Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «nozze», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Nozze

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Consigli Regali: Lista di nozze, farla o no?; Frasi di auguri per le nozze d'argento; Cosa regalare alle nozze d'oro; Nozze d'argento: cosa regalare

Foto taggate nozze

oggi sposi
  
Giochi di Parole
La parola nozze è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz.
Divisione in sillabe: nòz-ze. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di nozze con quelle di un'altra parola si ottiene: +ara = azzerano; +[ari, ira, ria] = azzerino; +tac = contezza; +tac = cozzante; +api = piazzone; +[par, rap] = prezzano; +spa = spezzano; +psi = spezzino; +psi = spezzoni; +rana = azzannerò; +acca = azzeccano; +[arda, darà, rada] = azzerando; +ibis = bizzosine; +[arca, cara] = carezzano; +[acri, cari] = carezzino; +cavi = cavezzoni; +[acri, cari] = corazzine; +adii = deionizza; +oidi = deionizzo; +[dami, dima] = demonizza; +midi = demonizzi; +[domi, modi] = demonizzo; ...
Vedi anche: Anagrammi per nozze
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bozze, cozze, mozze, pozze, rozze, sozze, tozze.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bozza, bozzi, bozzo, cozza, cozzi, cozzo, cozzò, gozzi, gozzo, mozza, mozzi, mozzo, mozzò, pozza, pozzi, pozzo, rozza, rozzi, rozzo, sozza, sozzi, sozzo, tozza, tozzi, tozzo.
Con il cambio di doppia si ha: nonne, notte.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: bezzo, lezzo, mezzo, pezzo, vezzo.
Parole con "nozze"
Finiscono con "nozze": tinozze, scagnozze.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "nozze" si può ottenere dalle seguenti coppie: nolente/lentezze, noma/mazze, nome/mezze, nostra/strazze, nostrane/stranezze, nota/tazze, notino/tinozze, noto/tozze.
Usando "nozze" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cono * = cozze; lino * = lizze; mano * = mazze; meno * = mezze; mono * = mozze; peno * = pezze; pino * = pizze; sono * = sozze; tono * = tozze; vino * = vizze; guano * = guazze; piano * = piazze; stano * = stazze; trono * = trozze; corano * = corazze; rubino * = rubizze; strano * = strazze; amareno * = amarezze; piccono * = piccozze.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "nozze" si può ottenere dalle seguenti coppie: noir/rizze.
Usando "nozze" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: peon * = pezze.
Lucchetti Alterni
Usando "nozze" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lizze * = lino; mazze * = mano; mezze * = meno; * mazze = noma; * mezze = nome; * tazze = nota; pezze * = peno; pizze * = pino; vizze * = vino; guazze * = guano; piazze * = piano; stazze * = stano; corazze * = corano; * strazze = nostra; rubizze * = rubino; strazze * = strano; amarezze * = amareno; * lentezze = nolente; * stranezze = nostrane.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "nozze" (*) con un'altra parola si può ottenere: adira * = anodizzerà; adirò * = anodizzerò; adirai * = anodizzerai; adirei * = anodizzerei; adiremo * = anodizzeremo; adirete * = anodizzerete; adiranno * = anodizzeranno; adirebbe * = anodizzerebbe; adiremmo * = anodizzeremmo; adireste * = anodizzereste; adiresti * = anodizzeresti; adirebbero * = anodizzerebbero.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "nozze"
»» Vedi anche la pagina frasi con nozze per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Una mia amica, rimasta vedova, è convolata a seconde nozze perché non riusciva a superare il senso di solitudine.
  • Appena finito il matrimonio gli sposi partono per il loro viaggio di nozze.
  • Le nozze tra Ottavio e Angelica furono così sfarzose che, al paese, la gente continuò a parlarne per anni ed anni.
Proverbi
  • Non si fanno le nozze con i fichi secchi.
Libri
  • Le nozze del poeta (Scritto da: Antonio Skarmeta; Anno 2001)
  • Le nozze di Figaro (Scritto da: Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais; Anno 1784)
Canzoni
  • Nozze d'oro (Cantata da: Tonina Torrielli e Duo Fasano; Anno 1958)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Maritaggio, Matrimonio, Sponsali, Sposalizio, Nozze - Maritaggio si dice specialmente per rispetto al marito a cui si unisce la donna. - Matrimonio è la cerimonia, o religiosa o civile, con la quale l'uomo si unisce alla donna; ed è lo stato dei due conjugati. - Sponsali accenna a solennità maggiore, ed è voce della lingua scelta. - Sposalizio è non solo la cerimonia, ma anche l'accompagnamento, il festeggiamento. - Nozze specialmente si riferisce alla festa che si fa in famiglia, e al pranzo solenne. - [Maritaggio non è dell'uso vivo parlato; e anche negli scritti saprebbe d'affettazione. G. F.] [immagine]
Maritarsi, Ammogliarsi, Sposarsi, Accasarsi, Far le nozze - Maritarsi, chi vuol parlar propriamente, si dice della donna che si unisce all'uomo. - Ammogliarsi, dell'uomo che si unisce alla donna. - Sposarsi è reciproco, e significa l'unirsi de' due in matrimonio. - Accasarsi si dice così dell'uomo che prende moglie, come della donna che piglia marito, perchè formano come una nuova casa. - Fare le nozze è il celebrare lo sposalizio con feste e conviti. (Vedi Maritaggio). - [Sposare si dice anche di Chi, con autorità civile o religiosa, unisce gli sposi in matrimonio. - «Gli sposò l'Arcivescovo. - Ci sposò l'Assessore tal di tale. G. F.] [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Nozze, Matrimonio, Maritaggio, Coniugio, Connubio, Sposalizio - « Matrimonio è il contratto civile, il sacramento, e lo stato matrimoniale; maritaggio l'atto del maritarsi; per cui si dirà frequenti maritaggi; matrimonii felici o infelici. Lo sposalizio è la promessa di matrimonio e la cerimonia religiosa. Le nozze sono le feste che si fanno innanzi e dopo il matrimonio. Nozze, diciamo delle piante, non già matrimonio. Connubio e coniugio sono voci quasi smesse; ma rimangono coniugale, coniugi, coniugati, coniugalmente, e il senso grammaticale di coniugazione, e di coniugare ». Volpicella. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Nozze - Dal latino nuptiae, che viene da nubere (coprirsi con un velo), perchè presso i Romani le donzelle nubili, o in età da marito, portavano sulla testa un velo (Vedi Matrimonio. [immagine]
Nozze Aldobrandine - E' il più celebre fra i monumenti rimasti dagli antichi.
Questa pittura, la di cui composizione riunisce nobiltà e semplicità, fu trovata, a tempo di Papa Clemente VIII, nel luogo dov'era anticamente il giardino di Mecenate, e trasportata da colà al palazzo Aldobrandini da cui prese il nome. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Nozze - S. f. pl. Aff. al lat. aureo Nuptiae. Matrimonio e Riti e Cerimonie di quello. Vit. SS. Pad. 1. 200. (C) Le nostre nozze non sono ancora tanto ite innanzi che abbiamo perduta nostra verginitade. Car. En. 7. 591. (Man.) Per tor la figlia ai Teucri, e le sue nozze Distornare, o 'ndugiare, a' monti ascesa Ne le selve l'ascose. Maestruzz. 1. 62. È da notare che l'aure sponsalizie, date da quella parte che dà cagione che le nozze non si facciano, si perdono, e le ricevute si restituiscono in doppio. Tass. Lett. 2. 13. Mi dee perdonare, s'io non mi sono steso… onorando le sue fortunate nozze con più lungo componimento. Tac. Dav. Ann. 12. 8. Sillano s'ammazzò il dì delle nozze. Buon. Fier. 4. 5. 3. Passando alle seconde nozze rimaritata al nonno di Rigiro. [G.M.] Segner Crist. Instr. 3. 25. 1. Nozze cristiane. E 16. Egli (G.C.) visibilmente assistette già alle nozze di Cana. – Non celebrar nozze nei tempi proibiti; è uno dei precetti della Chiesa. Anco i Gentili non permettevano le nozze in certi tempi. Ovid. Fast. l. II. c. 6. Conde tuas, Hymenaee, faces…

2. Andare una donna a nozze, vale Andar ella a marito. Salvin. Am. Abroc. l. 3. p. 33, sul fine. (Gh.) Egli, perchè mi si conservi marito, prigione soffre e martirii; e io, dimenticata di tutto questo, vado a nozze, infelice!…

3. Chieder le nozze d'una fanciulla, vale Chiederla in matrimonio. Fir. As. 218. (M.) Per la qual cosa, come prima ella pervenne all'età di maritarsi, egli fu de' primi che con grand'istanza chiese le sue nozze.

4. [Camp.] Vivere in sacro patto di nozze, per Vivere fedele ai doveri conjugali. Guid. G. VII. 2. Io ho proposto di giungerti in mia cara moglie, e di vivere teco in sacro patto di nozze continuamente.

5. † Pan di nozze, dicesi Di quei riguardi che sogliono usarsi a una persona in sul principio dell'essersi accasato con essa: ma che durano poco. (Fanf.)

† E Pan di nozze, dicesi quando alcuno essendo careggiato e ben trattato da altri, vuol significarsi che a quel mo' non può durare (Fanf.)

6. Nozze, dicono i contadini a certe Cialde che fanno in occasione di nozze. (Fanf.)

7. Nozze, dicesi anche de' Conviti e Feste solite farsi nelle solennità degli sposalizii. Bocc. Nov. 3. g. 2. (C) E appresso le nozze belle, e magnifiche fatte, con la sua benedizione gli licenziò. Dant. Purg. 22. Poi disse: più pensava Maria, onde Fosser le nozze orrevoli ed intere Ar. Fur. 46. 73. Fansi le nozze splendide, e reali, Convenïenti a chi cura ne prende.

8. [G.M.] Senso spirituale. Tass. Gerus lib. 11. 9. E le vergini chiuse in casta cella, Che Dio con alte nozze a sè marita. Oraz. ant. tosc. Lo sposo della Chiesa si è il Nostro Signore Gesù Cristo, e nella Chiesa si fanno le nozze tra Lui e le anime dei fedeli cristiani. S. Antonin. Oper. ben viver. Non vogliamo fare come quelle cinque vergini stolte, le quali perchè furono contente alle lode e giudicii di uomini mortali, furono poi escluse dal convito delle nozze celestiali.

9. Andar a finire come le nozze di Pulcinella, si dice quando un trattato o un ritrovo termina colle busse. (Fanf.)

10. Andare a nozze, fig., si dice, del Far cosa di genio. Ciriff. Calv. 3. 97. (C) E ciascuno pronto alla sua obbedienza, Che parea proprio che andassono a nozze. Bern Orl. 17. 49. Che quanto gli eran più dipinte sozze Tanto a lui più pareva andar a nozze.

Invitare a nozze, fig. vale Invitare a cose di suo piacere. Salv. Spin. 2. 3. (M.) Venga pur chi vuole, abbia nome come gli piace, sia donde se gli pare, chi mi richiede di queste cose, m'invita a nozze, mi trova sempre presto.

11. † Tenere alcuno in nozze, fig., vale Tenerlo in allegria. Cecch. Esalt. Cr. 7. 1. (M.) Due anni, o più, vi tiene il suocero In nozze, e in nozzoline a casa sua.

12. † Modi proverbiali. Aver più che fare, ch'a un pajo di nozze; prov. che si dice dell'Esser molto occupato. (C)

Far le nozze co' funghi, prov. che vale Far le spese necessarie con troppo risparmio. Magal. Lett. sc. 108. (Man.) Voi sapete, che a noi altri riesce alle volte di far propriamente le nozze coi funghi. [L.B.] Ora Far le nozze co' fichisecchi.

13. (Bot.) Nozze delle piante Palesi o segrete. Secondo Linneo Palesi, quando le piante portino fiori che abbiano gli organi sessuali visibili ad occhio nudo; Segrete, Nascoste quando le parti della loro fruttificazione non si rendono discernibili che ad occhio armato. (Mt.)

14. [Camp.] Cenare a nozze di Paradiso, fig. Celestiali D. 3. 30. In quel gran seggio a che tu gli occhi tieni, Per la corona che già v' è su posta, Prima che tu a queste nozze ceni Sederà l'alma… Ad caenam nuptiarum Agni vocati, Apocalisse.

[T.] Nozze da Nubere, per la ragione dell'orig. stessa, comprende e i riti del matrimonio, e le cerimonie esteriori, e i segni di gioia che lo accompagnano, e il vincolo di doveri e di diritti che in esso si stringe; comprende dunque e lo sposalizio, e il connubio, e il matrimonio propriam. detto; ma in modo verecondo e gentile, come il frutto è nel fiore: senonchè l'immag. e il suono di Nubere è provvida ammonizione.T. Il Cristianesimo innalza le nozze a dignità di sacramento, ne fa iniziazione a una specie di sacerdozio; e nel simbolo delle nozze è figurata sovente la comunione eucaristica e l'unione dell'anima a Dio. – Nozze della tale col tale, o di lui con lei. Più spedito congiungere senza particella i due nomi. Le nozze Vigodarzere Pappafava. Ass. Canzone per nozze. – Regali, Feste in occasione di nozze.

T. Vang. Fecersi le nozze in Cana di Galilea. – Far le nozze, men solenne che Celebrarle; ma può essere più festivo: comprende la cerimonia relig., e le allegrezze e gl'inviti che la accompagnano. Celebrar le nozze, anche significa non il sacramento nè le cerimonie che l'accompagnano, ma le lodi e gli augurii dati agli sposi e alle loro famiglie. Infiorare le nozze di versi.

T. Solennità delle nozze. – Splendide nozze. [Pol.] Dav. Scism. l. 2. c. 17. Se ne fanno in un dì pompose nozze.

T. È vestito da nozze. e quel che serve a festeggiarle; e la pers. che lo porta: e per enf. o per cel., Vestito da nozze chi veste, fuor di proposito, scelto e ricco.

[Pol.] Chiabr. Serm. 15. Ecco la casa Tutta in scompiglio; spenditori attorno, Cuochi in faccende; zuccheri, vivande, spese da nozze. T.Borgh. Mon. 160. Nappo da confetti per le nozze.

T. Quasi prov. Questo è pan di nozze, Di sposi novelli della cui contentezza c'è dubbio che duri. E d'ogni dubbio dell'esito di novità lieta. Sim. all'altro Granata nuova spazza bene tre giorni. [Mor.] Dal modo di profferirlo o dall'aggiungervi altre parole più chiare, si fa conoscere il presentimento che il dolce sarà seguito dall'amaro. Per un parroco novello, l'affetto e le cortesie che gli si dimostrano dal popolo, è pan di nozze. Poi gli toccherà a mangiare certi bocconi amari. Il pane dà orig. a parecchi modi: Mangerai il pane pentito.

T. Vang. Le nozze sono apparecchiate. – Chiamati alle nozze. – Invitato alle nozze. – Venite alle nozze. – Tornare dalle… Prov. Tosc. 266. Chi va alle nozze, e non è invitato, Ben gli sta se n'è cacciato (o Torna a casa sconsolato).

Il seg. ha anche senso estens. T. Ar. Fur. 9 44. E credendo venire a nozze e a festa, Ogni cosa trovò scura e funesta. – Gli è come andare a nozze, qualunque cosa facciasi d'assai buon grado, o anche patiscasi. E così Gli par d'andare a nozze, di cosa che si fa con lieto animo, anco che sia o paia grave ad altri.

T. Eurip. Despuches: E sozze Di fumo e sangue apparvero Quelle funeree nozze.

T. Prov. Tosc. 226. Tristo a colui che non si trova alle sue nozze (chi non è presente quando si fanno i fatti suoi). E ivi: Chi non è alle sue nozze, O che son crude o che son troppo cotte.

II. T. Nell'ult. es. Nozze Le cose apparecchiate per festeggiarle; e in questo senso intenderebbesi, almeno in parte, Imbandire sontuose nozze; Nozze meschine, magre.

T. Ne' seg. Nozze, Il luogo dell'apparecchio. Vang. Quelle che erano preparate, entrarono con lui alle nozze. E: Le nozze s'empierono di convitati. Prov. Tosc. 235. Il bastone fa fuggire il cane dalle nozze.

III. T. Nozze del porco, dicono i contadini in certi luoghi, il dì che fanno lo sdrùcio, cioè l'ammazzano, e fanno festa mangiando delle interiora.

IV. Per matrimonio segnatam. T. Rifiutare le nozze profferte, più propriam. dicesi della fanciulla o di chi per essa, secondo l'immag. di Nubere. Ricusò le sue nozze. – Richiesta di nozze, ne rifuggì. D. 3. 16. O Buondelmonte, quanto mal fuggisti Le nozze sue per gli altrui conforti!

T. Prov. Tosc. 104. Nozze e magistrato, dal cielo è destinato. Nard. Liv. 3. 47. Io ho sposata, o Appio, la mia figliuola ad Icilio, e non a te; ed holla allevata per le nozze legittime (ad nuptias educavi). – Il prete benedice le nozze.

T. Cospicue nozze. – Illustri. – Ben augurate. – Auspicatissime. Questo segnatam. nei titoli di cose stampate per nozze. Le regie nozze. – Le nozze di Peleo e Teti.

T. Segn. Stor. 7. 199. Dopo le consumate nozze, la fanciulla… fu ritirata ad abitare nel giardino. Frutto delle sue nozze. – Moglie in prime nozze, – Sposo in seconde nozze. [Cors.] Tass. Dial. 1. 364. Può così la donna come l'uomo senza biasimo passare alle seconde nozze. T. Nato di seconde nozze. Car. En. 1. 1048. In questo (velo) avea (Elena) le bionde Sue chiome avvolte il dì che di Micene A nuove nozze, e non concesse, uscío (Hymenaeos).

V. T. Nozze celesti; dello Sposo divino coll'anima. Sante nozze, della vergine che si consacra a solitudine pura.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: nozioniste, nozionisti, nozionistica, nozionisticamente, nozionistiche, nozionistici, nozionistico « nozze » nube, nubecola, nubecole, nubi, nubifragi, nubifragio, nubilati
Parole di cinque lettere: notti « nozze » nuche
Vocabolario inverso (per trovare le rime): tirabozze, serrabozze, barbozze, cozze, piccozze, tavolozze, mozze « nozze (ezzon) » scagnozze, tinozze, pozze, rozze, materozze, carrozze, sfasciacarrozze
Indice parole che: iniziano con N, con NO, iniziano con NOZ, finiscono con E

Commenti sulla voce «nozze» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze