Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «steccato», il significato, curiosità, forma del verbo «steccare», sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Steccato

Forma verbale
Steccato è una forma del verbo steccare (participio passato). Vedi anche: Coniugazione di steccare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani

Foto taggate steccato

Alba in valdisella

Castello di Monguelfo

Sca13
Tag correlati: staccionata, alberi, legno, montagna, neve, inverno, prato, acqua, lago, strada, erba
Informazioni di base
La parola steccato è formata da otto lettere, tre vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc. Divisione in sillabe: stec-cà-to. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con steccato per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Gioco sul cavallo grigio, è il favorito, ha il vantaggio che parte allo steccato.
  • Abbiamo costruito lo steccato ma non mi sembra stabile.
Non ancora verificati:
  • Se vernicerò lo steccato, papà mi darà una bella mancia.
Citazioni da opere letterarie
Il piacere di Gabriele D'Annunzio (1889): Su la tribuna eran rimaste poche persone. Signore e signori passeggiavano su l'erba, lungo lo steccato, o circondavano il cavallo vittorioso, o scommettevano coi publici scommettitori urlanti, sotto l'incostanza del sole che appariva e spariva fra i molti arcipelaghi delle nuvole. ― Scendiamo ― ella soggiunse, non accorgendosi degli occhi seguaci di Giannetto Rútolo che stava appoggiato alla ringhiera della scala.

Le otto montagne di Paolo Cognetti (2016): A questo punto era ormai mezzogiorno. Mangiava qualcosa e poi si buttava a letto per un'ora, sognava di erba che non cresceva o di mucche che non davano latte o di latte che non cagliava, si alzava col pensiero di costruire uno steccato per i vitelli o scavare un canale dove le piogge impantanavano il pascolo. Alle quattro le mucche andavano portate in stalla per la seconda mungitura. Alle sette, Lara le riportava fuori, e a quel punto se ne occupava lei, non c'erano altri lavori da fare, la vita in alpeggio rallentava ed entrava nella quiete della sera.

La Madonna d’Imbevera di Cesare Cantù (1878): La Brigita, rimasta coll'angoscia dell'agnella quando vede e sente il lupo vagolare ululando attorno al debole steccato che la protegge, appena avvisò la dama, balzò, ed a precipizio corse ad essa, gridandole colla concisione dello spavento: — Signora, la mi salvi; cara lei, mi salvi, per amor di Dio».
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per steccato
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: sbeccato, staccato, steccano, steccata, steccate, steccati, steccavo, stoccato, stuccato.
Con il cambio di doppia si ha: stellato, stemmato, sterrato.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: seccato.
Altri scarti con resto non consecutivo: stecco, stato, secca, secco, secato, seco, scat, teca, ecco.
Parole contenute in "steccato"
stecca. Contenute all'inverso: tac.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "steccato" si può ottenere dalle seguenti coppie: stele/leccato, sterile/rileccato, stese/seccato, steccare/areato, steccai/ito, steccano/noto, steccavi/vito, steccavo/voto.
Usando "steccato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ciste * = ciccato; leste * = leccato; peste * = peccato; piste * = piccato; seste * = seccato; toste * = toccato; * tono = steccano; baraste * = baraccato; * tondo = steccando; * tonte = steccante; * tosse = steccasse; * tossi = steccassi; * toste = steccaste; * tosti = steccasti; distaste * = distaccato; contrattaste * = contrattaccato.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "steccato" si può ottenere dalle seguenti coppie: steccare/erto.
Usando "steccato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * otre = steccare; * ottura = steccatura.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "steccato" si può ottenere dalle seguenti coppie: steccando/tondo, steccano/tono, steccante/tonte, steccasse/tosse, steccassi/tossi, steccaste/toste, steccasti/tosti.
Usando "steccato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ciccato * = ciste; piccato * = piste; toccato * = toste; steccare * = areato; steccatura * = turato; baraccato * = baraste; distaccato * = distaste; * noto = steccano; * areato = steccare; * vito = steccavi; * voto = steccavo; * ureo = steccature; contrattaccato * = contrattaste.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "steccato" (*) con un'altra parola si può ottenere: * cori = scortecciato.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Barriera, Cancello, Steccato, Vallo, Serbaglio, Bastita, Battifolle - «Barriera, chiusa di sbarre, per lo più in luogo grande. Steccato, riparo d'accampamento e di città munita, o luogo chiuso dove s'esercitano i combattenti. In antico valeva anco chiusura campestre. Cancello, specie di sbarra di ferro o di legno che si mette a qualche porta, o scala, o apertura per impedirne l'ingresso». Tommaseo.

Ora, barriere diconsi le entrate delle città ove non sono porte. Cancello è quell'assita che circoscrive il posto di ogni impiegato negli uffizi; le parole cancello e cancelliere in questa significazione derivano forse una dall'altra.

«Vallo, argine di terra innalzato sopra la sponda interna di una fossa, e circondante il luogo munito: l'estremità della quale sponda si guarniva di pali grossi, fitti, appuntati, sicchè differisce da steccato. Onde il Malespini: «Uscirono fuori della città, e vennero al vallo dello steccato». Romani.

«Può lo steccato essere parte del vallo: può essere altrove che nel vallo, cioè può non avere una fossa all'intorno. Serraglio è generico; a uso e d'animali e d'uomini, più o meno ben chiuso». Gatti.

«Bastita, ne' tempi di mezzo, era steccato con fosso e terrapieno, forse più largo del romano vallo. Battifolle era bastita non solo a difesa, ma anco ad offesa». Romani. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Steccato - S. m. Chiusura, o Spartimento fatto di stecconi. Cr. 6. 1. 4. (C) Si dêe circondare la corte di muro, ovvero di convenevole steccato. Introd. Virt. Divisi sono in due parti, secondochè tu vedi lo steccato che è tra mezzo di loro. Boez. Varch. 1. pros. 6. Non altrimenti che per lo fesso o apertura d'alcun legno d'uno steccato ti sia nascosamente entrato nell'anima la malattia delle perturbazioni della mente. [Cont.] Roseo, Agr. Her. 15. v. Per il grano è meglio fargli uno steccato di pali grossi; che, se lo fa di spine, venirà più tosto a fare un ridotto di conigli che una siepe.

[Cont.] Nel signif. di Steccaja, § 1 e capov. secondo. Stat. Pad. Orgia, 86. Facciasi il transito de le dette acque per la via del Guadalato, per le fosse vicinali del detto Padule: ed in quello medesimo modo per la via de le Pescali, e facciasi steccato 've bisogno sarà. Bart. C. Arch. Alb. 296. 12. Ma io mi penso che e' facessino steccati, con i quali mandato da parte il fiume, e cavatone l'acqua, e' cavassino di poi gli impedimenti che vi erano. Ric. Fam. Sen. Arch. St. It. App. 20. 29. Se lo steccato si disfacesse per acqua o per altro fare del mulino, lo detto priore lo diè rifare di legname comunale a le sue dispese.

2. Per Riparo degli eserciti, o delle città, o terre, fatto di legname. [Cont.] Bart. C. Arch. Alb. 274. 6. Alloggiamenti, che e' facevano, affortificati di argini e steccati alti, simili a castelli, de' quali per tutto si servivano contro le scorrerie de' nimici. Sardi, Capo Bomb. 148. Armerei in questa maniera con fossi larghi e profondi, con trincieroni, con bastioni fatti di terra e legnami, con fortissimi steccati fatti di grossi roveri, que' siti capaci di tali fortificazioni. = G. V. 11. 42. 4. (C) Afforzaro i Pisani di fossi e di steccati Chizzica. Tac. Dav. Ann. 2. 36. Cesare co' Pretoriani suoi fu primo a pigliar lo steccato e sforzare il bosco.

[Pol.] Cronichett. d'Amar. § 48. Romolo fece Roma con fossi e con isteccati. E 80. Fece (Pompeo) fosse e isteccati intorno a sè; e dalla parte dov'era Cesare, a petto a lui, fece doppio di fossi e di steccati.

[Cont.] Per Riparo di un campo, alloggiamento d'esercito. Flor. Dif. off. piazze, II. 11. Di due sorti è l'uso moderno del quartiero, o alloggiamento, o campo; che anticamente si disse castrametazione, o steccato.

[Cont.] Riparo mobile, come nelle torri antiche da assedio. Rus. Arch. 141. Fabbricò un basamento, o tavolato (che vogliamo dire) sopra ruote, e poi sopra vi ordinò uno steccato coperto di cuoi, e vi sospese dentro l'ariete.

3. Piazza, o Luogo chiuso di steccato, ove s'esercitano e combattono i combattitori. Varch. Stor. 11. 349. (C) Gliele voleva provare coll'arme in mano in isteccato a corpo a corpo. Sen. ben. Varch. 5. 3. L'uno de' combattenti passato da molti colpi, e l'altro leggiermente ferito, si dicono essere usciti dello steccato pari. Ar. Fur. 30. 44. Dove circonda il popol lo steccato, Sonando il corno, s'appresenta armato.
Steccato - Part. pass. di STECCARE. [Cont.] Ran. Sardo, Cron. Pis. Arch. St. It. VI. p. II. 113. Pisa, volendo guardare lo suo contado, si fece suo sforzo al fosso a Rinonichi, e quine stetteno tutto quello tempo infine che li Lombardi ne funo iti a buona guardia, e tutto lo campo affossato e steccato. = Dittam. 5. 20. (C) Qui mi trasse Solino a una fonte Abbondevole d'acque, ed altre grotte, Chiusa e steccata dalle ripe conte. Liv. M. Già il secondo anno i Romani noi, steccati d'intorno e rinchiusi, con fame macerano. [Pol.] Cronichett. d'Amar. § 69. Lo campo era forte ed isteccato.

[Camp.] † Steccato di terra, fig., per Terrapieno, Riparo di terra. Bib. Jer. 6. Tagliate lo legno di lei, e spargete intorno a Jerusalem l'aggere (aggerem), cioè lo steccato di terra.

2. [Val.] Detto di vestiario, Fornito di stecche di balena. Fag. Comm. 3. 254. Un busto steccato.

3. [G.M.] Gamba, Braccio steccato; Fasciato per mezzo di stecche, per medicarli della rottura; nel signif. del § 3 di Steccare. Cellin. Vit. Tenendo la mia gamba isteccata nel letto. (Se l'era rotta.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: steccassi, steccassimo, steccaste, steccasti, steccata, steccate, steccati « steccato » steccatura, steccature, steccava, steccavamo, steccavano, steccavate, steccavi
Parole di otto lettere: steccata, steccate, steccati « steccato » steccava, steccavi, steccavo
Vocabolario inverso (per trovare le rime): imbeccato, sbeccato, leccato, rileccato, peccato, seccato, disseccato « steccato (otaccets) » azzeccato, ciccato, sceiccato, ficcato, rificcato, conficcato, riconficcato
Indice parole che: iniziano con S, con ST, parole che iniziano con STE, finiscono con O

Commenti sulla voce «steccato» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze