Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «cieco», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Cieco

Aggettivo
Cieco è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: cieca (femminile singolare); ciechi (maschile plurale); cieche (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di cieco (non vedente, orbo, ipovedente, miope, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monoconsonantiche [Cieca « * » Ciocca]

Foto taggate cieco

Braille
  
Giochi di Parole
La parola cieco è formata da cinque lettere, tre vocali e due consonanti (tutte uguali, è monoconsonantica).
Divisione in sillabe: ciè-co. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di cieco con quelle di un'altra parola si ottiene: +gal = accoglie; +ana = anecoica; +ani = anecoici; +ano = anecoico; +sta = ascetico; +[bar, bra] = boccerai; +[bar, bra] = bocciare; +bah = boiacche; +[bar, bra] = broccaie; +[nas, san] = cenciosa; +[tar, tra] = cerotica; +tir = cerotici; +cin = ciccione; +[csi, ics, sci, ...] = cicciose; +rna = cicerona; +bis = cicisbeo; +pil = ciclopie; +[ari, ira, ria] = ciociare; +col = cocciole; +rom = cocomeri; ...
Vedi anche: Anagrammi per cieco
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bieco, cicco, cieca, cielo, circo, ciuco.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bieca, dieci.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: ceco. Togliendo tutte le lettere in posizione pari si ha: ceo.
Parole con "cieco"
Iniziano con "cieco": ciecona, ciecone, cieconi, ciecolina, ciecoline, ciecolini, ciecolino.
Parole contenute in "cieco"
eco.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "cieco" si può ottenere dalle seguenti coppie: cibi/bieco, cielo/loco.
Usando "cieco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bici * = bieco; * coli = cieli; * colo = cielo; * ohe = cieche; * ohi = ciechi; * ecotasse = citasse; * collina = ciellina; * colline = cielline; * collino = ciellino.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "cieco" si può ottenere dalle seguenti coppie: cicca/acceco.
Usando "cieco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * oceani = ciani; * oceano = ciano; * occhi = ciechi; * oceanica = cianica; * oceanici = cianici; * oceanico = cianico; * oceanina = cianina; * oceanine = cianine; * oceaniche = cianiche; * occhini = ciechini; * occhino = ciechino; * oceanografa = cianografa; * oceanografe = cianografe; * oceanografi = cianografi; * oceanografo = cianografo; * oceanografia = cianografia; * oceanografie = cianografie; * oceanografica = cianografica; * oceanografici = cianografici; * oceanografico = cianografico; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "cieco" si può ottenere dalle seguenti coppie: catastrofici/ecocatastrofi, goniometrici/ecogoniometri, grafici/ecografi, logici/ecologi, logistici/ecologisti, metrici/ecometri, pacifistici/ecopacifisti, sistemici/ecosistemi, terroristici/ecoterroristi, tipici/ecotipi, dacie/coda, licie/coli, pertinacie/copertina, socie/coso.
Usando "cieco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * dacie = coda; * licie = coli; * socie = coso; coda * = dacie; coli * = licie; coso * = socie; ecologi * = logici; ecotipi * = tipici; * logici = ecologi; * tipici = ecotipi; ecografi * = grafici; ecometri * = metrici; * grafici = ecografi; * metrici = ecometri; * pertinacie = copertina; ecologisti * = logistici; ecosistemi * = sistemici; * logistici = ecologisti; * sistemici = ecosistemi; copertina * = pertinacie; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "cieco" si può ottenere dalle seguenti coppie: citasse/ecotasse, cieli/coli, ciellina/collina, cielline/colline, ciellino/collino, cielo/colo, dacie/daco, farmacie/farmaco, parafarmacie/parafarmaco, fitofarmacie/fitofarmaco, specie/speco, pontificie/pontifico, ostetricie/ostetrico.
Usando "cieco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * loco = cielo; daco * = dacie; cieconi * = conico; * conico = cieconi; farmaco * = farmacie; ostetrico * = ostetricie; pontifico * = pontificie; fitofarmaco * = fitofarmacie; parafarmaco * = parafarmacie.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "cieco" (*) con un'altra parola si può ottenere: * calci = cicaleccio; * tardi = citaredico.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "cieco"
»» Vedi anche la pagina frasi con cieco per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • E' talmente cieco che non si è accorto di quanto la ragazza lo ama.
  • Sbagliammo strada e finimmo con l'auto in un vicolo cieco.
  • Certo che l'arbitro deve essere proprio cieco per non aver visto quel brutto fallo.
Proverbi
  • L'amore è cieco, ma vede lontano.
  • Senza denari non canta un cieco.
  • L'amore è cieco.
  • L'amore è cieco, ma la sfortuna ci vede benissimo.
Espressioni e Modi di Dire
  • È cieco come una talpa
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Cieco, Orbo, Guercio, Lusco, Cischero - Cieco è colui che, per qualunque cagione, o naturale o accidentale, è privo della vista. - Orbo, che naturalmente viene dal latino, vorrebbe dir Privo, e gli antichi lo usarono per quel medesimo che Cieco, privo del vedere; ma nell’uso corrente si prende per Mezzo cieco, Che vede male e stortamente. - Guercio è colui che per difetto de’ muscoli dell’occhio ha la guardatura torta. - Lusco è colui che, per difetto intrinseco del globo dell’occhio, non vede le cose chiare e distinte. - Cischero è chi per difetto dei nervi e delle pareti del globo dell’occhio, è costretto a ravvicinar molto le ciglia per distinguer bene gli oggetti. [immagine]
Necci, Neccio Cieco, Neccio alluminato, Bonciarelle, Boncerelle, Frascarello, Tortacciuoli, Manufattoli, Bonifatoli - Dal Vocabolario metodico che io compilai con Pietro Fanfani riunisco qui le seguenti definizioni di queste voci nel significato delle quali vedo che errano spesso i non toscani. — Necci, e volgarmente a Pistoja Nicci, sono Specie di piccole schiacciatine di farina dolce intrisa con acqua e messe a cuocere tra due testi (piastrelle tonde di pietra) scaldati ben bene e quasi arroventati, con foglie di castagno frapposte tra la pasta e i testi. È il cibo ordinario de' montanari, i quali ne fanno uso talvolta col cacio fresco che vi distendono sopra, come si farebbe del burro col pane. — «Non aveva mai mangiato altro che castagne acconce in diversa maniera, cioè in polenda, necci....» (Targioni). — Neccio cieco, e più spesso in plurale, si dice quello nella pasta del quale fu messa della salsiccia pestata o delle fettoline di prosciutto prima di cuocerlo. — Neccio alluminato, più spesso in plurale, si dice a Pistoja, quasi come locuzione di celia, quel neccio che è senza alcun ripieno, per contrario di Cieco. — «I necci son meglio ciechi che alluminati.» — «Comprami quattro necci ciechi e otto alluminati.» — Bonciarelle e più comunemente Boncerelle, quasi sempre in plurale, si dice una specie di frittelle fatte con pasta di farina dolce cotte nella padella prima strofinata con una mezza mela unta d'olio. — «Faremo un pajo di padellate di bonciarelle.» — «Mangiate calde, le boncerelle sono una delizia.» — «Le boncerelle le fanno anche i buzzurri.» — Frascarello, dice il Fanfani, è in montagna, Quantità di frittelle di farina dolce. S'adopera più spesso nel plurale. — Tortacciuoli sono, secondo il Rigutini, Piccole torte che fanno i montanini pistojesi, le quali sono un intriso di farina di castagne con vino e aceto. — I Manufattoli sono certe focaccette che si fanno nella montagna pistojese, a mo' di piccole frittelle di farina dolce, ma senza odore di mela. — I Bonifatoli sono una pasta casalinga da minestra che si fa spruzzando dell'acqua sul fior di farina di grano, la quale si raggruppa cosi in palline, che poi si fanno assodare a sole. G. F. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Orbare, Privare; Orbo, Cieco - « Orbare, in poesia specialmente, privare de' figli, o della luce degli occhi, o di persona o di cosa pregiata o cara ». Volpicella.

Al cieco nato mi pare non si potrebbe dire propriamente orbo, perchè non avendo mai avuto la vista, non ne fu fatto privo; ma sì a chi lo divenne per malattia o altra cagione. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ciecamente, cieche, ciechi, ciechina, ciechine, ciechini, ciechino « cieco » ciecolina, ciecoline, ciecolini, ciecolino, ciecona, ciecone, cieconi
Parole di cinque lettere: cieca « cieco » cieli
Lista Aggettivi: ciclonico, ciclopico « cieco » ciellino, cifrato
Vocabolario inverso (per trovare le rime): acceco, defecò, defeco, geco, tricheco, bieco, sbieco « cieco (oceic) » perieco, meco, olmeco, cirneco, radioeco, copeco, speco
Indice parole che: iniziano con C, con CI, iniziano con CIE, finiscono con O

Commenti sulla voce «cieco» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze