Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «protezione», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Protezione

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola protezione è formata da dieci lettere, cinque vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: pro-te-zió-ne. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: potenzierò.
protezione si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): zoo + [penetri]; orzo + pinete; ozi + [penetro]; zito + [penero]; [ori] + potenze; [porti] + ozene; prozio + [ente]; ronzi + peote; pronti + zoee; [ozino] + prete; [ter] + [opzione]; per + entozoi; [ero] + potenzi; [orze] + [nipote]; terzo + [peoni]; [epo] + terzino; roteo + pinze; opero + zenit; enzo + [ipetro]; [note] + prozie; renzo + [piote]; topone + zeri; [portone] + zie.
Componendo le lettere di protezione con quelle di un'altra parola si ottiene: +cri = controperizie; +sei = posizionerete; +tag = progettazione; +sii = proiezioniste; +sir = retrospezioni; +[andò, dona, onda] = depotenziarono; +[aste, seta, tesa] = espettorazione; +[asti, sita, stai, ...] = espettorazioni; +sala = estrapolazione; +[alni, lina] = interpolazione; +[afre, fare] = perfezionatore; +[afri, fari, rifa'] = perfezionatori; +essi = posizionereste; +issi = posizioneresti; +czar = preconizzatore; +[elsa, lesa, sale] = preselezionato; +[ermo, mero, more, ...] = promozionerete; +[mais, siam, sima] = reimpostazione; +[elmo, melo, mole] = telepromozione; +[limo, moli, olmi] = telepromozioni; +mance = compenetrazione; ...
Vedi anche: Anagrammi per protezione
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: proiezione, protezioni.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: proteine, protei, proteo, proti, protone, proto, prozio, prozie, prone, prione, potei, poté, poti, poto, pozione, pone, peone, peon, pene, pione, rotei, roteo, rene, rione, ozio, teine, eone, zone.
Parole con "protezione"
Finiscono con "protezione": radioprotezione, fotoprotezione.
Parole contenute in "protezione"
pro, zio, ezio, ione, rote, zione. Contenute all'inverso: noi.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "protezione" si può ottenere dalle seguenti coppie: protei/eiezione, proteina/inazione, protele/lezione, protese/sezione, protesta/stazione.
Lucchetti Alterni
Usando "protezione" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: protei * = eiezione; * inazione = proteina; * stazione = protesta.
Intarsi e sciarade alterne
"protezione" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: protei/zone.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "protezione"
»» Vedi anche la pagina frasi con protezione per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Più passa il tempo, più devo alzare il fattore di protezione solare: è il sole che diventa più cattivo o è solo un sintomo di vecchiaia?
  • L'attività della Protezione Civile è indirizzata principalmente al soccorso delle popolazioni in occasione di calamità naturali.
  • La protezione degli investimenti è una costante preoccupazione dei direttori finanziari e degli amministratori delegati.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Favore, Protezione - Favore, fra le due, sembrami parola più affettuosa, e per conseguenza più efficace, più produttiva; protezione, parola più sostenuta, perciò più sterile. I favoriti de' principi regnavano, può dirsi, in loro vece: (non lodo la cosa, s'intende, la dico semplicemente); niun protetto ha mai fatto tanto: spacciare protezione e favorire sono due cose così distanti fra loro, come volere e potere; ma chi spaccia protezione nol fa talora che per un vano orgoglio, nè pensa minimamente a favorire chi gli crede, perciò potrebbe dirsi che la distanza è eziandio maggiore. Chi favorisce, aiuta, promuove, gode nel veder fare, nel fare; chi protegge, al più al più lascia fare. Il favore coadiuva, la protezione difende, tutela. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Protezione - S. f. Azione del proteggere, e suoi effetti. Protectio, Dig. e Tert.

Filoc. 7. 196. (C) Sotto la cui protezione sicuri viverete, come uomini. Dant. Par. 12. Siede la fortunata Callaroga Sotto la protezion del grande scudo, In che soggiace il leone, e soggioga. Ott. Com. Purg. 12. E soggiugne di sotto Virgilio, ch'egli non è sotto la protezion di Minos. Red. Esp. nat. 25. Ne' saggi di naturali esperienze, compilati nell'Accademia del Cimento, sotto la protezione del serenissimo Principe Cardinale de' Medici fu scritto… [Laz.] E lett. Chir. Il serenissimo granduca Cosimo III… numera tra le azioni più care al suo real genio il precorrere con la protezione, con le grazie e con la liberalità ai voti dei professori delle scienze e delle buone arti.

Altro senso dell'In per Alla; ma polit. anch'esso. [Giust.] Serd. Stor. 9. 74. Si diede con solenne giuramento in protezione di Giovanni terzo.

2. Aver protezione, o la protezione d'una persona, o cosa, vale Proteggere, Favorire una persona, o una cosa. Car. Lett. 2. 57. (M.) Vasar. Poichè V. E. ha protezione dell'arti del disegno. In questo senso non com.

3. Esser in protezione d'uno, vale Essere protetto da uno. Guicc. Stor. 151. (M.) Si convennero… che… la città di Firenze fosse amica, confederata, e in protezione perpetua della Corona di Francia. Car. Lett. 1. 97. (Man.) Avvertendola che ne farà cosa grata a Mons. Rev. Camerlingo, per esser quella Terra in sua protezione.

4. Pigliare, o Raccogliere in protezione una persona, o sim., vale Accoglierla sotto la propria prolezione. Guicc. Stor. 2. 82. (M.) Ottenne che Carlo pigliasse in protezione con certi capitoli quella città. Bemb. Stor. 1. 95. E i figliuoli del signor Ridolfo in protezione della repubblica raccolti furono. Car. Lett. Tomit. 98. (Man.) Io per la mia parte ricorro a V. S. III., supplicandola che si degni pigliarlo in protezione come suo particolar servitore.

Pigliare la protezione di una persona, o di una cosa, vale Prendere a proteggere una persona, o una cosa. Red. Lett. fam. 3. 103. (Man.) Il Serenissimo Granduca, per sua somma generosità ha pigliata la protezione dell'Accademia.

3. † Tener protezione d'alcuno, vale Proteggerlo. Car. Lett. 2. 56. (M.) Ed io spero nella protezione che V. S. ne tiene. Red. Lett. 1. 337. (M.) Mi ha più volte favellato della di lui grandissima intelligenza nelle cose filosofiche, e dell'autorevole protezione che si compiace di tenerne.

[G.M.] Tenere in protezione. Si dice per modo di dolce augurio: Dio vi tenga nella sua santa protezione; sotto la sua santa protezione.

6. Protezione, si dice anche per Titolo, della Carica di Protettore. Red. Ric. Lett. 1. 337. (Man.) Fummo a supplicare di questa grazia il Serenissimo sig. Principe Gio. Gastone, che con somma benignità accettò la protezione dell'Accademia.

[T.] Protezione è l'azione attuale o abituale, con le sequele sue; l'atto più propriam. direbbesi Proteggimento: e questo cadrebbe ne' sensi aff. al pr., meglio che Protezione.

II. Senso spirit. T. Salm. Vivrà nella protezione dello Iddio del cielo. [Pol.] S. Bern. Op. Penit. p. 12. Sarai illuminato da Dio di maggiore protezione (ma le immag. di illuminare e di proteggere non ben si convengono). T. La protezione del Santo. – Sentire i doni della tua protezione.

T. Vill. M. 4. 65. Ricevutigli in loro protezione e accomandizia con mala intenzione. Monac. Lett. 2. 79. Il Comune di Firenze, già sono molti anni passati, ricevette sotto la sua protezione e accomandizia il Comune di Portico. – Godere la protezione. – Soffrirla, Patirne.

III. Senso soc. [Pol.] Tass. Lett. 5. 126. Essendomi io fermato in casa del Cardinale, debbo aspettar piuttosto da cotesta parte la protezione che l'oppressione.

T. Sotto la protezione altrui si vive, si sta, si opera abitualmente o per qualche spazio di tempo. Colla protezione si opera per giungere a un fine. Nella protezione dice potenza la cui efficacia è più necessaria al compimento di quel che si fa o al buono stato del protetto. C'è de grandi deboli e smargiassi che prendono sotto la loro protezione liberatrice mezzo mondo, ma guai a chi colla loro protezione spera poter riscattare se stesso. L'uomo propr. non vive nella protezione che di Dio, o de' suoi genitori, o dei principii ch'egli degnamente professa. Varch. Stor. 321. Nella quale (lega) s'inchiudeva ancora il duca d'Urbino, per lo essere egli aderente e in protezione della repubblica viniziana.

T. Protezione col Di, può avere due sensi, può recarsi e al protettore e al protetto. E pur troppo certa protezione è tutta in vantaggio del proteggente. Guicc. Stor. 1. 426. Accettazione della protezione (può intendersi e del proteggere e dell'essere protetto).

T. Assumere la protezione, Prenderla sopra di sè. – Prendere la protezione e Prendere in protezione, meglio che Pigliare quando la protezione non sia insidia o rapina. – Prendere sotto la protezione, dice maggiore superiorità, o più affettazione di forza.

IV. In senso polit. T. La protezione esercitata da uno Stato sopra altro Stato. – La Turchia è sotto la protezione di potentati che aspettano l'agio di sbranarla impunemente.

V. T. Nella vita civile privata, Protezione ha sovente mal senso; segnatam. nel modo ass. Ottenne quel posto per protezione. – Colle protezioni si fanno avanti. – Le protezioni adombrano la virtù, la luce dell'ingegno offuscano. – In simili sensi, piuttosto che Godere, direbbesi Soffrire la protezione. E guai a chi la patisce senza accorgersi di patirne.

T. Sul fare di Servitore umilissimo, La sua grazia; taluni, in forma di saluto o d'addio, dicevano La sua protezione. Adesso non usa tanto la parola, ma si sa meglio accattare la cosa; e il miglior modo d'accattarla è far le viste di poter essere protettori, pretendere la protezione altrui come un proprio diritto.

VI. T. Protezione del commercio, delle industrie.

VII. Modi com. a più d'uno tra i sensi not. T. Protezione sicura, Valida, Possente, Efficace, co' suoi contrarii.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: protetto, protettorati, protettorato, protettore, protettori, protettrice, protettrici « protezione » protezioni, protezionismi, protezionismo, protezionista, protezioniste, protezionisti, protezionistica
Parole di dieci lettere: protettivo, protettore, protettori « protezione » protezioni, protidiche, protocolla
Vocabolario inverso (per trovare le rime): vivisezione, antivivisezione, caposezione, sottosezione, intersezione, autointersezione, dissezione « protezione (enoizetorp) » radioprotezione, fotoprotezione, convezione, termoconvezione, inibizione, disinibizione, proibizione
Indice parole che: iniziano con P, con PR, parole che iniziano con PRO, finiscono con E

Commenti sulla voce «protezione» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2021 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze