Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «mossa», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «mosso», associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Mossa

Forma di un Aggettivo
"mossa" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo mosso.

Parole Collegate

»» Aggettivi per descrivere mossa (sbagliata, vincente, intelligente, giusta, azzardata, ...)
Nomi Alterati e Derivati
Diminutivi: mossetta, mossettina. Vezzeggiativi: mossuccia. Dispregiativi: mossaccia, mossettaccia.
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
scacchi (21%), cavallo (6%), vincente (5%), foto (4%), spostata (4%), scacco (3%), ferma (3%), movimento (3%), speciale (2%), judo (2%), sorpresa (2%), gesto (2%), azione (2%). Vedi anche: Parole associate a mossa.

Utili Link

Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate mossa

Arriva Katrina
  

Informazioni di base

La parola mossa è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: ss.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (asso). Divisione in sillabe: mòs-sa. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).

Frasi e testi di esempio

»» Vedi anche la pagina frasi con mossa per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Alla tredicesima mossa il nero, considerando la posizione svantaggiosa, ha abbandonato la partita.
  • Con una mossa strategica, l'esercito inglese riuscì a circondare l'accampamento nemico.
  • Quando l'attrice apparve sul palcoscenico il pubblico le chiese di esibirsi con la mossa.
Citazioni da opere letterarie
Le Selve Ardenti di Emilio Salgari (1910): — Buon giorno a mio fratello bianco, — disse Minehaha, serrandosi indosso, con una mossa nervosa, il mantellone. — Non sei andato ancora a cacciare i bisonti nelle praterie dei visi pallidi? Per dire il vero non credevo di vederti più, e mi ero rassegnata a rinunciare alla riconquista della capigliatura di mia madre, di Yalla, sai, quella che scotennasti sulle rive del torrente delle Sabbie. —

La vecchia casa di Neera (1900): Saliva, il fanciullo, guardando da lontano innanzi a sé chi gli stesse per venire incontro sul sentiero e voltava pure tratto tratto rapidamente il capo per assicurarsi di chi lo seguiva alle spalle. Vestiva un abito grigio troppo corto, un cappello a cencio sotto il quale il viso piccolo e delicato scompariva tutto, e teneva sotto il braccio pochi libri stretti fra due assicelle. Giunto a mezza via si fermò un momento, con una mossa istintiva adombrata di timidità insieme e di fierezza.

Una grande storia d’amore di Susanna Tamaro (2020): Mi sono messo subito a studiare la mappa. Come prima mossa, ho dovuto arrampicarmi con una sedia sopra lo scaldabagno poi strisciare sotto il letto di Amy, aprire un mucchio di cassetti, andare due volte sul balcone a sbirciare tra i gerani rinsecchiti mentre voi continuavate a dire «fuoco, fuochetto» «acqua, acquetta» a seconda della mia vicinanza all'obiettivo. L'ultima tappa è stato il frigo. Lì, nello scomparto delle verdure, appoggiato sopra le solite carote ammuffite, ho finalmente trovato il tesoro. Una grande busta su cui Amy aveva disegnato una montagna di dobloni luccicanti.

Giochi di Parole

Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per mossa
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: fossa, massa, messa, morsa, mosca, mosse, mossi, mosso, possa, rossa.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bossi, bosso, cosse, cossi, cosso, dossi, dosso, fosse, fossi, fosso, posso, rosse, rossi, rosso, tosse, tossi, tossì.
Con il cambio di doppia si ha: molla, morra, mozza.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: ossa.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: smossa.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: basso, casso, lasso, masso, passo, sasso, tasso.
Parole con "mossa"
Iniziano con "mossa": mossasi, mossacce, mossaccia.
Finiscono con "mossa": smossa, rimossa, commossa, promossa, sommossa, contromossa, neopromossa, antisommossa.
»» Vedi parole che contengono mossa per la lista completa
Parole contenute in "mossa"
ossa. Contenute all'inverso: asso.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "mossa" si può ottenere dalle seguenti coppie: moca/cassa, mogli/glissa, mole/lessa, more/ressa, mori/rissa, moro/rossa, mosca/scassa, mosci/scissa, mosco/scossa, mostre/stressa, mota/tassa, mosca/casa, mosco/cosa, mosto/tosa, mostrava/travasa, mostravi/travisa.
Usando "mossa" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: fimo * = fissa; gemo * = gessa; mamo * = massa; memo * = messa; pomo * = possa; remo * = ressa; rimo * = rissa; termos * = tersa; temo * = tessa; chimo * = chissà; cromo * = crossa; glomo * = glossa; gramo * = grassa; premo * = pressa; * aero = mossero; squamo * = squassa; stremo * = stressa; declamo * = declassa.
Lucchetti Riflessi
Usando "mossa" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * assira = moira; * assire = moire; * asce = mosce; * asco = mosco; * asti = mosti; groom * = grossa; * aschi = moschi; * ascia = moscia; * astri = mostri; * astro = mostro; * astrai = mostrai; * astrale = mostrale; * astrali = mostrali; * astrarci = mostrarci; * astrarmi = mostrarmi; * astrarsi = mostrarsi; * astrarti = mostrarti; * astrarvi = mostrarvi; * astrasse = mostrasse; * astrassi = mostrassi; ...
Lucchetti Alterni
Usando "mossa" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: fissa * = fimo; gessa * = gemo; messa * = memo; * lessa = mole; * ressa = more; * rissa = mori; * tassa = mota; ressa * = remo; rissa * = rimo; chissà * = chimo; grassa * = gramo; * glissa = mogli; * scassa = mosca; * scissa = mosci; * cosa = mosco; * tosa = mosto; pressa * = premo; * stressa = mostre; mosca * = scassa; mosci * = scissa; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "mossa" (*) con un'altra parola si può ottenere: capine * = campionessa.

Definizioni da Dizionari Storici

Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Mossa, Movimento, Moto - La Mossa è il cominciare a muoversi: « Quel cavallo sulla mossa è ritroso; » e dei barberi si dice dare le mosse; e la mossa o le mosse si chiama pure il luogo da dove si partono i barberi; e così la mossa di un esercito, e simili. - Moto è astrattamente lo stato contrario a quello di inerzia, o di quiete, come Le leggi del moto: significa poi, così in genere, il trasferirsi de' corpi da luogo a luogo, anche per legge fisica: Il moto della Terra. - Il moto, diciam così, nel suo atto materiale, è il Movimento. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Mossa - S. f. L'atto e l'effetto del muoversi. Motamen, Motamentum b. lat., Motatio in Tert., Motio in Cic. Il plur. Mosse, V. dopo MOSSACCIA. G. V. 10. 198. 2. (C) E alla sua mossa la Chiesa gli darebbe ogni ajuto. Petr. cap. 5. Che via maggior in sulla prima mossa Non fosse del dubbioso e grave assalto. Franc. Sacch. Rim. 8. Quando la bella mossa Furio Camillo fece contro a Brenno. E altrove: Venite là, onde tal mossa nacque. Segner. Mann. Ag. 3. 1. Gli Ebrei già solevano usare la tromba per fare la mossa de' padiglioni nei loro viaggi.

2. T. Più in gen. Qualsiasi atto. [A. Con.] Colui m'incontrò, e benchè prima mi solesse salutare, non mi guardò neanche. Non so capire che significhi quella mossa. [G.M.] Ha certe mosse curiose… – Con quelle mosse bisogna ridere. – Stenterello ha certe mosse ridicole… Non solo di atti, ma anco di motti accompagnati dal gesto. = A quella mia risposta fece una mossa che non mi piacque. (Man.)

3. Dare la mossa, vale Dare la spinta. Dant. Inf. 33. (M.) Cotal vantaggio ha questa Tolommea, Che spesse volte l'anima ci cade Innanzi ch'Atropos mossa le dea.

4. Fare mossa. Muoversi, Dar segno di muoversi, Partirsi. V. FARE MOSSA. Pucc. Centil. 26. 55. Per partito prese D'andarne in Tolosano, e fe' la mossa.

5. Per Chiesta, Consiglio, Impulso. G. V. 9. 324. (M.) Sotto colore di pace a petizione e mossa de' prigioni teneano trattato con Castruccio contra al volere degli altri cittadini. Borgh. Vesc. Fior. 593. (Man.) Al tempo di costui e per sua mossa si ritrovò il corpo di S. Zanobi che era nella catacomba vecchia.

6. Fig. T. Di qualsiasi impresa o cominciamento o prova. Mossa che andò fallita.

T. Da quella proposta i negozianti ebbero la prima mossa.

[Camp.] Fig. per Divisamento, Consiglio, e simili. Bon. Bin. II. 3. Chi cerca meno e giusta aver vuol salma, Da saggia opinïon non vien sua mossa. I beni intellettuali non s'acquistano con l'infingardìa, ecc.

7. (Mil.) Mossa d'arme. Apparecchio d'armi e di munizioni, con radunamento straordinario di soldati, che suole precedere di poco l'aperta rottura della guerra. Bentiv. (cit. dal Grassi). (Gh.) Intanto le Provincie Unite, dopo aver veduta questa mossa d'arme degli Arciduchi e degli Spagnuoli, avevano introdotti tre mila fanti in Giuliers.

T. Mossa nel senso milit. potrebbesi sovente chiamare quella che francesem. Evoluzione.

8. (Med.) Per Evacuazione. Cocch. Bagn. 295. (Man.) Il giorno dopo… ebbe due mosse sottili, ed orinò.

9. Mosse, nel giuoco degli scacchi o di dama, diconsi i movimenti che il giocatore fa fare a' suoi pezzi, Il muoverli da uno scacco all'altro secondo le regole del giuoco. (Fanf.) Colomb. Opus. 4. 234. (Gh.) Quanto maggior numero di mosse può avere un giocatore (di scacchi) per mettersi in imboscata, tanto meglio. E 4. 237. 259. Quando il giocatore ha guadagnato un pedone,… farà cambio de' pezzi il più che potrà, purchè non si esponga al pericolo di perdere la mossa.

10. (Archi.) Parlandosi di Volte, dicesi il luogo dove la volta ha principio. Vas. Op. Vit. 2. 139. (Man.) Vuole (la volta) esser grossa nella mossa da piè braccia tre e tre quarti.

[Bos.] Parlando di Archi dicesi quel primo Conio o Cuneo con cui un'arco o volta principia ad ognuna delle sue estremità. Comunemente gli operai lo dicono impostatura. Adimar. Pros. 124. (Fanf.) Erano gli estremi di queste… sostenuti da alcuni angioletti, che posavano sulle mosse degli archi.

11. Dicesi anche L'azione del muovere in senso di Pullulare. Soder. Colt. 9. (Man.) Del muover di essa (vite) o prima o poi non si potendo così per appunto appostare il tempo giusto della lor mossa al Marzo, sendo che chi prima muove e chi dopo, in quella maniera ciascheduno potrà muovere secondo la sua natura.

[T.] Senso corp. T. La mossa d'una pers. nell'andare; o di parte del corpo, nell'atto d'un movimento, o nell'abit. atteggiarsi.

T. In opera d'arte. Bella la mossa d'una statua; Forzate in un quadro le mosse.

II. T. Senso milit. Le prime mosse dell'esercito. Mossa strategica. – Rapide mosse. Prevenire le mosse del nemico. Guidare le mosse de' suoi.

III. T. Di qualunque risoluzione a cui l'uomo si muova. Questa tua mossa mi ha molto angustiata. – Non m'aspettavo da lui questa mossa. In questo e in altri sensi. Far una mossa.

T. Accennando al giuoco della dama o degli scacchi o sim. Mossa e Farla, Indovinarla, Pararla. Ogni mezzo per acquistare vantaggio o scansare danno.

T. Dare la mossa perch'altri faccia e dica; Darla colla parola, col consiglio, col comando, coll'esempio: in questo senso nel num. sing.

T. D. Conv. 191. La loro mossa viene da abbominevoli cogìoni (il biasimare la lingua propria). – Io so d'onde veniva la mossa, da quale persona, da quale passione, da quale intendimento.

IV. T. Senso specialm. intell.; ma anco più in gen. diciamo e pr. e tr. Prendere le mosse da un punto per giungere a un altro. Prendere le mosse da quel ch'altri fece per continuare più oltre. Poi dall'Hume prese il Kant alla sua dottrina le mosse. – Età in cui prese la mossa la nuova scienza. – Prendo le mosse da questa premessa. Prendo le mosse da quasto fatto, per dedurne troppo precipitosamente una massima generale.

T. Scienza lenta nelle sue mosse.

T. Mossa alta e dignitosa del discorso. Mossa poetica, lirica.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: moscona, moscone, mosconi, moscovita, moscovite, moscoviti, mosquito « mossa » mossacce, mossaccia, mossasi, mosse, mossero, mossesi, mossetta
Parole di cinque lettere: mosce, mosci, mosco « mossa » mosse, mossi, mosso
Vocabolario inverso (per trovare le rime): ioglossa, genioglossa, arnoglossa, ipoglossa, macroglossa, isoglossa, buglossa « mossa (assom) » rimossa, commossa, sommossa, antisommossa, promossa, neopromossa, contromossa
Indice parole che: iniziano con M, con MO, parole che iniziano con MOS, finiscono con A

Commenti sulla voce «mossa» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2023 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze