risentimento o moto di quell'equità naturale che si chiama complessivamente coscienza; l'adiramento è principio o moto d'ira, ma che non passa certi limiti. Sfuriata è moto d'ira accompagnato da smanie, da grida o da altro segno esterno; impetuosa, ma passeggiera, per la ragione del nil violentum durabile. [immagine]
Smania, Desiderio, Inquietudine; Smaniante, Smanioso - Il desiderio diventa smania quando non è temperato dalla ragione; quando si manifesta con segni di viva impazienza; quando lo aspettare più oltre grava e fa soffrire fisicamente e moralmente. Il diritto più o meno legittimo ma riuscito inutile; una speranza più o meno vanamente lusingata di ottenere, possono dar luogo a questa smania e in parte scusarla. Desiderare il bene, o qualunque cosa buona per il proprio individuo, quando ad altri direttamente non nuoccia, è naturale; smaniare per ottenerla è proprio o di carattere insofferente de' minimi ritardi, o cagionato dai motivi sovra esposti. L'inquietudine per cosa o persona desiderata nasce quando si suppongono, si temono pericoli per la medesima, o se si teme male grave per noi, o privazione di un gran bene nel non conseguirla, nel non vedersela vicina; la inquietudine può convertirsi in ismania; ma sovente è nella mente, nel cuore, o al più si manifesta con la tristezza del volto, coi sospiri, colle lagrime. Essere smanioso è desiderare con ismania, cioè vivamente, impazientemente; essere smaniante è proprio fare smanie, atti d'impazienza, d'inquietudine palesemente. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Smania - S. f. Eccessiva agitazione o d'anima o di corpo per soverchia passione. Gr. Μανία, Follia, Insania. Cr. 6. 4. 5. (C) Genera lebbra e apoplessia, smania e molte altre cose. Coll. SS. Pad. G. 9. 3. Faracci venire alcuna smania di ridere mattamente. Malm. 1. 56. Si scandolezza, ed entra in grande smania. [Cors.] Bart. Grand. Crist. 25. (t. 2. p. 182.) Vedevansi le fanciulle, attraversate innanzi le lor care madri, scapigliate e ragghianti per ismania di dolore. [G.M.] Segner. Mann. Marz. 10. Oh che dolore sarebbe il tuo, oh che smania, oh che struggimento! E 28. Mai non prova quelle sollecitudini, quelle smanie, in cui suol prorompere una volontà sregolata. – Ha la smania, le smanie. – Ho una smania addosso… – Dare nelle smanie. – La smania della febbre. T. Adim. L. Sat. 237. Con smanie vezzosette. [Pol.] G. Gozz. Nov. 25. Facilmente si mutano (i giovani); struggimento e smania gli muove. E Nov. 101. Stimolato dal dolore dei denti, e dalla smania che gli fosse interrotto il cammino. [Cont.] Cit. Tipocosm. 279. Passioni de 'l cervello, che sono… la pazzia,… la melanconia, la smania.

[G.M.] Di animali. Red. Lett. Quando i castroni in certi tempi dànno nelle smanie, e pare che abbiano l'assillo, ne son cagione questi bacherozzoli.

[G.M.] E la pers. stessa si dice che è una smania; perchè noiando, seccando, importunando, la fa venire. Ecco qua questa smania! Costui è una vera smania! Che smania!

2. Menare smanie, vale Folleggiare. Bocc. Nov. 2. g. 8. (C) Ne invaghì sì forte, ch'egli ne menava smanie. Sen. ben. Varch. 6. 30. Dicendosi in questo modo molte cose da ogni lato, le quali lui, che per troppo stimarsi menava smanie, concitavano e mettevano su.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: smanettino, smanettò, smanetto, smanettona, smanettone, smanettoni, smani « smania » smaniai, smaniammo, smaniamo, smaniando, smaniano, smaniante, smanianti
Parole di sei lettere: smalti, smaltò, smalto « smania » smanie, smanio, smaniò
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sitomania, erotomania, cleptomania, nostomania, sessuomania, schizomania, germania « smania (ainams) » tasmania, pania, campania, emicrania, forania, strania, estrania
Indice parole che: iniziano con S, con SM, parole che iniziano con SMA, finiscono con A

Commenti sulla voce «smania» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2023 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze