Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «sensazione», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Sensazione

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
piacevole (9%), presentimento (8%), bella (6%), strana (4%), forte (3%), percezione (3%), brivido (3%), impressione (3%), emozione (3%), provare (3%), unica (3%), spiacevole (3%), sentore (2%), sensibilità (2%), buona (2%), positiva (2%), sentimento (2%), tatto (2%), dolorosa (2%), profonda (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola sensazione è formata da dieci lettere, cinque vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: sen-sa-zió-ne. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
sensazione si può ottenere combinando le lettere di: ozi + annesse; [isso, ossi] + zenane; noi + [assenze, essenza]; zen + [anossie, ansiose, osseina]; [enzo, zone] + sanesi; senno + sazie; zie + [annesso, sansone]; [esosi, ossei] + zanne; [nessi, sensi] + ozena; seino + senza; [ossine, sesino] + zane; senesi + zona; sezione + [nas, san].
Componendo le lettere di sensazione con quelle di un'altra parola si ottiene: +rom = menzionassero; +[ter, tre] = sanzionereste; +tir = sanzioneresti; +midi = disseminazione; +[ratto, rotta, torta, ...] = attenzionassero; +droni = dissezioneranno; +[rizzo, rozzi] = sensorizzazione; +[roteato, toreato] = aerosostentazione; +ripiego = iperossigenazione; +[pittore, poterti] = ipersostentazione; +pittori = ipersostentazioni.
Vedi anche: Anagrammi per sensazione
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: sensazioni.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: sensi, senso, seni, seno, sesie, sezione, sazie, saione, saio, sane, enzo, enne, esazione, ezio, eone, nazione, nazi, naie, nane, none, aione, zone.
Parole contenute in "sensazione"
zio, ione, sazi, sazio, zione, azione. Contenute all'inverso: noi.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "sensazione" si può ottenere dalle seguenti coppie: seconde/condensazione, sensale/lezione.
Lucchetti Alterni
Usando "sensazione" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * lezione = sensale; * alee = sensazionale.
Frasi con "sensazione"
»» Vedi anche le pagine frasi con sensazione e canzoni con sensazione per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • In sogno, che brutta la sensazione di essere seguiti!
  • La sensazione che ne ho avuto non era certo delle migliori.
  • Dall'espressione del suo viso, ho avuto la netta sensazione che il mio regalo le fosse davvero gradito e di ciò sono veramente contenta.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Pensiero, Percezione, Sensazione, Sentimento, Coscienza, Idea, Nozione - Pensiero è l'operazione propria dello spirito. - Percezione è il vedere un oggetto presente che si fa comprendere dall'intelletto. - La Sensazione è il vedere un oggetto che si fa conoscere all'anima per via dei sensi. - Sentimento è l'impressione prodotta nel cuore da un oggetto. - La Coscienza è il sentimento interiore che ciascuno ha di certe cose, senza bisogno d'una impressione di fuori. - Idea, la rappresentazione immediata e compiuta dell'oggetto, di cui la Nazione rappresenta solo qualche particolare in modo imperfetto. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Pensiero, Idea, Percezione, Concezione, Concetto, Sensazione, Sentimento, Pensata - L'idea è astratta ordinariamente; il pensiero invece, formolato, concreto: in quanto diverse formole o pensieri si espresse l'idea di Dio, dell'anima, della virtù! La concezione delle cose è misurata dalla potenza creatrice della mente; la percezione, dal grado dell'intelligenza: chi percepì la grandezza sterminata delle concezioni dell'aquila del secolo? nessuno interamente; molti se ne fecero un concetto meschino e odioso perché inorriditi da tanta profondità, abbagliati da tanta luce. La sensazione è affezione del corpo; il sentimento, affezione dell'anima; sono talvolta portate all'unissono e risonanti alla medesima vibrazione, come le corde d'uno stromento di ottava in ottava. Pensata è voce famigliare, e vale a significare un pensar lungo e serio sullo stesso argomento: il più delle pensate si riducono a concludere un bel nulla; e perché? perché più l'uomo pensa, più scuopre intorno a sé motivi di peritanza e di dubbio. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Sensazione - S. f. Moto dell'anima (semplicissimo, e quindi indefinibile per sè) cagionato dall'impressione che fanno sui nervi le cose di fuori, o quelle che stanno dentro il corpo animato, o che sono parte di esso. (Fanf.) Circ. Gell. 7. 177. (C) Tutti gli organi ed i membri, nei quali si fanno le sensazioni, bisogna ch'e' sieno al tutto privi e spogliati de' loro obbietti. E Lett. 2. Lez. 9. 183. Ragguarda e considera quali sien le cose, dalle quali è mosso primieramente esso senso, e fa la sensazione e il giudicio. E 186. Non si può fare il giudicio di sensazione alcuna nell'organo e nello strumento stesso del suo senso. Varch. Lez. 495. Ogni senso ha bisogno nella sensazione, cioè operazione sua, d'alcuno mezzo.

Per estens. [G.M.] Segner. Quares. 27. 11. Degli altrui mali ne abbiamo una scienza astratta, de' nostri una sensazione esperimentale.

(Rosm.) Generalmente la parola sensazione si prende a significare la sensazione acquisita particolare. – L'analisi della sensazione particolare ci dà per risultamento due elementi: 1° un sentimento in noi, che dimostrasi esser modificazione del sentimento fondamentale e aver per sua materia l'organo modificato; 2° e una creduta rappresentazione, o come che si voglia chiamare, una percezione d'altra cosa diversa da noi e dal corpo nostro. – Sensazioni esterne. Questo corpo viene modificato dall'azione di altri corpi esteriori e stranieri all'anima, e queste modificazioni in quanto sono sentite si chiamano sensazioni esterne e sono di diverso genere secondo i vari organi del corpo.

[T.] (Rosm.) La sensazione si definisce Una modificazione del soggetto senziente; e quindi è soggettiva. T. Le sensazioni sono eccitate dalle cose di fuori. – L'Io senziente, è diverso dalle sensazioni, e termine in cui queste ricevono e hanno esistenza. – Il soggetto delle sensazioni è potenza che esiste da sè, e rimane anche senz'esse. (Rosm.) Le sensazioni suppongono una causa diversa da noi. Sono confuse dal Berckely colle qualità sensibili. – Le sensazioni costanti vengono dal sentimento fondamentale.

II. T. La sensazione viene di fuori; il sentimento è interno. (Rosm.) Deve distinguersi il piacere o il dolore da ciò che ha d'esterno nella sensazione. T. Anche quando il piacere o il dolore sia nell'interno degli organi corporei, rimane esteriore alla facoltà del sentire. Ma poi rettamente il Rosmini distingue quel che ha la sensazione stessa di corporeamente soggettivo e di estrasoggettivo. Non son da confondere colle sensazioni i sentimenti, molto meno i concetti, le volizioni, le operazioni. (Rosm.) Sistema della sensazione dicesi quello che fa da questa derivare tutte le idee; è sistema della sensazione trasformata quello del Condillac.

III. Usi spec. Della facoltà. T. Sensazione della vista e del tatto.

Della cagione o occasione. (Rosm.) Le sensazioni dei colori sono altrettanti segni della grandezza delle cose. T. Altro è la sensazione che riceve l'organo della vista o dell'udito o del tatto o dell'odorato; altro è la sensazione di tale o tale colore, suono, superficie, odore, sapore.

IV. Verbi e epit. T. Produrre sensazioni di diletto o di terrore. Provare una sensazione.

T. Forte. Grande. Pallav. Ben. 4. 26. Cercano qualche sensazione veemente.

T. Il fare adoprasi anche ass., e non solam. diciamo Fare una grande sensazione, ma Fare sensazione, come quando dicesi Numero, Qualità, e intendesi di non piccola molte volte.

V. T. Ma gli è abus. e impr. quando lo dicono d'una forte impressione intell. e mor. Cosa che m'ha fatto sensazione. Cercano le forti sensazioni (le scosse che eccitano la curiosità, o movimento di affezioni forzato). Così le cerca chi non ha di per sè la mente sveglia nè il cuore pronto. I Fr. dicono persino Dramma, Scena a sensazione; e certi It. lo ridicono insensatamente. In tale signif. l'It. ha Far senso, Far colpo, Scuotere. E, se è cosa che riscuota spiacevolmente, Urtare.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: sensazionalismi, sensazionalismo, sensazionalistica, sensazionalistiche, sensazionalistici, sensazionalistico, sensazionalmente « sensazione » sensazioni, senseria, senserie, sensi, sensibile, sensibili, sensibilità
Parole di dieci lettere: sensatezze « sensazione » sensazioni
Vocabolario inverso (per trovare le rime): improvvisazione, pulsazione, transazione, incensazione, condensazione, policondensazione, compensazione « sensazione (enoizasnes) » nitrosazione, tergiversazione, malversazione, conversazione, radioconversazione, cassazione, grassazione
Indice parole che: iniziano con S, con SE, iniziano con SEN, finiscono con E

Commenti sulla voce «sensazione» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze