Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «turare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Turare

Verbo
Turare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è turato. Il gerundio è turando. Il participio presente è turante. Vedi: coniugazione del verbo turare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di turare (tappare, chiudere, otturare, sigillare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Informazioni di base
La parola turare è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti. Divisione in sillabe: tu-rà-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con turare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Questo ingegnoso aggeggio permette di turare le bottiglie di vino con grande efficienza.
  • Devo turare quella bottiglia di aceto a causa del forte odore che emana.
  • Certe volte uno si deve turare il naso prima di votare certa gente.
Citazioni da opere letterarie
La coscienza di Zeno di Italo Svevo (1923): Naturalmente io non sono un ingenuo e scuso il dottore di vedere nella vita stessa una manifestazione di malattia. La vita somiglia un poco alla malattia come procede per crisi e lisi ed ha i giornalieri miglioramenti e peggioramenti. A differenza delle altre malattie la vita è sempre mortale. Non sopporta cure. Sarebbe come voler turare i buchi che abbiamo nel corpo credendoli delle ferite. Morremmo strangolati non appena curati.

I drammi della schiavitù di Emilio Salgari (1896): – Scendiamo nella stiva. Forse la fenditura si può ancora turare.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per turare
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: curare, durare, murare, tarare, tirare, tubare, turate.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: curaro, murari.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: ture, trae, tare.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: sturare, turbare.
Parole con "turare"
Finiscono con "turare": sturare, maturare, otturare, saturare, suturare, catturare, fatturare, misturare, pitturare, snaturare, torturare, triturare, volturare, denaturare, fratturare, acculturare, affatturare, avventurare, connaturare, scritturare, strutturare, congetturare, ristrutturare, sottofatturare, sovrafatturare.
»» Vedi parole che contengono turare per la lista completa
Parole contenute in "turare"
are, rare, tura. Contenute all'inverso: era.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "turare" si può ottenere dalle seguenti coppie: tua/arare, tuba/barare, tufo/forare, tuo/orare, tuono/onorare, tuta/tarare, turbe/beare, turchi/chiare, turf/fare, turabottiglie/bottigliere, turai/ire, turamenti/mentire, turamento/mentore, turata/tare.
Usando "turare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: matura * = mare; ottura * = otre; sutura * = sure; aratura * = arare; statura * = stare; tortura * = torre; * areca = turca; * areni = turni; * areno = turno; andatura * = andare; apritura * = aprire; armatura * = armare; bavatura * = bavare; bucatura * = bucare; cavatura * = cavare; ceratura * = cerare; cimatura * = cimare; colatura * = colare; covatura * = covare; creatura * = creare; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "turare" si può ottenere dalle seguenti coppie: tucul/lucrare, ture/errare, turerà/areare, turgore/erogare, turata/atre, turato/otre.
Usando "turare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erano = turno; * erta = turata; * erte = turate; * erti = turati; * erto = turato; logout * = logorare.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "turare" si può ottenere dalle seguenti coppie: altura/real, cavatura/recava, dentatura/redenta, iettatura/reietta, imbarcatura/reimbarca, investitura/reinvesti, legatura/relega, matura/rema, natura/rena, nettatura/renetta, partitura/reparti, peritura/reperì, pressatura/repressa, satura/resa, statura/resta, stringitura/restringi.
Usando "turare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * altura = real; * matura = rema; * natura = rena; * satura = resa; * statura = resta; real * = altura; rema * = matura; rena * = natura; * cavatura = recava; * legatura = relega; * peritura = reperì; resa * = satura; * dentatura = redenta; * iettatura = reietta; * nettatura = renetta; * partitura = reparti; resta * = statura; recava * = cavatura; relega * = legatura; reperì * = peritura; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "turare" si può ottenere dalle seguenti coppie: tura/area, turata/areata, turate/areate, turati/areati, turato/areato, turca/areca, turche/areche, ture/aree, turnari/arenari, turnaria/arenaria, turnarie/arenarie, turnario/arenario, turni/areni, turno/areno, turai/rei, turando/rendo, turasse/resse, turassero/ressero, turassi/ressi, turaste/reste, turasti/resti...
Usando "turare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * barare = tuba; * forare = tufo; * tarare = tuta; * onorare = tuono; * beare = turbe; otre * = ottura; sure * = sutura; * chiare = turchi; torre * = tortura; * mie = turarmi; * tiè = turarti; * vie = turarvi; aprire * = apritura; cucire * = cucitura; finire * = finitura; morire * = moritura; ordire * = orditura; perire * = peritura; pulire * = pulitura; bollire * = bollitura; ...
Sciarade incatenate
La parola "turare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: tura+are, tura+rare.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "turare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ni = turnarie; otto * = otturatore; resa * = restaurare; torto * = torturatore; trito * = trituratore; affatto * = affatturatore.
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: Si turano per non affondare, Infilare il turacciolo, La dottrina di Turati, Lo tura il raffreddore, Turbamenti dell'ordine pubblico.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Chiudere, Serrare, Turare - Si chiude una finestra o una porta; si serra un armadio, un cassettone; si tura un fiasco, una bottiglia. Si chiude una porta sospingendone le imposte; si serra una chiave, si tura se occorre il buco della serratura: al chiudere basta un moto, la volontà; al serrare occorre attenzione; al turare diligenza. Serrare vale anche incalzare con argomenti o con fatti; chiudere vale finire, limitare, conchiudere: turare ha egli pure un modo traslato in turarsi le orecchie, che significa non voler saper altro di cosa che non capacita. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Turare - V. a. [G.M.] Chiudere con turacciolo o turo l'apertura o bocca di vasi da liquidi, e quindi di altri recipienti. Obturare, in Cat. Varr. e Plaut. Alcuni lo derivano dal gr. Θύρα, Porta, onde Θυρόω, Chiudere. Turare il fiasco, Turare la boccia dell'olio. Turare un buco, una fessura. Turare un vaso di frutte in guazzo. Turare una boccetta d'acqua odorosa. Turare il vasetto della canfora. Turare il buco dell'acquajo.

T. Si chiude o con serrame o facendo che si tocchino le due parti del corpo, o con altro corpo che prenda tutta l'apertura o gran parte. Si tura inserendo o adattando un corpo che empia l'apertura tutta, e commetta con essa. Si chiude in piccolo e in grande; si turano d'ordinario i fori men grande. Si tura un pertugio, si chiude un uscio.

[G.M.] Si tura anche ponendo nel foro qualche materia che lo riempia e lo nasconda. Si turano i buchi di un muro colla calcina, col gesso. Si turano collo stucco le fessure di un armadio, colle sverze gli spacchi di un mobile.

[Cont.] Sod. Arb. 124. Importa assai far buon lavori ed in tempo, o siano di divelto, formelle, o buche, secondo il paese, fognate benissimo con buon' sassi grossi nel fondo acconci bene, che l'acqua sfoghi presto, e di sopra assai de' piccoli, acciocchè la terra non possa così presto penetrarvi a riturare e conducendo roba alla fogna turarla. Cat. P. Arch. VI. 8. Facciasi cannoni di buona creta ben cotti e invetriati, chè così si conserveranno molto meglio, commettendo l'uno in l'altro diligentemente, e turandoli o stuccandoli con buona calce albazzana con olio; e sieno di buona materia fortificati.

[G.M.] Si tura, inoltre, coprendo l'oggetto con qualcosa che lo ripari. Turare un uscio con una tenda; Turare un tegame, un piatto.

Cr. 2. 13. 13. (C) Turisi da ciascuna parte ottimamente con cera forte e spessa. Dant. Inf. 23. E giù dal collo della ripa dura, Supin si diede alla pendente rôccia, Che l'un de' lati all'altra bolgia tura (cioè, che termina da una parte la seguente bolgia). [Cont.] Cell. Scul. 3. Ogni volta che tu hai messo i tua cannoni, turali molto bene con un poco di stoppa netta. Fal. Vas. quadri, I. 4. Modo terzo di tappare o turare falle con un quadro di cuoio e 3 dita più della falla. [Pol.] Car. Apol. p. 130. (Ven. 1847.) È necessario che i buchi (del molinello) si turino. [G.M.] Segner. Quares. 17. 5. Non dimorereste voi già ad abbruciare nel baratro dell'Inferno, sol che Dio avesse data licenza da una febbretta che vi succhiasse le vene, ad un catarro che vi turasse le fauci, ad una cancrena che vi rodesse le viscere? Minucc. Not. Malm. Quelle materie che le donne si mettono sopra il viso per imbellettarsi la faccia, e turare le margini del vajuolo.

T. Prov. Tosc. 96. Chi non tura bucolin, tura bucone (rimediare al male sul principio). E 313. Tura la gola, chè passa l'ora (chè il troppo stare a tavola non ti rubi il tempo).

[G.M.] Altro prov. Tura buco, e fa callaia (di chi salda un debito piccolo col farne uno più grosso). [Palm.] Un fiasco di vino, e tanto pane che turi un fiasco (dicesi da' briaconi, i quali poco mangiano. E anche: Pane un tantino, e vino un tino).

2. Nel seg., non usit., ha senso di Fortificare con ripari, con difese. [Camp.] Art. Am. II. Minos avea turati (perstruxerat) tutti gli uscimenti al fuggire del suo oste.

3. [Cont.] Fare una tura. Lupic. Disc. mil. esp. 14. Darà principio a fare due fossi capaci dell'acque che entrano nel detto lago, i quali seguiteranno di cavare da una parte e l'altra della fortificazione, sin alle due bocche del fiume che entra nel lago; ed essendo finiti, si divertiranno l'acque per i detti fossi, e si tureranno del tutto le bocche del fiume.

4. Turarsi. N. pass. Coprirsi con checchessia per nascondersi. Cecch. Ass. 5. 2. (M.) Ma che lume è quello? È 'l vecchio, perdio, e 'l fratello delle nostre dame: turiamoci e ritiriamoci in qua, ch'e' non ci vegghino.

5. Turarsi il viso, il volto, la faccia; Coprirselo. Vit. S. M. Madd. 12. (M.) E la Maddalena. udendo queste cose, incominciò a piangere e turarsi il volto. E16. E non aspetta più Maria Maddalena, ma toglie suo mantello, e incominciossi a turare il volto, per non essere conosciuta.

[G.M.] Sentendosi venire le fiamme del rossore, si turava la faccia con ambedue le mani.

T. Anche chi co' vestiti si cuopre e difende dall'aria, specialmente se cuopre una parte del viso, diciamo, Che si tura, Che va turato bene.

[G.M.] Quando è freddo bisogna turarsi bene. Procurate di turarvi il petto per non infreddare. Turatevi, Si turi, chè la stagione è molto rigida.

6. Turare e Turarsi la bocca, gli occhi, il naso, gli orecchi; per Rattenere la parola, le grida, o per impedire ad altri di parlare, gridare, vedere, sentire. Ovid. Pist. 103. (C) Allora mi disse la balia: Oimè, che fai tu? Ora manifesti tu le tue follie? E la savia vecchia turoe la bocca a me urlante. T. Lasc. Cen.1. 4. 92. Dato d'occhio al compagno, cominciò a turarsi il naso.

[G.M.] Erano così scordati gli strumenti, che mi turai gli orecchi per non sentire quella musica. – Chi non vuol vedere, si turi gli occhi. – Mi turai gli occhi per non vedere quel doloroso spettacolo.

7. [G.M.] E fig. Turare la bocca a uno; Ridurlo al silenzio con ragioni, donativi, promesse, minacce, e sim. = Fr. Giord. Pred. (Man.) Se tu mi turerai la bocca ch'io non possa parlare. [G.M.] Machiav. Consult. Se voi fate capitano delle fanterie il sig. Jacopo, i connestabili lo adoreranno,… e voi turate la bocca a chi dicesse che le fanterie non hanno capo. = Varch. Ercol. 103. (C) Quando alcuno vuol significare a chi dice male di lui, che ne lo farà rimanere, minaccia di volergli turare o riturare la bocca o la strozza, ovvero inzeppargliele [G.M.] Anicet. Nemes. Dial. Non potrà tirare quella conseguenza, indicata dal Santo Padre, la qual tura onninamente la bocca al gentile. – Avrebbe potuto raccontare tutto il fatto in tribunale; ma gli turarono la bocca con un sacchetto di marenghi

N. pass. Tacere forzatamente, a proprio dispetto. T. Ar. Fur. 28. 44. Ma forza è che la bocca alfin si turi, E che l'ira trangugi amara ed acra.

8. E pur fig. Turare o Turarsi le orecchie; Non volere ascoltare, Fare il sordo. Libr. Dicer. (C) Turando le sue orecchie a maniera d'aspide con orgogliosa fierezza. [G.M.] Segner. Mann. Ag. 5. Se tu ti turi le orecchie per non udirla (la voce di Maria),… tu sei spedito.

9. Altro fig T. Gozz. Op. scelt. 1. 2. 11. Sentii in un subito addensarmisi anche il cervello, e turarsi la memoria.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: turamenti, turamento, turammo, turando, turano, turante, turarci « turare » turarmi, turarono, turarsi, turarti, turarvi, turasse, turassero
Parole di sei lettere: tupaia, tupaie, turano « turare » turata, turate, turati
Lista Verbi: tumulare, tuonare « turare » turbare, turbinare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): misurare, commisurare, censurare, ricensurare, commensurare, tonsurare, usurare « turare (erarut) » maturare, denaturare, connaturare, snaturare, saturare, triturare, volturare
Indice parole che: iniziano con T, con TU, parole che iniziano con TUR, finiscono con E

Commenti sulla voce «turare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze