Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «dividere», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Dividere

Verbo
Dividere è un verbo della 2ª coniugazione. È un verbo irregolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è diviso. Il gerundio è dividendo. Il participio presente è dividente. Vedi: coniugazione del verbo dividere.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di dividere (frazionare, frammentare, scomporre, suddividere, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola dividere è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: di-vì-de-re. È un quadrisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: deridevi.
dividere si può ottenere combinando le lettere di: [evi, vie] + ridde; idi + verde; ridi + [deve, vede]; dirvi + dee; dei + [drive, verdi]; [devi, vedi] + [dire, ride].
Componendo le lettere di dividere con quelle di un'altra parola si ottiene: +sos = dividessero; +con = rivedendoci; +ton = rivedendoti; +star = addiverresti; +asta = desiderativa; +[aste, seta, tesa] = desiderative; +[asti, sita, stai, ...] = desiderativi; +[osta, tosa] = desiderativo; +unii = individuerei; +muoni = individueremo; +[tenui, unite] = individuerete; +binube = individuerebbe; +[omnium, unimmo] = individueremmo; +uniste = individuereste; +[tunisi, unisti] = individueresti; +scanno = ridiscendevano.
Vedi anche: Anagrammi per dividere
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: dividerà, dividerò, dividete.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: rividero.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: dive, dire, idee, idre, vere.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: dividerei, dividerle.
Parole con "dividere"
Iniziano con "dividere": dividerei, divideremo, dividerete, dividerebbe, divideremmo, dividereste, divideresti, dividerebbero.
Finiscono con "dividere": condividere, suddividere, sottodividere.
Contengono "dividere": condividerei, suddividerei, condivideremo, condividerete, suddivideremo, suddividerete, condividerebbe, condivideremmo, condividereste, condivideresti, suddividerebbe, suddivideremmo, suddividereste, suddivideresti, condividerebbero, suddividerebbero.
»» Vedi parole che contengono dividere per la lista completa
Parole contenute in "dividere"
ere, ivi, divi, vide, divide. Contenute all'inverso: eredi.
Incastri
Si può ottenere da dire e vide (DIvideRE).
Inserito nella parola coni dà CONdividereI; in sudi dà SUDdividereI; in conte dà CONdividereTE; in consti dà CONdividereSTI.
Inserendo al suo interno est si ha DIVIDERestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "dividere" si può ottenere dalle seguenti coppie: divise/sedere.
Usando "dividere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ardivi * = ardere; * rete = dividete; plaudivi * = plaudere; recidivi * = recidere; * rendi = dividendi; * rendo = dividendo; * evi = dividervi; * resse = dividesse; * ressi = dividessi; * reste = divideste; * resti = dividesti; * ressero = dividessero.
Lucchetti Riflessi
Usando "dividere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = dividete; * errai = dividerai.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "dividere" si può ottenere dalle seguenti coppie: recidivi/recidere, ardivi/ardere, plaudivi/plaudere.
Usando "dividere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ardere * = ardivi; * sedere = divise; divideremo * = remore; plaudere * = plaudivi; * aie = dividerai; * tiè = dividerti; * vie = dividervi; * remore = divideremo.
Sciarade incatenate
La parola "dividere" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: divide+ere.
Intarsi e sciarade alterne
"dividere" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: dive/idre.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "dividere"
»» Vedi anche le pagine frasi con dividere e canzoni con dividere per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Gli studenti affittarono in gruppo un appartamento per dividere le spese.
  • Dividere, moltiplicare, aggiungere, togliere, che bei ricordi di scuola.
  • E' difficile riuscire a dividere due amici inseparabili.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Partire, Spartire, Fare le parti, Dividere - Partire è più comunemente di una massa fare due parti, come: «Il padrone partisce il grano coi contadini.» - Spartire è di una massa far più parti per dare a ciascuno la sua, il quale atto del dare a ciascuno la sua parte si dice Fare le parti. Di corpo solido il quale si spezzi in due parti, si dice Dividere. Alcuni dividono la opinione; ma costoro son cervelli balzani. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Separare, Dividere, Distaccare - Separare due cose è mettere fra di esse una certa distanza; dividere se ne può una sola in più parti secondo la volontà o il bisogno; il dividersi adunque, quando anche voglia significare di persona da persona benvoluta ed amata, è cosa più dolorosamente sensibile. Distaccare è tor via parte da un tutto; si staccano, per es., i frutti dell'albero; quest'esempio dà norma per ogni altro. [immagine]
Compartire, Far parte, Ripartire, Scompartire, Spartire, Distribuire, Dividere, Dispensare, Partire - Dividere è generico; è far più parti di ciò che trovavasi intero, di ciò che non faceva che una massa, un tutto. Compartire è dividere secondo certe norme e proporzioni. Distribuire è dividere in modo che a ciascuno ne tocchi un poco. Far parte ad uno o ad alcuni è non volere che questi ne restino privi; è dare altrui alcun che di cosa nostra o d'altri. Dispensare è dare una parte o razione con una certa misura e regolarità. Spartire è assolutamente fare le parti. Scompartire indica divisione di luogo, di superficie: da ciò scompartimento; ripartire è dare le parti secondo l'accordo e le regole prestabilite. Partire è dare o assegnare le parti fatte. Si distribuiscono elemosine ai poveri; si fa parte agli amici; si scomparte ai ragazzi: nel compartire, chi divide ha egli pure la sua parte; nello spartire può averla se ha interesse nell'affare, o se l'ha meritata coll'opera sua o in altro modo; ma sparte anche un terzo, un arbitro per esempio: fra negozianti e socii si fa un giusto riparto a norma del capitale esposto da ciascheduno: si partono le prede, e ognuno de' predatori mette la mano sulla parte toccatagli. [immagine]
Dimezzare, Smezzare, Ammezzare, Spartire, Dividere - Dimezzare suona proprio spartire in mezzo, cioè fare di un tutto due parti presso a poco uguali. Smezzare è cominciare a togliere una parte dall'intiero, e venderlo o darlo via in diversi tempi e misure: si dice assai propriamente del vino in botti: una botte di vino è smezzata quando se ne è levato non la metà, ma sibbene una parte: si smezza quella botte quando non la si vende intera, ma a barili, brente, ettolitri o altra misura secondo i paesi. Ammezzare è lasciare cosa cominciata a metà o circa; non finirla. Si sparte anche altrimenti che in due parti: si sparte fra molti, quando ad ognuno ne tocca un boccone: quando a qualcuno non toccasse la parte sua, sarebbe divisa la cosa sì, ma non propriamente spartita. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Dividere - V. a. N. ass. e pass. Aff. al lat. aureo Dividere. Separare, Disunire, Disgiungere l'una parte dall'altra a cui stava unita, Spartire. Dant. Purg. 3. (C) Io mi volsi vêr lui, e guarda il fiso: Biondo era, e bello, e di gentile aspetto; Ma l'un de' cigli un colpo ave' diviso.

[Cont.] Lana, Prodr. inv. 76. La medesima canna si potrebbe dividere in D con farvi un tramezzo, per il quale però potesse passar l'acqua, e questo servisse per sostenere un altro peso. Cr. P. Agr. I. 171. Comanda il maestro dell'agricoltura Palladio, che nel tempo che la terra è fangosa, non si debba arare, imperocchè allora non si riduce a polvere, nè il tempo del troppo secco è convenevole a lavorare, imperocchè le gran zolle non si dividono.

(Tom.) Cresc. 5. 10. Dividere i fichi (aprirli).

2. T. E per lo più Frapporre tra le cose disgiunte un intervallo o materiale o ideale; ond'è più del Disgiungere. = Cr. 9. 2. 5. (M.) Si ponga intra ciascuna (cavalla) un legno, il quale divida e sparta, acciò fra loro non si possano azzuffare.

[Cont.] Leo. da Vinci, Moto acque, I. 18. Poichè l'acqua nell'aria pesa, e discende per la via più breve, e divide ed apre l'aria che sta di sotto al centro della sua gravità con tutte sue parti egualmente.

3. Divisione violenta. [Cont.] G. G. Gall. XII. 40. Corpi, che, sotto diverse figure, hanno a dividere e penetrare alcune materie.

T. Pers. con ferro. Hor. Securi Divisit medium.

T. Minaccia fam. e di cel. Ti divido, sim. a T'ammazzo.

4. Trasl. Petr. son. 15. (C) Quando in voi adivien che gli occhi giri, Per cui sola dal mondo i' son diviso,… E 150. Lasso! che fia, se forse ella divide… Gli occhi suoi da mercè?

5. Si dice anche delle cose morali. Vas. Op. Vit. 2. 144. (Man.) Fu seguitata l'opera con poca voglia di lui, conoscendo avere a durar le fatiche ch'e' ci faceva, e poi avere a dividere l'onore e la fama a mezzo con Lorenzo.

6. T. Di divisione morale e civile. Sansov. Conc. Polit. Quella paura ch'è nell'animo d'un particolare, quando è potente, divide bene spesso le città in parti, e le disunisce. (Disunire, essendo meno, andava preposto o omesso.)

T. Dividersi in fazioni un popolo, in opinioni diverse; una dottrina in più sêtte. Aug. Dividere l'unità.

T. Dividi e impera; assioma antico de' tiranni grandi e piccoli, liberali e no.

T. I Turchi, imprecando male ai Cristiani, dicono: Dio, dividi la croce.

T. Molti confondono il dividere col distinguere. – Chi vuol dividere Stato da Chiesa, cioè l'anima dal corpo, o distrugge o confonde.

T. Ass. Separare da una società. Vang. Lo dividerà, e porrà la parte sua cogl'infedeli.

7. T. Là dove trattasi di far le parti, sarà più proprio Partire. Dividesi anco ad altri usi, o a nessun fine, o perchè le cose divise non abbian uso. Ma si può partire senza dividere cose già divise, o che stanno da sè.

[Cont.] G. G. Comp. XI. 223. Dividere una linea retta propostaci in quante parti eguali ne piacerà. Lana, Prodr. inv. 64. Divider il tubo in parti ineguali, facendo che le parti superiori fossero più piccole delle inferiori, overo formando un tubo che fosse più sottile nella sommità che nel fondo.

(Tom.) Dividere un circolo; la sfera in cerchi, i cerchi in gradi.

Dividere il tempo. [Cont.] Baldi, Aut. Er. 4. v. E quelle (macchine) ancora che, mediante i contrapesi, ci dividono il tempo. E8. Fece sì, che (gli orologi) non solamente con l'indice, ma con la percossa ancora dividessero il tempo.

(Tom.) L'anno si divide in mesi, il mese in giorni.

T. Nel senso di Partire, unito alla particella Con. Prov. Tosc. 67. Chi divide la pera (o il miel) coll'orso, n'ha sempre men che parte (cogli avidi gli è un mal vivere). – Dividere il suo con i poverelli. Luc. 12. Dividat mecum hereditatem.

T. Coll'A. Vang. Divise loro la sostanza. [Giust.] Serd. Stor. Ind. 3. 39. Per la masserizia ch'ei faceva più del solito nel dividere il vitto ai soldati.

8. T. Ass. Gli utili, o sim.; ma sottint. il Che. Dividiamo, Divideremo. [Rig.] Prov. Ancora non s'è diviso (dice l'amico all'amico, quando si prestano quel che fa di bisogno).

9. T. Non le persone, ma i sentimenti loro. Quest'è che divide la nostra concordia. Hor. Quid nostrum concentum dividat. – Questione che divide gli animi.

10. Si dice che una valle Divide due monti, un canale due territorii, una catena di monti due Regni, ecc., per dire che una valle, ecc., è frapposta ad essi, che ne segna i confini. Bocc. g. 6. f. 10. (C) Il quale da una delle valli, che due di quelle montagnette divideva, cadeva.

[Cont.] Vas. V. Pitt. Scul. Arch. I. 72. S'avvide, che dopo un muro di mattoni sopra mattoni, il quale divideva fra sè e Capo d'oca, era il focolare della mala vicina, e che per un rotto si vedeva ciò, che ella intorno al fuoco faceva.

T. Quasi fig. Grande spazio di terra, di mare, di cielo, divide paesi, persone. – Grande intervallo di secoli divide due fatti. – Un Padre: Non divideranno gli spazi della terra coloro che unisce la carità.

11. Dividere, trattandosi di quistione o persone quistionanti, si dice dell'Entrar di mezzo per impedire il combattere. Bocc. Nov.17. 23. (C) E più colpi, non potendo quelli che sopra la nave erano dividergli, si dieno insieme. Malm. 9. 38. Chi della pelle ha punto punto cura, Cioè che non vorrebbe esser ucciso, Sempre le sciarre di fuggir procura; E se mai c'entra, ha caro esser diviso.

12. T. Partire non solo un oggetto materiale fra molti, ma anco le carezze, gli affetti. Ar. Cinq. Cant. 2. 109. Avesse l'amor suo diviso Fra molti e molti.

E per estens. Coll. SS. Pad. (C) Tutte queste adopera uno, e quel medesimo spirito dividendo a ciascuno secondochè egli vuole.

(Tom.) Dividere i baci (distribuirli fra parecchi). Hor. Nulli plura… dividit oscula Quam dulci Lamiae.

13. Per Partecipare, Essere a parte. N. Villan. Fior. dif. 4. 95. (Vian.) Teco le gioie infino a qui del paro Io divider solea, teco gli affanni. Bart. Vit. Caraf. l. 2. c. 9. Non vi essendo altro fuor che solamente Iddio, non si avrebbe avuto niuno estrinseco obbietto con cui dividere l'amore, scemandolo a Dio. Mont. Iliad. l. 10. v. 25. Parla, m'apri il tuo duol, meco il dividi.

14. Per Distinguere. Guid. G. (C) Quivi li geometri, i quali per numero dividono la terra. Dant. Purg. 17. Resta se dividendo bene stimo, Che 'l mal che s'ama è del prossimo; ed esso Amor nasce in tre modi in vostro limo.

T. Dividere il discorso in più punti, il trattato in più libri e capitoli. Cic. Totam causae meae dictionem certas in partes dividam. – Si può errare e nel dividere e nel comporre.

(Rosm.) Astrarre, cioè Dividere l'un dall'altro gli elementi d'una cosa per considerare uno o più di loro da sè.

T. Dividesi una proposta di legge in due parti, distinguendole sì che ciascuna da sè venga messa a partito, e possa, chi vuole, accettare l'una e l'altra no.

15. Distinguere per classi. Varch. Stor. 9. 259. (C) Sono in Firenze settantacinque ragunanze, chiamate compagnie, le quali si dividono principalmente in due parti, perciocchè alcune sono de' fanciulli, e alcune d'uomini fatti.

16. Avere o Non aver da dividere alcuna cosa con alcuno, vale Avere, o Non avere che far seco. Fav. Esop. 29. (M.) Ti darei ad intendere che non siamo fratelli, nè abbiamo a dividere alcuna cosa insieme.

17. Dividere talora vale Dividere in fazioni. Bocc. Nov. 13. 8. (C) Nacque in Inghilterra una guerra tra il Re ed un suo figliuolo, per la quale tutta l'isola si divise.

18. Per Solcare, detto delle navi. Ovid. Simint. 1. 184. (Man.) Così come la nave mossa dal vento divide l'acque. (Il lat. ha:sulcat.)

19. Per Fendere, detto della folgore. T. La folgore divide le nubi. Hor. Diespiter Igni corusco nubila dividens.

20. [Val.] Diroccare. Lanc. Eneid. 2. 179. Noi dividiamo i muri della cittade e apriamoli.

21. T. Rompersi in più parti. Vang. Il velo del tempio si divise in due, da sommo fin giù.

22. D'Acqua che si parte in più correnti. T. L'acqua si divide in più canali, il fiume in più rami. – Divise le acque dalle acque, le terrestri dai vapori. – Le acque si divisero, lasciando tramezzo la via.

23. (Tom.) D'uomo da uomo nell'opinione. D. 3. 28. Gregorio da lui poi si divise (da Dionigi nel trattare degli angeli).

T. D'opinioni o suffragi. I voti, le opinioni si divisero.

24. T. Scompartirsi fra più una quantità in parti uguali, o no. Dividersi la preda, i popoli conquistati, il bestiame. Vang. Si divisero i vestimenti di lui (tra loro).

25. Dividersi dicesi anche di persone che erano unite in compagnia, e se ne separino.

Bocc. Nov. 82. 5. (C) In due si divisero, e una parte se ne mise a guardia dell'uscio.

T. Dell'allontanarsi per lungo tempo o per sempre. Si sono divisi con molte lagrime. – La morte sola ci potrà dividere.

26. Parlandosi di persone congiunte, vale Cessar d'abitare insieme, o di avere beni in comune, e talora anche Riconoscere ciascuno il suo, senza cessar d'abitare insieme. Lab. 125. (C) De' quali infiniti sono, che cacciano chi il padre, chi il figliuolo, chi da' fratelli si divide. Gell. Sport. 2. 1. Ma quando pur voi vogliate starvi da voi, dividianci a vostro piacere, ch'io arò pazienza.

27. T. Di consorzio conjugale. Prov. Tosc. 99. Chi si divide di letto, divide l'affetto. E ass. Si dividono marito e moglie. Vang. Quello dunque che Dio congiunse, l'uomo non divida. [Rig.] Dividersi di tavola; Mangiare ciascuno da sè. [G.M.] Dividersi di casa; Tornare a stare ciascuno da sè (di chi era solito coabitare insieme). T. Ass. Si sono divisi, i fratelli, i socii di negozio,o sim.

28. T. D'un tutto che si divide disordinando. Mach. St. III. Come una setta è rimasa… senza opposizione, di necessità conviene che intra se medesima si divida; perchè da quelli modi privati non si può difendere, i quali essa per sua salute aveva ordinati. Più com. in sè. Vang. Regnum in se divisum.

29. Dividersi a più cose vale Attendervi, Applicarvisi. Amm. Ant. 3. 3. 4. (M.) Quando l'animo si divide a cose molte, diventa minore a ciascuna; perocchè tanto gli è tolto in ciascuna, quant'egli è occupato a molte.

30. Per semplicemente Allontanarsi, di spazio. (Tom.) D. 2. 8. Quando fur da noi tanto divise Quell'ombre, che veder più non potêrsi.

31. Dividersi, per Trovarsi o Essere lontano da alcuno o da alcuna cosa. Sannaz. Egl. 12. 78. (Mt.) Dai quai per tanto spazio oggi mi divido.

32. T. Di luoghi. Ar. Fur. 10. 71. Dove Asia da Europa si divide.

33. (Mat.) [Gen.] Dividere una quantità per un'altra è la quarta operazione dell'aritmetica e dell'algebra con cui si trova qual moltiplice o qual frazione sia la prima quantità della seconda. Galil. Comp. Preso il numero dei detti punti, divideremo per esso il numero 10000.

N. pass. [Cont.] Bart. C. Aritm. Or. Fineo, II. v. Il detto numero 40. si chiama il numero da dividersi, 8. il partitore, e 5. il quante volte.

[Gen.] Dividendo. Termine delle proporzioni che significa il paragonare i conseguenti alle loro differenze dagli antecedenti. Viv. Prop. 39. Essendo AB a BC come DE ad EF, dividendo starà AC a CB come DF ad FE.

[Cont.] Pig. Mec. Guidub. del Monte, 30. Sarà BC a CH come GK verso il G; e dividendo, come BH ad HC. così K verso G; e convertendo come CH ad HB, così G verso K.

34. (Mat.) [Gen.] Risolvere in fattori. Agnesi, Inst. Anal. 677. Debba dividersi in efficienti reali la formola,…
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: dividendovi, dividente, dividenti, dividerà, dividerai, divideranno, dividerci « dividere » dividerebbe, dividerebbero, dividerei, divideremmo, divideremo, dividereste, divideresti
Parole di otto lettere: dividerà « dividere » dividerò
Lista Verbi: diversificare, divezzare « dividere » divinare, divinizzare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): deridere, sottoridere, arridere, irridere, sorridere, intridere, stridere « dividere (eredivid) » suddividere, condividere, sottodividere, spandere, espandere, accendere, riaccendere
Indice parole che: iniziano con D, con DI, parole che iniziano con DIV, finiscono con E

Commenti sulla voce «dividere» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2021 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze