Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «scorcio», il significato, curiosità, forma del verbo «scorciare» sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Scorcio

Forma verbale
Scorcio è una forma del verbo scorciare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di scorciare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia

Foto taggate scorcio

I colori della sera

Albisola

San Gemini
Tag correlati: vicolo, case, finestre, arco, lampione, strada, porta, borgo, scala, finestra, scale, porte, torre, fiori, balcone, campanile, gradini, paese, archi, piante, muro, pietra, vasi, mattoni, mare, pietre, piazza, palazzi, ombra, balconi
Giochi di Parole
La parola scorcio è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: scór-cio. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: scorciò.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: occorsi.
scorcio si può ottenere combinando le lettere di: oso + cric; [coso, osco] + cri; [coro, roco] + [csi, ics, sic].
Componendo le lettere di scorcio con quelle di un'altra parola si ottiene: +cin = circonciso; +nei = coincisero; +ton = concistoro; +fen = conferisco; +nel = conoscerli; +une = consuoceri; +api = crioscopia; +poi = crioscopio; +[eta, tea] = escarotico; +fan = farciscono; +auf = fuorisacco; +gas = grassoccio; +ani = isocronica; +noi = isocronico; +[ter, tre] = occorresti; +poa = oroscopica; +[pio, poi] = oroscopici; +fin = riconfisco; +rna = riconsacro; +lao = rosolaccio; +cra = scarroccio; +tac = scartoccio; +tac = sciroccato; +sla = scolorisca; ...
Vedi anche: Anagrammi per scorcio
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: scoccio, sconcio, scorcia.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: sorcio, scorci. Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: cri.
Altri scarti con resto non consecutivo: scio, sorci, socio, soci, cori, coro, orco.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: scorcino.
Parole contenute in "scorcio"
ciò, orci, orcio, scorci.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "scorcio" si può ottenere dalle seguenti coppie: scope/perciò, scorso/socio.
Usando "scorcio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: pesco * = perciò; * ciociare = scorciare.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "scorcio" si può ottenere dalle seguenti coppie: scorro/orcio.
Lucchetti Alterni
Usando "scorcio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * socio = scorso; * ateo = scorciate.
Sciarade incatenate
La parola "scorcio" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: scorci+ciò, scorci+orcio.
Intarsi e sciarade alterne
"scorcio" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: sci/orco.
Intrecciando le lettere di "scorcio" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = scorciarono.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "scorcio"
»» Vedi anche la pagina frasi con scorcio per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • In questa fotografia si nota uno scorcio del panorama fantastico.
  • In un breve scorcio di tempo ho provato una felicità immensa, indicibile: era nata la mia bambina.
  • Nel contest "scorcio" su Comuni Italiani ho vinto la medaglia d'oro virtuale.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Scorcio - S. m. Termine di Pittura o di Prospettiva, ed è Quella operazione che mostra la superficie essere renduta capace della terza dimensione del corpo mediante essa prospettiva, la quale fa apparire le figure de più ch'elle non sono, cioè una cosa disegnata in faccia corta, che non ha l'altezza, o lunghezza ch'ella dimostra. Dav. Lett. 30. (M.) La (lingua) Fioretina propria, che si favella, è ricca di partiti, voci e modi spiritosi d'abbreviare, che, quasi tragetti di strada, o scorci di pittura, esprimono accennando. Vas. Op. Vit. 2. 15. (Man.) Si conoscerà una nuova maniera di colorito, di scorci, d'attitudini naturali. T. Accolt. Prosp. 27. Averemo lo scorcio che si è cercato avere, senza il punto di lontananza, e senza l'accosto e appoggio d'altra superficie, che di quella della tela ove si dipigne. = Tolom. Lett. Uom. ill. 411. (Man.) Non pur vorrei veder la pianta (delle Teme Antoniane), ma le facciate, e gli scorci e i ritiri, e le parti mezzane, e somme. [Cont.] Lana, Pitt. 142. S'impara li varii scorci, profili, e contorni che fa una medesima statua conforme al diverso sito in cui si rimira.

Onde Essere o Stare in iscorcio. si dice a Figura dipinta in tal modo. Baldin. Voc. Dis. 148. (M.)

2. Vedere, e sim., in iscorcio; contrario di Vedere in faccia, ed è quando si vede alcuna cosa per banda. Gal. Sist. 47. (C) Tra tutte le figure, sola la sfera non si vede mai in iscorcio.

3. Attitudine singolare, strana, o forzata. Morg. 21. 73. (C) Sospeso avendo la sinistra gamba, Di scorcio strana, orribil, torta e stramba. Buon. Fier. 2. 2. 10. Quel che tende le reti Al vento; oh bello scorcio!

† Malm. 1. 38. (C) E fa scorci di bocca, e voci strane.

4. Prossimo tempo alla fine; come Scorcio di fiera, Scorcio di giorno, e sim. Tac. Dav. Stor. 5. 371. (C) Il fiume nello scorcio dell'autunno, d'assai piogge ingrossato, coperse la bassa e paludosa isola in forma di stagno (il testo lat. ha: flexo autumni). Buon. Fier. 1. 1. 4. Non fûro a tempo, o fûro Sullo scorcio del tempo. Car. Long. Sof. 18. (M.) Era nello scorcio della primavera, e nel principio dell'estate.

Salv. Granch. 1. 2. (C) La cosa è condotta allo scorcio.
Scorcio - Part. pass. di SCORCIARE, sinc. di Scorciato. Aureo, Curtus. Ar. Fur. 25. 26. (M.) Fu di scorciarsi astretta i lunghi crini, Se sanar volse d'una piaga ria, Ch'avea con gran periglio nella testa; E così scorcia errò per la foresta.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: scorciava, scorciavamo, scorciavano, scorciavate, scorciavi, scorciavo, scorcino « scorcio » scorda, scordai, scordammo, scordando, scordano, scordante, scordanti
Parole di sette lettere: scorcia « scorcio » scordai
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sbirciò, sbircio, orcio, accorciò, accorcio, riaccorciò, riaccorcio « scorcio (oicrocs) » spilorcio, sorcio, catorcio, scio, sciò, accascio, accasciò
Indice parole che: iniziano con S, con SC, iniziano con SCO, finiscono con O

Commenti sulla voce «scorcio» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze