Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «sera», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Sera

Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere sera (bella, fredda, tranquilla, buia, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
notte (18%), buona (13%), tramonto (11%), mattina (9%), crepuscolo (6%), buio (6%), giorno (5%), imbrunire (5%), tarda (4%), rosso (4%), cena (4%), mattino (3%), domani (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate sera

Natale a Seefeld

Grattacieli a NY da The Top of The Rock

In piazza
Tag correlati: luci, notturno, lampioni, notte, piazza, lampione, acqua, strada, chiesa, tramonto, albero, campanile, luce, mare, alberi, archi, case, finestre, pioggia, palazzi, torre, portici, luna, vicolo, fontana, natale, città, luminarie, porto, fiume
Giochi di Parole
La parola sera è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (are), un bifronte senza capo né coda (re).
Divisione in sillabe: sé-ra. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: arse, rase, resa (scambio di consonanti).
Componendo le lettere di sera con quelle di un'altra parola si ottiene: +[bau, bua] = abusare; +oca = acerosa; +eco = acerose; +[ciò, coi] = acerosi; +[sai, sia] = aerassi; +[eta, tea] = aeraste; +tai = aerasti; +ife = aferesi; +tag = agresta; +alé = alesare; +nei = anserei; +uni = anuresi; +van = anversa; +pop = appreso; +psi = aprisse; +[dai, dia] = ardesia; +[neo, noè] = arenose; +noi = arenosi; +[tar, tra] = arresta; +tir = arresti; +gap = asperga; +gip = aspergi; ...
Vedi anche: Anagrammi per sera
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: aera, cera, mera, nera, pera, sara, seda, sega, sema, sere, seri, seta, sura, vera.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: aeri, aero, aerò, bere, berk, cere, ceri, cero, ferì, ieri, mere, meri, mero, nerd, nere, neri, nero, pere, peri, pero, perì, però, perù, teri, vere, veri, vero, zeri, zero.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: era.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: oserà, serba, seria, serpa, serra, serva, sfera, spera, userà.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: bare, care, dare, fare, gare, lare, mare, pare, rare, tare.
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si possono ottenere: resa, rese, resi, reso.
Parole con "sera"
Iniziano con "sera": serale, serali, serata, serate, seracco, serapei, serapeo, seracchi, serafica, serafici, serafico, serafini, serafino, seratina, seratine, seratona, seratone, seraccata, seraccate, serafiche, seratacce, seraficità, serataccia, seraficamente.
Finiscono con "sera": oserà, userà, anserà, baserà, doserà, gaserà, isserà, misera, peserà, poserà, raserà, toserà, abuserà, bisserà, busserà, casserà, causerà, cesserà, drosera, falserà, fisserà, gesserà, lesserà, lusserà, passera, passerà, penserà, pulserà, riuserà, russerà, ...
Contengono "sera": oserai, userai, anserai, baserai, doserai, gaserai, isserai, peserai, poserai, raserai, toserai, abuserai, bisserai, busserai, casserai, causerai, cesserai, falserai, fisserai, gesserai, lesserai, lusserai, oseranno, passerai, penserai, pulserai, riuserai, russerai, scuserai, sposerai, ...
»» Vedi parole che contengono sera per la lista completa
Parole contenute in "sera"
era. Contenute all'inverso: are.
Incastri
Inserito nella parola ani dà ANseraI; in bai dà BAseraI; in gai dà GAseraI; in poi dà POseraI; in casi dà CASseraI; in lesi dà LESseraI; in peni dà PENseraI; in pulì dà PULseraI; in tasi dà TASseraI; in tesi dà TESseraI; in unno dà UseraNNO; in veri dà VERseraI; in annui dà ANNUseraI; in avvii dà AVVIseraI; in banno dà BAseraNNO; in micce dà MIseraCCE; in presi dà PRESseraI; in ranno dà RAseraNNO; in sposi dà SPOSseraI; in testa dà TESseraTA; ...
Inserendo al suo interno ali si ha SaliERA; con alt si ha SaltERA (salterà); con chi si ha SchiERA; con col si ha ScolERA (scolerà); con ivi si ha SiviERA; con par si ha SparERA (sparerà); con per si ha SperERA (spererà); con pos si ha SposERA (sposerà); con tan si ha StanERA (stanerà); con tar si ha StarERA (starerà); con tir si ha StirERA (stirerà); con ton si ha StonERA (stonerà); con band si ha SbandERA (sbanderà); con card si ha ScardERA (scarderà); con cuoi si ha ScuoiERA (scuoierà); con mine si ha SEmineRA (seminerà); con pare si ha SEpareRA (separerà); con rand si ha SERrandA; con fiat si ha SfiatERA (sfiaterà); con fior si ha SfiorERA (sfiorerà); ...
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "sera" si può ottenere dalle seguenti coppie: sebo/bora, secante/canterà, secata/catara, seco/cora, secolo/colora, secondi/condirà, seda/darà, sedate/daterà, sedeste/desterà, sedette/detterà, sedi/dirà, sedia/diara, sedo/dora, sega/gara, segale/galera, sego/gora, sei/ira, sema/mara, semantico/manticora, seme/mera, sementi/mentirà...
Usando "sera" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: arse * = arra; base * = bara; case * = cara; cose * = cora; dose * = dora; erse * = erra; fase * = farà; lise * = lira; mese * = mera; mise * = mira; muse * = mura; rase * = rara; * rada = seda; * rade = sede; * radi = sedi; * rado = sedo; * rame = seme; * rami = semi; * rata = seta; * rate = sete; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "sera" si può ottenere dalle seguenti coppie: seco/ocra, sedi/idra, sega/agra, seta/atra.
Usando "sera" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * arco = seco; * arda = seda; * arde = sede; * ardi = sedi; * ardo = sedo; * argo = sego; * arma = sema; * arme = seme; * armi = semi; * arno = seno; * arte = sete; * arguì = segui; * arino = seino; * arcata = secata; * arcate = secate; * arcati = secati; * arcato = secato; * ardano = sedano; * ardere = sedere; * arderà = sederà; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "sera" si può ottenere dalle seguenti coppie: dose/rado, dunose/raduno, gasse/ragas, mese/rame, mense/ramen, mise/rami, nocchiose/ranocchio, pallose/rapallo, pose/rapo, rase/rara, rese/rare, rise/rari, rose/raro, spese/raspe, spinose/raspino, spose/raspo, tese/rate.
Usando "sera" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: rado * = dose; rame * = mese; rami * = mise; rapo * = pose; * dose = rado; * mese = rame; * mise = rami; * pose = rapo; * rase = rara; * rese = rare; * rose = raro; rara * = rase; * tese = rate; rare * = rese; rari * = rise; raro * = rose; rate * = tese; ragas * = gasse; ala * = laser; ama * = maser; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "sera" si può ottenere dalle seguenti coppie: seda/rada, sedano/radano, sede/rade, sedemmo/rademmo, sedendo/radendo, sedendoci/radendoci, sedendomi/radendomi, sedendosi/radendosi, sedendoti/radendoti, sedendovi/radendovi, sedente/radente, sederà/raderà, sederai/raderai, sederanno/raderanno, sedere/radere, sederebbe/raderebbe, sederebbero/raderebbero, sederei/raderei, sederemmo/raderemmo, sederemo/raderemo, sedereste/radereste...
Usando "sera" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: arra * = arse; dora * = dose; erra * = erse; farà * = fase; lira * = lise; mira * = mise; mura * = muse; rara * = rase; * bora = sebo; * cora = seco; * darà = seda; * dirà = sedi; * dora = sedo; * gara = sega; * gora = sego; * mara = sema; * mira = semi; * tara = seta; borra * = borse; corra * = corse; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "sera" (*) con un'altra parola si può ottenere: * bi = serbai; * il = serial; * pi = serpai; * pi = sperai; fui * = fusiera; pet * = pesterà; rap * = rasperà; rii * = riseria; * ali = salerai; * ani = sanerai; * dei = sederai; * gal = segarla; * ile = seriale; * ili = seriali; * ito = seriato; * pio = serpaio; * pii = spierai; * tic = sterica; * udì = suderai; tot * = tosterà; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "sera"
»» Vedi anche le pagine frasi con sera e canzoni con sera per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Prima di sera sicuramente riesco a fare un salto da te.
  • Questa sera alle 19 tutti da me per una grigliata all'aperto.
  • La sera si ammantò di stelle e presto diventò notte.
Proverbi
  • La vita è il fine e il dì loda la sera.
  • Rosso di sera bel tempo si spera; rosso di mattina, brutto tempo si avvicina.
  • Le arance sono oro al mattino; argento a mezzogiorno e piombo la sera.
  • L'arcobaleno la sera buon tempo mena.
  • Spesso a chiaro mattino v'è torbida sera.
  • La sera leoni, la mattina coglioni.
  • Di sera tutti i gatti sono bigi.
Espressioni e Modi di Dire
  • Dalla mattina alla sera
  • Abito da sera
Libri
  • La grande sera (Scritto da: Giuseppe Pontiggia; Anno 1989)
Titoli di Film
  • La febbre del sabato sera (Regia di John Badham; Anno 1977)
Canzoni
  • I sorrisi di sera (Cantata da: Tony Renis e Frankie Avalon; Anno 1964)
  • Com'è dolce la sera (Cantata da: Donatello e Marisa Sannia; Anno 1971)
  • Quando vien la sera (Cantata da: Wilma De Angelis e Joe Sentieri; Anno 1960)
  • Sera d'estate (Cantata da: Fabio Rigato; Anno 1983)
  • Sera (Cantata da: Le Orme; Anno 1975)
  • Il mare calmo della sera (Cantata da: Andrea Bocelli; Anno 1994)
  • Buona sera (Cantata da: Carla Boni e Flo Sandon's; Anno 1953)
  • Sera sarà (Cantata da: Gepy; Anno 1981)
  • Una sera di gennaio (Cantata da: Marivana Viscuso; Anno 1983)
  • Quando viene sera (Cantata da: Olivia; Anno 1997)
  • Sera (Cantata da: Gigliola Cinquetti e Giuliana Valci; Anno 1968)
  • Sabato sera (Cantata da: Bruno Filippini e Gil Fields e The Fraternity Brothers; Anno 1964)
  • È sera (Cantata da: Vincenzo Spampinato; Anno 1978)
  • Questa sera come sempre (Cantata da: Leo Sardo; Anno 1966)
  • La prima stella della sera (Cantata da: Matia Bazar; Anno 1988)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Sera, Serata - La Sera è quella parte del giorno nella quale va sotto il sole; è il principio della notte. - La Serata è il corso di tutte le ore che corrono tra il calar del sole e la mezzanotte, ed anche si trasporta a significare le ricreazioni che si sogliono fare in quelle ore - «La sera vo alle Stanze, e lì passo la serata. - Andai alla Pergola; fu una bella serata. - Serata a benefizio dell'attrice B. - Serata musicale.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Buona sera, Buona notte - La prima di queste formole di saluto si porge sul principio della sera e nell'entrare in casa o per istarvi, se è la propria, o per passarvi appunto la sera a brigata, se è casa d'altri; il secondo nell'uscirne e accommiatandosi per andare a riposo. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Sera - S. f. L'ultima parte del giorno. T. Da serus, fatto sost.; sero in Cic. par che valga Verso sera; noi diciamo Tardi in simile senso, e Sul tardi. Vang. Volg. Quum jam sero esset. = Bocc. Nov. 3. g. 10. (C) Quivi in sul far della sera pervenuto, e solo. rimaso, non guari lontano al bel palagio trovò Natan tutto solo. Dant. Par. 27. Di quel color, che per lo Sole avverso Nube dipinge da sera o da mane, Vid'io allora tutto 'l ciel cosperso. Petr. Son. 192. part. I. Non ti sovvien di quell'ultima sera, Dic'ella, ch'io lasciai gli occhi tuoi molli? E 197. part. I. La sera desiare, odiar l'aurora Soglion questi tranquilli e lieti amanti. Boez. Varch. 4. Rim. 6. Sempre con volte eguai di tempo adduce Vener la sera ombrosa. Dav. Scism. 50. Giunto a sera in Londra cinque miglia lontano, entrò nel palagio di Vestmonaster.

2. [G.M.] Far sera; Far tardi. Leggendo e chiacchierando s'è fatto sera.

[G.M.] E con enf., in senso più esteso. Far sera e sabato, mod. fam., far più tardi del convenevole. Siamo andati di proposta in proposta; e s'è fatto sera e sabato, senza concluder nulla.

3. [G.M.] Fig. Farsi sera nella mente; Offuscarsi la mente, Perdere il chiaro discernimento delle cose. Segner. Mann. Febbr. 27. Se tu tardi punto a ben confessartene (del peccato), vedrai che nella tua mente si farà sera: e laddove al principio reputavi il peccato da te commesso un male assai grande…, a poco a poco comincerai a disprezzarlo. Rammenta il verso del Petrarc. Gente cui si fa notte innanzi sera.

4. Per Notte. Bocc. Nov. 3. g. 5. (C) Giovane, che tu con noi ti rimanga per questa sera, n'è caro. Ar. Fur. 2. 24. Non cessa cavalcar sera e dimane, Che si vede apparir la terra avante.

5. Altri modi.

A prima sera, vale Sul far della sera. [G.M.] Di prima sera, nell'uso. Chiabr. Ippod. p. 12. (Gh.) Di là 've annida (Amore) Sul matutino albore, A prima sera ha di fuggir costume.

6. [Val.] A sera. Tardi, quasi fig. Non com Fortig. Ricciard. 29. 77. Tu se' fatta troppo a sera polce e pietosa, o giovane superba.

7. [Val.] Da mane e da sera. Continuamente. Pucc. Centil. 43. 30. Sollecitando da mane e da sera.

8. [Val.] Dar I'ultima sera. Uccidere. Non com. Adim. Sat.. 4. Altri poteva ripudiar la moglie, O darle col baston l'ultima sera. Fortig. Ricciard. 21. 71. L'asta fatal… omai la coratella Gli passa, e già gli dà ultima sera.

9. Da sera, per Da quando incomincia la sera. Ar Fur. 43. 169. (Gh.) Pallido, come colto al matutino, È da sera il ligustro o il molle acanto.

10. [Val.] Da sera e da mattina. Continuamente, Incessantemente. Pucc. Centil. 12. 1. I Guelfi d'ogni terra di Toscana cacciati Fûr da sera e da mattina.

11. [G.M.] Innanzi sera. Modo fig. Petr. Son. 34. part. II.. I' son colei che ti diè tanta guerra, E compie' mia giornata innanzi sera. (Laura morta in non tarda età).

12. Nel fare della sera, vale Sulla sera, In sul far della sera. Bocc. Nov. 4. g. 2. (Gh.) Ma nel fare della sera si mise un vento tempestoso.

13. [Val.] Non veder mai sera, fig. Luce luminosa di gloria. Adim. Sat. 3. Tai li rese, Che in ciel di gloria ei non vedran mai sera.

[G.M.] Borgh. Inn. Tu sol non pieghi a sera, Signor degli anni eterni.

14. Prima sera, vale Sera appena cominciata, Durando il crepuscolo. Dant. Par. 14. (M.) E sì come al salir di prima sera Comincian per lo ciel nuoe parvenze, Sì che la cosa pare e non par vera.

15. Sopra sera, lo stesso che Nel far della sera. Non com. Bocc. Urban. 64. (Gh.) Quivi sopra sera arrivò furiosamente un bel giovane.

16. Ultima sera, fig., vale Morte. Dant. Purg. 1. (C) Questi non vide mai l'ultima sera. Ma, per la sua follía, le fu sì presso Che molto poco tempo a volger era… fui mandato ad esso Per lui campare. But. ivi: Non vide mai l'ultima sera, cioè non morì ancora. [Val.] Fortig. Ricciard. 16. 23. Già che vi piace il vostro danno, Nè vi spaventa quell'ultima sera, Dico, la certa morte non temete, L'orecchie attente al mio parlar porgete.

17. Una sera, si dice di un tempo, di va giorno indenterminato di sera; come: Verrò una sera. Avvenne una sera. (Man.)

[T.] Quasi Ora sera, cioè Tarda. Così dall'agg. Alba fecesi il sost. Sall. Diei serum erat. T. Le due voci congiungonsi nel modo Fino alla sera tardi; e questo contrapponesi a In prima sera, Di prima sera. – In prima può dire più ass. l'ora del tempo; Di prima, e il tempo, e quello che segue o ci si fa.

II. Segnatam. di quel che ci si fa o che segue. T. Petr. Sest. 6. part. I. Nè tant'erbe ebbe mai campo nè piaggia Quant'ha il mio cor pensier' ciascuna sera. Prov. Tosc. 111. Quando la mora è nera, un fuso per sera; quando l'è nera affatto, filane tre o quattro.

T. Crepuscolo della sera. – Aria fresca, pericolosa, della sera. – Belle sere estive.

III. Contrapp. a Mattina o al resto del giorno. T. Prov. Tosc. 196. Quando il tempo è reale, tramontana la mattina, la sera maestrale. E 286. Da mattina alla montagnetta, da sera alla fontanetta. E: La mattina al monte, la sera al fonte.

T. Petr. Sest. 6. part. I. A' miei pensier' che… sfogando vo,… Per lo dolce silenzio della notte: Tal ch'aspetto tutto 'l dì la sera.

IV. Modo di segnare il giorno. T. Nella sera di sabato. – La sera di quel giorno.

V. Per ell. T. Martedì sera. – Jer sera, L'altr'ier sera, Domani sera. Stasera.

VI. Con verbi. T. È già sera. – NOn manca che poco a sera. Prov. Tosc. 144. Stai sul fuoco quand'è sera, Se aver vuoi la pelle intera.

T. Prov. Tosc. 178. Quando il villano è a cavallo, non vorrebbe mai che si facesse sera. – Comincia a farsi sera. – S'era già fatto sera. Per ell. Fatto sera (non Fatta). D. 2. 27. Lo sol sen' va… e vien la sera… studiate il passo Mentre che l'occidente non s'annera… del sol ch'era già basso… l'ombra (del mio corpo) si spense… E pria che in tutte le sue parti immense Fosse orizzonte fatto d'un aspetto, E notte avesse tutte sue dispense (distribuito nel cielo il tesoro delle sue stelle). Petr. Sest. 1. part. I. Quando la sera scaccia il chiaro giorno. E 6. Ratto come imbrunir veggo la sera, Sospir del petto, e degli occhi escon onde.

VII. Con partic. T. Da sera, dice il tempo per approssimazione; ma più prossimo però alla notte che Verso sera. Dicesi anco Doman da sera, tutt'una voce, e s'accorcia così; sempre intero Domani sera. Petr. Sest. 6. part. I. Al lume della luna, Canzon,… vedrai diman da sera. [Cors.] D. 1. 15. Ci riguardava, come suol da sera Guardar l'un l'altro sotto nuova luna. T. Prov. Tosc. 81. Aria rossa da sera, buon tempo mena. E: Arco da sera, tempo rasserena.

T. Verso, è più approssimativo. Ci andai verso sera. Veniteci verso sera. Anche Verso la sera; Quello è più spedito, questo determina meglio. D. 2. 15. Tanto pareva già invèr la sera Essere al sol, di suo corso, rimaso; Vespero là, e qui mezzanotte era.

T. Sulla sera è ancora più approssimativo al Verso.

T. A sera, determina meglio la cosa accaduta, o da farsi in quell'ora. – Nella sera, determina più lo spazio in cui segue la cosa o si fa. I Fior. dicono anche bene In serata.

VIII. T. Senza partic.; come anco ai Lat. l'accusat. con idea di tempo, corrisponde al sesto caso, È sempre andato la sera, Venite la sera.

IX. Modi prov. T. Prov. Tosc. 200. Ogni di vien sera (le cose finiscono).

T. Prov. Tosc. 234. Chi la mattina mangia il tutto, la sera canta il cucco. E 228. La vecchia mal raddotta, sulla sera piglia la rocca.

T. Prov. Tosc. 144. Parole di sera, il vento se le mena, (ci si dorme sopra, e non si rammentano più) E. 166. La collera della sera va serbata alla mattina.

X. T. Sovente rammentasi Mattina e Sera, senza significaz. spec.; come D. 1. 34. E 3. 23. Lo nome del bel fior ch'io sempre invoco E sera e mane (Maria). E come in sì poca ora Da sera a mane ha fatto il sol tragitto (passato il centro della terra, l'occidente diventa oriente). E così Prov. Tosc. 25. Chi ara da sera a mane, D'ogni solco perde il pane. E 189. Se piove mattina e sera.

T. Ma altre volte porta idea di Continuità o Brevità o di Frequenza. Prov. Tosc. 263. Non giudicar l'uomo nè il vino, senza gustarne sera e mattino. Briaco dalla mattina alla sera. Dalla mattina alla sera non fa che uggirsi e uggire. Ripetesi anco, Da mattina a sera e da sera a mattina sempre le medesime cose. E ass. Mattina e sera, Sempre. Petr. Sest. 6. part. I. Ma sospirando andai mattina e sera.

XI. Più specialmente idea di cosa che non duri. T. Da mattina a sera. Dalla mattina alla sera sfiorita la rosa. Prov. Tosc. 79. Chi mette il suo in sangue (in bestiame), la sera si ride e la mattina si piagne. – La mattina allegro alla Borsa, la sera senza borsa in tasca e senza tasche.

XII. T. Augurío e salute. Entrando di prima sera, e anche più in là, dicesi agli astanti: Buona sera; e incontrando persone, è saluto di confidenza. In questo senso e nel seg. Dare la buona sera. Nel lasciarsi, quando non sia tanto tardi che poco manchi all'ora del mettersi a letto la Buona notte porta, almeno indiretta, l'idea del riposo.

[Cors.] Non essere ancora a letto chi ha d'avere la mala sera, prov., Non essere ancora fuor di pe ricolo, Non avere ancora sfuggito qualche male. Fir. Trin. 4. 6. Qualcosa si troverà per salute vostra: che non è ancora a letto chi ha da avere la mala sera.

XIII. T. Quasi fig. contrapp. a Aurora, come Occidente a Oriente. Nel verso I popoli della sere.

XIV. T. Trasl. Sim. all'altro cit. Gente a cui si fa notte innanzi sera. T. Petr. Sest. 6. part. I. Questa ch'anzi vespro a me fa sera (Per amore dolorosamente irrequieto).

XV. T. Siccome Giornata la vita, Aurora la prima età; Sera, la vecchiezza e la morte. Petr. Sest. 6. part. I. Di dì in dì spero omai l'ultima sera (aspetto la mia fine).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: sequestrino, sequestrò, sequestro, sequestrotomia, sequestrotomie, sequoia, sequoie « sera » seraccata, seraccate, seracchi, seracco, serafica, seraficamente, serafiche
Parole di quattro lettere: semi, seni, seno « sera » sere, seri, seta
Vocabolario inverso (per trovare le rime): pitturerà, scritturerà, otturerà, strutturerà, ristrutturerà, suturerà, manovrerà « sera (ares) » baserà, accaserà, rincaserà, gaserà, buonasera, raserà, parafraserà
Indice parole che: iniziano con S, con SE, parole che iniziano con SER, finiscono con A

Commenti sulla voce «sera» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2021 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze