Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «venire», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Venire

Verbo
Venire è un verbo della 3ª coniugazione. È un verbo irregolare, intransitivo. Ha come ausiliare essere. Il participio passato è venuto. Il gerundio è venendo. Il participio presente è veniente. Vedi: coniugazione del verbo venire.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di venire (avvicinarsi, appropinquarsi, appressarsi, approssimarsi, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
andare (41%), arrivare (16%), meno (9%), partire (3%), subito (3%), giungere (3%), incontro (3%), casa (2%), godere (2%), tornare (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Verbi di movimento [Uscire « * » Viaggiare]
Informazioni di base
La parola venire è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: ve-nì-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche le pagine frasi con venire e canzoni con venire per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Per venire a trovarti a Roma ho preso l'alta velocità: comodissimo, in tre ore ero lì.
  • Venire alle mani per futili motivi è proprio da stupidi!
  • Non chiedermi di venire in America: ho un'immensa paura di viaggiare in aereo!
Proverbi
  • L'acqua fa venire le rane nella pancia.
  • L'acqua fa marcire la pancia e fa venire i vermi.
Espressioni e Modi di Dire
  • Far venire i nervi
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per venire
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: lenire, venere, venite, ventre.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: lenirà, lenirò.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: venie, venir.
Altri scarti con resto non consecutivo: vene, vere.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: svenire, venirle, venirne.
Parole con "venire"
Finiscono con "venire": svenire, avvenire, divenire, rivenire, convenire, pervenire, prevenire, provenire, rinvenire, sovvenire, addivenire, sconvenire, intervenire, riconvenire, circonvenire, sopravvenire, contravvenire.
»» Vedi parole che contengono venire per la lista completa
Parole contenute in "venire"
ire, venir. Contenute all'inverso: eri.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "venire" si può ottenere dalle seguenti coppie: veci/cinire, vegan/gannire, vele/lenire, venia/are, venialità/alitare, veniamo/amore, venie/ere.
Usando "venire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * irene = venne; leve * = lenire; * rete = venite; sveve * = svenire; torve * = tornire; * reale = veniale; * reali = veniali; * evi = venirvi; * resse = venisse; * ressi = venissi; * reste = veniste; * resti = venisti; * ressero = venissero; * realmente = venialmente.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "venire" si può ottenere dalle seguenti coppie: venda/adire, venga/agire, veniali/ilare.
Usando "venire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * eriga = venga; * erigo = vengo; * erte = venite; * erigano = vengano; * erigono = vengono.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "venire" si può ottenere dalle seguenti coppie: venne/irene, venia/rea, veniale/reale, veniali/reali, venialmente/realmente, venie/ree, venisse/resse, venissero/ressero, venissi/ressi, veniste/reste, venisti/resti, venite/rete.
Usando "venire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * cinire = veci; tornire * = torve; * gannire = vegan; * amore = veniamo; * mie = venirmi; * tiè = venirti; * vie = venirvi; * alitare = venialità.
Sciarade incatenate
La parola "venire" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: venir+ire.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "venire" (*) con un'altra parola si può ottenere: * te = ventiere; * tre = ventriere; tare * = taverniere.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Nascere, Venire alla luce, Dare alla luce - Nascere si dice degli animali tutti, e anche delle biade che si seminano.
- Venire alla luce è del parlare scelto, e si direbbe solo degli uomini, come Dare alla luce per Partorire.
- Dare alla luce e Venire alla luce si dice altresì, ma con qualche affettazione, delle opere dell'ingegno che si pubblicano per istampa. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Nascere, Venire (di male, o traslato) - Vien la febbre, un mal di capo, la gotta, il vaiuolo e simili: ma perchè vengono? perchè c'è una causa in noi che li determina; o meglio perchè conosciamo quasi sempre la causa di questi mali, e perciò quando diciamo vengono o vennero, pare ch'e' fossero da noi aspettati: nasce un enfiato, un tumore, e ciò che d'alcun poco sovrasta alla pelle. Ma qui il nascere pare più casuale, perchè se la causa c'è, nulla nascendo da nulla, è il più sovente a noi ignota; e quando diciamo nascono, sembra volersi dire di non sapere da qual parte eglino ci vennero. Così del venire o nascere un pensiero, un'idea: vengono da qualche antecedente; nascono spontanei; ed è ciò che può dirsi ispirazione. Il Tommaseo pare la pensi all'opposto sul significato di questi due verbi presi in questo senso; ma forse è ingannato da un testo di Dante che cita in nota: « Nuovo pensier dentro da me si mise, Dal qual più altri nacquero e diversi ». Certo che da pensiero e da idea nascono altri pensieri e altre idee; ma questo senso è ben diverso da quello del nascere in mente un pensiero, spontaneo, originale, che se da qualche luogo viene, vien certo da Dio: e ciò è tanto vero, che, venire in mente vale anche ricordarsi, mentre nascere non ha questo significato. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: veniamo, veniate, venie, veniente, venimmo, venir, venirci « venire » venirle, venirlo, venirmi, venirne, venirti, venirvi, venisse
Parole di sei lettere: venete, veneti, veneto « venire » venite, veniva, venivi
Lista Verbi: vendicare, venerare « venire » ventilare, verbalizzare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): insanire, ringiovanire, svanire, lenire, invelenire, svelenire, incancrenire « venire (erinev) » prevenire, divenire, addivenire, rivenire, rinvenire, convenire, riconvenire
Indice parole che: iniziano con V, con VE, parole che iniziano con VEN, finiscono con E

Commenti sulla voce «venire» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze