Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «peccato», il significato, curiosità, forma del verbo «peccare», associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Peccato

Forma verbale
Peccato è una forma del verbo peccare (participio passato). Vedi anche: Coniugazione di peccare.
Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere peccato (originale, mortale, veniale, grave, capitale, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
veniale (30%), originale (21%), gola (12%), mortale (12%), penitenza (3%), perdono (3%), errore (2%), capitale (2%). Vedi anche: Parole associate a peccato.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate peccato

accidia
  
Informazioni di base
La parola peccato è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc. Divisione in sillabe: pec-cà-to. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche le pagine frasi con peccato e canzoni con peccato per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Chi fa peccato corre il rischio di andare all'inferno.
  • Peccato per quell'errore nella prova a corpo libero che ti ha impedito di vincere!
  • Oggi ho fatto un peccato di gola: ho quasi vuotato una vaschetta di gelato!
Citazioni da opere letterarie
Il nome della rosa di Umberto Eco (1980): “Non mi avevano detto abbastanza delle vostre virtù,” disse l'Abate. “E avete ragione, non c'era acqua, e ora so perché. Le cose sono andate come dite. E ora capite la mia angoscia. Già sarebbe stato grave se uno dei miei monaci si fosse macchiato dell'abominevole peccato di suicidio. Ma ho ragioni di ritenere che un altro di loro si sia macchiato di un peccato altrettanto terribile. E fosse solo quello…”

Canne al vento di Grazia Deledda (1913): — Signore, Vi ringrazio. Signore, prendetevi adesso l'anima mia; io sono felice d'aver sofferto, d'aver peccato, perché esperimento la vostra Misericordia divina, il vostro perdono, l'aiuto vostro, la vostra infinita grandezza. Prendetevi l'anima mia, come l'uccello prende il chicco del grano, Signore, disperdetemi ai quattro venti, io vi loderò perché avete esaudito il mio cuore....

Un intervento di Matilde Serao (1919): — Emma? — Papà? — Dove sta il ritratto della mamma? Non lo veggo. Essa restò tutta confusa, senza saper rispondere. — Fummo in Brianza, — disse Guido, — e di là non son giunte ancora tutte le nostre robe. — Quel ritratto avrebbe dovuto giungere prima di tutto. Non importa; Emma non può aver dimenticata sua madre. Che donna, che donna, Guido mio! Peccato che non l'abbia conosciuta!
Proverbi
  • Non fare il male ch'è peccato, non fare il bene ch'è sprecato.
  • Amore onorato, né vergogna né peccato.
  • A pensar male si fa peccato, ma quasi sempre si indovina.
  • Peccato confessato è mezzo perdonato.
  • Si dice il peccato, ma non il peccatore.
Espressioni e Modi di Dire
  • Peccato di gola
Titoli di Film
  • La fiamma del peccato (Regia di Billy Wilder; Anno 1944)
Canzoni
  • Senza peccato (Cantata da: Pino Daniele; Anno 1998)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per peccato
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: beccato, leccato, peccano, peccate, peccati, peccavo, pescato, piccato, seccato.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: beccata, beccate, beccati, leccata, leccate, leccati, seccata, seccate, seccati.
Con il cambio di doppia si ha: pennato, pezzato.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: pecco, peto, ecco.
Parole con "peccato"
Iniziano con "peccato": peccatone, peccatoni, peccatore, peccatori, peccatoracce, peccatoracci, peccatoraccia, peccatoraccio.
Parole contenute in "peccato"
pecca. Contenute all'inverso: tac.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "peccato" si può ottenere dalle seguenti coppie: peci/ciccato, pela/laccato, pepi/piccato, perito/ritoccato, pesco/scoccato, pese/seccato, pesta/staccato, peste/steccato, pesto/stoccato, peto/toccato, peccare/areato, peccai/ito, peccano/noto, peccavi/vito, peccavo/voto.
Usando "peccato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tono = peccano; pipe * = piccato; * tondo = peccando; * tonte = peccante; * tonti = peccanti; * tosse = peccasse; * tossi = peccassi; * toste = peccaste; * tosti = peccasti; scope * = scoccato; stupe * = stuccato; * orice = peccatrice; * orici = peccatrici.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "peccato" si può ottenere dalle seguenti coppie: peccare/erto.
Usando "peccato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * otre = peccare; * ottone = peccatone; * ottoni = peccatoni.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "peccato" si può ottenere dalle seguenti coppie: peccando/tondo, peccano/tono, peccante/tonte, peccanti/tonti, peccasse/tosse, peccassi/tossi, peccaste/toste, peccasti/tosti.
Usando "peccato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * laccato = pela; * piccato = pepi; * toccato = peto; piccato * = pipe; * scoccato = pesco; * staccato = pesta; * stoccato = pesto; scoccato * = scope; stuccato * = stupe; peccare * = areato; * ritoccato = perito; peci * = ciccato; * noto = peccano; * areato = peccare; * vito = peccavi; * voto = peccavo.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "peccato" (*) con un'altra parola si può ottenere: * rari = precaricato.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Peccato, Colpa - Peccato è voce, più che altro, religiosa, e giudicabile dal confessore o da messer Domineddio. - La Colpa è cosa civile, che fa contro le leggi, e che è punita secondo che esse prescrivono. [immagine]
Colpa, Delitto, Peccato, Fallo, Misfatto, Mancanza - Colpa è un atto volontario che contraffà alle leggi, alla civiltà, alla convenienza; ma significa più specialmente l'imputazione che se ne fa altrui; e si riferisce a cose non troppo gravi; perché allora piglia nome e qualità di Delitto. - Ogni detto o fatto contro la legge divina si chiama Peccato. - Alcuni pensano che Misfatto sia Delitto grave; ma la voce, in sé stessa, non suona altro se non Cosa mal fatta: è vero per altro che nell'accezione dei più suona Delitto grave; ma è vero altresì che nell'uso comune si ode raramente tal voce, la quale è riserbata solo allo stile elevato. - Fallo, ha propriamente significato negativo, ed è quando si trascura volontariamente di fare ciò che vuole, o il nostro dovere, o le regole del decoro, della ragione o dell'uso. - La Mancanza è anch'essa negativa; ma è meno grave del Fallo in quanto può non procedere da mala volontà. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Colpa, Difetto, Fallo, Peccato, Delitto, Misfatto, Reato, Eccesso, Demerito, Errore, Scelleraggine, Mancamento - « Nel difetto cade l'uomo o per poca avvertenza, o per manco di forza, ma senza vera malizia. Fallo è atto in cui si manca alle regole del decoro, o della ragione, o dell'uso. Può essere un esercizio, a dir così, del difetto. Peccato, dice il Passavanti, è ogni detto, o fatto, o desiderio contro la legge di Dio. Delitto è peccato contro la legge umana segnatamente. Misfatto è delitto grave. Colpa è fallo, o delitto, o difetto, secondo i casi; ma esprime segnatamente l'imputazione che se ne fa a tale o tale persona. Reato è lo stato dell'uomo di cui la colpa è riconosciuta vera ». Romani.

Difetto non indica un solo atto, ma una frequente ricorrenza del medesimo, prodotta talvolta da cause organiche, e tal altra da mala abitudine cangiata in natura: chi non può dir bene la r, la s, per es., ha difetto di pronunzia, contratto il più delle volte per mala abitudine da bambino. L'eccesso, se è di cosa non dannosa, può essere più difetto che colpa o vizio; ma se la materia ne è grave, può riescire delitto e misfatto; un eccesso d'allegria, di loquacità, può essere biasimevole; ma gli eccessi dei Neroni e dei Caligola immergevano nel lutto pressochè tutto il mondo. Demerito non è sempre colpa; molte volte il demerito è immaginario, e sta solo nella fantasia di chi vuol trovarlo: molti v'hanno che, demeritando dal mondo, molto meritano presso Dio: vero demerito è quello che avvilisce, per azioni colpevoli o turpi, meritamente l'uomo che le commette. L'errore, a parlare rigorosamente, non è di necessità colpa o peccato: può divenirlo se è volontario e grave; del resto, errare humanum est. La scelleraggine è delitto moralmente mostruoso; ma come niuno diventa in un istante scellerato, la scelleraggine non è qualificata, se non quando è fatta dallo scellerato; commessa da un altro, può essere scusabile in parte o per ignoranza o per impeto di passione. Mancamento è fallo o colpa leggera proveniente dal mancare a regola o precetto; se fosse grave, il vocabolo mancamento non sarebbe sufficiente, e bisognerebbe chiamarla con altro de' surriferiti vocaboli. [immagine]
Danno (che o qual), Peccato! - Peccato! è esclamazione di rincrescimento: peccato che il tal giovine, dotato di tanto talento, si perda in futilità o in dannose pratiche! Che o qual danno! è esclamazione di sorpresa e di vivo dispiacere, e di terrore qualche volta: che danno fu mai questo! qual danno ci sovrasta! [immagine]
Pecca, Peccato, Vizio, Tacca, Taccola, Taccolo - Peccato è parola della casuistica, meno nell'esclamazione: che peccato! peccato che, ecc. È colpa verso Dio direttamente o indirettamente che sia; pecca è piuttosto difetto o mala abitudine non grave, ma sconveniente: qual è l'uomo che non abbia le sue pecche? che cioè non pecchi in qualche cosa? Vizio, non è tanto la colpa quanto l'abitudine di essa, e la frequenza del cadervi: dalle pieghe viziose raramente l'uomo si raddrizza. Tacca diciamo a Genova per macchia, sia al proprio che al figurato: ne ha una tacca, diciamo, cioè ne pecca, ne ha una pecca: a me pare bella espressione e bella figura. Taccola e taccolo potrebbero essere diminutivi di tacca per pecche leggere, difettucci. Taccola poi a uomo e più a donna seccante, noiosa, importuna per discorsi, parole molte insulse o spropositate, o inconcludenti. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: peccasti, peccatacci, peccataccio, peccate, peccati, peccatini, peccatino « peccato » peccatone, peccatoni, peccatoracce, peccatoracci, peccatoraccia, peccatoraccio, peccatore
Parole di sette lettere: peccare, peccate, peccati « peccato » peccava, peccavi, peccavo
Vocabolario inverso (per trovare le rime): saltabeccato, ribeccato, battibeccato, imbeccato, sbeccato, leccato, rileccato « peccato (otaccep) » seccato, disseccato, steccato, azzeccato, ciccato, sceiccato, ficcato
Indice parole che: iniziano con P, con PE, parole che iniziano con PEC, finiscono con O

Commenti sulla voce «peccato» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2023 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze