Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «misurare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Misurare

Verbo
Misurare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è misurato. Il gerundio è misurando. Il participio presente è misurante. Vedi: coniugazione del verbo misurare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di misurare (pesare, quantificare, rilevare, determinare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola misurare è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: mi-su-rà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: misurerà (scambio di vocali).
misurare si può ottenere combinando le lettere di: rum + [sarei, seria]; [sui, usi] + marre; uri + maser; sir + reuma; musi + [arre, erra]; muri + [arse, rase, resa, ...]; sue + mirra; muse + [arri, rari]; rem + [riusa, sauri]; mure + [arsi, rais, rasi, ...]; murre + [sai, sia]; sei + murra; [ersi, resi, rise, ...] + mura; erri + musa; [mesi, mise, semi] + urrà; reumi + ras.
Componendo le lettere di misurare con quelle di un'altra parola si ottiene: +ito = aeroturismi; +top = aperturismo; +emo = esauriremmo; +sos = misurassero; +non = misureranno; +toc = morsicature; +top = premurosità; +odi = radiomisure; +tao = restauriamo; +[sai, sia] = riassumerai; +sei = riassumerei; +bel = saluberrime; +lob = saluberrimo; +toc = scaturiremo; +ong = sguarniremo; +sol = surrealismo; +[cose, esco, seco] = assicureremo; +foca = casuariforme; +[peti, pite, tipe] = impaurireste; +tipi = impauriresti; +[pois, posi, sopì, ...] = impaurissero; +[note, onte] = instaureremo; +plot = perlustriamo; +[ceco, ecco] = riaccuseremo; ...
Vedi anche: Anagrammi per misurare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: misurate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: misure, mise, mirare, mira, mirre, mire, murare, mura, murre, mure, mare, sure.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: misturare, misurarne.
Parole con "misurare"
Finiscono con "misurare": commisurare.
Parole contenute in "misurare"
are, rare, sura, misura. Contenute all'inverso: era, sim, usi.
Incastri
Si può ottenere da mire e sura (MIsuraRE).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "misurare" si può ottenere dalle seguenti coppie: misurai/ire, misurata/tare, misuratore/torere, misuratura/turare.
Usando "misurare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = misurata; * areate = misurate; * areati = misurati; * areato = misurato; * rendo = misurando; * evi = misurarvi; * resse = misurasse; * ressi = misurassi; * reste = misuraste; * resti = misurasti; * recavi = misuracavi; * retore = misuratore; * retori = misuratori; * ressero = misurassero; * reflusso = misuraflusso.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "misurare" si può ottenere dalle seguenti coppie: misure/errare, misurerà/areare, misurata/atre, misurato/otre.
Usando "misurare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = misurata; * erte = misurate; * erti = misurati; * erto = misurato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "misurare" si può ottenere dalle seguenti coppie: misura/area, misurata/areata, misurate/areate, misurati/areati, misurato/areato, misure/aree, misuracavi/recavi, misuraflusso/reflusso, misurai/rei, misurando/rendo, misurasse/resse, misurassero/ressero, misurassi/ressi, misuraste/reste, misurasti/resti, misurate/rete, misurati/reti, misuratore/retore, misuratori/retori.
Usando "misurare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * mie = misurarmi; * tiè = misurarti; * vie = misurarvi; * torere = misuratore.
Sciarade incatenate
La parola "misurare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: misura+are, misura+rare.
Intarsi e sciarade alterne
"misurare" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: mira/sure, mirre/sua.
Intrecciando le lettere di "misurare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * tic = misuratrice.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "misurare"
»» Vedi anche la pagina frasi con misurare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ti ho detto un sacco di volte che devi misurare le parole!
  • Prima di fare un orlo ai pantaloni è necessario misurare la lunghezza desiderata.
  • Per ottenere un cocktail a regola d'arte occorre misurare perfettamente le dosi richieste degli ingredienti.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Misurare - S. m. Misura. [Val.] Pucc. Centil. 4. 27. Tre braccia il passo al nostro misurare.
Misurare - V. a. e n. ass. Trovare la quantità ignota d'una cosa per mezzo d'altra già nota. (Fanf.) Mensurare nella Volg. e in Veg. [Cont.]Barbaro, Arch. Vitr. 110. Misurare non è altro che far manifesta una quantità prima, non conosciuta, con una quantità certa e conosciuta. Bart. C. Aritm. Or. Fineo, 65. Tutte le grandezze comparate scambievolmente insieme, delle quali alcuna comune grandezza, o parte aliquota, misura l'una e l'altra, si dicono essere… commisurabili e proporzionali. Vas. V. 382. Nè lasciai cosa alcuna d'architettura o scultura, che io non disegnassi e misurassi. Bandi Fior. XLVIII. 90. Nè possino ancora (i tavernieri) rimettere vetri nelle veste de' fiaschi rotti, non ostante che dette veste abbino il segno appiccato, se prima detti verti non saranno stati misurati da' ministri del segno, nè ancora detti osti e tavernieri ritenerne sotto pena di scudi due per ogni fiasco. = Paol. Oros. 296. (C) Mandati i misuratori a misurare. Ott. Com. Par. 33. 739. Il geometra, cioè il misuratore, quando vuol misurare le circonferenze d'alcuno circolo,… Malm. 3. 44. (M.) Già misurò le doppie collo stajo.

[G.M.] Misurare il grano.

[Cont.] Ass. Usare la misura di un paese, e sim. nel computare e disegnare, vendere o comperare checchessia. Cart. Art. ined. G.II. 193. Noi siamo per far qui un camino di marmo di Carrara bianchissimo per il camerino bianco di castello; però volemo che subito ne mandiate un disegno col modello… in carta, misurando tutto a palmi di Roma, perchè alla medesima misura vanno qui. Stat. Sen. Montag. I. 25. Il camarlengo e 'l rettore sieno tenuti di far fare a' venditori del pane e del vino, che vendano e misurino a la dritta mensura e peso della città di Siena.

Contr. Dant. Purg. 10. 24. (Mt.) Misurrebbe in tre volte un corpo umano. T. Misurrebbe, come produrrebbe, e sim.

T. Prov. Tosc. 256. Caro mi vendi e giusto mi misura.

T. Prov. Tosc. La vista non si misura con gli occhiali. (Ma le virtù o le qualità d'un uomo vogliono essere giudicate a nudo, senza amminnicoli nè rincalzi. [G.Capp.])

[Cont.] Misurare con la vista od a vista. Valutare le dimensioni senza l'aiuto di stromenti, a occhio. G. G. Mis. vist. Le regole del misurar con la vista sono diverse e molte.

[Cont.] Determinare la figura e le dimensioni d'un terreno, d'un edifizio. Bandi Fior. XI. 25. 4. Li detti capomaestri… siano tenuti misurare li beni e terreni, che devono sopportar l'imposizione da farsi, di mano in mano, e levarne una pianta o modello, con i nomi de' padroni de' beni e della quantità delle stajora. Stat. Fior. Calim. III. 11. Siano tenuti i detti officiali di vedere e fare vedere e misurare e terminare tutte le terre delle dette opere e magioni, e di ciascuna d'esse che misurate non fossono da poco in qua Cell. Doc. 562. Dua stimatori li più sufficienti che sieno nella città, i quali con tutte le diligenze che promette l'arte hanno vista e misurata la detta casa, e dato di poi la loro fatta stima al Supremo Magistrato, ben chiusa e suggellata.

[Cont.] D'una strada, di un'opera muraria, e sim. Bandi Fior XLVIII. 3. Il medesimo agente, secondo il solito, deva visitare rivedere e misurare dette strade, per pregiare i lavori e spese fatte intorno a dette strade e ponti; ed alla stima e prezzo fatto da lui s'abbia a stare. Doc. Arte San. M. II. 254. Ogni due mesi mi sia fatto misurare il muro che sarà fatto, e di quello abbi il denaio.

[Cont.] Misurare per faccia. Doc. Arte San. M. II. 73. Dove di sopra si dice: la pietra soldi quarantacinque del braccio quadro misurando per faccia: intendiamo e così diciamo, misurando tutto quello che si vede.

[Cont.] Misurare un corso d'acqua. Trovarne la portata e la velocità. Cast. Mis. acque corr. 77. Misurare un fiume, o vero un'acqua corrente, appresso di noi si dirà investigare quante determinate misure o vero pesi d'acqua in un dato tempo per il fiume, ovvero alveo dell'acqua, che si deve misurare.

[Cont.] In forza di Sost. Cell. Scul. 7. Lo feci (il modello) di gesso acciò che meglio ei potesse resistere alla fatica, che se gli aveva a dare per il tanto misurare.

[Cont.] Il misurare delle lunghezze, de' piani, e dei solidi. Bart. C. Geom. Or. Fineo, 28. O veramente noi aremo a misurare quelle cose che hanno lunghezza e larghezza, come sono le superficie ed i piani, che si misurano per il lungo e per il largo; e tal misurare si può chiamare misurare de' piani… O veramente noi aremo a misurare i corpi, che hanno lunghezza e larghezza e profondità ne' quali oltre alla lunghezza e larghezza loro si considera ancora la loro grossezza: e questo modo di misurare si chiama non a torto misurare de' corpi solidi.

2. T. Ass. Prov. Tosc. 81. Misura e pesa, non avrai contesa. E 276. Misura tre volte, e taglia una. (Pensare e preparare prima, poi francamente decidere.)

3. Fig. T. Prov. Tosc. 51. Gli uomini non si misurano a canne. (Il valore intrinseco non dalle apparenze nè dagli effetti mater.)

T. Prov. Tosc. 220. Chi misura se stesso, misura tutto il mondo. (Sapersi conoscere è prova del ben conoscer le cose.)

T. Prov. Tosc. 170. Di quella misura che misurerai gli altri, sarai misurato tu.

E col dativo di persona. S. Cater. Lett. 2. 47. (M.) Con quella misura, che egli misura ad altrui, sarà misurato a lui.

Misurare a occhio, fig. vale Dir checchessia senza averne fondamento di notizia. Cas. Lett. Gualt. 192. (M.) Non ne fate capital nessuno di quel che M. Bonaventura ha detto a M. Ercole, perchè trae in arcata, e misura a occhio.

T. Prov. Tosc. 331. Misura il tempo, farai buon guadagno.

4. E per estens. Dant. Par. 10. (C) Lo ministro maggior della natura Che… col suo lume il tempo ne misura.

5. T. Trasl. Misurare l'ampiezza dell'argomento.

T. Con un principio misuransi molti fatti, con un generale molti particolari. Πρῶτα γνορίζομεν, τοῦτο μέτρον ἑκάστου γένους.

Fig. Per Contrappesare, Far paragone. Bocc. Nov. 10. g. 1. (C) Non avendo bene le sue forze con quelle di quel cotale misurate. E nov. 6. g. 2. Se i vecchi si volessero ricordare d'essere stati giovani, e gli altri difetti colli loro misurare. E nov.9. g. 7. Gli anni del mio marito son troppi, se co' miei si misurano. Dant. Par. 7. La pena… (di croce, patita da G. C.) S'alla natura (umana) assunta si misura, Nulla (nessuna) giammai sì giustamente morse (l'uomo era reo).

6. T. Misurare il verso colle dita, segnatam. di chi non li sente coll'orecchio e coll'anima.

7. Misurare co' passi le vie, i campi, o sim., vale Andare per quelle ecc. posatamente, quasi contando i passi. Petr. Son. 22. part.I. (C) I più deserti campi Vo misurando a passi tardi e lenti. Tass. Ger. 15. 30. (Mt.) E la terra misuri, immensa mole, Vittorïoso ed emulo del Sole.

E Misurare il terreno, il suolo, e sim., vale Camminare, Passare, Varcare. Bentiv. Lett. p. 52. (Gh.) Dubito però che non vi sia per esser passaggio, e che mi converrà misurar l'alpi della Savoja, come ho fatto degli Svizzeri, e del Tirolo.

8. [G.M.] Misurare una scala, fam., vale Ruzzolare. Ha inciampato al primo scalino, e ha misurato tutta la scala, senza potersi rattenere. E di chi non vogliasi più ricevere in casa, suol dirsi, fam. di cel.: Se viene a casa mia gli voglio far misurare le scale (cioè, buttarlo giù per le scale). Menzin. Sat. 2. Provi dunque de' re l'aspra fierezza Chi merterebbe le gemonie scale, O del Tarpeo di misurar l'altezza.

9. Trasl. Dant. Par. 19. (Mt.) E quinci appar, ch'ogni minor natura È certo ricettacolo a quel bene Che non ha fine, e sè in sè misura (cioè Dio).

10. E applicato a cose morali. [Laz.] Coll. SS. PP. 13. 17. Chi crede che per umana ragione si possa misurare il profondo di questo inestimabile abisso (del sentimento divino), si sforza di annullare l'ammirazione di questa scienza della quale stupidi (rimase stupito) quello grande maestro delle genti. Dial. S. Greg. l. 1. c. 5. Le stolte menti degli uomini misurano i meriti e la santitade dentro secondo la vista di fuori. Cavalc. Pungil. c. 2. Onde conciossiacosachè ogni colpa si pesi e misuri, o quanto all'intenzione di chi offende, o quanto alla bontà e dignità di chi è offeso, chiaramente si conchiude che questo peccato (la bestemmia), e per l'una ragione e per l'altra, è molto grave. = Amm. ant. 1. 4. (Mt.) Stolte sono quelle menti, che vogliono misurare lo merito della persona per qualità di suo corpo. Machiav. Op. 2. 32. (Gh.) Dove e' ti fossono stati fedeli, non puoi da quella fede misurar questa, passando questa di gran lunga ogni qualità di pericolo. Se misuri la fede dalla mala contentezza ch'uno abbia del Principe, in questo tu ti puoi facilmente ingannare, perchè… Car. Lett. 2. 18. Misurando dalla grandezza e liberalità dell'animo suo quello di Cesare.

11. Fig. Per. Considerare, Ponderare, Stimare Poliz. Rim. 104. (M.) Amore, ed onestade, e gentilezza, A chi misura ben, sono una cosa. Alam. Colt. 3. 66. (M.) Ben misuri fra sè quanta sia lode Al donnesco valor in mezzo il verno, E nel mezzo d'Aprile alle campagne Nel più solenne dì portar dell'uve Così integre e gentil, sì chiare e fresche, Che al settembre più bel faría vergogna.

T. Fig. Non misura le sue parole, non considera il valore per usarle con proprietà e con prudenza.

12. Misurare uno schiaffo, o sim., ad uno, vale Far l'atto di dare ad uno uno schiaffo, o sim. (Man)

Misurare un corniale, un sorbo, ecc., vale Essere bastonato con bastone di corniale, di sorbo, ecc. Bern. in Rim. burl. 1. 113. (Gh.) E per modo un cornïale Misurò ed un sorbo ed un querciuolo, Che parea stato un anno al legnajuolo.

13. Per Essere della stessa misura, Essere eguale. Bart. Tens. 47. (M.) Or voi presa la spìra ne' suoi capi A. C. stiratela fino a tanto che la sua lunghezza A. C. sia raddoppiata, e misurisi con la linea G. H. I.

14. Misurarsi un vestito, una sottoveste, ecc., si dice del provargli che fa il sarto, per vedere com'essi tornino addosso. (Fanf.)

Ass. [Cont.] Cit. Tipocosm. 434. Misurare, tagliare, unire, rimendare, ripezzare e provar le vesti e le vesti star bene o non star bene.

15. N. pass. e fig. Non ispendere più di quel che comporti il tuo avere. Cron. Morell. 272. Soprattutto ti misura in ogni cosa; e se non puoi largamente fare queste cose, non le fare.

T. Col Si e il Con poi. Misurarsi colle spese.

Misurarsi, fig. per Regolarsi. Cavalc. Discipl. Spirit. cap. 17. p. 135. (Gh.) Ingannati sono quelli che si misurano secondo le predette cose; e singolarmente s'inganna l'uomo per li sentimenti e doni spiritualì.

16. Misurarsi vale anche Conoscersi e sim. [Laz.] Franc. Sacch. Nov. 106. Credi tu ch'io non sappia chi tu se'; e non ti misuri, e biasimi pur me, e taglimi legne addosso? = Sen. ben. Varch. 2. 16. (M.) Non avendo colui (come quegli che si misurava) voluto accettarla, per fuggire l'invidia di tanto danno. T. Prov. Tosc. 220. Chi non si misura, vien misurato. = Gell. Sport. 4. 6. (C) Chi non si misura è misurato. T. Prov. Misùrati con le tue dita (conosci da te i limiti del tuo potere).

Chi si misura la dura; prov. che vale, che Chi si regola nello spendere, non impoverisce. V. Flos. 222. E per contrapp. T. Prov. Tosc. 234. Chi non si misura, non dura. = Prov. Nelli T. A. Comed. 3. 296. (Gh.) Chi da giovane non si misura si trae dietro la mala ventura.

[T.] Senso corp. T. Plut. Vit. Cat. P. 17. Il popolo di Roma si pose a misurare formento, ed a compartirlo alla città. Pap. Nat. Umid. 83. Levai uno di essi spaghetti… e misurai di qual lunghezza egli fosse.

T. Misurare a braccia. Misurare col mio braccio.

T. Misurare il movimento, Misurare il cadere d'un grave.

Ass. T. Egli è quel che misura. Cic. L'arte del misurare e del numerare. G. Gozzi. La pratica del conteggiare e del misurare.

T. Misurarsi dodici miglia. (dal tale al tal luogo, se ne contano).

T. Canale che misura tanti metri (ha di misura).

II. Per estens. T. Di chi va su e giù per uno spazio Misurava a gran passi la sala. Misurano su e giù la piazza oziando.

T. Misurare con l'occhio, più gen. che Misurare a occhio. G. Gozzi, Serm. Misura occhiate.

T. Misurare un colpo, prepararsi a darlo, e Darlo in modo da cogliere o da voler cogliere.

III. Fig. [F.T-s.] Br. Lat. Rett. Cic. La folle e ardita signoria dell'animo, cioè la cupiditade, per mettere in opera se medesima, misurava le forze del corpo. Ar. Sat. 5. E fa com'i' so alcun che dice e giura, Che questo e quello è becco, e quanto lungo Sia 'l cimier del suo capo non misura.

T. Non misurare gli ostacoli, non vi por mente. nè quindi ben prepararsi a superarli.

[L.B.] A chi trascende in parole che suonano imprudenti, dicesi con aria di riprensione o di minaccia: Ohe! misura le parole.

T. Misurare l'ampiezza dell'argomento, comprenderlo con la mente, toccarne gli opposti limiti colla meditazione, col ragionamento discorrerne.
T. Misurare le cose con una norma comune. Norme per misurare.
T. Misurare gli altri da sè, giudicare l'animo, le forze altrui dalle proprie.
T. Misuro dal mio cuore quello degli altri.
T. Oraz. Chi una volta s'accorge quando il bene ch'egli lasciò sia da più che il bramato, ritorni in tempo alla condizione di prima. La vera è che ciascuno col suo piede e col braccio proprio si misuri.

IV. T. Ma Misurarsi con alcuno, per venire seco alle prese, gareggiando o offendendo, è inut. gallic. Non sarebbe se intendasi, non del contendere in fatto, ma del volersi agguagliare col proprio giudizio. Io non mi misuro con lui, vale, So che la sua misura è maggiore. Di chi si sente maggiore, forse non si direbbe.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: misurammo, misurando, misurandovi, misurano, misurante, misuranti, misurarci « misurare » misurarla, misurarlo, misurarmi, misurarne, misurarono, misurarsi, misurarti
Parole di otto lettere: missioni, mistiche, misurano « misurare » misurata, misurate, misurati
Lista Verbi: misconoscere, mistificare « misurare » mitigare, mitizzare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): immurare, epurare, depurare, appurare, suppurare, clorurare, declorurare « misurare (erarusim) » commisurare, censurare, ricensurare, commensurare, tonsurare, usurare, turare
Indice parole che: iniziano con M, con MI, parole che iniziano con MIS, finiscono con E

Commenti sulla voce «misurare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2021 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze