Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «vero», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Vero

Aggettivo
Vero è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: vera (femminile singolare); veri (maschile plurale); vere (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di vero (effettivo, autentico, concreto, autografo, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
falso (74%), reale (5%), uomo (2%), giusto (2%), certo (2%), sincero (2%). Vedi anche: Parole associate a vero.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Treccani | Wikipedia
Informazioni di base
La parola vero è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ore), un bifronte senza capo né coda (re). Divisione in sillabe: vé-ro. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche le pagine frasi con vero e canzoni con vero per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • È proprio vero che non si finisce mai di conoscere il prossimo.
  • Sei sicuro che è vero quello che stai affermando, e non è il contrario.
  • È vero che mi hai chiamata sul cellulare, leggo il tuo numero.
Citazioni da opere letterarie
La Storia di Elsa Morante (1974): Delle odierne sue lettere da Mantova, certune erano lunghe, scritte bene (con un vero stile d'Autore!) e ragionavano su argomenti dotti: arte, filosofia, storia, tanto che Ninnuzzu le ostentava con un certo onore, sebbene fatalmente, alla lettura, ne saltasse almeno la metà. E altre invece erano convulse e confusionarie, scarabocchiate a caratteri grandi, storti e quasi illeggibili.

L'amica geniale di Elena Ferrante (2011): Sono attimi che mi sono rimasti bene impressi nella memoria. Non ne sono certa, ma mi dovette uscire dal petto un vero urlo di terrore, perché lei si affrettò a dire con una voce rimbombante che era solo una maschera, una maschera antigas: suo padre la chiamava così, ne aveva una identica nel ripostiglio di casa. Seguitai a tremare e mugolare di paura, cosa che evidentemente la convinse a strapparsela dal viso e a gettarla in un angolo, con un gran fracasso e molta polvere che si addensò tra le lingue di luce dei finestrini.

La vita in tempo di pace di Francesco Pecoraro (2013): «Ah, sì, scusa… È vero, non ci pensavo più… No, non ci sono, all'ultimo momento non sono venuti. La coppia aveva problemi di famiglia… La mamma di lei mi pare stia male. Allora nemmeno la ragazza è più venuta… Be', è amica loro. io non l'ho mai vista, sai. Non se l'è sentita. Non ho insistito. Siamo solo noi tre… Ti dispiace?»
Proverbi
  • Amore è il vero prezzo con che si compra amore.
Espressioni e Modi di Dire
  • Non è vero ma ci credo
  • A onor del vero
Canzoni
  • Vero amore (Cantata da: Ragazzi Italiani; Anno 1997)
  • È vero (Cantata da: Teddy Reno e Mina; Anno 1960)
  • È vero (che ci sei) (Cantata da: Alessandro Casillo; Anno 2012)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per vero
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: aero, cero, mero, nero, pero, varo, vedo, velo, vera, vere, veri, veto, viro, zero.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: aera, aeri, bere, berk, cera, cere, ceri, ferì, ieri, mera, mere, meri, nera, nerd, nere, neri, pera, pere, peri, perì, perù, sera, sere, seri, teri, zeri.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: ero.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: vedrò, verbo, vergo, verro, verso, vetro.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: core, gore, more.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si ottengono: eroe, eroi, eros.
Parole con "vero"
Iniziano con "vero": verona, veronese, veronesi, veronica, verosimile, verosimili, veronalismi, veronalismo, verosimilmente, verosimiglianza, verosimiglianze.
Finiscono con "vero": avvero, avverò, bavero, caverò, coverò, invero, laverò, leverò, novero, ovvero, povero, severo, bevvero, curverò, davvero, eleverò, gioverò, graverò, muoverò, nevvero, parvero, pioverò, priverò, proverò, salverò, sbaverò, scaverò, scoverò, stiverò, troverò, ...
Contengono "vero": baverone, baveroni, beverone, beveroni, doverono, doverosa, doverose, doverosi, doveroso, poverona, poverone, poveroni, ferverono, pioverono, polverone, polveroni, polverosa, polverose, polverosi, polveroso, evolverono, riceverono, polverosità, dissolverono, inverosimile, inverosimili, doverosamente, inverosimilmente, inverosimiglianza, inverosimiglianze, ...
»» Vedi parole che contengono vero per la lista completa
Parole contenute in "vero"
ero. Contenute all'inverso: ore.
Incastri
Inserito nella parola bene dà BEveroNE; in beni dà BEveroNI; in dono dà DOveroNO; in dosa dà DOveroSA; in dose dà DOveroSE; in dosi dà DOveroSI; in doso dà DOveroSO; in pone dà POveroNE; in poni dà POveroNI; in polsi dà POLveroSI; in polso dà POLveroSO; in riceno dà RICEveroNO.
Inserendo al suo interno ari si ha VariERO (varierò); con din si ha VERdinO; con rem si ha VERremO; con san si ha VERsanO; con tan si ha VERtanO; con ton si ha VERtonO; con agli si ha VagliERO (vaglierò); con egli si ha VegliERO (veglierò); con nere si ha VEnereRO (venererò); con siam si ha VERsiamO; con desse si ha VEdesseRO; con legge si ha VEleggeRO (veleggerò); con dacci si ha VERdacciO; con durai si ha VERduraiO; con leggerebbe si ha VEleggerebbeRO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "vero" si può ottenere dalle seguenti coppie: vece/cero, veci/ciro, veda/darò, vedesse/dessero, vedeste/desterò, vedette/dettero, vedi/dirò, vedo/doro, vela/laro, velavo/lavoro, veleggerebbe/leggerebbero, veleni/lenirò, veliste/listerò, velo/loro, vene/nero, vespa/sparo, vespe/spero, vesta/staro, veste/stero, vestente/stenterò, vesti/stiro...
Usando "vero" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bave * = baro; bove * = boro; cave * = caro; cove * = coro; dove * = doro; fave * = faro; lave * = laro; neve * = nero; pavé * = paro; pive * = piro; rave * = raro; * roda = veda; * rode = vede; * rodi = vedi; * rodo = vedo; vive * = viro; cerve * = cerro; corvè * = corro; ferve * = ferro; nuove * = nuoro; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "vero" si può ottenere dalle seguenti coppie: vegano/onagro, vetrame/emartro.
Usando "vero" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * orci = veci; * orda = veda; * orde = vede; * ordì = vedi; * orla = vela; * orli = veli; * orlo = velo; * orna = vena; * orti = veti; * orto = veto; * orlai = velai; * organi = vegani; * organo = vegano; * orlano = velano; * orlare = velare; * orlata = velata; * orlate = velate; * orlati = velati; * orlato = velato; * orlava = velava; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "vero" si può ottenere dalle seguenti coppie: bave/roba, beve/robe, cave/roca, cove/roco, dative/rodati, deve/rode, dive/rodi, dove/rodo, rideve/roride, sative/rosati, vive/rovi.
Usando "vero" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: roba * = bave; robe * = beve; roca * = cave; roco * = cove; rode * = deve; rodi * = dive; rodo * = dove; * bave = roba; * beve = robe; * cave = roca; * cove = roco; * dove = rodo; * vive = rovi; rovi * = vive; odo * = dover; oro * = rover; rover * = verve; rodati * = dative; roride * = rideve; * dative = rodati; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "vero" si può ottenere dalle seguenti coppie: vecce/rocce, vecchi/rocchi, vecchio/rocchio, veccia/roccia, vecciosa/rocciosa, vecciose/rocciose, vecciosi/rocciosi, veccioso/roccioso, veda/roda, vedano/rodano, vede/rode, vedemmo/rodemmo, vedendo/rodendo, vedente/rodente, vederci/roderci, vedere/rodere, vedermi/rodermi, vedersi/rodersi, vederti/roderti, vedervi/rodervi, vedesse/rodesse...
Usando "vero" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: baro * = bave; boro * = bove; dirò * = dive; doro * = dove; faro * = fave; laro * = lave; paro * = pavé; piro * = pive; raro * = rave; * ciro = veci; * darò = veda; * dirò = vedi; * doro = vedo; * laro = vela; * loro = velo; * tiro = veti; * toro = veto; viro * = vive; cerro * = cerve; corro * = corvè; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "vero" (*) con un'altra parola si può ottenere: al * = averlo; si * = svierò; * si = versoi; avi * = avvierò; dei * = devierò; dir * = diverrò; * ali = valerio; * del = vederlo; * lai = velario; * tai = vetraio; asse * = avessero; aver * = avvererò; riel * = rivelerò; * arem = vareremo; * tari = vetrario; allei * = allevierò; diluì * = diluvierò; dille * = divellerò; dotte * = dovettero; fuori * = fuorvierò; ...
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Vero, Verace, Veridico, Veritiero - Vero, ciò che non è falso. - Verace pare che dica alquanto più, e che voglia significare Proprio vero, un vero accertato. - «Ciò che dico è vero. -Questa è la verace maniera di conseguire il vostro intento.» - Verace poi l'espressione, il discorso che formola e che eziandio accerta la verità. - Veridico, chi dice la verità; è aggettivo di persona o di cosa personificata. - «Uomo veridico. - Questo è il linguaggio, la narrazione, la storia veridica dell'accaduto.» - Uomo Veritiero, colui che suol dire il vero sempre, per cui la verità, e perciò la giustizia, è un culto, e che crederebbe disonorarsi dicendo la menzogna o palliando la verità. (Zecchini). [immagine]
Daddovero, Davvero, Per da vero - Daddovero afferma un po' più, dice il Tommaseo; ma Davvero è il più comunemente usitato. Io direi piuttosto che Daddovero afferma, ma l'usarlo è pedanteria. - Davvero afferma e conferma. - Per davvero afferma e conferma con più efficacia. Spesso Davvero e Per davvero significano cosa fatta con fermo proposito e non per pura dimostrazione. - «Ora comincia a dir davvero,» cioè si è messo all'opera con tutto l'ardore. - «Non so se dice per celia o per davvero.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Vero, Verace, Veridico, Veritiero - Vero ciò che non è falso; verace pare che dica alquanto più, e che voglia significare, proprio vero, un vero accertato: ciò che dico è vero; questa è la verace maniera di conseguire il vostro intento: verace poi l'espressione, il discorso che formola e che eziandio accerta la verità. Veridico, chi dice la verità; è aggettivo di persona o di cosa personificata: uomo veridico; questo è il linguaggio, la narrazione, la storia veridica del successo. Uomo veritiero colui che suole dire il vero sempre; per cui la verità, e perciò la giustizia è un culto e che crederebbe disonorarsi dicendo la menzogna o palliando la verità. [immagine]
Dire il vero, Reggere - «Non dire il vero usasi parlando di parte del corpo o indebolita, o incomodata, che non regga bene, non faccia l'ufficio suo. Al vecchio le gambe non dicono il vero. A chi si sente, o per malattia, o per applicazione, o per età, aggravata o vuota la testa, il capo non dice più il vero; cioè non solo non regge, ma non ha nemmeno la forza necessaria a connettere». Tommaseo. [immagine]
Vero, Reale - Ciò che è vero sta; ciò che è reale esiste veramente: l'esistenza di una cosa è anco argomento sensibile della sua verità; è un'induzione assai probabile della sua verità: infatto, reali si dicono anco gli errori, e sono quelli sì fattamente accertati che non si puonno dire supposti, ma che proprio esistono in fatto nell'opera o altro: errori veri (curiosa antitesi!) sono quelli dimostrati proprio in principio e direi a priori: errore reale sarebbe il credere che il male sia sempre di necessità e materialmente punito in questo mondo; errore vero sarebbe eziandio il credere che chi opera questo male sia internamente felice e contento. Beni reali quelli che non sono affatto illusorii; veri beni quelli che consentono alle regole eterne di equità, di giustizia, che appagano la ragione, che non urtano la coscienza. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: verniciavate, verniciavi, verniciavo, vernicino, verniciò, vernicio, vernissage « vero » verona, veronalismi, veronalismo, veronese, veronesi, veronica, verosimiglianza
Parole di quattro lettere: vera, vere, veri « vero » veti, veto, vice
Lista Aggettivi: verminoso, verniciato « vero » veronese, verosimile
Vocabolario inverso (per trovare le rime): accentuerò, questuerò, attuerò, eccettuerò, effettuerò, fluttuerò, mutuerò « vero (orev) » bavero, sbaverò, caverò, ricaverò, incaverò, scaverò, laverò
Indice parole che: iniziano con V, con VE, parole che iniziano con VER, finiscono con O

Commenti sulla voce «vero» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze