Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «colore», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Colore

Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere colore (chiaro, scuro, vivace, rosso, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 99 persone)
rosso (15%), arcobaleno (13%), tinta (7%), bianco (5%), pastello (4%), nero (4%), azzurro (4%), viola (3%), vivo (3%), uomo (2%), giallo (2%), blu (2%), intenso (2%), neutro (2%), chiaro (2%), unico (2%), luce (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate colore

Ara Pacis

Piazzetta a colori

turiste per caso..
Giochi di Parole
La parola colore è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: co-ló-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: colerò (scambio di vocali), cooler, creolo.
Componendo le lettere di colore con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ali, ila, lai] = allocorie; +ani = arenicolo; +sta = ascolterò; +sla = carosello; +cri = circolerò; +mas = clamorose; +[tar, tra] = cloratore; +[sul, usl] = collusore; +tan = colorante; +sta = coloraste; +tai = coloriate; +[csi, ics, sci, ...] = colorisce; +[nas, san] = consolare; +[nas, san] = consolerà; +van = convolare; +van = convolerà; +[par, rap] = corporale; +rna = correlano; +[tar, tra] = correlato; +[dan, dna] = creandolo; +[adì, dia] = crodaiole; ...
Vedi anche: Anagrammi per colore
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: calore, colare, colora, colori, coloro, coltre, dolore.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: dolori.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: core.
Parole con "colore"
Iniziano con "colore": colorerà, colorerò, colorendo, colorente, colorenti, colorerai, colorerei, coloreremo, colorerete, coloreranno, colorerebbe, coloreremmo, colorereste, coloreresti, colorerebbero.
Finiscono con "colore": bicolore, incolore, tricolore, monocolore, multicolore, pluricolore.
Contengono "colore": scolorerà, scolorerò, decolorerà, decolorerò, ricolorerà, ricolorerò, scolorendo, scolorente, scolorenti, scolorerai, scolorerei, decolorerai, decolorerei, ricolorendo, ricolorente, ricolorenti, ricolorerai, ricolorerei, scoloreremo, scolorerete, decoloreremo, decolorerete, ricoloreremo, ricolorerete, scoloreranno, scolorerebbe, scoloreremmo, scolorereste, scoloreresti, decoloreranno, ...
»» Vedi parole che contengono colore per la lista completa
Parole contenute in "colore"
col, ore, colo. Contenute all'inverso: ero.
Incastri
Inserendo al suo interno mat si ha COLmatORE; con rito si ha COLOritoRE; con rizza si ha COLOrizzaRE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "colore" si può ottenere dalle seguenti coppie: cobol/bollore, coca/calore, coma/malore, cova/valore, colon/onore.
Usando "colore" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: secolo * = sere; * lorella = colla; oracolo * = orare; saccolo * = sacre; caco * = calore; cenacolo * = cenare; * reni = coloni; miracolo * = mirare; ostacolo * = ostare; pericolo * = perire; ridicolo * = ridire; abitacolo * = abitare; * renna = colonna; * renne = colonne; * ressi = colossi; gesticolo * = gestire; palco * = pallore; spiracolo * = spirare; tentacolo * = tentare; * eira = colorirà; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "colore" si può ottenere dalle seguenti coppie: colma/amore.
Usando "colore" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * eroga = colga; * erogo = colgo; * erose = colse; * erosi = colsi; * eroica = colica; * eroici = colici; * eroico = colico; * eroina = colina; * eroine = coline; * erogano = colgano; * eroiche = coliche; * ernia = colonia; * ernie = colonie; * errai = colorai; * erosero = colsero; * ernica = colonica; * ernici = colonici; * ernico = colonico; * errano = colorano; * errare = colorare; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "colore" si può ottenere dalle seguenti coppie: nicolò/reni, pericolo/reperì, secolo/rese, spiracolo/respira, umicolo/reumi.
Usando "colore" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * nicolò = reni; * secolo = rese; * umicolo = reumi; reni * = nicolò; * pericolo = reperì; rese * = secolo; * spiracolo = respira; reumi * = umicolo; reperì * = pericolo; respira * = spiracolo.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "colore" si può ottenere dalle seguenti coppie: colla/lorella, coloni/reni, colonna/renna, colonne/renne, colossi/ressi.
Usando "colore" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * malore = coma; * valore = cova; * bollore = cobol; colon * = onore; pallore * = palco; sere * = secolo; * aie = colorai; * colla = lorella; orare * = oracolo; colorista * = ristare; sacre * = saccolo; cenare * = cenacolo; * aree = colorare; * atee = colorate; * eroe = colorerò; mirare * = miracolo; ostare * = ostacolo; perire * = pericolo; ridire * = ridicolo; abitare * = abitacolo; ...
Sciarade e composizione
"colore" è formata da: col+ore.
Sciarade incatenate
La parola "colore" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: colo+ore.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "colore" (*) con un'altra parola si può ottenere: * rii = colorirei; sir * = scolorire; * rimo = coloriremo; * irte = colorirete; * letti = collettorie.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "colore"
»» Vedi anche le pagine frasi con colore e canzoni con colore per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Per dare più luminosità al soggiorno, ti consiglio di ridipingere il soffitto con un colore tenue.
  • Il rosso è il colore che preferisco e che amo fotografare.
Canzoni
  • Il colore rosso dell'amore (Cantata da: Marcella; Anno 1988)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Colore, Scusa, Pretesto - La scusa può essere vera; il pretesto è sempre mendicato, e in parte falso; il colore non è scusa né pretesto, a dirla propriamente; ma è piuttosto o il tuono più o meno veridico che si sa dare ad essi; ovvero è l'insieme della condotta, anche in una determinata azione, o serie d'azioni, per cui queste prendono un aspetto, un colore particolare; onde dicesi: sotto colore di far del bene, colui nascondeva una ben fina malizia, o un'intenzione meno che onesta. [immagine]
Colore, Colorito - Un buon colorito s'ottiene da un sagace e felice impasto de' colori: il colorito è quel tuono, quel fare speciale che i grandi maestri sanno dare alle loro composizioni, e che viene dal maneggio de' colori; ogni grande pittore ne ha uno suo particolare. [immagine]
Tono, Tinta, Colore - Il colore è deciso: veri colori primitivi non sono che tre, rosso, giallo e turchino; gli altri quattro, che direi secondarii, sono le prime composizioni o fusioni di questi tre. Le tinte sono altre composizioni, innumerevoli, di questi colori diversamente combinati tra di loro; il tono è la vivacità, l'appariscenza del colore o della tinta. In senso traslato le differenze sono le medesime: il colore di un'opera ne indica assolutamente il partito; la tinta ne accenna la tendenza; il tono ne addimostra o tende a dimostrarne l'importanza. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Colore - Sembra che Pitagora ed i suoi discepoli abbiano avuto cognizione del principio dei colori, poichè essi dissero che non erano altro se non se un riflesso della luce modificato in varie guise: sistema spiegato egregiamente da Newton, il quale pervenne ad analizzare i differenti colori che compongono la luce. I sette colori primitivi sono: rosso, giallo, verde, azzurro, arancione, porpora, violetto (Vedi Tintoria.) [immagine]
Incisione in colore - a imitazione della pittura. Si deve questa scoperta a Giacomo Cristofano Le Blond di Francoforte, allievo di Carlo Maratti. Il suo metodo era d'imprimere le stampe con tre tavole preparate, ed impiegare a tal'effetto tre colori che chiamava primitivi, cioè giallo, rosso, e turchino. L'epoca di codesta invenzione può collocarsi fra il 1720 e 1730. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Colore - S. m. (Fis.) [Gher.] Quell'Apparenza che offrono le superficie de' corpi per lo rimandar ch'esse fanno all'organo visivo certe specie, quantità e combinazioni di raggi, d'onde avviene che l'anima concepisca in corrispondenza certe sensazioni. Allorchè li rimandano d'ogni specie, ed egualmente tra lor combinati che nella luce solare, si ha il bianco; allorchè li rimandano in quantità minima, tal che possa dirsi quasi che non li rimandano punto, hassi il nero. Ne' casi di combinazioni fra loro, diverse dalla preaccennata, si hanno altri e più veri colori. Così il colore è realmente una modificazione dello spirito, ma riferita abitualmente alla superficie del corpo esterno d'onde è generata. Aureo lat. (Rosm.) Le sensazioni dei colori sono altrettanti segni della grandezza delle cose. – Intimo rapporto del moto col colore.

(Fis.) [Gher.] Diconsi Colori primitivi quelli che sono prodotti dalla decomposizione de' raggi luminosi mediante il prisma; e secondarii quelli che risultano dalla combinazione d'un dato numero de' precedenti. Si numerano sette colori primitivi, i quali, collocati secondo l'ordine della loro refrangibilità decrescente, sono: il violetto, l'indaco, l'azzurro, il verde, il giallo, l'arancio ed il rosso.

T. Colori prismatici.

(Fis.) [Gher.] Colori accidentali sono quelli che si generano nell'occhio esercitato per un certo tempo sopra colori reali abbastanza vivi, dei quali quelli stessi riescono complementari.

(Fis.) [Gher.] Colori complementari sono quei colori diversi che insieme riuniti o combinati formano il bianco. = Dant. Inf. 25. (C) Poi s'appiccâr come di calda cera Fossero stati, e mischiâr lor colore. Bocc. g. 9. p. 1. Aveva già l'ottavo cielo d'azzurrino in color cilestro mutato tutto. E nov. 60. 10. Con più macchie, e di più colori, che mai drappi fossero, tartareschi o indiani. Petr. son. 9. Cade virtù dall'infiammate corna, Che veste il mondo di novel colore. E 29. Ed io ne prego Amore, e quella sorda Che mi lasciò de' suoi color dipinto. T. Ar. Fur. 34. 88. Velli tinti in varii colori. Targ. Viagg. 1. 167. Tal colore è più carico, e quasi scuro nell'estremo lembo, e va successivamente schiarendo, e indebolendo a misura che si accosta al centro.

[Cont.] Cit. Tipocosm. 497. Dipingere… o a chiaro e scuro, o a colori. Lana, Pitt. 164. Dipingere sopra i metalli, come sopra il rame e sopra l'argento, con colori di smalto, facendo per mezzo di fuoco che esso smalto si unisca inseparabilmente al metallo.

T. Quando le cose son tutte d'un colore (al bujo).

[Cont.] Biring. Pirot. IX. 6. Bisogna ben intender li colori che freddando (l'acciajo) dimostra. Garz. Cav. I. 2. Li principali colori sono tre nel pelame de' cavalli, cioè il bianco, il nero, ed il rosso; questi poi hanno diversi temperamenti, e misture, che pure si dicono colori,… ma derivano dalli tre suddetti.

[Cont.] Pall. R. Agr. I. 3. La sanità dell'aere si dimostra… e guardando a' corpi degli uomini, se sono di colori sani, e se 'l capo loro è bene asciutto, e chiaro il vedere degli occhi.

T. Prov. Tosc. 52. Poca barba e men colore, sotto il ciel non è il peggiore (viso livido).

T. Prov. Tosc. 264. Tale è il fiore, qual è il colore (i segni esterni denotano le intrinseche qualità).

(Fis.) [Gher.] Colori delle lamine sottili. V. ANELLI COLORATI.

2. T. Colore col Di. Veste di color nero.– È d'un colore tra il rosso del garofano e quel della rosa. D. 2. 29. Vestita di color di fiamma viva. Poem. Intell. La gemma è bella e di rosso colore.– Berillo v'è di pallido colore. Ar. Fur. 17. 20. Panni di diversi color lieti.

T. Vas. 8. 102. Tingere i vetri di colori a olio, o in altro. Poliz. Rim. Tinta d'un color di ver corallo.

(Tom.) Color d'oro, Colore di rosa: simile a quello della rosa o dell'oro. † Vann. Canz. Il suo d'auro colore.

3. T. Omesso il Di. Poem. Intell. Una pietra… color di porro. – Capelli color d'oro.

[Camp.] Met. XIII. E diventò colore di fiume turbato per la prima piova (Fitque color fluminis).

T. Sottint. un altro Di. Color ciliegia.

T. E sottint. Colore: Capelli d'oro, Guancie di rosa.

4. (Tom.) Colore gener. Vestito, Pezzuola di colore. – Seta di colore; che è tinta in qualche colore. – Pittura in colori. – Mosaico a colori.

[Cont.] Stat. Sen. Lan. I. 293. Ne la piscina di sopra non si possa nè debbia lavare se non panni sodi di colore, cioè di guado o vermelli o verdi; o lana de' detti colori; e lana e stame alluminati; e panni alluminati; e panni uricellati e sanguegni e bigi, sodi o crudi.

5. T. Roba che lascia il colore: lo perde, tingendo di sè quel che tocca.

(Ar. Mes.) [Cont.] Colore stabile. Che non svanisce per tempo, sole, o lavature. Spet. nat. XI. 232. Imprimervi (sulla canapa) con colori stabili, come si fa coll'inchiostro sulla carta, e sul raso.

(Ar. Mes.) [Cont.] Colori bassi. Non fini. Bandi Fior. XXVIII. 52. Rasi… gialli, capellini, piè di cappone, rossi di verzino, color di cervio, e simili color bassi.

(Ar. Mes.) T. Colori buoni, durevoli, fini, ordinarii. [G.M.] Colori fallaci, che non reggono, non durano, che stingono.

[Garg.] Colori ricchi, i rossi di zaffrone.

(Ar. Mes.) [Cont.] Colori di vagello. Fatti con l'indaco. Bandi Fior. XXVIII. 52. Rasi… turchini, acquamare, zolfini, color d'oliva, e simili colori di vagelli.

[Cont.] Colori lividi. Cr. B. Naut. med. III. 388. Segni di vento, e mal tempo… divisi in molti capitoli, e capi si possino redurre ad un solo aforismo; cioè che tutti i colori lividi, di cenere, negri, e verdinegri nell'aria ci diano verissimo indizio di pioggia, i rossi, infocati e di color di sangue, di vento, e fortuna.

6. Di salute. T. Buono, Cattivo colore. [G.M.] Ha perduto il colore. – Ha fatto le carni di color giallo. – Ha un colore che non mi piace.

[G.M.] Che colori! dicono al vedere alcuno che abbia cattivo colore.

7. Pigliare un colore. Riceverlo, Diventar del colore di esso colore. Fr. Giord. Pred. p. 269. col. 1. (Gh.) Non è nullo sì bello colore, che 'l vetro non pigli. E 156. col. 1. L'anima sua è a modo del panno bianchissimo, il quale, essendo bianco, piglia bene ogne (ogni) colore.

8. E fig. T. Sansov. Conc. Polit. Le cose ritornano sotto diversi nomi e colori. Però non le riconosce se non colui ch'è savio, e che le considera con molta diligenza.

T. La cosa prende un colore, o le si fa prendere un colore; o per poco, o stabilmente. Propr. Nel trasl. vale Dimostrar più chiare e ferme le proprie qualità. Per contr. pers. o cosa che non ha colore, ch'è senza colore, ambigua, inefficace.

9. Ingrediente che si adopera per le tinte e per la pittura. Bald. Voc. Dis. (Mt.) Di questi colori, dei quali i pittori si servono, alcuni sono naturali (e questi sono per lo più terre), ed alcuni si fanno artificiosamente; e gli uni e gli altri mescolati fra di loro, cagionano un numero infinito di colori secondi. Sen. Pist. 121. Il dipintore avvisa incontanente i colori che bisognano per fare la sua dipintura, quando ei ne vede assai pressosi. Ner. Art. Vetr. 1. 27. Una parte de' colori si dá in partita, cioè nella fritta, ed una parte si dá al vetro fuso. T. Vas. 2. 201. Imparato il disegno e la pratica de' colori. = Tasson. Pens. 10. 19. (Mt.) Quanti colori nobili trovati dagli alchimisti…

10. Colori di miniere diconsi quelli che o si trovano nelle cave, o son fatti artificiosamente dai chimici, cavandoli dalle materie minerali. (M.)

11. Diconsi Colori naturali i colori di terre e pietre, i quali, come si trovano, così adopransi, senza, o per alcuna maestranza. Baldin. (M.)

12. Fiori di più colori. (Fanf.) T. D. 2. 28. Traendo più color con le sue mani Che l'alta terra senza seme gitta. = Chiabr. Rim. (M.) E colà dove odorosa Smalta l'erbe la vïola, I color dolci cogliete. March. Lucr. 5. Cui la madre de' fior tutta cosparge La strada innanzi di color novelli, Bianchi, gialli, vermigli, azzurri e misti. T. Prop. Quos submittit humus… colores.

13. [Camp.] Fig. Per Penne colorite. Pist. S. Gir. 43. Acciò che io non sia accalognato di fingere, che io adorni la cornacchia d'Isopo con gli altrui colori.

14. [Camp.] Per Imagine riflessa da uno specchio. Dant. Par. 2. Così, come color torna per vetro, Lo qual diretro a sè piombo nasconde

15. [Val.] Segno che nei tornei la dama della festa dava ai suoi partigiani Magal. Nov. 3. 174. Presero a motteggiarmi, richiedendomi,… s'io aveva ancora ricevuto dalla mia dama il colore per la comparsa.

16. Fig. per Apparenza, Finzione, Simulazione, Pretesto. G. V. 12. 108. in fin. (C) Che con tante arti, con tanti colori adornati con somma ragione, noi provveduti e cauti ci rende. Franc. Barb. 48. E molti che colore Pongono a scusa, e poi pur fanno, e danno. M. V. 9. 29. Sotto colore di guardia, ma nel vero per dare alla compagna caldo e favore. Cas. Lett. 68. Nè cerco altro che giusto colore di poterlo fare. Guicc. Stor. 2. 101. Pretendendo colori di pietà e zelo di religione alla sua ambizione. E 318. Palliando la intenzione corrotta con colori falsi.[Cors.] Segret. Fior. Disc. 1. 34. Si mette un'usanza di rompere gli ordini per bene, che poi sotto quel colore si rompono per male.

T. Buonarr. Fier. 285. 1. Or con qual'arte Desti colore all'affannoso caso? Sansov. Conc. Polit. Se a questi interessi si aggiunge lo sdegno e la gloria, assaltano senza alcun dubbio quel regno, ch'è più facile, secondo il lor credere, ad espugnare; o nel quale hanno qualche colore di pretensione, acciocchè si possa in ogni caso di leghe, di avversari e di giustificazioni che si fanno col mondo, salvar l'apparenza.

17. T. Vedere tutto in color di rosa, in color nero. – Dipingere con neri colori, con colori abbaglianti. Rappresentare a sè o ad altri le cose in piacevole o spiacevole aspetto.

18. [Camp.] Colore rettorico, per Figura rettorica. Gr. Χρῶμα. Com. Boez. III. E fae uno colore rettorico, che si chiama Occupazione. = Pass.310. (C) Poetando, e studiando di mescolarvi rettorichi colori, che dilettino gli orecchi, e non vadano al cuore. E 315. Avviliscono la scrittura, la quale con altre sentenzie, ed isquisiti e proprii latini, con begli colori rettorichi, e di leggiadro stile adorna,… But. Lo strumento si pone per l'atto in che s'usa, ed è color rettorico, che si chiama dinominazione. [Val.] Aut. Piev. Sonett. Corazz. 256. Se 'l parlar vostro con tanti colori Retorici m'avesse persuaso… Ros. Sat. 1. lo dico il ver senza color rettorici.

E ass. Dant. Rim. 16. (C) E maladico l'amorosa lima Ch'ha pulito i miei motti, e' bei colori, Ch'i' ho per voi trovati, e messi in rima.

[Camp.] Com. Boez. III. In questa parte la Filosofia si usa d'uno colore rettorico che si chiama Nominazione.

19. Fig. T. Diventare di tutti colori; per turbamento di vergogna, o d'altro affetto subito e vivo.

Nello stesso signif. dicesi Mutarsi, Farsi, o sim., di mille colori. Franc. Sacch. Nov. 133. (M.) Come il piovano ode costui, si mutò di mille colori. E 146. Subito divenne di mille colori. [Val.] Ner. Sammin. 2. 27. Il Seccaceci di mille colori Si fece, e disse: Anch'io ci son rimasto.

† E nel medesimo senso. Diventare di sei colori. [Val.] Lasc. Cen. 2. 4. 381. Tostochè lo Scheggia sentì ricordare gli Otto, diventò nel viso di sei colori.

E dicesi anche semplicemente Mutar colore. Pulc. Luc. Driad. § 2. st. 27. (Gh.) E se nessun (qui vale alcun) de' tuoi falli si spiega In corte o in piazza, e tu senti il rumore, Niega pur destro, e non mutar colore.

[Camp.] D. 2. 3. Del color cosperso Che fa l'uom di perdon talvolta degno (rossore onesto).

T. Diventata color della morte. Petr. Son. E' l viso di pietosi colori farsi, Non so se vero o falso, mi parea.

[M.F.] † Dare colore. Fare il viso rosso per pudore. Magal. Lett. fam. 1. 109. In questa materia di studii è vergognosissima, e, alla prima lode, dá subito colore.

20. T. Uomo di tutti i colori, o che cambia colore; ne' portamenti sociali e nelle opinioni.

T. Colore politico. Chi non è del loro colore è briccone insieme e sciocco.

T. Giornali che mutan colore secondo il colore del metallo che ricevono.

21. T. Ne ha fatte di tutti i colori: segnatam. di quelle azioni che macchiano.

T. Son tutti di un colore; si somigliano nel male.

22. Aver buon colore. Dicesi d'azione, o serie d'azioni, che riesce bene o promette bene. Lasc. Parent. 5. 1. (Mt.) Tanto arà il disegno nostro miglior colore.

23. [Val.] Dar colore a una cosa. Ajutarla, Sostenerla, Mandarla ad effetto. Serm. S. Agost. 7. La perseveranza informa il merito e dá colore al buon proposito.

24. [Giust.] Dar colore a una cosa. Darle un'apparente ragione. Cecchi, Diam. I. 1. Per dar colore alla materia, Vi mandò anco la figliastra il medico.

25. [G.M.] Dar colore al giuoco di primiera dicesi quando, succhiellando la carta, la si mostra del colore che aspettiamo.

T. Carte dello stesso colore, tutte d'un colore.

26. [M.F.] Non sapere, Non conoscere di che colore sia una cosa. Non conoscere per niente quella tal cosa, Non averne neppure l'idea. Cell. Vit. Non conoscendo di che colore la paura si fosse, nulla o poco gli stimava.

27. [Giust.] Sotto colore. Sembianza. In questo senso non com. Bindac. de' Cerc. La batt. di Mont. Ap. Sotto colore di mercatanti uscirono fuori questo de' Pucci, e 'l detto Cerchio; avendo pieno mandato a trattare del rimedio, e patti, che fusse bene alla città.

T. Il senso più è il fig., e corrisponde a Sotto pretesto. – Sotto colore di religione, maledicono; di libertà, conculcano.

28. (Agr.) Colore dicesi anche una specie d'Uva nera, piccola ed aspra, detta altrimenti Abrostino; e la Vite che la produce. Soder. Colt. 122. (Man.) Ecco l'abrostino, o colore prodotto dalla natura per supplemento di tutto quello dove mancassero l'ignoranze degli uomini.

29. (Mus.) [Ross.] Gradazione di forza. Manc. 2. 31. Dando quei proporzionati colori, che sono tanto necessarii per l'impasto d'ogni passaggio.

(Mus.) [Ross.] Per Tempera. Senso in cui quella voce viene più generalmente presa oggigiorno.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: coloravamo, coloravano, coloravate, coloravi, coloravo, colorazione, colorazioni « colore » colorendo, colorente, colorenti, colorerà, colorerai, coloreranno, colorerebbe
Parole di sei lettere: colora « colore » colori
Vocabolario inverso (per trovare le rime): aloflore, microflore, giallore, pallore, squallore, bollore, controllore « colore (eroloc) » bicolore, tricolore, pluricolore, multicolore, incolore, monocolore, dolore
Indice parole che: iniziano con C, con CO, iniziano con COL, finiscono con E

Commenti sulla voce «colore» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze