Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «tingere», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Tingere

Verbo
Tingere è un verbo della 2ª coniugazione. È un verbo irregolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è tinto. Il gerundio è tingendo. Il participio presente è tingente. Vedi: coniugazione del verbo tingere.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola tingere è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (regni).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: integre.
tingere si può ottenere combinando le lettere di: tir + gene; gin + [erte, rete]; tre + geni.
Componendo le lettere di tingere con quelle di un'altra parola si ottiene: +ara = argentarie; +ara = argenteria; +[era, rea] = argenterie; +ara = argentiera; +[era, rea] = argentiere; +[ari, ira, ria] = argentieri; +[era, rea] = arginerete; +[aro, ora] = argironete; +ras = astringere; +abs = bagneresti; +[bus, sub, usb] = biturgense; +[csi, ics, sci] = cingeresti; +oca = contagerei; +dea = degenerati; +[dan, dna] = denigrante; +[adì, dai, dia] = denigriate; +ama = emarginate; +ace = energetica; +eco = energetico; +ala = enteralgia; +alé = enteralgie; +[dio, odi] = erigendoti; +sue = estinguere; +[sua, usa] = estinguerà; ...
Vedi anche: Anagrammi per tingere
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: cingere, fingere, tingerà, tingerò, tingete.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: cingerà, cingerò, fingerà, fingerò.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: tigre, nere.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: stingere, tingerei, tingerle.
Parole con "tingere"
Iniziano con "tingere": tingerei, tingeremo, tingerete, tingerebbe, tingeremmo, tingereste, tingeresti, tingerebbero.
Finiscono con "tingere": stingere, attingere, intingere, ritingere, riattingere.
Contengono "tingere": stingerei, attingerei, intingerei, stingeremo, stingerete, attingeremo, attingerete, intingeremo, intingerete, stingerebbe, stingeremmo, stingereste, stingeresti, attingerebbe, attingeremmo, attingereste, attingeresti, intingerebbe, intingeremmo, intingereste, intingeresti, riattingerei, riattingeremo, riattingerete, stingerebbero, attingerebbero, intingerebbero, riattingerebbe, riattingeremmo, riattingereste, ...
»» Vedi parole che contengono tingere per la lista completa
Parole contenute in "tingere"
ere, tinge. Contenute all'inverso: regni.
Incastri
Inserito nella parola si dà StingereI; in atte dà ATtingereTE.
Inserendo al suo interno est si ha TINGERestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "tingere" si può ottenere dalle seguenti coppie: tifi/fingere.
Usando "tingere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: attinge * = atre; citi * = cingere; muti * = mungere; * rete = tingete; * rendo = tingendo; * evi = tingervi; * resse = tingesse; * ressi = tingessi; * reste = tingeste; * resti = tingesti; reciti * = recingere; * ressero = tingessero.
Lucchetti Riflessi
Usando "tingere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = tingete; * errai = tingerai.
Lucchetti Alterni
Usando "tingere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: mungere * = muti; atre * = attinge; * aie = tingerai; * mie = tingermi; * vie = tingervi; * remore = tingeremo.
Sciarade incatenate
La parola "tingere" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: tinge+ere.
Intarsi e sciarade alterne
"tingere" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: tigre/ne.
Intrecciando le lettere di "tingere" (*) con un'altra parola si può ottenere: esumo * = estingueremo.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "tingere"
»» Vedi anche la pagina frasi con tingere per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ti consiglio di tingere quei pantaloni in quanto sono piuttosto scoloriti.
  • Per favore non ti tingere più i capelli, sembri più vecchia.
  • Sono indecisa se tingere i capelli o continuare a fare solo i colpi di sole.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Tingere - e † TIGNERE. V. a. Dare a una cosa colore diverso da quello che ha, Colorire. Aureo. [Cont.] Stat. Lan. Radic. 45. Chiunque tignesse o facesse tignere altre lane che le sopradette, o lavorasse altre lane tinte, o facesso lavorare, che le predette, paghi di bando V soldi per ciascuna libra di lana per ogni volta. Bocc. Museo fis. 220. Da' contadini qualche volta si mette del zaffrano nel latte cagliato, per dargli più colore; ed in questo caso mezz'oncia di zaffrano servirà a tingere cento forme di cascio. = Dant. Inf. 5. (C) Noi che tignemmo il mondo di sanguigno. Pallad. Apr. 11. Tigniamo un poco le reni all'ape quando bee. [Cast.] Piccol. Bell. creanz. Donn. p. 32. Essendo già frustissima (la vesta) la fece tigner in giuggiolino.

T. Tingere a colla. – Pennello da tingere. – Tingere di turchino, di rosso.

[G.M.] Uno scialle rosso sbiadito, lo ha dato al tintore che glielo tinga nero. – Ha un par di calzoni bigi, e vuol farli tinger neri.

[Cont.] In forza di Sost. Stat. Por S. Maria, II. 18. Lavoro, manifattura e opera, compresi nella dett'arte (de' setaiuoli), e massime concernenti l'esercizio del trarre, filare, pettinare, torcere, incannare, tignere, ordire, tessere, o alcun'altro mestiero ed esercizio sottoposto alla dett'arte.

2. E fig. Dant. Inf. 31. (C) Una medesma lingua pria mi morse, Sì che mi tinse l'una e l'altra guancia, (cioè, mi fece arrossire). Galat. 71. La tenera età, siccome pura, più agevolmente si tigne d'ogni colore.

3. [Val.] Altro fig. Dipingere, Rappresentare alcuno con parole. Fag. Rim. 1. 180. Avea caro di farvi somigliare, Benchè il cielo lo sa com'io v'ho tinto (nel senso che ora direbbesi: Com'i' v'ho conciato).

4. [Cont.] Dar colore al vetro o ad una lega metallica. Neri, Arte vetr. I. 20. Il segno che sia bene calcinata è che, data sopra il vetro, lo fa gonfiare assai; e come non fa gonfiare e bollire bene il vetro, è segno, o che non è ben calcinata, o che è troppo bruciata; ne' quai due casi non fa bollire il vetro e non lo tinge bene. Agr. Geol. Min. Metall. 275. v. Il vetro chiarissimo e purissimo per due vie si tinge: per che con lui trito in polve, o si mescola un poco di colore fossile, o vi se ne mescola molto, e si pongono a liquefare insieme nel fuoco. Imp. St. nat. XV. 25. Confassi (il rame) con la tuzia, da cui si tinge in color citrino.

5. † Usato a modo d'imprecazione. Ambr. Bern. 4. 4. (C) E serrarlo benissimo A chiave; e s'egli scappa poi, tignimi. E Cof. 4. 8. S'io non me ne vaglio, tignimi.

6. Macchiare, Insudiciare. [G.M.] Fregarono le mani alla padella, e poi gli tinsero il viso. – Lo hanno tinto di bianco nelle spalle. [Cont.] Scam. V. Arch. univ. I. 49. 38. L'indice e l'auriculare calcano e spingono all'innanzi la riga, e il medio e l'annulare premono e tirano indietro secondo che fa bisogno; le quai tutte cose non si possono fare con le righe strette e sdrucciole, come d'ebeno e d'avorio e simili altre: e quelle di metallo tingono il candor della carta.

7. E fig. [Cont.] Sass. F. Lett. 334. Di qua non ho per ricompensa altro da dire a V. S., perchè le cose di questi negri son negre, e da non si curare di travagliarsi con esse; perchè, come negre, tingono.

8. N. pass. o rift. [G.M.] Tingersi i capelli, la barba. C'è chi gli ha rossi, e se li tinge neri, e viceversa. Non vuol far vedere i capelli bianchi, e se li tinge.

9. N. ass. [Cont.] Neri, Arte vetr. VII. 117. Piglia la cimatura, e spremila bene da l'acqua, e così buttala nel paiuolo, e con un bastoncello rivolgi bene la cimatura nel paiuolo acciò si tinga bene. Porta, Mir. nat. 116. Accrescendovi il fuoco della distillazione, farai consumare tutta l'acqua; e quello che rimane nel fondo, accomodalo in un vaso conveniente da fondere insieme con calcina di boraso, serrando la bocca bene con loto, e dàgli il fuoco da fondere ch'avrai l'intento, perciocchè l'argento per modo si tinge, che mai perderà quel colore benchè lo metti al fuoco, overo a qual si voglia cimento poco o niente lo perderà.

10. [G.M.] Per Macchiarsi, Insudiciarsi. Non si accosti al camino, si tingerà. – Tenga la penna più lunga; se no si tingerà d'inchiostro. – S'è tinta tutte le mani al pajuolo.

[Val.] Tingersi al pajuolo, disse per cel. il Fag. Rim. 6. 229, di chi ama starsene a casa sua, e non andare in cerca di avventure. Tu alle bombarde, io al pajuol mi tingo: Tu armàti in truppe, Armenti in branco io pongo (uno ama la milizia, l'altro la sdegna).

11. Del giuoco della luce. [Cont.] N. pass. Lana, Pitt. 156. Il lume, il quale si riflette da qualche corpo colorato, si tinge alquanto di quel colore dal quale si riflette.

12. Sensi trasl. Franc. Sacch. Rim. 48. (C) E chi cerca valore, in quel si tinge. [Val.] Ant. Com. Dant. Etrur. 1. 40. La mente dello invidioso si turba e tignesi per lo bene altrui.

[G.M.] Tass. Ger. lib. 7. 34. Di santo sdegno il pio guerrier si tinse Nel volto, e gli rispose; Empio fellone… [Pol.] Chiabr. Poemett. prof. 1. Tingersi di livore.

13. [Val.] Prov. Disse la padella al pajuolo: Fatti in là chè tu non mi tinga; lat. Latro ad latronem. Usasi quando due tristi si biasimano a vicenda. Fag. Comm. 5. 102. Tutti siete tinti della medesima pece, e ognuno che volesse riprender l'altro, potrebbe dire come disse la padella al pajuolo: Fatti in là che tu non mi tinga. E 4. 163. La padella dice al pajuolo che non la tinga.

T. Prov. Tosc. 65. Il carbone o scotta o tinge. E 144. Di giorno tingi e di notte fingi (del meditare le cose prima di eseguirle). E 187. Marzo tinge, Aprile dipinge, Maggio fa le belle donne. (Il sol di Marzo fa imbrunire, poi viene la forza della primavera). E 206. Cattiva quella lana che non si può tingere. E 282. Quando l'aria è turbata e il cielo è tinto, È meglio camminar ch'essere spinto. (Quando soprasta un pericolo, è meglio esser dei primi a ritirarsi che aspettare il parapiglia.) E335. Il fumo non tinse mai caligine.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: tingendo, tingente, tingenti, tingerà, tingerai, tingeranno, tingerci « tingere » tingerebbe, tingerebbero, tingerei, tingeremmo, tingeremo, tingereste, tingeresti
Parole di sette lettere: tingerà « tingere » tingerò
Lista Verbi: tifare, timbrare « tingere » tinteggiare, tintinnare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): respingere, sospingere, stringere, astringere, restringere, costringere, ricostringere « tingere (eregnit) » ritingere, intingere, stingere, attingere, riattingere, ungere, fungere
Indice parole che: iniziano con T, con TI, iniziano con TIN, finiscono con E

Commenti sulla voce «tingere» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze