Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «rintuzzare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Rintuzzare

Verbo
Rintuzzare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è rintuzzato. Il gerundio è rintuzzando. Il participio presente è rintuzzante. Vedi: coniugazione del verbo rintuzzare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola rintuzzare è formata da dieci lettere, quattro vocali e sei consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz.
Divisione in sillabe: rin-tuz-zà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: rintuzzerà (scambio di vocali).
rintuzzare si può ottenere combinando le lettere di: nut + [rizzare, rizzerà]; [nutri, turni] + razze; [nutre, tuner] + [razzi, rizza]; rizze + nutra.
Componendo le lettere di rintuzzare con quelle di un'altra parola si ottiene: +ala = naturalizzare; +ala = naturalizzerà; +[lao, ola] = naturalizzerò; +alé = neutralizzare; +alé = neutralizzerà; +olé = neutralizzerò; +sos = rintuzzassero; +non = rintuzzeranno; +ton = trituzzeranno; +elia = naturalizzerei; +[alci, cali] = neutralizzarci; +[lami, lima, mail, ...] = neutralizzarmi; +[lias, lisa, sali, ...] = neutralizzarsi; +[alti, lati, tali] = neutralizzarti; +[alvi, lavi, vali] = neutralizzarvi; +elia = neutralizzerai; +[elei, elie] = neutralizzerei; +[isbe, sebi] = urbanizzeresti; +[canoe, coane] = cauterizzeranno; +talee = naturalizzerete; ...
Vedi anche: Anagrammi per rintuzzare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: rintuzzate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: rita, rizzare, rizza, rizze, rare, ture, tare.
Parole contenute in "rintuzzare"
are, zar, rintuzza. Contenute all'inverso: era.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "rintuzzare" si può ottenere dalle seguenti coppie: rintuzzai/ire, rintuzzamenti/mentire, rintuzzamento/mentore.
Usando "rintuzzare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areate = rintuzzate; * areato = rintuzzato; * rendo = rintuzzando; * resse = rintuzzasse; * ressi = rintuzzassi; * reste = rintuzzaste; * resti = rintuzzasti; * ressero = rintuzzassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "rintuzzare" si può ottenere dalle seguenti coppie: rintuzzerà/areare, rintuzzato/otre.
Usando "rintuzzare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = rintuzzate; * erto = rintuzzato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "rintuzzare" si può ottenere dalle seguenti coppie: rintuzza/area, rintuzzate/areate, rintuzzato/areato, rintuzzai/rei, rintuzzando/rendo, rintuzzasse/resse, rintuzzassero/ressero, rintuzzassi/ressi, rintuzzaste/reste, rintuzzasti/resti, rintuzzate/rete.
Usando "rintuzzare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * mentire = rintuzzamenti; * mentore = rintuzzamento.
Sciarade incatenate
La parola "rintuzzare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: rintuzza+are.
Frasi con "rintuzzare"
»» Vedi anche la pagina frasi con rintuzzare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Con calma ho dovuto rintuzzare l'ira di mio padre nei confronti dell'amico.
  • Schierando la difesa a cinque riuscì a rintuzzare gli attacchi della squadra avversaria.
  • Ho dovuto rintuzzare le continue cattiverie della mia collega nei miei confronti.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Rintuzzare - V. a. e pass. N. ass. Ribattere, Rivolgere la punta, e Ripiegare il taglio; ed è più proprio de' ferri che d'altro. Lat. aureo Retundere, Retusus e Retensus; come Aguzzare da Acuere. [Cont.] Pant. Arm. nav. 540. Se si vederà che anco lo stile, o ago, ove si sostiene ed aggira la rosa, si rintuzzi o spunti; si assottigli, e s'aguzzi, e si ridrizzi. = Liv. M. Dec. 8. 38. (C) Le spade non tagliavano più, e le lance erano rintuzzate. E Dec. 3. Colle loro ferite rintuzzassero, e indebolissero i ferri de' nimici. Eccles. 10. 10. (Man.) Se li ferri si rintuzzano, mal tagliar hanno poscia.

2. Fig. Bocc. Nov. 10. g. 5. (C) Con be' motti, e con risposte pronte, e con avvedimenti presti, molti hanno già saputo con debito morso rintuzzare gli altrui denti (cioè reprimere i detti mordaci). Sen. ben. Varch. 1. 4. La cui acutezza (di Cisippo) è tanto sottile, che ella si rintuzza, e si ripiega molte volte in se stessa; e anche quando pare che faccia qualche cosa, ella pugne bene, un poco, ma non fora.

3. Trasl. Coll. SS. Pad. 5. 20. 63. (C) Ma ben si posson rintuzzare solamente, e ristrignere colla virtù dell'animo le sue punture, o soperchievoli appetiti (cioè ribattere, o rimuovere). [Laz.] E 4. 15. Sì ne umilia e rintuzza (la concupiscenza), e per li suoi stimoli ne ammonisce che noi siamo uomini. E 4. 16. Se questa commozione della carne… non ci umiliasse e rintuzzasse. E 5. 12. Almeno per questa considerazione li schifino (i vizii), rintuzzando il maggior male col minore. E 7. 5. Percossa (la carità) dalle mortali ferite delle turbazioni, rintuzza i colpi che sono contrari. Mont. Il. 8. 268. Quanti siam difensori degli Achivi in cielo, Vorrem de' Teucri rintuzzar l'orgoglio. E 9. 830. Ov'egli ardisca Assalir questa tenda e questa nave, Saprò la furia rintuzzarne, io spero. = Amm. ant. 37. 5. 6. (C) Quale cosa è maggiore, e più forte che rintuzzare la ventura ria? (cioè contrastare alla ventura). Bocc. Nov. 9. g. 5. E poi la grandezza dell'animo suo la quale povertà non aveva potuto, nè poteva rintuzzare, molto seco medesimo commendò (cioè: sminuire, o tor via). Amet. 90. Levatosi l'aspro giogo de' Coritani già soprastanti per le indebolite virtù, si rintuzzarono le loro forze (cioè, si infiacchirono). Mor. S. Greg. 1. 3 Molto si rintuzza la mente superba, quando è sottoposta a colui, sopra 'l quale essa prima si levava (cioè, s'umilia, rimette, e mortifica). Cr. 4. 36. 1. Essendo digiuno, non si conviene i vini assaggiare, imperocchè 'l gusto si rintuzza (cioè, si reprime). Tass. Ger. 2. 76. E mille volte ad ogni incontro immote, L'ire de' venti han rintuzzate, e dome (cioè, han raffrenate). T. Rintuzzare le accuse. [Cast.] Rintuzzarsi l'animo, farsene meno acuta la volontà (cioè, raffrenata). Bocc. Nov. 7. g. 1. Qualche gran fatto dee essere costui, che ribaldo mi pare, posciachè così mi s'è rintuzzato l'animo d'onorarlo (cioè, alimento, rimosso).

T. Passav. Specch. Penit. 274. E con tutte queste cose, non si rintuzza e aumilia la nostra superbia.

4. [Val.] Confutare. Soldan. Sat. 4. Ei (Galileo) vede nella Luna e monti e valli… E nulla autorità il rintuzza.

5. Rintuzzarsi. [G.M] Raccogliersi colla persona, Restringersi sopra di sè. Fag Rim. Sul prato al fresco e all'ombra io mi rintuzzo. – Sentendo piovere, si rintuzzò nel letto, e seguitò a dormire. Forse perchè corpo rintuzzato della punta, tiene men luogo.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: rintuzzai, rintuzzamenti, rintuzzamento, rintuzzammo, rintuzzando, rintuzzano, rintuzzante « rintuzzare » rintuzzarono, rintuzzasse, rintuzzassero, rintuzzassi, rintuzzassimo, rintuzzaste, rintuzzasti
Parole di dieci lettere: rintuzzano « rintuzzare » rintuzzate
Lista Verbi: rintracciare, rintronare « rintuzzare » rinunciare, rinvasare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): riaguzzare, tagliuzzare, sminuzzare, puzzare, spruzzare, sferruzzare, trituzzare « rintuzzare (erazzutnir) » macabre, scabre, calabre, candelabre, glabre, ebbre, febbre
Indice parole che: iniziano con R, con RI, iniziano con RIN, finiscono con E

Commenti sulla voce «rintuzzare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze