Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «valente», il significato, curiosità, forma del verbo «valere», aggettivo qualificativo, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Valente

Forma verbale
Valente è una forma del verbo valere (participio presente). Vedi anche: Coniugazione di valere.
Aggettivo
Valente è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: valente (femminile singolare); valenti (maschile plurale); valenti (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di valente (provetto, preparato, abile, competente, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Informazioni di base
La parola valente è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. Divisione in sillabe: va-lèn-te. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con valente per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il mio più caro amico è un valente orafo: i suoi lavori sono stati esposti in un museo di arte moderna.
  • È un artigiano davvero valente che riesce a restaurare mobili antichi.
  • Verrà considerato valente e passerà il turno chi per primo risponderà esattamente a cinque delle nostre otto domande.
Citazioni da opere letterarie
I pescatori di trepang di Emilio Salgari (1896): an-Stael se era un valente marinaio era pure un uomo di grande energia, e il suo equipaggio non lo ignorava. Conoscitore profondo degli uomini di razza gialla, sapeva che la minima debolezza poteva causare un'aperta ribellione, e compromettere l'esito della stagione di pesca così bene cominciata.

La coscienza di Zeno di Italo Svevo (1923): La mia letizia non s'offuscò per questo. Avrei voluto dare una lezioncina a Teresina e cercai di ricordarmi come da Boccaccio «Maestro Alberto da Bologna onestamente fa vergognare una donna la quale lui d'esser di lei innamorato voleva far vergognare». Ma il ragionamento di Maestro Alberto non ebbe il suo effetto perché Madonna Malgherida de' Ghisolieri gli disse: «Il vostro amor m'è caro sì come di savio e valente uomo esser dee; e per ciò, salva la mia onestà, come a cosa vostra ogni vostro piacere imponete sicuramente».

I promessi sposi di Alessandro Manzoni (1840): Per don Rodrigo, l'acquisto non era stato di poca importanza; perché il Griso, oltre all'essere, senza paragone, il più valente della famiglia, era anche una prova di ciò che il suo padrone aveva potuto attentar felicemente contro le leggi; di modo che la sua potenza ne veniva ingrandita, nel fatto e nell'opinione.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per valente
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: salente, vagente, valenti, valeste, volente.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: ralenti, salento, talenti, talento.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: valete.
Altri scarti con resto non consecutivo: vane, vate, vene, alee, alte, ante, lene.
Parole con "valente"
Finiscono con "valente": bivalente, covalente, esavalente, prevalente, trivalente, univalente, ambivalente, eptavalente, equivalente, monovalente, polivalente, zerovalente, pentavalente, plurivalente, tetravalente, quadrivalente.
Contengono "valente": prevalentemente.
»» Vedi parole che contengono valente per la lista completa
Parole contenute in "valente"
alé, ente, vale, lente. Contenute all'inverso: nel.
Incastri
Inserito nella parola premente dà PREvalenteMENTE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "valente" si può ottenere dalle seguenti coppie: vado/dolente, vano/nolente, vasi/silente, valori/oriente, valesti/stinte, valevi/vinte, valevole/volente, valenciani/cianite, valendo/dote.
Usando "valente" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: levale * = lente; stivale * = stinte; nova * = nolente; covava * = covalente; portava * = portalente.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "valente" si può ottenere dalle seguenti coppie: valga/agente, valse/esente, valva/avente.
Lucchetti Alterni
Usando "valente" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: nolente * = nova; * dolente = vado; * nolente = vano; * silente = vasi; * vinte = valevi; * oriente = valori; stinte * = stivale; * dote = valendo; * stinte = valesti; * cianite = valenciani.
Sciarade incatenate
La parola "valente" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: vale+ente, vale+lente.
Intarsi e sciarade alterne
"valente" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: vene/alt.
Intrecciando le lettere di "valente" (*) con un'altra parola si può ottenere: consce * = convalescente.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Valente, Valoroso, Di vaglia - Valente ha significato più ristretto ma più preciso. - Di vaglia lo ha più lato, ma più generico per conseguenza. - «Uomo valente in una scienza, in un'arte.» - L'uomo di vaglia ha cognizioni, autorità, polso, fermezza di carattere. Un artista, un medico, un letterato valente possono essere anco uomini di vaglia. Il più ovvio significato di Valoroso si è quello di affine a Coraggioso, e se talvolta viene usato nel senso di Valente, debb'esserlo sempre per significare una valentia non disgiunta da fortezza d'animo. Franklin, per esempio, fu un valoroso esperimentatore in fisica, poiché nella sua ricerca dei conduttori elettrici si esponeva al pericolo di essere fulminato; così Gay Lussac, che ascendeva in un aerostato per fare le sue esperienze del peso specifico dei varii strati dell'aria in quelle sublimi altezze dell'atmosfera. Questi due grandi uomini erano valenti scienziati, valorosi esperimentatori e uomini di vaglia nella stesso tempo. (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Valent’uomo, Uomo valente; Forte oratore, Orator forte - Quando dico valent'uomo o valentuomo, non so se per l'affinità grande del suono o per qualsiasi altro motivo, sempre mi ricorre alla mente l'idea di galantuomo, cioè di uomo d'onore, giusto, probo, e forte ne' suoi convincimenti; col dire invece uomo valente senz'altro, non si viene a significare che la fortezza corporale o morale di quell'individuo senza associarle a valore speciale; al che si riesce invece naturalmente dicendo uomo valente in medicina, per es., in poesia, in musica, e va dicendo; oppure assolutamente medico, poeta, compositore o maestro di musica valente. Oratore forte per me è quello che va ai partiti estremi, che si serve di argomenti che puonno parere esagerati: Mirabeau, Danton sono oratori forti; forte oratore, quello che sostiene impavido la verità, l'oppresso, il partito de' vinti anche a proprio risico: Vergniaud, Malherbes che difendono Luigi XVI, con pericolo evidente della vita, sono forti oratori. [immagine]
Valente, Valoroso, Di vaglia - Valente ha significato più ristretto ma più preciso; di vaglia lo ha più lato, ma più generico per conseguenza: uomo valente in una scienza, in un'arte: l'uomo di vaglia ha cognizioni, autorità, polso, fermezza di carattere. Un artista, un medico, un letterato valente possono essere anco uomini di vaglia. Il più ovvio significato di valoroso si è quello di affine a coraggioso; a se talvolta viene usato nel senso di valente, debb'esserlo sempre per significare una valentìa non disgiunta da fortezza d'animo: Franklin p. e. fu un valoroso esperimentatore in fisica, poichè nella sua ricerca dei conduttori elettrici si esponeva al pericolo di essere fulminato; così Gay Lussac che ascendeva in un aerostato per fare sue esperienze del peso specifico de' varii strati dell'aria in quelle sublimi altezze dell'atmosfera: questi due grandi uomini erano valenti scienziati, valorosi esperimentatori e uomini di vaglia nell'istesso tempo. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Valente - † VALENTRE e † VALENTRO. Agg. Che vale assai nella sua professione, Eccellente Valens, aureo. Bocc. Nov. 7. g. 1. (C) Voi dovete sapere che Primasso fu un gran valente uomo in gramatica. E nov 2. g. 10. Io trovai più vicino ch'e' bagni un valente medico, il quale ottimamente guarito m'ha. Soder. Colt. 21. La prima cosa che ha a fare un valente agricoltore, volendo ben coltivare e trattare e tenere la sua possessione, si è pensare a' modi di sanarla (la vite) dall'acqua. [G.M.] Segner. Mann. Apr. 25. Valente predicatore. E Quares. 11. 3. Medico valente. Fag. Rim. Ha il baco d'essere un uom valente. – Valente disegnatore, pittore. Valente letterato. Valente ellenista.

2. Per Prode, Potente, Savio, Prudente, D'assai Bocc. Nov. 7. g. 8. (C) E come a valente uomo, sieti assai l'esserti potuto vendicare. E ivi: E chia mimi gentiluomo e valente. [G.M.] E nov. 9. g 10 l gentiluomini tutti se n'andarono a riposare: ed esso con li tre suoi rimase; e con loro in una ca mera entrati, acciocchè niuna sua cara cosa rimanesse che essi veduta non avessero, quivi si fece la sua valente donna chiamare. E appresso: Più anni con la sua valente donna poi visse. = Dant. Purg. 4. (C) E disse: Va' su tu, che se' valente. G. V. 4. 21. 1. Di questa donna e del marito nacque la valentre contessa Matelda. Cavalc. Med. cuor. cap. 5. 109. var. Lo valente cavaliere non sente quasi le sue ferite, riguardando bene le ferite del suo capitano Cristo. Boez. G. S. Dov'è or Bruto, cotanto valente? Franc. Barb. 150. 9. Credon per tale usare Esser creduti valenti e temuti. Vit. S. Giov. Bat. P. N. (M.) Come valentro cavaliere. [Pol.] Fatt. En. rubr. 59. Abbi a mente gli esempi de' tuoi maggiori, e ad esempio di loro tu ti svegli ad essere valente. [Camp.] Metam. XIII. E l'ira la fece valente. [G.M.] Morg. 24. 165. Ma io ti so ben confortar di tanto, Che l'anima sua in ciel visibilmente Fu portata dagl'Angel'con gran canto, E come e' si morì com'uom valente = Dep. Decam. 80. (C) Nè altro importa in questi ta' luoghi signore, che quel che si dice tutto il giorno uom da bene, valent'uomo, ed i nostri più antichi prod'uomo. T. Niccol. Pros. Tosc. 1. 209. Beni, che… son veramente d'Iddio, lieta prole e valente, abbondanti ricolti, fecondi armenti, ampie ricchezze.

T. Prov. Tosc. 126. La madre misera fa la figlia valente. E 163. A voler fare un valente, convien fargli villania. E 168. L'asino porta il basto e non lo sente; se non lo sente, egli è assai valente. (volenteroso e gagliardo).

3. Capace, Idoneo. Non usit. S. Agost. C. D. 21. 2. (M.) Se le potremo mostrare ad occhio, ovvero per valenti e sufficienti testimonii, colla medesima infedeltà contenderanno.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: vale, valemmo, valenciana, valenciane, valenciani, valenciano, valendo « valente » valenti, valentina, valentino, valenza, valere, valeria, valeriana
Parole di sette lettere: valdesi, valemmo, valendo « valente » valenti, valenza, valeria
Lista Aggettivi: valdostano, valenciano « valente » valicabile, valido
Vocabolario inverso (per trovare le rime): lente, imbestialente, salente, trasalente, risalente, assalente, portalente « valente (etnelav) » tetravalente, esavalente, pentavalente, eptavalente, prevalente, bivalente, ambivalente
Indice parole che: iniziano con V, con VA, parole che iniziano con VAL, finiscono con E

Commenti sulla voce «valente» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze