Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «separare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Separare

Verbo
Separare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è separato. Il gerundio è separando. Il participio presente è separante. Vedi: coniugazione del verbo separare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di separare (disgiungere, dividere, distaccare, staccare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola separare è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: se-pa-rà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: separerà (scambio di vocali).
separare si può ottenere combinando le lettere di: ree + [aspra, parsa, raspa, ...]; [erse, rese, sere] + [apra, arpa, rapa]; erre + asap; pere + [arsa, rasa, sara]; [era, rea] + [aspre, parse, persa, ...]; [arse, rase, resa] + [apre, arpe, pera, ...]; [arre, erra] + pesa; serra + ape.
Componendo le lettere di separare con quelle di un'altra parola si ottiene: +osi = assaporerei; +[csi, ics, sci] = esasperarci; +sol = esasperarlo; +sim = esasperarmi; +sei = esaspererai; +udì = persuaderai; +sos = separassero; +non = separeranno; +[doso, sodo] = adoperassero; +[oste, teso] = assaporerete; +sono = esasperarono; +[oste, teso] = esasperatore; +[osti, sito, tosi] = esasperatori; +loti = estrapolerai; +liti = iperrealista; +[alti, lati, tali] = laserterapia; +[lite, teli] = laserterapie; +slot = oltrepassare; +slot = oltrepasserà; +[afri, fari, rifa'] = parafraserei; +vivi = preavviserai; +[dosi, sodi] = riadoperasse; +[dito, doti] = riadoperaste; +[levo, velo] = sopraelevare; ...
Vedi anche: Anagrammi per separare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: separate.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: sparare.
Altri scarti con resto non consecutivo: sera, serre, sere, spara, sara, erre, pare, arre.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: separarle.
Parole contenute in "separare"
ara, par, para, rare, arare, parare, separa. Contenute all'inverso: ape, era, rap, rape, rara.
Incastri
Si può ottenere da sere e para (SEparaRE).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "separare" si può ottenere dalle seguenti coppie: seri/riparare, separai/ire, separata/tare, separatore/torere.
Usando "separare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: rise * = riparare; * areata = separata; * areate = separate; * areati = separati; * areato = separato; prese * = preparare; * rendo = separando; * evi = separarvi; * resse = separasse; * ressi = separassi; * reste = separaste; * resti = separasti; * retore = separatore; * retori = separatori; riprese * = ripreparare; * ressero = separassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "separare" si può ottenere dalle seguenti coppie: semi/imparare, separerà/areare, separata/atre, separato/otre.
Usando "separare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = separata; * erte = separate; * erti = separati; * erto = separato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "separare" si può ottenere dalle seguenti coppie: separa/area, separata/areata, separate/areate, separati/areati, separato/areato, separai/rei, separando/rendo, separasse/resse, separassero/ressero, separassi/ressi, separaste/reste, separasti/resti, separate/rete, separati/reti, separatore/retore, separatori/retori.
Usando "separare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * mie = separarmi; * vie = separarvi; * torere = separatore.
Sciarade incatenate
La parola "separare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: separa+rare, separa+arare, separa+parare.
Intarsi e sciarade alterne
"separare" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: sera/pare, spara/ere.
Intrecciando le lettere di "separare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * tic = separatrice.
Frasi con "separare"
»» Vedi anche la pagina frasi con separare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non mi risulta particolarmente difficile separare il tuorlo dall'albume.
  • In casa si può separare un ambiente con mobili o con il cartongesso.
  • Se vi volete separare pensate a vostro figlio Guido.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Separare, Dividere, Distaccare - Separare due cose è mettere fra di esse una certa distanza; dividere se ne può una sola in più parti secondo la volontà o il bisogno; il dividersi adunque, quando anche voglia significare di persona da persona benvoluta ed amata, è cosa più dolorosamente sensibile. Distaccare è tor via parte da un tutto; si staccano, per es., i frutti dell'albero; quest'esempio dà norma per ogni altro. [immagine]
Separare, Scindere (nel senso legale) - Scindere è distaccare qualche circostanza accessoria dal fatto principale. Separare è di due cose riunite nel voler dare ad ognuna di esse entità speciale [immagine]
Cernere, Scegliere, Distinguere, Separare, Disgiungere, Disunire - Il cernere è un scegliere lungo e minuto; un mondare le cose dalle parti eterogenee che potessero esservisi frammiste; si cerne il riso, le lenti, ecc. Da una prima cernita si può far poi una bella e buona scelta; onde vedesi che scegliere è più rigoroso di cernere. Distinguere non è nè cernere nè scegliere; si può scegliere ciò che si è distinto fra le molte cose e persone: distinguere, è fissare l'attenzione o gli occhi più specialmente sopra di un oggetto: il distinguere suppone il conoscere: onde chi non conosce non può ben distinguere, e chi non sa distinguere mal potrà cernere o scegliere, e prenderà di fieri granchi. Disgiungere, propriamente è separare ciò che sta unito, non per assoluta continuità di parti, ma per certe giunture o nessi naturali o artifiziali, o di convenzione. Per distinguere non è sempre necessario disgiungere: le più volte basta accennare la distinzione perchè altri mentalmente disgiunga e separi ciò che non deve stare assieme, ciò che stando unito non potrebbe così bene esaminarsi. Disunire ha il più delle volte mal senso, perchè unione suona convenienza, omogeneità, simpatia: onde nel disunire è troncamento o lacerazione di parti sensibili o armonizzanti, il che non può farsi senza dolore od offesa. Il separare è atto più materiale; è uno staccare qualche parte dal tutto. Si cernono le cose miste; si scelgono quelle che hanno le proprietà volute; si distinguono quelle che hanno proprietà o apparenze diverse; si separano le cose che prima erano unite, e si disgiungono quelle che giunte le une alle altre potrebbero arrecar confusione, e che male stanno unite assieme. [immagine]
Appartare, Segregare, Separare, Allontanare - Appartare, mettere a parte, in luogo diverso. Segregare, dividere cose da cose, fattane una certa scelta, e poi tenerle lontane le une dalle altre. Segregare è più, appartare meno. Separare si può anche provvisoriamente: si separa per fare le parti, per distinguere, per allontanare, per appartare, per segregare: separare è adunque generico. Allontanare poco o molto, è far sì che le cose non siano vicine, nè si tocchino. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Separare - V. a. Disgiungere, Spartire, Disunire. (Fanf.) Aureo lat. [Cont.] Mann. Pist. Arch. St. It. App. 7. 152. Feronmi separare, e poi segretamente e particularmente esaminare quasi tutti quelli di galea, e massime l'intendenti; e di tutto feciono iscrittura. = Red. Cons. 1. 224. (M.) Fa di mestiere procurar che il fegato come glandula separatoria, separi perfettamente la bile dal sangue.

[Cont.] Di cosa specialmente nelle operazioni chimiche. Neri, Arte vetr. II. 44. Questa purificazione del sale si fa, acciò non solo sia più efficace in aprir la luna, ma anco acciò la terrestreità di detto sale non si mescoli con la luna, che allora saría difficile da separare.

2. E n. pass. Sagg. nat. esp. 34. (C) Rompendo quel velo sottilissimo che la circonda, verrà a liberarsi e interamente separarsi dall'acqua.[Cont.] Biring. Pirot. II. 7. Tali lamine o falde son più suttili che carte, anzi son sopra l'una a l'altra come quelle del talco; e, volendo, facilmente si separano. G. G. N. sci. XIII. 111. Quella resistenza che hanno tutti i corpi solidi all'esser rotti, dipendente da quel glutine che tiene le parti attaccate e congiunte, sicchè non senza una potente attrazione cedon e si separano… E Infor. Long. Li quali (Pianeti Medicei) o col congiugnersi due di loro insieme, o coll'unirsi coll'istesso Giove, o col separarsi da esso, o coll'ecclissarsi cadendo nella sua ombra, o coll'uscire di detta ombra, ci danno… punti mirabili. = Red. Cons. 1. 220. (M.) Suppongo in primo luogo, che nel fegato…, come glandula separatoria della bile, non si separi bene essa bile dal sangue.

3. [Cont.] Di separazione intellett. Picc. A. filos. nat. 60. Or questo secondo modo d'estrarre e separare con l'intelletto, non è causa di falsità nè punto inganna: conciosia che… egli ha virtù di poter separatamente formare i concetti di quelle cose che non sono tra di lor separate, cioè può intendere ed apprender queste senza quelle.

[G.M.] Ass. Del lasciar compagnie. Segner. Crist. instr. 3. 33. 1. Vi raccomanda quel mezzo, che è per voi l'unico…, ed è, fuggire, scompagnarsi, separarsi, star soli.

4. Fig. Per Far cessare. Bocc. Nov. 6. g. 4. (C) Acciocchè niuna cagione mai, se non morte potesse questo lor… amor separare, marito e moglie segretamente divennero. E nov. 8. g. 10. Una amicizia sì grande ne nacque tra loro, che mai poi da altro caso, che da morte, non fu separata.

5. E pur fig. e n. pass. Bocc. Nov. 10. g. 6. (C) Oggi io non intendo di voler da quella materia separarmi, della quale voi tutte avete assai acconciamente parlato.

[T.] Siccome diciamo Impara, Prepara, così parrebbe meglio Sepára che Sèpara. Ma sdrucciolo dicesi in qualche parte d'It., non dal pop. però, che usa al più questo verbo quando riesce quadrisill. Separiamo, Separate, Separava, Si separò, Si separeranno, Separerei, Separasti.Certo non ben suonerebbe Io mi Sèparo; peggio Sèparati, imperat.

II. T. Quando si stacca una parte dall'altra d'un sol tutto, cotesto si dice meglio Dividere che Separare. Per Dividere, d'ordin., vuolsi più forza che per Separare. Si può Separare senza allontanare di molto. Un muro Divide luogo da luogo; una parete, un paravento, Separa. Navate separate da colonne, no divise.

III. T. L'orig. di Parare denota che la separazione, può non essere senz'ordine; può anzi farsi per meglio avere l'ordine. Lastr. Agric. 2. 148. Si separano i montoni dalla vista delle pecore, e s'impedisce loro l'accoppiamento con attaccare ai medesimi un grembiule o simile sotto il ventre.

IV. Ass. Senza dire da che o da chi. T. Separare i carcerati, i sospetti di contagio.

V. T. Gente accolta insieme si Separano, Vanno ciascuno pe' fatti suoi; Si separano per poi radunarsi al bisogno; Si separano anche per attendere in separati colloquii a quel mdesimo perchè s'erano radunati. Ma in senso di Disperdersi o Essere dispersi a forza, non pare pr. Nel senso che qui notiamo, meglio parrebbe il plur., Gli uomini raccolti si son separati. L'adunanza si separò, non parrebbe pr. Se non quando di quell'adunanza se ne facesse due o più.

VI. T. Dividonsi due pers. che si amano; Separansi due che non si possono più soffrire; Due che non si trovano bene insieme, o che non si troverebbero male standosene separati. – Separarsi di letto e di mensa, non è Dividersi. Il marito discolo si divide anche stando non separato.

T. In senso più alto. G. C. dice d'esser venuto a separare l'uomo da' più cari suoi; non di videre gli animi; anzi formare nuova società, dove meglio amare anche quell; da cui ci siam separati.

[Pol.]Imit. Cr. 2. 9. 2. Finalmente bisogna che siamo abbandonati dagli amici, e che siamo separati insieme (L'un dall'altro: Insieme, è qui usato per abus.).

VII. Ass. T. Prov. Di chi vuol separare non ti fidare. (Dividere gli animi, per quindi dividere il resto, e forse appropriarselo. – Modo della Volg. Vang. Beati quando vi separeranno (dalla società vostra, e da quelli del vostro paese).

VIII. Per estens. T. Ap. Chi ci separerà dalla carità di Cristo? la tribolazione, o le angustie, o la fame? – Opere che ci separano dal regno de' cieli.

IX. Senso intell. T. Si può separare, con la mente o con ragionamento parlato o scritto, idea da idea, proposizione da proposizione; e cadrebbe pr. quando facciasi con intenzione d'ordine e in forma regolata. Il Parlamento italiano, copiando dal francese, dice Scindere un articolo della legge, o parte di quello; ma Scindere è troppo violento. Distinguere, è atto più sempl.; Dividere, quando non s'intenda della partizione di tutto un discorso, può non avere senso di lode. Separare in quaderni o in fogli distinti le memorie da consultare, le materie da meditare e trattare, aiuta a pensare e a ragionare distinto.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: separai, separammo, separando, separano, separante, separanti, separarci « separare » separarla, separarle, separarli, separarlo, separarmi, separarono, separarsi
Parole di otto lettere: separano « separare » separata
Lista Verbi: sentenziare, sentire « separare » seppellire, sequestrare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): rischiarare, riarare, acclarare, ammarare, parare, preparare, ripreparare « separare (erarapes) » riparare, equiparare, imparare, disimparare, comparare, sparare, tarare
Indice parole che: iniziano con S, con SE, iniziano con SEP, finiscono con E

Commenti sulla voce «separare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze