Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «rosso», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Rosso

Aggettivo
Rosso è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: rossa (femminile singolare); rossi (maschile plurale); rosse (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di rosso (scarlatto, purpureo, cremisi, vermiglio, ...)
Nomi Alterati e Derivati
Diminutivi: rossetto, rossino. Dispregiativi: rossaccio.
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
colore (13%), nero (11%), fuoco (9%), sangue (8%), sera (7%), verde (6%), semaforo (4%), amore (3%), giallo (3%), porpora (3%), bianco (3%), blu (2%), arancio (2%), rabbia (2%), amaranto (2%), passione (2%), vino (2%), tramonto (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Colori [Rosa « * » Rubino]
Colori dell'arcobaleno [ * » Arancione]
Parole Monovocaliche [Rospo « * » Rostro]
Calcio [Rosa « * » Rovesciata]

Foto taggate rosso

Guarda come dondolo...

Foto 538676001

S.Francesco del deserto - Ve
Tag correlati: foglie, fiori, acqua, alberi, mare, autunno, tramonto, auto, due, rossa, fiore, erba, finestre, albero, automobile, rami, prato, ruote, strada, tre, cibo, frutta, piante, petali, donna, muro, sole, legno, vetro, luci
Informazioni di base
La parola rosso è formata da cinque lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: ss.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (osso). Divisione in sillabe: rós-so. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche le pagine frasi con rosso e canzoni con rosso per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Col semaforo giallo di solito si accelera, per evitare il rosso.
  • Durante le serate estive sullo stretto di Messina ammiro un tramonto rosso fuoco.
  • Ma è vero che il vino rosso si beve a temperatura ambiente e che si abbina con le carni rosse?
Citazioni da opere letterarie
Arabella di Emilio De Marchi (1888): Tutti si voltarono verso il prete, che rosso e caldo in viso quanto si poteva vedere al disotto del suo colorito di vecchia pipa, agitando le mani legnose e parlando coi soliti gusci in bocca, raccontò a chi ne aveva bisogno come veramente la signora Carolina avesse scritta, firmata e poi trattenuta la carta; come, prima di morire, avesse fatto segno di aver firmato, ma in quel momento entrò il sor Tognino, reduce da Lodi, dov'era stato chiamato tra i giurati, s'impadronì delle chiavi, e addio. Firmata o non firmata, una carta ci doveva essere, laddove invece...

La vita in tempo di pace di Francesco Pecoraro (2013): Quelle ragazze in pantaloni attillati di cotone color pastello (rosa o pistacchio o rosso bordeaux, oppure di un giallo acceso, o neri…), corti sopra la caviglia, con spacchetto laterale, la camicetta bianca – o gialla, o verde pistacchio, o rosa melone – annodata sul ventre, oppure una maglietta di cotone, attillata anch'essa, e sandali capresi ai piedi, belle, con i capelli profumati di mare e d'aria, un po' di rimmel sulle ciglia e quel tanto d'ombretto… Cristo…

Cenere di Grazia Deledda (1929): Le strade erano qua e là illuminate dalla luna; gruppi di paesani passavano cantando un coro melanconico ed appassionato. Davanti alla casa bianca del signor Carboni si stendeva un cortile quadrato recinto d'alti muri e con un grande portone rosso. I due ragazzetti dovettero picchiar forte per farsi aprire; ed Anania porse la scodella, esponendo il caso di Efes Cau alla domestica che dischiuse il portone.
Proverbi
  • Rosso di mattina, pioggia vicina.
  • Rosso di sera bel tempo si spera; rosso di mattina, brutto tempo si avvicina.
  • Rosso e giallaccio pare bello ad ogni faccia, verde e turchino si deve essere più che bellino.
  • Dieci soldi in più ma rosso.
  • Chi vuol far la contadina vesta il rosso col turchino.
  • L'amore e il naso rosso non si possono nascondere.
Espressioni e Modi di Dire
  • Andare in rosso
Libri
  • Il mio nome è rosso (Scritto da: Orhan Pamuk; Anno 2002)
  • Autoritratto in rosso (Scritto da: Cecilia Kin; Anno 1990)
  • Il rosso e il nero (Scritto da: Stendhal; Anno 1830)
  • Il garofano rosso (Scritto da: Elio Vittorini; Anno 1948)
  • Rosso sul lago (Scritto da: Giuseppe Lanza; Anno 1955)
Titoli di Film
  • Il fiume rosso (Regia di Howard Hawks; Anno 1948)
  • Profondo rosso (Regia di Dario Argento; Anno 1975)
Canzoni
  • Vestita di rosso (Cantata da: Mario Abbate e Fausto Cigliano; Anno 1962)
  • Sole rosso (Cantata da: Collage; Anno 1978)
  • Il colore rosso dell'amore (Cantata da: Marcella; Anno 1988)
  • Rosso relativo (Cantata da: Tiziano Ferro; Anno 2002)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per rosso
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bosso, cosso, dosso, fosso, mosso, posso, roseo, rospo, rossa, rosse, rossi, russo.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bossi, cosse, cossi, dossi, fossa, fosse, fossi, mossa, mosse, mossi, possa, tosse, tossi, tossì.
Con il cambio di doppia si ha: rocco, rollo, rotto, rozzo.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: osso, roso.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: crosso, grosso.
Parole con "rosso"
Iniziano con "rosso": rossore, rossori, rossoblù, rossonera, rossonere, rossoneri, rossonero, rossocrociata, rossocrociate, rossocrociati, rossocrociato.
Finiscono con "rosso": crosso, grosso, arrosso, arrossò, sgrosso, digrosso, digrossò, ingrosso, ingrossò, capirosso, codirosso, infrarosso, pettirosso, ultrarosso, biancorosso, giallorosso.
Contengono "rosso": crossover, grossotta, grossotte, grossotti, grossotto, grossolana, grossolane, grossolani, grossolano, crossodromi, crossodromo, grossolanità, crossopterigi, crossopterigio, grossolanamente.
»» Vedi parole che contengono rosso per la lista completa
Parole contenute in "rosso"
osso.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "rosso" si può ottenere dalle seguenti coppie: roba/basso, roca/casso, roco/cosso, rodo/dosso, roma/masso, romolo/molosso, rorido/ridosso, rosa/sasso, rose/sesso, rospo/sposso, roste/stesso, rota/tasso, rote/tesso, rosario/arioso, rosero/eroso, roso/oso, rosolio/olioso, rospo/poso, rosta/taso, roste/teso.
Usando "rosso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: baro * = basso; biro * = bisso; boro * = bosso; caro * = casso; cero * = cesso; coro * = cosso; doro * = dosso; foro * = fosso; laro * = lasso; marò * = masso; mero * = messo; moro * = mosso; nero * = nesso; paro * = passo; poro * = posso; * sopì = rospi; sarò * = sasso; taro * = tasso; vero * = vesso; emero * = emesso; ...
Lucchetti Riflessi
Usando "rosso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: fior * = fisso; * osai = rosai; * osei = rosei; * osta = rosta; * oste = roste; * osata = rosata; * osate = rosate; * osati = rosati; * osato = rosato; * oserò = rosero; * ostro = rostro; indoor * = indosso; * osanna = rosanna.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "rosso" si può ottenere dalle seguenti coppie: rospi/sopì.
Usando "rosso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bisso * = biro; casso * = caro; cesso * = cero; lasso * = laro; masso * = marò; messo * = mero; nesso * = nero; passo * = paro; * casso = roca; * masso = roma; * tasso = rota; * tesso = rote; sasso * = sarò; tasso * = taro; vesso * = vero; emesso * = emero; omesso * = omero; * poso = rospo; * taso = rosta; * stesso = roste; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "rosso" (*) con un'altra parola si può ottenere: gin * = grossino.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Vermiglio, Rosso - Il vermiglio è un rosso alquanto rosato; rose vermiglie; vermiglie guancie: il sangue arterioso è vermiglio; quello delle vene è di un rosso più cupo. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Libro rosso (Storia moderna) - Era un registro di spese ad uso dei re di Francia, composto di cento ventidue foglietti, rilegato in marocchino rosso (d'onde ebbe quel nome) e formato di carta d'Olanda. I dieci primi foglietti contenevano le spese del regno di Luigi XV; i trentadue seguenti appartenevano al regno di Luigi XI, e i di più erano bianchi. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Rosso - e † ROGGIO. Agg. Aggiunto di colore simile a quello del sangue o della porpora. T. Russus, aureo lat. Altri legge in Lucr. Russeus; ma Rubeus è certo, onde Roggio. Anco negli ant. Lat. Robor per Rubor, Fest. De' dim. e approssim.; aurei Rusulus e Rubidus forse; aurei Subruber e Subrubeo, Subrubicundus, Subrufus; Plin. Rubellus, Gioven. Rubicundulus, Rubellulus, Capell. e Veg.; Subrubeus, in Non. Gramm.; Russulus, dubbio in Vop.; Rubricus, Gl. gr. lat. = Bocc. Nov. 10. g. 6. (C) Era questo frate Cipolla di persona piccolo, di pelo rosso. E nov. 3. g. 8. Calandrino tutto sudato, rosso e affannato si fece alla finestra. E nov. 7. g. 8. Dove la notte passata colla sua bianchezza vinceva le tenebre, allora rossa divenuta come rabbia, e tutta di sangue chiazzata, sarebbe paruta a chi veduta l'avesse, la più brutta cosa del mondo. G. V. 10. 87. 8. Alla fine della guerra voi arete la signoria di Lucca per mano d'uno, che arà l'arme nera e rossa. Dant. Par. 17. Ella, non tu n'avrà rossa la tempia. Boez. Varch. 1. Rim. 2. Per quante, e quai ragioni La stella che tuffar si dee nel mare Di Spagna rossa in Orïente appare. Sagg. nat. esp. 104. In tale stato del vaso si messe del vin rosso. Dittam. 3. 21. Non era a mezzo, quando stanco, e roggio Venni, sicchè 'l chiamai più d'una volta. Lib. cur. malatt. Scrivi queste parole in una facciuola, e legala con refe roggio. Dant. Par. 14. Per l'affocato riso della stella, Che mi parea più roggio che l'usato.

[Cont.] Rosso fiammeggiante. Dolce, Tratt. gemme, II. 7. Rosso fiammeggiante.

[Cont.] Rosso scuro. Matt. Disc. Diosc. I. 19. Rosse scure sono quelle (radici) della felce femina, del cipero, del picnocomo, e dell'efemero colchico.

2. Per Affocato, Rosseggiante. Dant. Inf. 11. (C) Perchè non dentro dalla città roggia (di Dite, rovente delle fiamme infernali) Son ei puniti, se Dio gli ha in ira? Ar. Fur. 33. 126. (M.) Fuggon l'Arpie verso la zona roggia (la zona torrida). [Camp.] D. 1. 19. Ma più è 'l tempo già che io mi cossi, E ch'io son stato così sottosopra, Ch'ei non starà piantato coi piè rossi. (Cioè, infuocati, incesi dalle fiamme). E 2. 24. E giammai non si videro in fornace Vetri e metalli sì lucenti e rossi. [Cont.] Biring. Pirot. VI. 11. Così continuando per tal via il fuoco, si vien tanto a scaldare che tutta la forma benissimo s'infuoca, e fassi rossa.

3. Per Rosseggiante, e con l'accompagnatura Di. Ovid. Simint. 2. 140. (Man.) Gli occhi suoi sono rossi di sangue e di fuoco. Franc. Sacch. nov. 70. L'acqua del pozzo, rossa di sangue umano e di sangue porcino, convenne che in poco tempo si rimondasse.

[Cont.] Rosso di chermisì, Rosso di verzino. Bandi Fior. XXVIII. 52. Rasi… gialli, capellini, piè di cappone, rossi di verzino, color' di cervio, e simili color bassi… Ermisini rossi di chermisì.

4. Nome di mare, che anche con greco nome è detto Eritreo. Dant. Inf. 24. (C) Nè con ciò che di sopra 'l mar Rosso èe.

5. [Cont.] Zucchero rosso. Non raffinato e perciò contenente melassa che lo tinge in rosso. Sass. F. Lett. 123. Da Santommè vengono quelli zuccheri che si raffinano, chiamati da noi zuccheri rossi. Libro Masc. M. II. 10. Tolli la schiuma del mare, e lo sterco della lucerta, e lo zuccaro rosso, egualmente di ognuna parte, e pesta bene.

6. [Cont.] Cera rossa. Cui si diede tal colore con cinabro mescolatovi mentre si teneva fusa. Stat. Cav. S. Stef. 91. Dêe ancora tenerne un'altra (bolla) d'argento, con la quale si bollino e segnino in cera rossa le patenti, ed altre lettere tali.

7. [Cont.] Terra rossa. È molto usata da' pittori. Imp. St. nat. IV. 26. Le terre rosse sono in uso de' pittori. Barbaro, Arch. Vitr. 322. In molti luoghi si cava copiosamente la terra rossa.

8. [Cont.] Lapis rosso. Lana, Pitt. 167. Altri disegnano communemente con lapis rosso, o piombino, nel qual modo meglio spiccano i chiari e gli scuri, e lo sfumare dell'ombre. Rusc. Intr. Geog. Tol. 13. Un pezzo di lapis rosso, o una grossa penna, o ancora un carbone.

9. [Cont.] Corallo rosso. Ce ne sono anche di bianchi e di neri. Matt. Disc. Diosc. V. 799. Sono i coralli notissimi e abbondantissimi in Italia, imperocchè si pescano in diversi luoghi del mar Tirreno; e quantunque dicesse Dioscoride solamente de i rossi, e di quell'altra specie di nero chiamato antipate, se ne ritrovano però ne i nostri mari di bianchissimi… ne ho veduti alcuni pezzi di neri in Napoli, e di bianchi infinitissimi pezzi.

10. [Val.] Avere il sangue rosso. Esser facile all'ira, Provocato. Fag. Comm. 1. 232. Ogni bacherozzolo, quando è pesto, si risente e morde. Ognuno ha il sangue rosso.

11. Diventar rosso, si dice di Chi per vergogna, o per altro arrossisce o si mostra più rosso dell'usato nel volto. Sen. ben. Varch. 5. 19. (C) Se un mio figliuolo fosse in adulterio trovato, diventerei rosso io; ma non per questo sarei io l'adultero. [G.M.] E Ercol. Non ci vergognamo nè divenimo (diveniamo) rossi. = Red. Lett. fam. 2. 317. (Man.) Ve n'è scorso un peggio (degli errori), del quale nessuno se n'è avveduto, e solo me ne sono accorto da me medesimo in rileggendo, e ne sono diventato rosso rosso, ma rosso davvero.

Far il viso rosso, vale Mostrar vergogna. (Man.) V. VISO.

12. [Fanf.] † Dì rosso. Giorno di grasso. Allegri, Rim. Pros. I. 58. Anzi al par delle starne E dello storïone, a dirne il vero, Va nel dì rosso come nel dì nero.

13. E a modo di sost. Fir. Dial. bell. donn. 395. 73. (C) Il rosso è quel colore acceso, che dipinge la grana, e i coralli, i rubini, e foglie de' fiori di melagrana, e altri simili, e truovasene del più acceso, e meno acceso, e del più aperto, e meno aperto, come si vede nelle cose allegate. Petr. Canz. 1. 7. part. III. E tinto in rosso il mar di Salamina. [Cont.] Lom. Pitt. Scul. Arch. 464. Il rosso che fra gl'elementi rappresenta il fuoco, e fra i pianeti il sole, significa ardire, altezza, vittoria, sangue, martirio. Spet. nat. XI. 251. Impiegare l'azzurro di glasto, il rosso di robbia.

14. Rosso d'uovo, ed ass. Rosso. Il tuorlo dell'uovo. Ricett. Fior. 3. 100. (C) Dal grano si cava l'olio, spremendolo con due lame di ferro affocate, e della senapa nella maniera dell'olio di rossi d'uovo. [Cont.] Auda, Secr. 298. Per levar le cicatrici delle ferite… si polverizi il tutto separatamente, e poi mescola assieme, ed applicala sopra la ferita; e, come l'ha spianata, applicavi sopra oglio di rossi d'ova. = Bellin. Disc. 1. 123. (M.) L'uovo quando nasce, nasce pieno pienissimo delle sue chiare, e del rosso.

15. Rosso d'anilina. (Chim.) [Sel.] Nome generico dei colori rossi, di vario tono, che si rítraggono col mezzo degli ossidanti, e di altri agenti dell'anilina.

[T.] Siccome Robbio da Ruber e Rubens; così, senza ricorrere al Rouge fr., se ne fa Roggio, per commutaz. sim. a Aggia da Habeat, e al fr. Rage da Rabies. Ma queste due forme, oltre all'essere antiq., non portavano mai tutti gli usi di Rosso.

II. Gradi. T. Colore traente al rosso, più o men rosso. – Rosso di fragola, Di corallo, Di cinabro. Borgh. R. Rip. 166. Un altro rosso è chiamato cinabrese chiaro.

[Cont.] Spet. nat. 11. 98. Il rosso dello scarlatto. T. Rossi scarlatti (agg.). Prov. Tosc. 369. Rosso come uno scarlatto, talvolta iperb. fam. D. 1. 17. Vidine un'altra (insegna) più che sangue rossa. – Rosso carico. – Rosso scuro. – Rosso bruno, Cupo.

III. Come Sost., anche plur. T. I rossi, sottint. Colori, segnatam. term. di tintoria. I rossi più delicati, I rossi più smaglianti.

T. Prov. Tosc. 123. Tutto il rosso non è buono, e tutto il giallo non è cattivo (certe apparenze sono migliori o peggiori dell'opinione).

IV. Cose di questo colore. T. D. 2. 2. Lo sol che dietro fiammeggiava roggio.

T. Rosa rossa, non si dice che d'insegna di parte o d'albergo. – Rosa vermiglia, è il più pr.

T. Burch. 2. 58. Ha la cresta rossa come un gallo. – Rossi come un cocomero.

T. Cellin. Pros. 29. Smalto rosso trasparente.

T. D. 1. 14. Il bollor dell'acqua rossa (era sangue). Ar. Fur. Nella fossa Cader da muri una fiumana rossa. E: Rossa di sangue già correa la strada. [Cors.] D. 1. 10. Il grande scempio Che fece l'Arbia colorata in rosso.

T. Vino rosso (o anche Nero), contrapp. di Bianco.

V. Arroventato dal fuoco. T. D. 1. 8. Il fuoco eterno Ch'entro l'affuoca, le dimostra rosse, Come tu vedi… (le mura di Dite). Vit. S. Franc. 181. Fece il segno della croce sopra il ferro che era già imbiancato e rosso per lo calore del fuoco. Prov. Tosc. 369. Rosso come un ferro rovente. D. 2. 29. Tre donne… Venian danzando; l'una tanto rossa Che appena fora dentro al fuoco nota (la Carità)… Ed or parevan dalla bianca tratte (dalla Fede), Or dalla rossa.

VI. Di tinta. T. Dipinto in rosso. – Numero rosso, alle porte delle case, o altrove.

VII. D'aria e di cielo. T. Prov. Tosc. 181. Aria rossa di sera, buon tempo mena. Anche Rosso di sera, buon tempo mena; rosso di mattina, empie le tina.

VIII. Di corpo vivente. T. Per condizione morbosa. Diventò rossa per tutta la vita. – Mi facevo rossa. – Tutto rosso.

T. Pelli rosse, per antonom., I selvaggi che tirano a quel colore.

T. Di pers. tranquilla dicesi che Non ha il sangue rosso.

IX. Segnatam. del viso. T. Fare i gotini rossi (dal mangiare con appetito, dal muoversi).

T. Bianca e rossa, di sano e bel colore. Prov. Tosc. 348. Grande e grossa mi faccia Dio, Che bianca e rossa mi farò io (col lisciarmi).

T. Prov. Tosc. 369. Rosso come un peperone, come una ciliegia, come un gambero. – Rosso come un tacchino.

T. Prov. Tosc. 368. Occhi rossi come foderati di scarlatto o di presciutto.

X. Del color de' capelli e de' peli. T. Rosso di pelo. E ass. Prov. Tosc. 52. Rosso, mal pelo. – Quella rossa. Onde Rosso, soprannome.

XI. T. Rosso di vergogna. – Fare il viso rosso, dalla vergogna.

Ass. T. Mi facevo rossa. Prov. Slavo: Se buono sarai, rosso non diverrai.

T. Prov. Tosc. 267. La carta non diventa rossa (si ha più ardire a scrivere certe cose che a dirle. E c'è chi ne ha meno).

XII. T. Dal colore del sangue che dopo la rivoluz. del sec. passato diventò simbolo di libertà mal compra a prezzo di vergogna e di sangue, Rossi gli uomini che parteggiano per i violenti ardimenti.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: rossine, rossini, rossiniana, rossiniane, rossiniani, rossiniano, rossino « rosso » rossoblù, rossocrociata, rossocrociate, rossocrociati, rossocrociato, rossonera, rossonere
Parole di cinque lettere: rossa, rosse, rossi « rosso » rosta, roste, rotea
Lista Aggettivi: rossiccio, rossiniano « rosso » rossonero, rostrale
Vocabolario inverso (per trovare le rime): commosso, promosso, neopromosso, smosso, posso, spossò, sposso « rosso (ossor) » infrarosso, ultrarosso, crosso, grosso, digrosso, digrossò, ingrosso
Indice parole che: iniziano con R, con RO, parole che iniziano con ROS, finiscono con O

Commenti sulla voce «rosso» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest rosso


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze