Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «passo», il significato, curiosità, forma del verbo «passare» sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Passo

Forma verbale
Passo è una forma del verbo passare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di passare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia

Foto taggate passo

aspettando il Giro d'Italia

la strada dello steĺvio
 
Giochi di Parole
La parola passo è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: ss.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ossa).
Divisione in sillabe: pàs-so. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: passò.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: possa (scambio di vocali), psoas, sposa.
Componendo le lettere di passo con quelle di un'altra parola si ottiene: +idi = apodissi; +per = appresso; +ara = assapora; +[ari, ira, ria] = assapori; +[aro, ora] = assaporo; +[eri, rei] = assopire; +[ari, ria] = assopirà; +[ori, rio] = assopirò; +tai = assopita; +[avi, vai, via] = assopiva; +voi = assopivo; +cra = cosparsa; +[ere, ree] = esaspero; +[ere, ree] = operasse; +[eri, ire, rei] = operassi; +pie = oppiasse; +pii = oppiassi; +per = oppressa; ...
Vedi anche: Anagrammi per passo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: basso, casso, lasso, masso, parso, pasco, passa, passi, pasto, posso, sasso, tasso.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bassa, basse, bassi, cassa, casse, cassi, gassa, gasse, hassi, lassi, lassù, massa, masse, massi, nassa, nasse, sassi, tassa, tasse, tassi.
Con il cambio di doppia si ha: pacco, panno, pappo, parrò, patto, pazzo.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: asso, pass.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: spasso.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: fossa, mossa, possa, rossa.
Parole con "passo"
Finiscono con "passo": spasso, bipasso, bypasso, bypassò, ripasso, ripassò, compasso, lampasso, sorpasso, sorpassò, trapasso, trapassò, oltrepasso, oltrepassò, segnapasso, sottopasso, sovrappasso, contrappasso.
Contengono "passo": spassosa, spassose, spassosi, spassoso, spassosamente.
»» Vedi parole che contengono passo per la lista completa
Parole contenute in "passo"
asso, pass. Contenute all'inverso: ossa.
Incastri
Inserendo al suo interno rado si ha PAradoSSO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "passo" si può ottenere dalle seguenti coppie: pace/cesso, pagro/grosso, pala/lasso, pale/lesso, pane/nesso, parità/ritasso, paro/rosso, pasca/scasso, pasci/scisso, pasco/scosso, pasqua/squasso, paste/stesso, paté/tesso, pavé/vesso, pasca/caso, pascerò/ceroso, pasco/coso, pascolerò/coleroso, paste/teso, pasto/toso.
Usando "passo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: dopa * = dosso; lupa * = lusso; nepa * = nesso; * soci = pasci; tapa * = tasso; * socia = pascià; scopa * = scosso; chip * = chiasso.
Lucchetti Riflessi
Usando "passo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ossia = paia; * osca = pasca; * osco = pasco; * osta = pasta; * oste = paste; * osti = pasti; * ostina = pastina; * ostelli = pastelli; * ostello = pastello; * osteggiare = pasteggiare.
Cerniere
Usando "passo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * cip = associ.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "passo" si può ottenere dalle seguenti coppie: pasci/soci, pascià/socia.
Usando "passo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: dosso * = dopa; lusso * = lupa; nesso * = nepa; * nesso = pane; * rosso = paro; * tesso = paté; * grosso = pagro; * caso = pasca; * scisso = pasci; * stesso = paste; * aro = passar; pasca * = scasso; pasci * = scisso; pasco * = scosso; paste * = stesso; * ceroso = pascerò; * ateo = passate; * avio = passavi; pasqua * = squasso; * aggio = passaggi; ...
Sciarade incatenate
La parola "passo" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: pass+asso.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "passo" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ardo = paradosso; * arno = passarono; * atre = passatore; * atri = passatori; apina * = appassiona; * inali = passionali; * rover = provassero; setter * = spettassero.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "passo"
»» Vedi anche la pagina frasi con passo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Anche chi ha il passo corto può percorrere tanta strada.
  • Passo dopo passo, fatica dopo fatica, si può arrivare alla meta!
  • Mi piaceva molto quando il professore di educazione fisica gridava "passo".
Proverbi
  • Il peggior passo è quello dell'uscio.
  • Non fare il passo più lungo della gamba.
Espressioni e Modi di Dire
Libri
  • Passo profondo (Scritto da: Orio Vergani; Anno 1939)
  • A passo d'uomo (Scritto da: Lorenzo Montano; Anno 1957)
Canzoni
  • A un passo dai miei sogni (Cantata da: Ron; Anno 1993)
  • Passo su passo (Cantata da: Claudio Villa e Peggy March; Anno 1964)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Squarcio, Passo, Brano, Pezzo, Tratto - Per leggere uno Squarcio di un autore o di un'opera, si prende il libro e si apre anche a caso, cominciando e terminando dovunque. Ciò si può fare per vederne lo stile e la lingua. - Così un Brano, che sarebbe uno Squarcio più breve. - Un Passo invece si legge o si riferisce come autorità; in esso è racchiuso argomento o sentenza che convalida la nostra tesi. - «Coi passi delle divine Scritture e dei Padri condisce e rafferma i suoi detti il banditore della divina parola.» - Pezzo è più generico. Però un pezzo di musica si dice propriamente, ma non così un pezzo di poesia o di prosa. - Un Tratto è un aforisma di un autore o altro modo sentenzioso. (Zecchini). [immagine]
Passaggio, Passata, Passatella, Passo - Passaggio è l'andare da un luogo in un altro, generalmente di più persone che vadano anche alla sfilata o in più giorni; e anticamente Passaggio si disse per le Crociate. - La passata suppone tempo breve, e si trasporta agevolmente al figurato. - «Il tale ha fatto una gran passata negli studii.» - La voce Passatella indica l'atto del passare momentaneo e quasi in fretta: «Domattina darò una passatella da casa tua.» Ma è del linguaggio familiare. - Passo si dice del passare a tempi determinati, e specialmente di uccelli, che però si dicono Uccelli di passo. Per es.: «E' cominciato il passo dei tordi,» che per giuoco si applica anche a persone: «E' cominciato il passo dei pellegrini.» [immagine]
Floscio, Vizzo, Avvizzito, Passo, Grinzo, Rugoso, Mencio, Grinzoso, Ruga, Grinza, Crespa - Tali differenze sono ottimamente poste dallo Zecchini, e da lui le piglio. - «Floscio, delle carni, specialmente delle guancie, per esempio, quando non resistono al tatto come dovrebbero. - Grinza, la pelle già tutta aggrinzita. - Grinzosa, che fa grinze, che ha già qualche grinza. - Rugosa la pelle della fronte che si corruga per ira o per forte tensione dello sguardo; da ciò si può dedurre che la grinza sta sempre e la ruga può essere accidentale, passeggiera. - Crespa, leggiera grinza, ruga poco profonda e quasi superficiale. - Vizzo si riferisce semplicemente allo stato presente della cosa. - Avvizzito, e allo stato e alle cause che così l'hanno ridotta, fra le quali può essere precipua l'azione del tempo: si dicono e delle carni dell'uomo e dell'uomo tutto, e delle frutta che cominciano a disseccare per la evaporazione degli umori che contenevano. - Passo e delle frutta e delle erbe e de' fiori e delle piante che per mancanza d'umore languono. - Mencio vale molle, poco consistente; a me pare una cosa medesima con manco, mancante: carni mencie son quelle che mancano o pajono mancare del necessario nutrimento e non hanno quella elasticità e durezza normale che dovrebbero avere: le carni si fanno mencie o per malattia o per l'età avanzata o per mancanza proprio del necessario e conveniente nutrimento. Floscio è opposto a resistente, a teso; passo, vizzo, avvizzito, a fresco; grinzo, grinzoso, rugoso, a liscio, disteso; mencio, a consistente, ad elastico.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Andamento, Andatura, Andare, Andata, Marcia, Passo - Andamento significa il modo con cui s'incammina e procede cosa o persona. Andatura è proprio il modo d'andare della persona, anche dell'animale, ma di questo meno bene. Andare è il fatto assoluto dell'andare: andar bene o male; bell'andare, brutto andare e simili. Andata significa l'atto dell'andare, proprio il movimento: il passo è specialmente il modo di andare naturale all'uomo: l'uomo solo passeggia: però il cavallo o altro animale che vada lento dicesi che va di passo o al passo. Marcia è propriamente l'andare delle truppe: implica l'idea di regolarità, d'ordine e di continuazione con cui le truppe sogliono marciare. [immagine]
Marcia, Andata, Andatura, Passo - L'andatura è il modo di andare, abituale, se vuolsi, della persona: il passo, lento, naturale, accelerato, segna la maggiore o minor fretta di chi va. L'andata ha per opposto la venuta; sono i due atti finali dell'andare e del venire: la marcia è l'andare delle truppe in ordinanza, o quando fanno cammino: marcia dicesi il suono de' tamburi o della musica militare che segna il tempo del passo ai soldati. [immagine]
Squarcio, Passo, Brano, Pezzo, Tratto - Per leggere uno squarcio d'un autore, o di un'opera, si prende il libro e si apre anche a caso cominciando e terminando dovunque; ciò si può fare per vederne lo stile e la lingua; così un brano, che sarebbe uno squarcio più breve. Un passo invece si legge o si riferisce come autorità; in esso è racchiuso argomento o sentenza che convalida la nostra tesi: coi passi delle divine Scritture e de' Padri condisce e rafferma i suoi detti il banditore della divina parola. Pezzo è più generico; però un pezzo di musica si dice propriamente; ma non così un pezzo di poesia o di prosa: un tratto è un aforisma di un autore o altro modo sentenzioso. [immagine]
Floscio, Vizzo, Avvizzito, Passo, Grinzo, Rugoso, Mencio, Grinzoso; Ruga, Grinza, Crespa

Passo, Passaggio, Passata, Transito - Passo ha molti significati: dare il passo, lasciare, permettere di passare; cedere il passo, per rispetto o altra convenienza; fare un buon passo, un passo falso: poi il passo delle Termopili, luogo da passare; passo d'armi, specie di torneo; passo di scuola; un passo, andar di passo; bel passo di musica e simili. Passaggio l'atto del passare; il passaggio delle truppe; la vita è un passaggio: colla parola passaggio si fa ordinariamente il modo avverbiale, di passaggio. Passata è passaggio anche lui ma suona come cosa già succeduta: la passata de' Francesi, de' Tedeschi lasciò dietro di sé meschine reliquie. Dar passata a una cosa è lasciarla correre per quanto vale e non la pesare tanto pel minuto; è dar la tara a chi l'ha fatta. Transito si dice per lo più del passare che fanno le mercanzie da uno Stato all'altro traversandone un intermedio; in questo ultimo stato passano di transito: transito il passo che sta fra la vita e la morte, il transito di S. Giuseppe è celebrato dalla Chiesa. [immagine]
Stretto, Gola, Passo, Varco, Valico, Callaia - La gola è quello spazio di terreno non troppo largo che resta fra due montagne le quali nelle loro sinuosità o sporti si avvicinino di molto: il passo è poi, in questo caso, il punto più stretto della gola, e dove proprio per uscirne fuori si ha da passare. Lo stretto è più generalmente braccio di mare fra due terre, relativamente molto vicine. Lo stretto di Messina, di Bonifazio, di Calais; quest'ultimo si dice anche passo, dal passaggio continuo de' viaggiatori tra la Francia e l'Inghilterra: non dimentichiamo però il celebre passo delle Termopile. Varco è poetico: attendere al varco; ha senso anche traslato, ed è aspettare il ragionatore a un certo punto in cui l'argomento gli sfugga o gli venga meno, e qui oppugnarlo e vincerlo. Valico è quel passo che si fa nelle siepi per passare nei campi; se è più largo è detto callaia. Dissi in altro articolo che callaia, che viene da calle, voce essa pure poetica, è quel sentiero fatto da chi primo passa sulla neve, e dove poi tutti un dietro l'altro vanno. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Passo d’armi - Denominazione comune al luogo che gli antichi cavalieri intraprendevano di difendere, ed al combattimento che un tenente, o solo o accompagnato da più cavalieri, offriva ne' tornei contro chiunque si presentasse. Il passo dell'arco trionfale, che Francesco duca di Valois aperse nel 1514. con nove cavalieri, nella via Sant'Antonio di Parigi, per le feste delle nozze di Luigi XII., non era altro che un passo d'armi. [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Passo - Passus. Misura itineraria ovvero per le distanze. Lisandro comentator di Vitruvio distingue sei sorte di Passi: il primo contiene, dice egli, un Piede e più l'intervallo che lo separa dall'altro, Vestigium et Intervallum, laonde due Piedi; il secondo contiene due piedi, e la metà dell'intervallo, che li separa, duo Vestigia et medium Intervallum, laonde due piedi e mezzo, il terzo contiene i due piedi e l'intervallo lor per intero, duo vestigia et intervallum, laonde tre piedi. Le altre tre sorte di Passi sono presi da questi tre primi col raddoppiarli. il Passo doppio della seconda specie, vale a dire quello di cinque piedi, regola le Strade e le Miglia, e vien detto Passo geometrico.
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Al passo - Au pas. Comando che si dà ad una truppa, o nella manovra o nella istruzione, per richiamare l'attenzione a portare la cadenza del passo, essendo a piedi, o per far passare una truppa a cavallo da una più grande velocità ad una minore, come dal trotto al passo. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: passivamente, passive, passivi, passivismi, passivismo, passività, passivo « passo » password, pasta, pastafrolla, pastafrolle, pastai, pastaia, pastaie
Parole di cinque lettere: passi « passo » pasta
Vocabolario inverso (per trovare le rime): collasso, prolasso, masso, ammassò, ammasso, ananasso, satanasso « passo (ossap) » segnapasso, trapasso, trapassò, oltrepasso, oltrepassò, bipasso, ripasso
Indice parole che: iniziano con P, con PA, iniziano con PAS, finiscono con O

Commenti sulla voce «passo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze