Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «lascio», il significato, curiosità, forma del verbo «lasciare» sillabazione, anagrammi, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Lascio

Forma verbale
Lascio è una forma del verbo lasciare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di lasciare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Treccani
Giochi di Parole
La parola lascio è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: là-scio. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: lasciò.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: licosa, salico, scialo, scialò, scolai, social, solcai.
lascio si può ottenere combinando le lettere di: sol + caì; col + [sai, sia]; [csi, ics, sic] + [lao, ola]; [ciò, coi] + sla.
Componendo le lettere di lascio con quelle di un'altra parola si ottiene: +idi = acidolisi; +[are, era, rea] = aeroscali; +uff = affluisco; +alt = alcolista; +sla = allocassi; +alt = allocasti; +tan = antiscalo; +mat = ascoltami; +ton = ascoltino; +bit = balistico; +bis = basilisco; +boa = boscaiola; +[beo, boe] = boscaiole; +bio = boscaioli; +[dan, dna] = calandosi; +mas = calassimo; +can = calcinosa; +con = calcinoso; +alt = callosità; +pet = calpestio; +tap = capolista; +lev = cavillose; +rom = clamorosi; +sms = classismo; ...
Vedi anche: Anagrammi per lascio
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: fascio, laccio, lancio, lascia, liscio.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: fascia, pascià.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: lasco, lasci.
Altri scarti con resto non consecutivo: asco.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: lascino, lascito, lascivo.
Parole con "lascio"
Finiscono con "lascio": balascio, rilascio, rilasciò, tralascio, tralasciò.
Contengono "lascio": colascione, colascioni, colascionata, colascionate.
Parole contenute in "lascio"
ciò, sci, scio, lasci. Contenute all'inverso: ics.
Incastri
Si può ottenere da lao e sci (LAsciO).
Inserito nella parola coni dà COlascioNI.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "lascio" si può ottenere dalle seguenti coppie: lari/risciò, lasca/cacio, lasso/socio, lastra/tracio.
Usando "lascio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * sciocca = lacca; * sciocco = lacco; cola * = coscio; * scioccai = laccai; * sciocche = lacche; * sciocchi = lacchi; mola * = moscio; pila * = piscio; * scioccano = laccano; * scioccare = laccare; * scioccata = laccata; * scioccate = laccate; * scioccati = laccati; * scioccato = laccato; * scioccava = laccava; * scioccavi = laccavi; * scioccavo = laccavo; * ove = lascive; angola * = angoscio; * scioccammo = laccammo; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "lascio" si può ottenere dalle seguenti coppie: lassù/uscio.
Usando "lascio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: rial * = risciò.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "lascio" si può ottenere dalle seguenti coppie: gliela/scioglie.
Usando "lascio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: scioglie * = gliela; ori * = rilasci; * gliela = scioglie.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "lascio" si può ottenere dalle seguenti coppie: lacca/sciocca, laccai/scioccai, laccammo/scioccammo, laccando/scioccando, laccano/scioccano, laccante/scioccante, laccanti/scioccanti, laccare/scioccare, laccarono/scioccarono, laccasse/scioccasse, laccassero/scioccassero, laccassi/scioccassi, laccassimo/scioccassimo, laccaste/scioccaste, laccasti/scioccasti, laccata/scioccata, laccate/scioccate, laccati/scioccati, laccato/scioccato, laccava/scioccava, laccavamo/scioccavamo...
Usando "lascio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * risciò = lari; moscio * = mola; piscio * = pila; lasca * = cacio; * socio = lasso; angoscio * = angola; * tracio = lastra; * aro = lasciar; * ateo = lasciate.
Sciarade incatenate
La parola "lascio" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: lasci+ciò, lasci+scio.
Intarsi e sciarade alterne
"lascio" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: li/asco.
Intrecciando le lettere di "lascio" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = lasciarono.
Frasi con "lascio"
»» Vedi anche le pagine frasi con lascio e canzoni con lascio per una lista di esempi.
Citazioni
  • In un'epistola pubblicata nel 1793 dal matematico e poeta Lorenzo Mascheroni, contenuta nella sua opera poetica più celebre, L'invito di Dafni Orobiano a Lesbia Cidonia, l'autore scrive: "Dove voi lascio, innamorati augelli, Sotto altro Cielo ed altro Sol volanti?"
  • In Poesie d'amore del 1920, il poeta Francesco Gaeta recita: "Sì, vi lascio, vecchie mura, dove un po' del cuore mio con un tenero desio attaccato resterà".
  • In Deliri del 2001, lo scrittore italiano Joey Luke Bandini, pseudonimo di Gianluca Bedini, racconta: "Poiché dunque non lascio altro che il mio corpo, le mie ultime volontà non possono non prenderlo in considerazione".
  • Il 17 settembre 2013, il Corriere Adriatico, in un articolo sulle condizioni dell'attuale classe imprenditoriale, riportando le dichiarazioni di un ristoratore, scrive: "A fine mese lascio l'Italia e me ne torno da dove sono venuto, la Finlandia".
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Lascio, Lascito, Legato - Lascio per Lascito ora è poco usato. Lascio, verbo (io lascio), è la parola che comincia ogni articolo di testamento; Lascio al tale, Lascio al tal altro; e divenne nome per quell'arbitrio del popolo che dà l'impronta che vuole ai vocaboli della sua lingua senz'altra ragione che il capriccio, il comodo, o un errore che poi passa in uso. Da Lascio, Lascito. - Legato è ogni dono o Lascito fatto per disposizione testamentaria, dal latino Legatum, che era la lingua delle genti di legge. Molte volte il Legato è sottoposto a condizioni, a clausole; il Lascito pare più libero e spiccio. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Lascio, Lascito, Legato - Lascio per lascito ora è poco usato. Lascio, verbo (io lascio), è la parola che comincia ogni articolo di testamento: lascio al tale, lascio al tal altro; divenne nome per quell'arbitrio del popolo che dà l'impronta che vuole ai vocaboli della sua lingua senz'altra ragione che il capriccio, il comodo, o un errore che poi passa in uso. Da lascio, lascito: legato è ogni dono o lascito fatto per disposizione testamentaria, dal latino legatum, che era la lingua delle genti di legge. Molte volte il legato è sottoposto a condizioni, a clausole; il lascito pare più libero e spiccio. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Lascio - S. m. Legato fatto per testamento. G. V. 7. 154. 2. (C) Molti beneficii, e limosine profferte, e lasci fatti. M. V. 1. 7. I cittadini, ch'erano avviluppati nelle mani de' detti capitani per li lasci, e per le dote, e per li debiti…, Tratt. gov. fam. 107. Santo Agostino rifiutò il lascio d'uno ch'avea lasciato tutto il suo per Dio alla Chiesa, donde era vescovo. Cron. Morell. 238. Egli ebbe a ritrarre e regolare le loro masserizie, le loro case, i loro mortorii, i lasci, e tutte l'altre cose. E 254. Questa spesa fu nel mortorio, ne' lasci che furono assai,… Tac. Dav. Ann. 3. 66. Mise cercatori a rifrustare chi, senza poter esser padre, tenesse lasci.

2. † Per Testamento. G. V. 9. 173. 2. (C) I quali fedeli erano stati del Conte Guido da Raggiuolo, e per suo lascio succedeano a' figliuoli del Conte da Battifolle. Liv. Dec. 3. E perciocch'egli non sapeva che la sua nuora fosse pregna, dimenticò il suo nipote al fare del suo lascio.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: lasciava, lasciavamo, lasciavano, lasciavate, lasciavi, lasciavo, lascino « lascio » lasciti, lascito, lasciva, lascivamente, lascive, lascivetta, lascivette
Parole di sei lettere: lascia « lascio » lastra
Vocabolario inverso (per trovare le rime): accascio, fasciò, fascio, catafascio, scatafascio, sfascio, malgascio « lascio (oicsal) » balascio, tralascio, tralasciò, rilascio, rilasciò, rovescio, rovesciò
Indice parole che: iniziano con L, con LA, iniziano con LAS, finiscono con O

Commenti sulla voce «lascio» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze