Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «richiesta», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «richiesto», associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Richiesta

Forma di un Aggettivo
"richiesta" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo richiesto.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di richiesta (preghiera, domanda, interrogativo, supplica, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
domanda (44%), istanza (3%), aiuto (3%), amicizia (3%), esaudita (2%), gentile (2%), urgente (2%), scritta (2%), offerta (2%), pubblica (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola richiesta è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: ri-chiè-sta. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: chiariste, rischiate, satiriche, schiarite, schierati.
richiesta si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): tir + chiesa; sir + chetai; tris + achei; [siti] + arche; rii + tasche; [iris] + cheta; hit + [recisa]; set + chiari; tre + ischia; [site] + archi; [erti] + aschi; [irite] + cash; sieri + chat; restii + hac; the + sicari; [ehi] + [castri]; citi + share; ischi + [arte]; rischi + [eta]; che + [istria]; echi + [astri]; cheti + [arsi]; [eschi] + [arti]; teschi + [ari]; [rechi] + [asti]; chieti + ras; chiesi + [tar].
Componendo le lettere di richiesta con quelle di un'altra parola si ottiene: +bot = abortistiche; +ton = antistoriche; +rna = arrischiante; +ras = arrischiaste; +ben = biancheriste; +dir = districherai; +ton = inchiostrate; +pet = iperstatiche; +[ile, lei] = israelitiche; +alt = lastrichiate; +nut = naturistiche; +poe = operaistiche; +pro = periostrachi; +pin = piastriniche; +cra = raschiatrice; +gel = regalistiche; +ram = rimasticherà; +rom = rimasticherò; +rom = rimorchiaste; +cip = ripicchiaste; +rna = rischiarante; +ira = rischiariate; ...
Vedi anche: Anagrammi per richiesta
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: richieste, richiesti, richiesto.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: risa, rita, resta, resa, chiesa, cheta, cista, cita, cesta.
Parole contenute in "richiesta"
chi, est, sta, chiesta. Contenute all'inverso: sei.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "richiesta" si può ottenere dalle seguenti coppie: richiede/desta, richiedenti/dentista, richiedete/detesta, richiedeva/devasta, richiedi/dista, richiese/sesta, richiese/eta.
Usando "richiesta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * stadi = richiedi; * stadera = richiederà.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "richiesta" si può ottenere dalle seguenti coppie: richiederà/stadera, richiedi/stadi, richiesi/stasi, richiesi/tai.
Usando "richiesta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * richiesi = stasi; * dista = richiedi; * devasta = richiedeva; * dentista = richiedenti.
Frasi con "richiesta"
»» Vedi anche la pagina frasi con richiesta per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Possibile che non sia più richiesta nessuna competenza per questo lavoro? Ai miei tempi i controlli erano rigorosi.
  • Purtroppo la sua richiesta d'aiuto rimase inascoltata.
  • La richiesta di causa di servizio per l'incidente in itinere deve essere avanzata entro sei mesi dall'evento.
Proverbi
  • Scusa non richiesta, accusa manifesta.
Espressioni e Modi di Dire
  • Fermata a richiesta
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Ricerca, Richiesta, Cercato, Ricercato - Ricerca, dice maggior cura nel cercare la cosa e maggiore stima di essa. Richiesta, la domanda che si fa ad altri della cosa: Ricerca di cose non comuni; Richiesta di quelle in assai numero. - «Un negoziante che ebbe già molte richieste di una certa mercanzia, avendola smerciata tutta, non può sodisfare alle ricerche che gliene fanno i suoi corrispondenti.» - «Un cantante ha molte ricerche per l’estero. – Gli uomini di sapere, dice il Tommaseo, avevano un tempo molte ricerche dalle Università più cospicue d’Italia e fuori.» - «Per sodisfare alle molte richieste di un libro osceno, l’editore fa sapere al pubblico che ne sta preparando una nuova edizione con note ed aggiunte.» - «Vengono all’editore varie ricerche di un’edizione già esaurita.» - Cercato e Ricercato dicono la cura soverchia e appariscente del ritrovare ornamenti; ma Ricercato dice maggiore affettazione. – Grazie cercate negli atti possono piacere a chi non guardi troppo pel sottile; le ricercate danno nell’occhio a chiunque e non posson piacere a chi abbia fior di gusto. Una rima cercata, non viene spontanea, ma se per trovarla si ricorra a parola ricercata, lo stento si sente di più. Lo stile ricercato prima stucca, poi disgusta: certe durezze dello stile possono essere pensatamente cercate e non meritare il biasimo di ricercate. L’astratto è Ricercatezza; in questo senso sonerebbe francese Ricerca. G. F. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Domandare, Interrogare, Chiedere, Richiedere, Cercare, Ricercare, Esigere, Domanda, Domandita, Chiesta, Richiesta, Ricerca, Petizione, Interrogazione, Quesito - Domandare è generico; gli altri non sono che specie del domandare: si domanda per sapere, per ottenere; domando scusa, domando che ora è; molti libri son fatti per domande e risposte. Chiedere è domandare con una certa premura e instanza: chiedere perdono; chiedere un impiego; la limosina: qui, domandare sarebbe meno efficace, e dimostrerebbe minor desiderio o necessità di ottenere. Richiedere è chiedere di nuovo, e quasi chiedere con doppio calore: uno richiede un favore, e già si fa promettere che gli verrà accordato: si richiede un imprestito, una parola di protezione, di interposizione che può salvare talvolta l'onore e la vita. L'interrogare è per avere una risposta: il domandare può avere per solo scopo la curiosità: l'interrogare è più grave: il giudice interroga l'accusato sulle circostanze del suo delitto; il padre interroga il figlio intorno a qualche sua scappata: l'interrogare, per conseguenza, dimostra una certa autorità, onde non si dirà molto propriamente, il figlio interrogò il padre; ma il figlio domandò, o al più chiese e richiese a suo padre. Per cercare, in questo senso, bisogna domandare dov'è l'oggetto cercato, e interrogare chi può averlo veduto: cercate e troverete; domandate e vi sarà dato: queste due frasi hanno senso affine, e stanno bene a questo modo in progressione del loro valore. Ricercare è più di cercare, è cercare accuratamente; è interrogare ogni angolo, ogni persona per avere o trovare la cosa voluta: fate, dicono i teologi, una diligente ricerca di tutti i vostri peccati; ed è come se dicessero: guardate bene nella vostra coscienza, interrogatela rigorosamente. Esigere, oltre il senso di riscuotere danaro, significa sempre volere o pretendere in ragione di una certa autorità o ragione legittima o illegittima che sia: l'orgoglioso esige rispetto; l'incivile cortesie; l'avaro, inviti e regali; si esige per lo più ciò che meno si è disposti a dare: altra delle anomalie che nell'uomo s'incontrano.

«In molti casi in cui cade il verbo chiedere, l'uso a chiesta sostituisce domanda. Domanda, diciamo, non: chiesta d'aiuto; domanda d'una grazia e simili. Domandita, in alcuni dialetti toscani, è l'atto del domandare, non in quanto è affine ad interrogare, ma in quanto è affine a chiedere. Chiesta ha qualche senso speciale. Chiesta d'una fanciulla in isposa: chiesta che fanno gl'impiegati al governo, della carta, della legna necessaria per gli uffizii. Richiesta è più forte. Le domande replicate e calde diventan richieste. Nelle cose importanti ha luogo richiesta assai meglio che domanda. Aver richiesta, aver molte richieste, dicesi delle cose che sono in credito, e sono desiderate e ricercate. Queste dicesi anco ricerca; se non che ricerca è più raro, e s'applica non a diritti, ma alle persone e alle cose soltanto. Ricerca poi dicesi delle indagini che si fanno di persone o di cose; le quali indagini suppongono di necessità molte domande e richieste, ma non sono tutt'uno con esse. Petizione, ognun sa che è domanda presentata all'autorità giudiziaria o civile (o a qualunque altra). Petizioncella, e petizioncina, e interrogazioncella direbbesi; gli atri non soffrono diminutivo». Tommaseo.

Il quesito è una domanda speciale, riguardante per lo più oggetto o proposizione scientifica, la quale richiede non una risposta in genere, ma una soluzione esatta secondo i principii della scienza, le regole dell'arte, o le giudiziose induzioni del criterio. Al quesito: quale sarebbe il mezzo o i mezzi di guarire radicalmente la società dalla piaga del pauperismo? Se io rispondo - non lo so - faccio si una risposta, ma non isciolgo il quesito. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Richiesta - e † RICHESTA. S. m. Il richiedere, Richiedimento, Domanda. Repetitio, Ulp.; Gell. Requisitio. Red. Lett. Occh. 13. (M.) Niccolò di Baye signor di Giè fa una richiesta al parlamento, nella quale… Bocc. Nov. 7. g. 6. (C) Ad ogni sua richesta. E nov. 10. g. 8. Senza alcuna richesta di lei aspettare, le portò cinquecento be' fiorin d'oro. Coll. SS. Pad. È mestieri ch'io sia stimolato dalle tue perpetuali richeste. Fr. Jac. Cess. 41. Quando sopravviene pericolo di battaglia, allora si faccia richesta di pecunia. [Camp.] G. Guid. XV. 180. E il re fece volentieri sua richiesta (cioè, condiscese alla sua domanda) e li donò mille de' suoi cavalieri. [G.M.] Segner. Quares. 16. 2. Temeraria richiesta.

2. [Val.] Vale anche Ricerca. Fortig. Ricciard. 1. 30. Van ricercando… Orlando… E in ogni parte ne fanno richiesta.

3. Per Interrogazione. Bemb. Pros. 3. 142. (M.) Queste tre voci… quando poi si dicono senza richiesta, elle…

4. Per Citazione, Chiamata in giudizio. Strum. Pacial. (C) Ovvero per istaggimenti, sequestrazioni di cose, e pignoramenti, e rivocagioni di esse, o per altra richiesta. Cron. Morell. Per cagione della richiesta fatta di quel detto Pagolo e' rappresentossi alla detta richiesta, apparecchiato di fare tutte quelle cose…Buon. Tanc. 2. 3. Una richiesta? Debb'ire a mio pa', C'ha debito col prete cinque lire. [Cont.] Stat. Sen. Lan. I. 196. Item, di ciascheduna richiesta (si tolgano) d ij. – Additur capitulo de la richiesta. Cioè de la prima richiesta: ma da la prima richiesta in su non si paghi cavelle per una medesima cagione, e d'essa persona. Salva la ragione del messo.

5. Fig. Mor. S. Greg. (C) Nientedimeno la sua infermità lo fa piccolo, quando vien la richiesta di quella sottile e aspra esaminazione. Morg. 18. 103. E benchè fusse il Paladin sì franco, Per la percossa ebbe tanta molesta, Che poco men ch'e' non si venne manco, E non volea la seconda richiesta (qui parla d'uno, che aveva toccato una gran picchiata). T. Red. Lett. Seconderà le ansiose richieste della natura.

6. Aver richiesta, si dice delle Cose che sono in credito, o sono desiderate, o ricercate con avidità. (C)

7. Dicesi anche Esservi richiesta d'una cosa, e vale lo stesso. (Man.)

8. Maestro delle richieste. Era altre volte in Francia un Magistrato che riferiva le richieste, cioè le domande delle parti nel Consiglio del Re, preseduto dal Cancelliere. Davil. 3. 340. (Gh.) Ed a questo si procedeva con le scritture, con i conti, con lettere ritrovate, e con le deposizioni de' prigioni, assistendo Monsignor Monteleon guardasigilli, e due maestri delle richieste, alla formazion del processo, ed all'esame de' testimoni.

9. A richiesta d'uno, locuz. preposit., che vale A petizione d'uno. [Cont.] Stat. Sen. Lan. I. 179. Uno buono e leale giudice savio, il quale giuri… fare l'avvocagioni che bisogneranno al Comune dell'arte predetta… a la rinchiesta dei detti signori e sindaco. Comp. St. 27. Mille fanti tutti armati colla detta insegna o arme, che avessono a esser presti a ogni richiesta del detto gonfaloniere in piazza o dove bisognasse. = G. V. 2. 8. 2. (Man.) Carlo Martello, a richiesta del detto Papa, e de' Romani, passò in Italia. E cap. 10. 1. Fece congiura con Leone imperadore di Costantinopoli, e con Costantino suo figliuolo altresì imperadore, ed alla sua richiesta passato a Roma, tutte e tre preserla, e rubaronla. Borgh. Rip. 628. (M.) Ritrasse, a richiesta del granduca Francesco, la divina immagine della Nunziata di Firenze, grande quanto l'originale. G. V. 4. 15. 3. Papa Alessandro, a richiesta d'Arrigo Imperadore, andò a Mantova.

[G.M.] I cartelloni de' teatri annunziano che si replica a richiesta, a richiesta universale una commedia, o sim.

10. A richiesta e alla richiesta, fig. Nov. ant. 51. 4. (C) Questo sprone ci significa, che, tutto altresì visti e altresì intalentati, come noi vogliamo che i nostri cavalli siano alla richiesta de' nostri sproni…, dovemo essere a nostro Signore, ed a fare i suoi comandamenti.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: richiediamo, richiediate, richiedo, richiedono, richiese, richiesero, richiesi « richiesta » richieste, richiesti, richiesto, richiuda, richiudano, richiude, richiudemmo
Parole di nove lettere: richiamai « richiesta » richieste
Vocabolario inverso (per trovare le rime): manifesta, infesta, disinfesta, gesta, indigesta, congesta, chiesta « richiesta (atseihcir) » inchiesta, controinchiesta, maxinchiesta, siesta, lesta, gambalesta, molesta
Indice parole che: iniziano con R, con RI, iniziano con RIC, finiscono con A

Commenti sulla voce «richiesta» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze