Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «morsa», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Morsa

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate morsa

Pinocchio

Scuola d'intaglio 1
 
Giochi di Parole
La parola morsa è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: mòr-sa. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di morsa con quelle di un'altra parola si ottiene: +fai = aforisma; +bei = ambrosie; +mie = ammisero; +nei = ansimerò; +[sai, sia] = arassimo; +sue = assumerò; +bei = bramosie; +[csi, ics, sci] = carsismo; +tic = cartismo; +cap = comparsa; +cip = comparsi; +tic = costarmi; +tic = cromista; +[adì, dai, dia] = disamora; +dei = disamore; +idi = disamori; +[dio, odi] = disamoro; +bei = ebraismo; +dee = esoderma; ...
Vedi anche: Anagrammi per morsa
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: borsa, corsa, morda, moria, morra, morse, morsi, morso, morta, mossa.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: borse, corse, corsi, corso, dorsi, dorso, forse, porse, porsi, sorse, sorsi, sorso, torse, torsi, torso.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: orsa, mora.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: morosa.
Parole con "morsa"
Finiscono con "morsa": rimorsa.
Parole contenute in "morsa"
orsa. Contenute all'inverso: rom.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "morsa" si può ottenere dalle seguenti coppie: moa/arsa, moria/riarsa, mosca/scarsa, mosco/scorsa, morale/alesa, morchie/chiesa, mordo/dosa, morirò/irosa, mormoro/morosa, moro/osa, morra/rasa, morte/tesa, morto/tosa.
Usando "morsa" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: como * = corsa; * saia = moria; * sara = morra; temo * = tersa; riamo * = riarsa; * saetta = moretta; * saette = morette; * saetti = moretti; * aero = morsero; * salacca = morlacca; * saettino = morettino; * salacche = morlacche.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "morsa" si può ottenere dalle seguenti coppie: moretta/attesa, morose/esosa, morra/arsa.
Usando "morsa" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: boom * = borsa; * asia = moria; * asta = morta; * aste = morte; * asti = morti; * astori = mortori; * assetti = morsetti; * assetto = morsetto.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "morsa" si può ottenere dalle seguenti coppie: moretta/saetta, morette/saette, moretti/saetti, morettino/saettino, mori/sai, moria/saia, morlacca/salacca, morlacche/salacche, morra/sara.
Usando "morsa" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: tersa * = temo; * dosa = mordo; * riarsa = moria; * rasa = morra; * tesa = morte; * tosa = morto; * scarsa = mosca; riarsa * = riamo; * alesa = morale; * irosa = morirò; moria * = riarsa; * chiesa = morchie; * morosa = mormoro.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "morsa" (*) con un'altra parola si può ottenere: metafore * = metamorfosare.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "morsa"
»» Vedi anche la pagina frasi con morsa per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nel mio garage ho una morsa che ho comprato ad un mercatino.
  • La morsa è un attrezzo da banco molto utilizzato dai meccanici.
  • La morsa della fame può anche provocare dolori allo stomaco.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Morsa - S. f. Più usato nel pl. Morse. (Archi.) [Bos.] Pietre o mattoni i quali sporgono in fuori dalle estremità di un muro lasciatovi a fine di potervi collegare nuovo muro in prolungamento del primo. Talvolta si confonde la morsa coll'addentellato, ma questo differisce dalla prima in ciò che esso sorge dal fianco a parete del muro per uso di collegarvi una impiallacciatura o rivestimento laddove le Morse sportano dalle estremità ossia grossezza del muro per uso di connettervi un prolungamento. [Cont.] Bart. C. Arch. Alb. 301. 50. Nel muro vecchio si metteranno in più luoghi alcune morse gagliarde di pietra ma viva, e si fermeranno che eschino in fuori, di maniera che entrino nel muro che tu arai a fare di nuovo, e che sieno quasi per legatura. Vas. V. Pitt. Scul. Arch. III. 286. Michelagnolo Buonaroti, nel suo ritorno da Roma, veggendo che nel farsi quest'opera si tagliavano le morse che aveva lasciato fuori, non senza proposito, Filippo Brunelleschi, fece tanto rumore che si restò di lavorare. Cart. Art. ined. G. III. 54. E perchè ebbi ordine di andare più su, son ritornato a cominciar da basso a metter gli appoggiamani su per la scala, dove io avevo lassato le morse. – Bocc. Nov. 4. g. 5. (C) Appiccandosi a certe morse d'un'altro muro, con gran fatica e pericolo se caduto fosse, pervenne in sul verone. Bart. Ortogr. 1. 1. 77. (M.) Fattole appresso un piccolo frego di penna (come le morse al muro non ancora finito).. convien trasportare l'altro suo pezzo al capo della riga seguente.

2. (Ar. Mes.) È similmente uno Strumento o di ferro o di legno, a guisa di grossa tanaglia, con sua vite da serrarla, e col quale i fabbri, o gli orefici e altri artefici stringono o tengon fermo il lavoro ch'eglino hanno tra mano per lavorarlo. (Fanf.) [Cont.] Lupic. Arch. mil. 78. Mantici, ancudini, boccolai, martelli, tanaglie, morse, morsette, lime, punteruoli. Baldi, Ant. Er. 44. Due sorti di denti di viti si trovano, l'uno quadrato come ordinariamente è quello delle morse de' fabbri, e l'altro tagliente come quello delle viti di legno de' torchi. = Sagg. nat. esp. 124. (C) Serrata dunque, e stretta gagliardemente dentro una morsa la vite del mezzo, l'empiemmo d'acqua. E 146. Non fu mai possibile di cavarlo nè con tanaglie, nè con morse. T. Ha una mano che stringe come una morsa.

3. (Vet.) [Valla] Morsa o Mordacchia. Strumento, col quale si piglia il labbro anteriore del cavallo o l'orecchio, e si stringe, perchè ei stia fermo. V'ha una morsa, detta d'Alemagna, la quale è costituita da una corda della grossezza d'un dito, che è fatta passare nella bocca, ed annodata quindi sulla regione della nuca. Affine di assoggettare i cavalli restii, sono con questo strumento ritratte indietro le commessure delle labbra, torcendo la fune col cilindro di legno, attorno al quale è annodata. Pallad. Marz. 27. (C) Se la cavalla scalcheggiasse, e impazzasse, affatichisi un poco colle morse. Borgh. Mon. 247. Infino al 1330, e più oltre, si truova di così fatti contrassegni, e forse più strani, che ho lasciati in pruova: morse da cavagli,… [Camp.] Din. Din. Masch. IV. Prol. Non era sì forte cavallo ch'el nol castrasse ritto senza legare; è vero che li metteva un pajo di morse al naso.

4. Mettersi una morsa alla lingua. Fig. Impedire a se stesso il favellare. Varch. Sen. Benif. l. 4. c. 26. p. 113. (Gh.) E quasi mi metterò, come si suol dire, una morsa alla lingua.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: moroso, morotea, morotee, morotei, moroteismo, moroteo, morra « morsa » morse, morsero, morsetti, morsettiera, morsettiere, morsetto, morsi
Parole di cinque lettere: morra « morsa » morse
Vocabolario inverso (per trovare le rime): idrocorsa, percorsa, ripercorsa, intercorsa, scorsa, trascorsa, ritrascorsa « morsa (asrom) » rimorsa, retrorsa, destrorsa, sinistrorsa, risorsa, bassa, abbassa
Indice parole che: iniziano con M, con MO, iniziano con MOR, finiscono con A

Commenti sulla voce «morsa» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze