Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «sasso», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Sasso

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monoconsonantiche [Sassi « * » Sassosa]

Foto taggate sasso

Sullo specchio di smeraldo

perplessità tra cuccioli...

Sembra di gomma (tucano)
Tag correlati: pietra, acqua, roccia, masso, fiume, mare, ombra, erba, foglie, sassi
Giochi di Parole
La parola sasso è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti (tutte uguali, è monoconsonantica). In particolare risulta avere una consonante doppia: ss. Lettera maggiormente presente: esse (tre).
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ossa).
Divisione in sillabe: sàs-so. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di sasso con quelle di un'altra parola si ottiene: +tic = costassi; +idi = disossai; +udì = dissuaso; +[ile, lei] = isolasse; +ili = isolassi; +[ore, reo] = osassero; +mio = osassimo; +idi = ossidasi; +[ile, lei] = ossisale; +ili = ossisali; +cri = riscossa; +tac = scassato; +tic = scistosa; +cip = scopassi; +tue = sessuato; +tag = sgassato; +gel = slogasse; +gli = slogassi; +tum = smussato; +din = snodassi; +gin = sognassi; ...
Vedi anche: Anagrammi per sasso
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: basso, casso, lasso, masso, passo, sassi, sesso, tasso.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bassa, basse, bassi, cassa, casse, cassi, gassa, gasse, hassi, lassi, lassù, massa, masse, massi, nassa, nasse, passa, passi, tassa, tasse, tassi.
Con il cambio di doppia si ha: sacco, sanno.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: asso.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: scasso, spasso, svasso.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: fossa, mossa, possa, rossa.
Parole con "sasso"
Iniziano con "sasso": sassone, sassoni, sassosa, sassose, sassosi, sassoso, sassonia, sassofoni, sassofono, sassolini, sassolino, sassofrassi, sassofrasso, sassotromba, sassotrombe, sassofonista, sassofoniste, sassofonisti.
Contengono "sasso": anglosassone, anglosassoni.
»» Vedi parole che contengono sasso per la lista completa
Parole contenute in "sasso"
asso. Contenute all'inverso: ossa.
Incastri
Inserendo al suo interno tana si ha SAtanaSSO; con card si ha ScardASSO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "sasso" si può ottenere dalle seguenti coppie: sacra/crasso, sacro/crosso, sagra/grasso, sai/isso, sala/lasso, sale/lesso, sane/nesso, sapa/passo, sarò/rosso.
Usando "sasso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: basa * = basso; casa * = casso; cosa * = cosso; dosa * = dosso; fesa * = fesso; lesa * = lesso; posa * = posso; rosa * = rosso; tesa * = tesso; adesa * = adesso; presa * = presso; spesa * = spesso; sposa * = sposso; stesa * = stesso; accesa * = accesso; ascesa * = ascesso; intesa * = intesso; appresa * = appresso; impresa * = impresso; compresa * = compresso; ...
Lucchetti Riflessi
Usando "sasso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ossia = saia; * ossute = sauté; alias * = alisso; * ossetti = saetti; * ossetto = saetto.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "sasso" si può ottenere dalle seguenti coppie: basa/basso, casa/casso, accesa/accesso, ascesa/ascesso, adesa/adesso, fesa/fesso, lesa/lesso, spesa/spesso, presa/presso, impresa/impresso, compresa/compresso, appresa/appresso, tesa/tesso, intesa/intesso, stesa/stesso, osa/osso, cosa/cosso, dosa/dosso, posa/posso, sposa/sposso, rosa/rosso...
Usando "sasso" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * lesso = sale; * nesso = sane; * rosso = sarò; * crosso = sacro; * ateo = sassate.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "sasso" (*) con un'altra parola si può ottenere: * can = scassano; * cin = scassino; * psi = spassosi; * pos = spassoso; * gran = sgrassano; asini * = assassinio; * cover = scovassero; * timer = stimassero; * toner = stonassero; taser * = tassassero; * rifori = sarissofori; * riforo = sarissoforo; * buffer = sbuffassero; * camper = scampassero; * carter = scartassero; * mister = smistassero; * poster = spostassero; * computer = scomputassero.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "sasso"
»» Vedi anche la pagina frasi con sasso per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Percorrevo un sentiero di montagna quanto improvvisamente è caduto un sasso.
  • Al sentire ciò che era accaduto, il mio amico rimase di sasso.
  • Durante una manifestazione fu lanciato un sasso che colpì uno studente.
Proverbi
  • Parola e sasso quando sono lanciati non tornano indietro.
  • Sasso che rotola non fa muschio.
  • Sotto il grande sasso, dorme il grande pesce.
Espressioni e Modi di Dire
  • Restare di sasso
  • Tirare il sasso e nascondere la mano
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Ciottolo, Sasso, Pillola, Ghiajottolo - Sasso è pezzo irregolare, e più o meno grande, di pietra; e per iperbole Dante chiamò Sasso il Monte. - Ciottolo è sasso piccolo, di forma rotondeggiante, e si dice specialmente di quelli che formano il greto de' fiumi; i quali ciottoli diventano così rotondi per il continuo rotolare e confricarsi insieme che fanno in forza della corrente. - Pillole chiamano familiarmente, e quasi per ischerzo, i muratori e altri artigiani, que' sassi piuttosto grandicelli e più rotondati de' ciottoli, che si sogliono gettare nel fondo dei pozzi, - Ghiajottolo è quella pietra della ghiaja che passa la grandezza comune dei piccoli sassolini che la compongono. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Sasso, Pietra - Il sasso è informe, la pietra è lavorata: così si concepiscono comunemente. Nella pietra si considera poi anche l'inerzia propria della materia; perciò la stabilità, l'immobilità: nel sasso, la durezza, la mobilità: pietra fondamentale, angolare, sepolcrale; poi restar di sasso, cuor di sasso, prendere a sassate, non a pietrate. Le pietre preziose fanno sì che pietra sia o paia sempre cosa di maggior prezzo che sasso. [immagine]
Lapida, Pietra, Sasso - Lapida è propriamente la pietra o sasso sepolcrale con suvvi parole, inscrizioni, epitafi e che so io, che parlino bene o male del morto che ricopre: pietra e sasso non puonno avere questo senso che aggiungendovi l'aggettivo sepolcrale, mortuaria o altro consimile. Ma la lapida me la figuro ben lavorata, riquadrata, levigata, colle parole ben incise; la pietra, alquanto più greggia e men finita; il sasso, grosso, massiccio, e direi quasi più informe; sempre s'intende parlando in questo senso. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Sasso - S. m. Aff. al lat. aur. Saxum. Pietra comunemente di grandezza da poterla scagliare, e trattar con mano. (Fanf.) G. V. 11. 39. 5. (C) Co' sassi cacciati fuori e fediti. E 12. 20. 8. Si mise dentro al serraglio della piazza al ponte a gran pericolo, ricevendo di molti sassi e quadrella. Cronichett. d'Amar. 33. Come lo lione gli venne addosso, e' prese un sasso e lo mantello, e difesesi vigorosamente. Soder. Colt. 3. Gli antichi lasciarono per ricordo delle viti, che si lasciassero, presso a' fianchi delle fosse piantate di viti, sassi non più di cinque libbre l'uno. [G.M.] Segner. Quares. 32. 4. Pesantissimo sasso. E 13. 8. Egli si stava immobile come un sasso.

[Cont.] Leo. da Vinci, Moto acque, I. 1. Li sassi non sono dove non fu mai mare o lago.

Prov. Trarre, o Gittare il sasso, e nascondere la mano; e vale Fare il male, e mostrar di non esserne stato l'autore. Varch Stor. 2. 478. (C) Arebbe voluto secondo il costume suo, il quale era di gittare il sasso, come si dice, e nascondere la mano, che un altro avesse, e non egli, levato questo dado. [G.M.] Serd. Prov. Trarre il sasso, e nasconder la mano; Offendere, fingendosi amico.

Prov. [Val.] Tirare i sassi alla propria colombaja. Nuocere a se stesso, alle cose sue. Fag. Comm. 3. 216. V. S vede che così io tiro i sassi alla mia colombaja.

[G.M.] Altro modo che tiene del prov. Machiav. Letter. Il desiderio avrei che questi signori medici mi cominciassino adoperare, se dovessino cominciare a farmi voltare un sasso (a darmi la più piccola commissione).

2. Pigliasi anche per Ogni sorta di pietra, e siasi quanto si vuol grande. Petr. Canz. 14. 7. part. I. (C) Sotto un gran sasso In una chiusa valle, ond'esce Sorga, Si sta. Dant. Inf. 34. Poi uscì fuor per lo foro d'un sasso, E pose me in sull'orlo a sedere. E Par. 11. Nel crudo sasso intra Tevere ed Arno Da Cristo prese l'ultimo sigillo. But. ivi: Nel crudo sasso…, cioè nel monte d'Avernia. Dant. Par. 21. Tra'due liti d'Italia surgon sassi (E non molto distanti alla tua patria), Tanto che i tuoni assai suonan più bassi. Vit. SS. Pad. 1. 4. Ebbe trovata una bella spelonca, chiusa con una lapida, appiè d'uno bellissimo monte, lo quale era quasi tutto sasso. Malm. 8. 23. Statue eccellenti di que' Prassitelli, Che a' sassi dànno il moto in Settignano. [G.M.] Borgh. Raff. Ripos. Essendo suo padre (il padre di Michelangiolo)… quell'anno potestà del castello di Chiusi e di Caprese, vicino al sasso della Vernia

Sasso, per Montagna. Fior. It. 304. (M.) Non molto di lunge da questo sasso di là dal fiume è una città antica.

[Cont.] È però voce che si usa più spesso in luogo di pietra quando trattasi di masso informe. Agr. Geol. Min. Metall. 248. La quarta spezie, che è differente da quella che con una voce comune chiamiamo pietra, vien detta sasso: come è l'arenoso, o quel da calce. E 328. Di questa sorta di sassi fanno i ramari le forme per fondere il rame. E 329. v. Dal sasso da calce bianco si fa la calce bianca: e si fa bianchissima da quel molto bianco, che nasce su quel della villa di Brunone: dal bruno si fa calce bruna: dal vario, varia.

3. [Cont.] Sasso vivo. Per opposizione a Mattone. Tens. Fort. I. 5. Quanto all'opposizione, che sia quasi impossibile il minare le fortezze del monte, confesso che ciò si farebbe con maggiore difficoltà quando la fortezza fusse intagliata nel sasso vivo.

4. Sasso, per Sepolcro di pietra. Petr. Canz. 3. 1. part. II. (C) Ove chiusa in un sasso Vinse molta bellezza acerba morte. E Son. 59. part. II. Ite, rime dolenti al duro sasso, Che 'l mio caro tesoro in terra asconde.

5. † Sasso d'Oriente, per Pietra preziosa. Fir. Dial. bell. donn. 406. (C) Non tutte le nostri pari hanno il modo d'abbigliarsi co' sassi d'Oriente, o colle arene del Tago.

6. [Cont.] Olio di sasso. Petrolio. Mont. Lett. Samp. 72. Io non ho fin'ora ritrovato fluido che abbia meno di viscosità che il puro olio di sasso.

7. Altri modi.

Conoscere il pan da' sassi. (M.) V. PANE, § 45. [Val.] Fag. Comm. 3. 24. Avete gli anni della discrezione, e cominciate a conoscer il pan da' sassi. [G.M.] E altrove: Conosco il pan da' sassi, e sapevo con chi avevo a fare. – Distinguere il pan da' sassi.

8. Essere alla porta co' sassi. (C) V. PORTA, § 1.

9. [G.M.] Escere un sasso, un pezzo di sasso; Stupido, Senza sentimento. Serdon. Prov. Egli è un pezzo di sasso.

10. [Cont.] Far compassione a' sassi. Esser cosa dolorosissima, miseranda. Giorn. Ass. Montalc. Arch. St. It. App. 26. 363. Nè essendo le tende bastevoli a ricoprire tanta gente, hanno in quella contrada dato mano a tagliare e mondare alberi per fabbricare le loro capanne; ed hanno talmente rovinato quel paese, che ne verrebbe compassione alli sassi.

11. [Val.] Porre un sasso sopra a, ecc. Lasciar di parlarne. Fortig. Ricciard. 22. 83. Ma non si fa copia Del fatto, e sopra vi si pone un sasso.

12. T. Rimanere o Restar di sasso, dallo stupore, o da altra impressione che tolga o paja voler tôrre il libero movimento delle membra e i liberi moti dell'anima. [Val.] Fortig. Ricciard. 22. 50. Per lo spavento ebbe a restar di sasso. [G.M.] Fag. Commed. Io son rimasto di sasso. E Rim. Restai di sasso, e non scioglieva accento.

13. [Val.] Un trar di sasso. Per quanto spazio corre un sasso lanciato con mano. Fortig. Ricciard. 13. 93. Era il sepolcro del suo buon consorte Fuora della cittade un trar di sasso.

[T.] In gen. dice la natura del corpo meglio denot. dal singolare. T. Arrighet. Siccome il piombo cade più grave che la penna, e più il sasso che la paglia.

T. Cr. Agric. volg. 27. La calcina si debbe fare di duro sasso, e bianco tiburtino. – Sasse dolce.

II. Quel che può maneggiarsi, e muover di luogo, c scagliarlo. T. Magal. Lett. 1. 21. Chi sa… che in quella guisa che i sassi dei nostri campi si trovano tutti di figure irregolari, quelli si trovassero tutti o sferici o regolarissimi poliedri? Segner. Prendendo nelle mani un sasso ben duro, lo riducesse, col solo stringerlo, tutto in minuta polvere, e lo spargesse sfarinato per l'aria. – Spaccare sassi, a uso di strada o sim.

T. Ar. Fur. Rendea, ad ascoltar, dolce concento, Rotto tra' picciol' sassi il correr lento. – Torrente che nell'impeto mena gran sassi.

T. Macchine da scagliar sassi. – Grandine di sassi, Avventata da molti con empito, e per far male.

T. I Superbi in purg. portano sassi pesanti che li tengono curvi a terra. D. 2. 10. Disviticchia Col viso (con gli occhi discerni) quel che vien sotto a que' sassi. E 11. E s'io non fossi impedito dal sasso Che la cervice mia superba doma Onde portar convienmi il viso basso; Cotesti ch'ancor vive… Guarderei io… – Gli mettevano un sasso al collo, e lo gettavano in mare.

III. Fermo con altri massi o alla terra. T. D. 1. 30. Atamante divenne tanto insano Che, veggendo la moglie co' due figli,… distese i dispietati artigli, Prendendo l'un… E rotollo e percosselo ad un sasso. E 2. 4. Quivi eran persone Che si stavano all'ombra dietro al sasso, Come l'uom per negghienza a star si pone. Virg. D'un sasso che s'alza nel mare tranquillo, mèta alle gare de' remiganti. Altrove: Sassi che sporgon dalle onde, detti Are nell'italico antico. E Turno afferra un gran sasso, il qual giaceva a confine del campo, che dodici uomini d'adesso potrebbero appena sollevarlo, e egli contro il rivale l'avventa.

T. Edifizio fondato nel vivo sasso. – Fondare a sasso vivo.

IV. Monte, o parte di quello. T. D. 2. 3. Divenimmo intanto appiè del monte… Or chi sa da qual man la costa cala?… E mentre che, tenendo il viso basso, Esaminava del cammin la mente. Ed io mirava suso intorno al sasso. Bern. Orl. Inn. 14. 22. Sol la rocca di sopra s'è difesa Nell'alto sasso ch'è sopra il girone. D. 2. 27. Dritta salía la via per entro il sasso… Ciascun di noi d'un grado fece letto; Che la natura del monte ci affranse La possa del salir. E 1. 34. Un ruscelletto che quivi discende Per la buca d'un sasso ch'egli ha roso.

T. Di più luoghi d'It. il nomignolo è Il sasso, o solo o con altre voci. [L.B.] Uno a nove miglia da Fir.; e la chiesa dicesi La Madonna del Sasso.

V. Di luogo sassoso, montuoso. T. Nato tra que' sassi. – Tra questi sassi è pure germoglio di civiltà. – Alpestri sassi.

VI. Quanto alla coltura. T. Sassi ignudi, già grandi foreste.

T. Nel Vang. la parabola del seme che cade sul sasso. Prov. Tosc. 29. Il vino nel sasso (luogo sassoso), e il popone nel terren grasso. – Terreno quasi tutto sasso.

VII. Proverbi. T. Prov. Tosc. 84. Chi ha tegoli di vetro, non tiri sassi al vicino (il debole, e specialm. il più infermo tra' deboli, dico chi è in colpa o ha torti, sia cauto). Ivi: Chi ha testa di vetro, non faccia a' sassi.

T. Prov. Tosc. 60. O sassi o pani, bisogna aver qualcosa in man pei cani. E 214. I Romaneschi nascono co' sassi in mano (rissosi).

T. Prov. Tosc. 119. D'opinioni e sassi, ognun può caricarsi (i pregiudizii non fondati sul vero, e i puntigli non fondati sul giusto, non sono agevolezze nè vanti, ma gravezze inutili e moleste). E 232. Parola detta e sasso tirato, non fu più suo.

VII. Modi prov. in altro signif. T. Prov. Tosc. 206. Sasso che non sta fermo, non vi si ferman mosche (l'instabilità non dà fiducia, è sterile). Ivi: Sasso che rotola, non fa muschio.

T. Rotolare il sasso di Sisifo, Far fatica lunga e grave, e da ultimo inutile.

VIII. Altri modi tra proverb. e fam. più o men fig. T. Prov. Tosc. 50. Salutare co' sassi, iron., Tirarne contro, in gen. Offendere.

[G.F.] Posa il sasso, Intimazione scherzevole a chi ha aria minacciosa, o la gli si vuol dare, per soggiungere a quella maniera Sta' buono. Anche per ell., d'uomo risoluto e che sa fare stare a dovere altrui Posa il sasso (come parole da lui pronunziate coll'attitudine stessa).

T. O questo o sassi (se no, avrai peggio).

IX. Accennando a durezza. T. Duro come un sasso. – Pane che è un sasso.

T. Mi sento come un sasso sullo stomaco (di cibo indigesto). – Chi ha molto appetito e buono stomaco: Digerirebbe i sassi.

X. Fig. dalle idee di durezza e di freddezza. T. Cuore di sasso. – Non son poi di sasso, A scusa del sentire e gli effetti e le loro tentazioni. Farebbe innamorare i sassi.

T. Faceva pietà a' sassi. C. pop. tosc. Ho visto per pietà muovere i sassi.

XI. Di sasso più o men lavorato. T. Vang. Un sasso grande alla bocca del monumento. – Al freddo sasso, intendesi Del sepolcro. Ma poi, Freddo, siccome Duro, è term. fig. di comparazione che ha altri usi.

T. Niobe mutata in sasso. Petr. Canz. 8. part. II. Medusa e l'error mio m'han fatto un sasso D'umor vano stillante (scherza col suo dolore, alludendo al nome Petrarca; e altrove dice: Di questa viva pietra ov'io m'appoggio).

T. Più bello e più serio. La statua di Michelangelo parla e dice: Grato m'è il sonno, e più l'esser di sasso Mentre che il danno e la vergogna dura. Non udir, non veder m'è gran ventura: Però non mi destar: deh parla basso.

T. Collo scalpello dar vita a' sassi; Infondere ne' sassi la vita, Esprimerne la parola.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: sassetto, sassi, sassifragacea, sassifragacee, sassista, sassiste, sassisti « sasso » sassofoni, sassofonista, sassofoniste, sassofonisti, sassofono, sassofrassi, sassofrasso
Parole di cinque lettere: sassi « sasso » satem
Vocabolario inverso (per trovare le rime): semigrasso, antigrasso, ingrassò, ingrasso, sgrassò, sgrasso, borasso « sasso (ossas) » tasso, tassò, detasso, detassò, ritasso, ritassò, tartasso
Indice parole che: iniziano con S, con SA, iniziano con SAS, finiscono con O

Commenti sulla voce «sasso» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze