Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ciechi», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «cieco», sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ciechi

Forma di un Aggettivo
"ciechi" è il maschile plurale dell'aggettivo qualificativo cieco.
Informazioni di base
La parola ciechi è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: ciè-chi. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con ciechi per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Per fare capire le difficoltà che incontrano quotidianamente i ciechi è stato allestito un itinerario intitolato "al buio".
  • Dovevate essere ciechi quando avete firmato quel contratto con tutte quelle clausole capestro.
  • I cani per i ciechi vengono addestrati a lungo e prima di venire consegnati devono passare un periodo di prova insieme al loro compagno.
Citazioni da opere letterarie
Il ventre di Napoli di Matilde Serao (1884): Voi non potrete sicuramente lasciare in piedi i cavalcavia che congiungono le case; né quelle ignobili costruzioni di legno che si sospendono a certe muraglie di case, né quei portoncini angusti, né quei vicoli ciechi, né quegli angiporti, né quei supportici; voi non potrete lasciare in piedi i fondaci.

Anima sola di Neera (1895): Noi obbediamo ciechi, ad una legge veggente; la prova è che non si ama quando si vuole e quando il disinganno amoroso ci percuote, accusiamo gli altri e non ci accorgiamo di essere nello stesso tempo vittima e carnefice, fedeli e infedeli insieme, strumenti misteriosi e fatali del grande Ignoto che ci guida.

Sino al confine di Grazia Deledda (1910): — Nessuno è responsabile, ma «tutti» dobbiamo comprenderlo. È il nostro scopo quello di far capire a «tutti» che l'irresponsabilità, appunto deve renderci cauti, prudenti, previdenti. I ciechi cadono meno spesso degli uomini dagli occhi sani. Io ti farò leggere....
Proverbi
  • La gatta frettolosa fa gattini ciechi.
  • In un mondo di ciechi occhio di lince è quello con un occhio solo.
  • Nella valle dei ciechi ogni orbo è un re.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per ciechi
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: biechi, cicchi, cieche, circhi, ciuchi.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: bieche.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: cechi.
Altri scarti con resto non consecutivo: ceci.
Parole con "ciechi"
Iniziano con "ciechi": ciechina, ciechine, ciechini, ciechino.
Parole contenute in "ciechi"
chi, echi.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "ciechi" si può ottenere dalle seguenti coppie: cibi/biechi, cieca/cachi, cielo/lochi, cieca/ahi, cieco/ohi.
Usando "ciechi" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * chili = cieli; * chilo = cielo; bici * = biechi; specie * = spechi; pontificie * = pontifichi.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "ciechi" si può ottenere dalle seguenti coppie: cicca/accechi, cieco/occhi.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "ciechi" si può ottenere dalle seguenti coppie: noci/echino, licie/chili, micie/chimi.
Usando "ciechi" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: echino * = noci; * licie = chili; * micie = chimi; chili * = licie; chimi * = micie; * noci = echino.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "ciechi" si può ottenere dalle seguenti coppie: cieli/chili, cielo/chilo, specie/spechi, pontificie/pontifichi.
Usando "ciechi" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * lochi = cielo; pontifichi * = pontificie.
Intarsi e sciarade alterne
"ciechi" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: ceci/ih.
Intrecciando le lettere di "ciechi" (*) con un'altra parola si può ottenere: * cra = cicerchia.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Istituzione dei giovanni ciechi - Il primo asilo dalla beneficienza aperto ai ciechi fu stabilito in Francia nel 1784. Sino a quell'epoca il governo non aveva ancor fatto cosa alcuna per l'istruzione di quegli infelici condannati sino dalla nascita a passar tutta la vita negli ospizj o a mendicare il pane da una parta all'altra. Parecchi si erano bensì riuniti in società in un caffè della capitale, dove senza regola nè misura eseguivano certi pezzi di musica i quali facevano ridere i viandanti. Que' ciechi si mettevano davanti ad un lungo leggio; e ciascuno teneva un pajo di occhiali. Nel 1784 la società filosofica aperse un asilo a tali sventurati, e l'abate Hauy profittando di varj saggi digià tentati per istruìre alcuni ciechi di nascita, riuscì ad insinuare nella mente di quei nuovi alunni per mezzo del tatto le idee che aveva loro occultate la privazione della vista. Compose libri e musica con caratteri in rilievo, ch'essi in breve pervennero a decifrare colla pratica del tatto (ved. Ciechi) [immagine]
Ciechi - In Parigi nel 1784 alcuni benefattori aprirono ai giovani ciechi un asilo nella contrada di Nostra Signora delle Vittorie. Nel 1790. il duca di Larochefoucauld ottenne per essi il convento dei Celestini, nè fu meno pei medesimi lo zelo delle signore De Plancy. Dumesnil, de Stael e Lafayette. Luigi XVI ordinò che i ciechi fossero mantenuti a spese del governo. Nel 1791 un decreto dell'Assemblea Costituente prescrisse che le spese di quello stabilimento fossero a carico del Tesoro. Esso deve ad Havy, (fratello del celebre mineralogista) il quale lo fondò sotto la denominazione di museo dei ciechi, i principj che lo resero utile ed importante sotto l'aspetto filantropico e industriale.

Il Belgio possiede alcune istituzioni di giovani ciechi: a Brusselles è stata aperta di recente una casa destinata a questo uso filantropico. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: cicorietta, cicoriette, cicuta, cidì, cieca, ciecamente, cieche « ciechi » ciechina, ciechine, ciechini, ciechino, cieco, ciecolina, ciecoline
Parole di sei lettere: cicero, cicuta, cieche « ciechi » cifosi, cifrai, ciglia
Vocabolario inverso (per trovare le rime): cechi, accechi, defechi, gechi, trichechi, biechi, sbiechi « ciechi (ihceic) » olmechi, cirnechi, radioechi, copechi, spechi, rechi, deprechi
Indice parole che: iniziano con C, con CI, parole che iniziano con CIE, finiscono con I

Commenti sulla voce «ciechi» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze