Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «banca», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Banca

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Almanacco: Costituita la Banca d’Italia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Banana « * » Bancata]

Foto taggate banca

Cassette

Tronchetto waterfront
 
Giochi di Parole
La parola banca è formata da cinque lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e tre consonanti.
Divisione in sillabe: bàn-ca. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: caban.
Componendo le lettere di banca con quelle di un'altra parola si ottiene: +bai = abbacina; +bio = abbacino; +bar = abbranca; +[dio, odi] = abdicano; +[eri, ire, rei] = acerbina; +tic = baccanti; +[ahi, hai] = bachiana; +[ehi, hei] = bachiane; +ohi = bachiano; +[dio, odi] = baciando; +tiè = baciante; +ili = balanici; +[ilo, oli] = balanico; +[ari, ira, ria] = baracani; +[aro, ora] = baracano; +ani = biancana; +nei = biancane; +[ciò, coi] = bonaccia; +osi = bosniaca; +ito = botanica; +[tar, tra] = brancata; +[ter, tre] = brancate; +[lao, ola] = cabalona; ...
Vedi anche: Anagrammi per banca
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bacca, banco, banda, banna, barca, basca, manca, panca, zanca.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: ganci, lance, lanci, mance, manco, mancò, pance, ranch, ranci, sancì.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: anca.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: bianca, branca, sbanca.
Parole con "banca"
Iniziano con "banca": bancale, bancali, bancari, bancata, bancate, bancacce, bancaria, bancarie, bancario, bancabile, bancabili, bancaccia, bancarella, bancarelle, bancarotta, bancarotte, bancabilità, bancarellai, bancarellaia, bancarellaie, bancarellaio, bancarellista, bancarelliste, bancarellisti, bancarottiera, bancarottiere, bancarottieri.
Finiscono con "banca": sbanca, cantambanca, saltimbanca.
Contengono "banca": sbancai, sbancano, sbancare, sbancata, sbancate, sbancati, sbancato, sbancava, sbancavi, sbancavo, sbancammo, sbancando, sbancante, sbancanti, sbancarsi, sbancasse, sbancassi, sbancaste, sbancasti, sbancarono, sbancavamo, sbancavano, sbancavate, orobancacea, orobancacee, parabancari, sbancamento, sbancassero, sbancassimo, interbancari, ...
»» Vedi parole che contengono banca per la lista completa
Parole contenute in "banca"
anca.
Incastri
Inserito nella parola si dà SbancaI; in sta dà SbancaTA; in sto dà SbancaTO; in interri dà INTERbancaRI.
Inserendo al suo interno ari si ha BANCariA; con disti si ha BANdistiCA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "banca" si può ottenere dalle seguenti coppie: baco/conca, bai/inca, baro/ronca, basta/stanca, banda/daca, bandi/dica, bandisti/distica, bannasti/nastica, bannati/natica.
Usando "banca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * cada = banda; * cade = bande; * cadi = bandi; * cado = bando; * cani = banni; roba * = ronca; * cache = banche; * cachi = banchi; * canai = bannai; * aoni = banconi; * canata = bannata; * canate = bannate; * canati = bannati; * canato = bannato; * canino = bannino; * cadendo = bandendo; * cadente = bandente; * cadenti = bandenti; * cadiamo = bandiamo; * cadiate = bandiate; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "banca" si può ottenere dalle seguenti coppie: banna/anca, banni/inca.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "banca" si può ottenere dalle seguenti coppie: band/cad, banda/cada, bande/cade, bandendo/cadendo, bandente/cadente, bandenti/cadenti, bandi/cadi, bandiamo/cadiamo, bandiate/cadiate, bando/cado, bannai/canai, bannaste/canaste, bannata/canata, bannate/canate, bannati/canati, bannato/canato, banni/cani, bannino/canino.
Usando "banca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * conca = baco; * ronca = baro; ronca * = roba; * daca = banda; * dica = bandi; bancari * = carica; banconi * = conica; * alea = bancale; * carica = bancari; * atea = bancate; * conica = banconi; * natica = bannati; bancario * = carioca; baffi * = affianca; * carioca = bancario; * distica = bandisti; * nastica = bannasti; banchieri * = chierica; * chierica = banchieri.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "banca" (*) con un'altra parola si può ottenere: si * = sbianca; * lai = balanica; * ili = bilancia; sii * = sbiancai; * alci = balcanica; rimi * = rimbianca; sino * = sbiancano; sire * = sbiancare; sita * = sbiancata; site * = sbiancate; siti * = sbiancati; sito * = sbiancato; sili * = sbilancia; imita * = imbiancata; imiti * = imbiancati; imito * = imbiancato; rimino * = rimbiancano.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "banca"
»» Vedi anche la pagina frasi con banca per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Stamane ho trovato un cartello sulla porta della banca con la scritta " chiuso per rapina".
  • La banca del sangue salva ogni anno migliaia di vite umane.
  • In banca c'è spesso molta folla e bisogna aspettare il proprio turno.
Espressioni e Modi di Dire
  • Biglietto di banca
  • Banca dati
Titoli di Film
  • Un comodo posto in banca (Regia di Edward F. Cline; Anno 1940)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Desco, Banco, Banca, Pancone - Desco è voce propria dei macellari, che chiamano così quel grosso banco, sul quale spezzano la carne. Anticamente, e i poeti e i pedanti lo dicono tuttora, si disse per Tavola da mangiare. - Il Banco è generico, e tanto si dice quello dove il negoziante sta a vender la sua merce, quanto quello dove si sta a scrivere, o quello dove siedono i ragionieri di un istituto di credito, il quale istituto pure si chiama Banco, come il Banco di Napoli; ma più spesso Banca, come la Banca toscana, ecc. - Pancone, oltre i significati diversi registrati da' vocabolarii, ha lo speciale di quella grossa e massiccia tavola su cui i legnajuoli piallano e lavorano il legname. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Bottega, Fondaco, Magazzino, Studio, Banco, Negozio, Banca - Bottega è il luogo ove si vende a ritaglio merce qualunque; ma d'ordinario s'intende più di comestibili o di minuterie: nel fondaco invece si vendono merci di maggior valore, come panni, drappi di seta e simili; il fondaco, come suona in parte la parola, suppone un fondo di mercanzie non lieve. Magazzino è il luogo ove si ripone il soprappiù della roba che non puossi in una sol volta esporre in vendita; il magazzino fornisce il fondaco e la bottega: ne' magazzini si puonno fare vendite in digrosso ai piccoli mercanti: mette ne' magazzini il fabbricante, il manifatturiere, il produttore insomma, e quivi la merce o il genere attende il momento propizio per la vendita.

« I nostri antichi pittori e statuarii chiamavano bottega il luogo ove lavoravano; oggi è chiamato studio ». Cioni.

Oggi la parola bottega par divenuta ignobile, e perciò ogni mediocre negoziante dirà: vo al negozio; ogni fabbricantuccio o magro uomo d'affari dirà: vo al banco. Studio dicesi anche quello degli avvocati, de' procuratori, de' letterati, quando questi ultimi sono assai ricchi da avere uno studiuolo a sè, ove non abbiano ad essere ogni tratto disturbati per faccende estranee allo studiare. Banca, quella de' banchieri, ove di cambiali, di sete, di metalli fini e di carte pubbliche si negozia. Le pubbliche banche sono quelle che scontano cambiali con biglietti proprii al portatore, a ciò autorizzate dal governo: Banca di Francia, Banca Nazionale da noi. Anticamente dicevansi banchi questi pubblici stabilimenti: Banco di San Giorgio [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Banca - La banca più antica è quella di Venezia, detta volgarmente Banco del giro. Fu stabilita nel 1157; ma non ricevette l'organamento definitivo se non se nel 1587. Era un uffizio di deposito pubblico per tutti i mercanti. - La banca di Genova fu stabilita nel 1345 - quelle di Amsterdam e di Amburgo nel 1609 - di Rotterdam 1636 - d'Inghilterra 1694 - di Scozia 1695. - di Vienna 1704. - di Coppenaga 1736. - di Stoccolma, Pietroburgo e Mosca 1768 - di Calcutta 1785. - Quella di Francia, creata da Law nel 1717, cadde per effetto del sistema disastroso di quell'Irlandese, e fu ripristinata nel 1800. Nel Belgio ve ne sono due: una fondata dal re Guglielmo al principio del suo regno, sotto il titolo di Società generale per l'incoraggimento dell'industria e del Commercio, e l'altra stabilita nel 1835 sotto nome di Banca del Belgio (1).

(1) Vi sono adesso delle Banche di Sconto ec: anche in Toscana ed altri Stati d'Italia.
(Nota del Trad.) [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Banca - S. f. Di senso aff. ora a Panca ora a Banco. T. Non da Abax, Abacus, ma più aff. al Germ. Banck e al Lat. Planca, Tavola piana, in qualche dial. it. Pietra piana.

Politi. Diz. Tosc. (Vian.) Banca chiamano i Senesi quello strumento di legno, sul quale possono sedere molte persone insieme, che si fa in diverse maniere, secondo il voler di chi l'usa. I Fiorentini dicono Panca.

[Cont.] Anche i Fiorentini del buon secolo dicevano Banca. Stat. Legn. 27. Cassa, arca, madia, sopidiano, botte, tino, bigoncia, barile, armario, desco o bancha, e qualunque altro lavorio.

[Cont.] Pant. Nav. 27. Eravi poi (nella nave di Jerone) un luogo con banche intorno da sedere.

T. Prov. Tosc. 297. Metti il matto in banca, o e' mena i piedi o e' canta (le teste deboli, messe in luogo cospicuo, si fanno scorgere).

2. E per Banco nel signif. del § 29. Salvin. Iliad. 43. (M.) Presso alla nave che ha di molte banche.

3. Per La sedia del giudice. Barber. Docum. p. 325. v. 18. (Gh.) Non sofferir ch'a l'orecchie ti venga, Sedendo a banca, che per quistion venga.

4. (Mil.) [D'A.] Luogo dove si descrivevano i soldati, e si dava loro la paga. Aff. al lat. Planca, Tavola piana. = Cecch. Esalt. Cr. 2. 8. (C) Ma avendo visto che l'Imperadore,… Viene alla banca in persona. [Val.] Varch. Stor. 1. 305. Chiamando i soldati alla banca a pigliare danari.

5. Scriver uno alla banca vale Arrolarlo per soldato. Malm. 5. 33. (C) Ti servirò di scriverti alla banca.

6. Passar la banca, dicesi de' soldati quando si presentano alla banca per ricevere la loro paga. Pallav. Stil. 156. (M.) Non altrimenti che s'offendono i pagatori dell'esercito, quando s'accorgono che un Capitano fa che i medesimi soldati, sotto vario abito, passin la banca più volte come diversi, a riscuoter moltiplicata la paga.

7. Dicevasi in alcune parti d'Italia l'Adunanza degli Anziani, il Senato; onde Capo o Testa di Banca vuol dinotare Principale fra gli Anziani. Tasson. 1. 55. (Mt.) E avea dal destro o dal sinistro lato I due primi anzïan teste di banca. E 2. 7. Era capo di banca un Rarabone.

8. T. Banca. Di commercio, segnatam. per il cambio e la negoziazione del danaro. Ha quattrini in una banca.

Giust. Poes. p. 239. (Vian.) La spada è un'arme stanca, Scanna meglio la banca.

T. Banca di sconto.

T. Banca ipotecaria.

T. La Banca è anche il luogo. Andare alla banca.

9. (Mar.) [Camp.] Picciolo naviglio destinato al servigio delle grandi navi nel sec. XIII. Mil. Marc. Pol. Hanno queste navi (d'India) tali banche, che porta l'una mille sporte di pepe. E sì vi dico che questa barca mena bene quaranta marinai, e vanno a remi, e molte volte ajuta a tirare la gran nave.

10. (Archi.) [Bos.] Quel solido di rinforzo che si aggiugne alla parte esterna dell'argine, la quale si alza con uniforme grossezza sino a circa li due terzi dell'argine stesso dove fa come una risega poco declive.

11. Sotto banca. Locuz. avverb. che vale Sotto alla cosa di cui si parla, o piuttosto Quasi di soppiatto. Salvin. Pros. tosc. 2. 19. lin. 1. (Gh.)

12. Mandare sotto banca o sotto le banche vale Non curarsi d'alcuna cosa, Non farne stima, Metterla in non calere, o. come dicesi più com., Sotto il banco. Nell. J. A. Comed. 5. 114. (Gh.) Ma quel che non posso tacere e mandar sotto banca, è di avermi… assalito con un bastone,… [Val.] Car. Lett. Fam. 1. 222. Basta bene che voi lo sappiate in genere, e che io non l'ho mandato in tutto sotto le banche.

15. Mettere sotto banca (più com. Sotto banco) per Fognare, Frodare, Sopprimere. Salvin. Pros. tosc. 2. 238. (Gh.) Noi dichiamo (diciamo) un colle presso di Firenze Montui in cambio di Montughi (Monte d'Ugo)…, i Franzesi il nome proprio Huet invece di Ughetto. Così più lingue s'accordano in ischifare e mettere, per dir così, sotto banca il g, come lettera non così agevole a pronunziarsi.
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Banca - s. f. In lat. Diribitorium. Luogo ove anticamente sedeva il Commessario per arruolare e rassegnare i soldati. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: bananiera, bananiere, bananieri, bananiero, bananiti, bananito, banano « banca » bancabile, bancabili, bancabilità, bancacce, bancaccia, bancale, bancali
Parole di cinque lettere: bambù « banca » banco
Vocabolario inverso (per trovare le rime): bifolca, biolca, polca, solca, inculca, conculca, anca « banca (acnab) » cantambanca, saltimbanca, sbanca, bianca, imbianca, rimbianca, sbianca
Indice parole che: iniziano con B, con BA, iniziano con BAN, finiscono con A

Commenti sulla voce «banca» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze