Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «canzonare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Canzonare

Verbo
Canzonare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, sia transitivo che intransitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è canzonato. Il gerundio è canzonando. Il participio presente è canzonante. Vedi: coniugazione del verbo canzonare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di canzonare (deridere, schernire, beffare, sbeffare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Informazioni di base
La parola canzonare è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti.
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con canzonare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non è bello canzonare persone sensibili, potrebbero restarci molto male!
  • Il primo segnale di un bullo in erba: canzonare un debole, in gruppo.
  • Ci sono persone che si lasciano canzonare senza drammatizzare.
Citazioni da opere letterarie
I promessi sposi di Alessandro Manzoni (1840): Qui alcuni cominciarono a brontolare, altri a canzonare, altri a sagrare; altri si stringevan nelle spalle, e se n'andavano: quando arriva uno tutto trafelato, che stentava a formar le parole. Stava costui di casa quasi dirimpetto alle nostre donne, ed essendosi, al rumore, affacciato alla finestra, aveva veduto nel cortiletto quello scompiglio de' bravi, quando il Griso s'affannava a raccoglierli.

L'isola di Arturo di Elsa Morante (1957): - Il mio antenato, che sta pittato qua, su questo ritratto, diceva che una femmina è come la lebbra: che quando ti si attacca, vuole mangiarti tutto intero, brano a brano, e isolarti dall'universo. L'amore delle femmine è un malaugurio, le femmine non sanno amare. Il mio antenato, guagliò, era un santo, che diceva sempre il vero. Aah! - e d'improvviso, mio padre staccò dal muro il ritratto dell'Amalfitano, stringendolo al cuore, con ostentazione. E in simile posa da tenore, uscì inaspettatamente in una risata chiara e spontanea, come per canzonare la matrigna, e l'Amalfitano.

Leila di Antonio Fogazzaro (1910): Alle sei venne Massimo. L'inferma non aveva dolori. Parlava pochissimo. La cugina Eufemia, afflitta di non sentirsi canzonare, guardava ora Lelia ora Massimo con occhi interrogatori, pieni di angustia. Quel silenzio e l'assenza del solito sorriso li atterrivano tutti e tre quantunque nessuno osasse confessarlo all'altro. Alle sette donna Fedele pregò la cugina di uscire e chiamò i due giovani al suo letto. Domandò a Lelia se fossero venute lettere da Velo. No, non era neanche possibile.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per canzonare
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: canzonate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: canzone, canone, canoa, canore, canoe, canna, canne, cane, care, czar, core, anona, anone, anoa, anna, nona, none, zone.
Parole contenute in "canzonare"
are, can, zona, canzona. Contenute all'inverso: ano, era, erano.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "canzonare" si può ottenere dalle seguenti coppie: canzonai/ire, canzonata/tare, canzonatore/torere, canzonatura/turare.
Usando "canzonare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = canzonata; * areate = canzonate; * areati = canzonati; * areato = canzonato; * rendo = canzonando; * resse = canzonasse; * ressi = canzonassi; * reste = canzonaste; * resti = canzonasti; * retore = canzonatore; * retori = canzonatori; * ressero = canzonassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "canzonare" si può ottenere dalle seguenti coppie: canzonerà/areare, canzonata/atre, canzonato/otre.
Usando "canzonare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = canzonata; * erte = canzonate; * erti = canzonati; * erto = canzonato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "canzonare" si può ottenere dalle seguenti coppie: canzona/area, canzonata/areata, canzonate/areate, canzonati/areati, canzonato/areato, canzone/aree, canzonai/rei, canzonando/rendo, canzonasse/resse, canzonassero/ressero, canzonassi/ressi, canzonaste/reste, canzonasti/resti, canzonate/rete, canzonati/reti, canzonatore/retore, canzonatori/retori.
Usando "canzonare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * torere = canzonatore.
Sciarade incatenate
La parola "canzonare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: canzona+are.
Intarsi e sciarade alterne
"canzonare" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: canone/zar, czar/anone.
Intrecciando le lettere di "canzonare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * tic = canzonatrice.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Minchionare, Canzonare, Cuculiare - C'è solo divario nella gradazione, importando tutti e tre il prendersi giuoco d'altrui. - Minchionare si fa con persone che si reputano di poco senno e di corto intelletto, ed è alquanto ardito. - Canzonare è brioso, pungente, ma non ha del dispregevole. - Il Cuculiare, ora quasi disusato, è un canzonare più ardito e pungente. [immagine]
Canzonare, Burlare, Deridere, Schernire - Si canzona per cose leggiere e senza malizia; si burla per cosa di qualche poca più di gravità, ma sempre privata; e questo usasi anche intransitivamente, per Fare o dir cose per atto di puro scherzo, e spesso lontane dal vero. - Il Deridere si fa verso colui che, o parlando o scrivendo o operando, fa cose che, per la loro stranezza, o per la ignoranza, sono degne di riso. - Lo Schernire si fa verso colui che va tanto in là con lo spropositare che lo reputiamo degno di essere additato per uno sciocco o uno scemo al cospetto di tutti. (Vedi Burla). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Canzonare, Burlare, Mettere in canzone, in burla, Mettere o volgere in barzelletta, in ridicolo - Canzonare vale burlare in parole, non odiose però e pungenti; la canzonatura è celia, se non onesta e lodevole, sempre almeno moderata e temperata: il mettere in canzone ha più del continuo, dice una certa insistenza che perciò appunto annoia, dà tedio e finisce per offendere daddovero. Burlare, o in parole, cioè con celie, motti, sarcasmi, cose e persone; e ciò è il vero mettere in burla; o in fatto, col dar ad intendere, come si suol dire, lucciole per lanterne, e far poi vedere che ciò non era vero, lasciando così burlato chi in buona fede credeva; e ciò è il vero burlare: questi fatti come puonno essere innocui, innocenti mai, per la loro niuna entità, puonno anch'essere dannosi se vertono su cose d'importanza. Si mette o si volge (il primo è piuttosto offensivo, il secondo difensivo) in barzelletta detto o cosa che non vuolsi prendere sul serio; per ciò fare si richiede prontezza di spirito non comune, e talora una certa superiorità e grandezza d'animo. Mettere o volgere in ridicolo è l'eccesso della cosa; egli è sempre male se trattasi di persona o cosa onesta; il mettere o volgere in ridicolo è l'arma per lo più di chi manca di ragioni sode: i sofisti del secolo scorso, e capo di essi tutti Voltaire, misero in ridicolo la religione perchè mancavano di sode ragioni onde confutarla: talora l'arma del ridicolo va usata verso di chi o di che non merita seria confutazione o critica. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
† Canzonare - V. a. Da CANZONE. Cantare, Celebrare. Guitt. Rim. (C) Che l'alma e lo saver di voi canzona. Bern. Rim. Chi è colui che di voi non ragioni? Che le virtù delle vostre maniere, Per dirlo in lingua furba, non canzoni?

2. Post. ass. vale Comporre canzoni. Chiabr. Alc. pros. ined. 81. (Gh.) Il gran sapere di quelli scrittori ci dee persuadere che con ragione in tal modo canzonassero. E 46. Dirò che il fare ciò una volta in una canzone, e farlo sempre in un luogo puossi dire legge di canzonare.

3. Oggi Canzonare vale Non dir da senno, Dir fanfaluche e chiacchiere. Varch. Ercol. 73. (C) Se alcuno ci dice, o ci chiede cosa, la quale non volemo fare, sogliamo dire: e' canzona.

4. T. Di chi dice e fa non solo davvero, ma cose gravi e moleste: Non canzona.

T. Anco di cose: Il freddo, quest'anno, non canzona.

T. In suono enfat. di cosa seria, o che vogliasi far parer tale: Che, si canzona?

T. L'altro non canzonava, Faceva davvero; di busse o sim.

T. Risposta di maraviglia. Benchè vecchio, gli è capace di far sei miglia il giorno. E non canzono!

[G.M.] Iron. Bella, e non canzono! (Brutta.) – Brava gente, e non canzono! – Belle prodezze, e non canzono!

5. Att. e N. ass. Per Mettere in canzone, Burlare. Sold. Sat. (C) Diciam che il basso satiresco stile, Canzonando, ritrova le magagne.

T. C. pop. Rom. Che ti credevi quando ti guardavo, Che ti guardassi pe' innamoramento? E non t'addevi (accorgevi) che ti canzonavo.

[Val.] Lor. Med. Nenc. 11. Pel vicinato molto si canzona Che vo la notte intorno a' tuo' pagliai. Barett. Scritt. Min. 26. Accusandomi… che io sapeva ben l'arte di canzonare qualche poco in prosa.

T. Prov. Tosc. 347. A farsi canzonare non si perde nulla. (Motto iron., a chi vuole far cosa dalla quale altri cerchi distoglierlo.)

T. Prov. Tosc. 47. Il mondo è di chi lo sa canzonare.

[G.M.] Quel deputato, Quel giornalista, Quel critico s'è fatto canzonare. (Successo non ottenuto.)

[G.M.] Sono andati per canzonare, e son rimasti canzonati.

[G.M.] Di chi burla altrui su cosa della quale egli non può essere attaccato: E' può canzonare!

6. T. In suono di maraviglia o sentita o che vogliasi far sentire altrui, anco iperbolica o affettata: Che? Mi canzona? – La non mi canzona?

7. [Mor.] Canzonare la stagione. Portar vesti sconvenienti alla stagione che corre. – Chi si mettesse, ma non per bisogno, vesti leggere a una tramontanata d'inverno, si direbbe che canzonasse la stagione. – Il povero non la canzona mai.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: canzonaccia, canzonai, canzonammo, canzonando, canzonano, canzonante, canzonanti « canzonare » canzonarono, canzonasse, canzonassero, canzonassi, canzonassimo, canzonaste, canzonasti
Parole di nove lettere: cantorino, cantuccio, canzonano « canzonare » canzonata, canzonate, canzonati
Lista Verbi: canticchiare, cantilenare « canzonare » capeggiare, capillarizzare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sbottonare, abbuonare, suonare, risuonare, tuonare, rituonare, ingavonare « canzonare (eranoznac) » punzonare, raffazzonare, incarnare, reincarnare, disincarnare, scarnare, marnare
Indice parole che: iniziano con C, con CA, parole che iniziano con CAN, finiscono con E

Commenti sulla voce «canzonare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze