Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «presente», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Presente

Aggettivo
Presente è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: presente (femminile singolare); presenti (maschile plurale); presenti (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di presente (attuale, corrente, contemporaneo, odierno, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
passato (27%), futuro (15%), assente (8%), appello (7%), tempo (4%), attuale (4%), ora (4%), scuola (3%), oggi (3%), regalo (3%), essere (2%), eccomi (2%), indicativo (2%), dono (2%), sempre (2%), esserci (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Prese « * » Presentemente]
Giochi di Parole
La parola presente è formata da otto lettere, tre vocali (tutte uguali, è monovocalica) e cinque consonanti. Lettera maggiormente presente: e (tre).
Divisione in sillabe: pre-sèn-te. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: serpente.
presente si può ottenere combinando le lettere di: [est, set] + neper; step + [nere, rene]; per + tense; sten + pere.
Componendo le lettere di presente con quelle di un'altra parola si ottiene: +[adì, dai, dia] = dipanereste; +dea = espanderete; +[ami, mai, mia] = esperimenta; +mio = esperimento; +[ami, mai, mia] = impanereste; +rii = inspirerete; +ivi = ipertensive; +dei = pedinereste; +idi = pedineresti; +ito = pensieretto; +[agi, gai, già] = piangereste; +tai = piantereste; +zar = pranzereste; +dir = prenderesti; +sta = presentaste; +tai = presentiate; +dei = presiedente; +noi = pretensione; +ozi = pretenziose; +ugo = proseguente; +[ari, ira, ria] = rapinereste; +gin = respingente; +[eri, ire, rei] = ripenserete; +dir = riprendeste; ...
Vedi anche: Anagrammi per presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: premente, presenta, presenti, presento, presenze, presette, presunte.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: prete, pesete, peste, pene, reste, rene, rete, sete.
Parole con "presente"
Iniziano con "presente": presenterà, presenterò, presenterai, presenterei, presenteremo, presenterete, presentemente, presenteranno, presenterebbe, presenteremmo, presentereste, presenteresti, presenterebbero.
Finiscono con "presente": onnipresente.
Contengono "presente": ripresenterà, ripresenterò, rappresenterà, rappresenterò, ripresenterai, ripresenterei, rappresenterai, rappresenterei, ripresenteremo, ripresenterete, rappresenteremo, rappresenterete, ripresenteranno, ripresenterebbe, ripresenteremmo, ripresentereste, ripresenteresti, rappresenteranno, rappresenterebbe, rappresenteremmo, rappresentereste, rappresenteresti, ripresenterebbero, rappresenterebbero.
»» Vedi parole che contengono presente per la lista completa
Parole contenute in "presente"
ente, rese, prese, sente, esente.
Incastri
Inserendo al suo interno pos si ha PREposSENTE; con tan si ha PRESENtanTE; con zia si ha PRESENziaTE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "presente" si può ottenere dalle seguenti coppie: presepi/pinte.
Usando "presente" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * sentendo = prendo; aspre * = assente; * tetano = presentano.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "presente" si può ottenere dalle seguenti coppie: presa/assente, presse/esente.
Lucchetti Alterni
Usando "presente" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: assente * = aspre; presentaci * = tacite; * presentano = tetano; * pinte = presepi; presentarla * = tarlate; * aie = presentai; * tacite = presentaci; * alee = presentale; * aloe = presentalo; * aree = presentare; * atee = presentate; * eroe = presenterò; * tarlate = presentarla.
Sciarade incatenate
La parola "presente" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: prese+ente, prese+sente, prese+esente.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "presente" (*) con un'altra parola si può ottenere: rita * = ripresentate.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "presente"
»» Vedi anche la pagina frasi con presente per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il nostro presente sarà il passato per i nostri figli, ma era il futuro per i nostri padri.
  • Ho visitato un'importante mostra delle Poste Italiane dove gli oggetti esposti erano divisi in passato, presente e futuro.
  • Vivere intensamente il presente è la cosa più saggia che l'uomo possa fare.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario grammaticale della lingua italiana del 1869
Presente (tempo) - Dicesi che un verbo è nel tempo presente (modo indicativo) quando afferma cosa che avviene nel momento in cui si parla o si scrive, come:

Io sono
Tu sei, e se'
Colui è.
Noi siamo
Voi siete
Coloro sono.

Esemp. Io sono oltremodo contento di aver soccorso quel povero.

Nota che non potendo il presente, vale a dire il momento in cui si parla o scrive, dividersi, non vi è per ogni modo de' verbi che un solo tempo presente, a differenza del passato e del futuro che si suddividono.

I presenti de' varii modi, prendendo ad esempio il verbo parlare, sono i seguenti:

Indicativo
Pres. Io parlo, tu parli ec.

Imperativo
«Parla tu, parli uno ec.

Soggiuntivo
Pres. Ch'io parli ec.

Condizionale
«Parlerei, parleresti ec.

Infinito - Parlare

Alcuni grammatici chiamarono il tempo presente del Condizionale Futuro condizionato. [immagine]
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Presentemente, Al presente, Di presente - Presentemente indica il tempo che attualmente corre mentre parliamo: però ha molto del relativo e dell'indeterminato, e anche maggiore indeterminatezza ha il modo Al presente, perchè non limita il tempo. - «Presentemente non ce n'è, ma dentro il mese verranno.» - «Anticamente si faceva, al presente non si fa più.» Il modo Di presente indica invece istantaneità. - «Lo ferì e di presente lasciò la città.» - Questo modo non è più dell'uso comune, ma solo alcuni lo usano erratamente per Al presente. [immagine]
Al presente, Di presente, Ora, Adesso, Attualmente - I giovani notino bene queste differenze. Al presente e Presentemente significano in generale il tempo, o i tempi presenti, per rispetto a' passati, nè c'è divario tra essi, se non di maggiore o minor larghezza. - «Prima era reputata vergogna a far ciò; al presente niuno ne arrossisce.» - Alcuni dicono affettatamente Di presente per Al presente; ma Di presente sonerebbe piuttosto Istantaneamente, come sempre si usava dagli antichi. - Ora segna momento presente, o i momenti prossimi al presente. - «Ora è il momento di operare.» - E quando uno è chiamato, risponde: Ora vengo, accennando qualche momento d'indugio; il quale indugio se è maggiore, si dice Or'ora. - Adesso accenna relazione più diretta al passato. - «Prima si faceva così, adesso si fa tutto il contrario.» - Vedi anche in Dianzi.

[Attualmente per Presentemente, Al presente, è più francese che italiano quando non sia usato come contrapposto a idea di potenza o si riferisca all'atto esteriore in quanto è sequela dell'interiore, e non sembra si possa adoperare che quando si tratti, come dice il Tommaseo, d'atto presente, nel qual rispetto può dirsi attualmente e del tempo passato e del futuro. - Quanto a Ora e Adesso si noti che i Fiorentini nel linguaggio familiare non dicono quasi mai Adesso, mentre questa è la forma preferita nella maggior parte d'Italia. - G. F.] [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Dono, Presente, Donazione, Donagione, Donativo, Donoro, Regalo, Largizione; Donare, Dare, Presentare, Offrire - Si può far dono di cosa che sia lontana; il presente, come suona e significa la parola, deve, nel darsi, venir presentato alla persona cui si vuol dare: nel dono pare che vi sia maggiore generosità; nel presente invece può essere l'idea di cattivarsi l'attenzione o la benevolenza di colui al quale si fa: si presentano anche i semplici omaggi, le proteste di rispetto: si dà il cuore, la fortuna, la vita. Donazione è dono solenne e per atto legale o giudiziario: la donazione dev'essere di una certa rilevanza se ha da meritare la spesa e l'apparato di quest'atto. Donagione è dell'uso toscano, dice Tommaseo, e men solenne e legale della donazione; è più rilevante del dono. Donora si dicono specialmente que' regali che fa lo sposo alla sposa nell'atto del matrimonio. Donativo è termine famigliare; si fanno di cose di poco prezzo intrinseco, ma di un valore grande, se è relativo all'affetto di chi dà e di chi riceve: si fanno fra stretti parenti e fra amici intrinseci, corrispondono ai petit prèsents, che, secondo i Francesi, entretiennent l'amitiè. Il regalo ha da essere di cosa appariscente e fatto con una certa pompa e in certe circostanze solenni: talvolta il regalo non è di cosa tale da potersi considerare come un dono; un caro amico viene d'improvviso a pranzo da voi; ei, se v'è caro davvero, vi fa un regalo. Largizione è dono che il ricco fa al povero; è prova di generosità e di buon cuore; è elemosina abbondante, fatta di cuore, e quasi maggiore di quanto le forze non paiono permettere: quasi come se uno, così facendo, andasse più in là delle possibili e naturali sue forze. Donare è proprio far dono altrui di cosa già nostra: dare ha molti altri sensi: si danno tante cose che doni non sono: si danno busse, consigli, risposte ecc. Si dà nel porgere, nel vendere: nell'urtare si dà dentro. Presentare, in questo senso, è porgere il dono, il regalo che si vuol fare; è unire alla cosa data l'atto positivo del donare. Offerire è un presentare, nel dubbio ancora che altri accetti: si offre un pranzo, la propria servitù, le scuse, una somma, ma non si sa se verranno queste cose ricevute o aggradite; talvolta offerire val proprio il presentare; ma unendo al presente la preghiera viva della voce e dell'atto supplichevole, acciò il presente riesca o più accetto o faccia maggior impressione sull'animo di chi l'ha da ricevere, unendovi un atto di umiliazione, di rispetto, di ossequio, di supplica o di confidenza, secondo il caso. [immagine]
Presentemente, Al presente, Attualmente - Il secondo esprime meglio l'epoca attuale; il primo un tempo più ristretto e più vicino per conseguenza al momento presente: al presente si predica e si proclama il progresso e sta bene; pure vi sono presentemente nella società ancora elementi tali da disgradarne le epoche credute più barbare: non citerò che il pauperismo e tutte le sue conseguenze ad esempio. Attualmente, dice proprio il momento presente, quasi il tempo in atto: anche attualmente si muore di fame in Irlanda (sempre 1848). [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: presentavamo, presentavano, presentavate, presentavi, presentavo, presentazione, presentazioni « presente » presentemente, presenterà, presenterai, presenteranno, presenterebbe, presenterebbero, presenterei
Parole di otto lettere: presenta « presente » presenti
Lista Aggettivi: presentabile, presentato « presente » preserale, presidenziale
Vocabolario inverso (per trovare le rime): termoindurente, furente, scaturente, sente, rasente, esente, imborghesente « presente (etneserp) » onnipresente, militesente, risente, acquisente, riacquisente, requisente, inquisente
Indice parole che: iniziano con P, con PR, iniziano con PRE, finiscono con E

Commenti sulla voce «presente» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze