Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «pubblico», il significato, curiosità, forma del verbo «pubblicare» aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Pubblico

Forma verbale
Pubblico è una forma del verbo pubblicare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di pubblicare.
Aggettivo
Pubblico è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: pubblica (femminile singolare); pubblici (maschile plurale); pubbliche (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere pubblico (numeroso, rumoroso, partecipe, attento, ...)
»» Sinonimi e contrari di pubblico (comune, collettivo, noto, statale, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
privato (26%), dominio (8%), spettacolo (6%), impiego (4%), aperto (3%), gente (3%), servizio (3%), persone (3%), nemico (3%), suolo (2%), popolare (2%), locale (2%), ufficiale (2%), applauso (2%), ministero (2%), spettatori (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia

Foto taggate pubblico

Ros6

fantasmini

Il Grande Alex Zanardi
Giochi di Parole
La parola pubblico è formata da otto lettere, tre vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: bb.
Divisione in sillabe: pùb-bli-co. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: pubblicò.
Anagrammi
pubblico si può ottenere combinando le lettere di: cip + bulbo; pulci + bob.
Componendo le lettere di pubblico con quelle di un'altra parola si ottiene: +[dan, dna] = pubblicando; +sim = pubblicismo; +vana = pubblicavano; +[nera, rane, rena] = repubblicano; +iran = ripubblicano; +[arti, atri, irta, ...] = ripubblicato; +[riva, vari, vira] = ripubblicavo; +haute = autopubbliche; +ressa = pubblicassero; +[massi, sisma] = pubblicassimo; +[zaini, zinia] = pubblicazioni; +[atrii, irati, tirai] = pubblicitario; +vizza = pubblicizzavo; +rizze = pubblicizzerò; +marmi = ripubblicammo; +[dinar, nadir, nardi] = ripubblicando; +azzimi = pubblicizziamo; +[amarvi, armavi, mirava, ...] = ripubblicavamo; +[razzino, rizzano] = pubblicizzarono; +errassi = ripubblicassero; +[issarmi, mirassi, rimassi] = ripubblicassimo; ...
Vedi anche: Anagrammi per pubblico
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: pubblica, pubblici.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: pubico, pubi, pulì, plico, ubico.
Parole con "pubblico"
Finiscono con "pubblico": ripubblico, ripubblicò, semipubblico.
Parole contenute in "pubblico"
pub.
Incastri
Inserendo al suo interno cisti si ha PUBBLIcistiCO.
Lucchetti
Usando "pubblico" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ohe = pubbliche; * ohi = pubblichi.
Lucchetti Riflessi
Usando "pubblico" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * occhi = pubblichi; * occhino = pubblichino; * occhiate = pubblichiate.
Lucchetti Alterni
Usando "pubblico" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: pubblicisti * = cistico; * ateo = pubblicate; * avio = pubblicavi; * astio = pubblicasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "pubblico" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = pubblicarono.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "pubblico"
»» Vedi anche la pagina frasi con pubblico per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Stasera a teatro, a quanto pare, il pubblico è parecchio esigente.
  • Al concerto di Vasco Rossi c'era un pubblico numeroso e festante.
  • Si avvisa il gentile pubblico che quest'oggi il giardino pubblico rimane chiuso per manutenzione.
Espressioni e Modi di Dire
Titoli di Film
  • Nemico pubblico (Regia di William A. Wellman; Anno 1931)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Uditorio, Il pubblico, Ascoltatori, Spettatori, Uditori, Udienza, Auditore - Uditorio si usa generalmente per Quelle persone che sono intervenute ad ascoltar prediche o sermoni morali. Si estende anche a coloro che vanno a udire discorsi accademici; ma quelli si chiamano più spesso gli Ascoltatori. - Il pubblico è tutta la gente che interviene a commedie, opere in musica e altri pubblici spettacoli. - Si dicono Spettatori il pubblico che interviene a spettacoli di giuochi, di esercizii, dove si va solo per vedere, nè vi ha luogo l'udito. - [Uditori par più semplice e più alla buona che Ascoltatori, ed è anche titolo speciale di Coloro che vengono ammessi nelle scuole a udir le lezioni, ma senza nè gli obblichi nè i diritti degli scolari veri e proprii, o, come dicono, effettivi. - «Il Ministero desidera giustamente che il numero degli uditori sia ristretto il più che sia possibile.» - «Uditore in un Istituto Tecnico.» - «Uditore per tre sole materie.» - Udienza è affine a Uditorio, parlandosi delle persone che ascoltano oratori sacri; quello d'Accademie e simili rappresentazioni, piuttosto Uditorio. Udienza ha poi sensi speciali, come quelle che danno i principi e i grandi personaggi a chi abbia bisogno di parlare con loro: quindi Chiedere, Ottenere, Dare, Concedere udienza; esservi ammesso; Sala d'udienza o delle udienze - Auditore, meglio che Uditore, ed è più comune, Chi esercita l'ufficio di giudice nei tribunali collegiali o di prima istanza.

«Se saremo costretti a trapiantare
Un vicario bestiale o atrabiliare,
Tanto per dargli un saggio di rigore,
Sarà fatto auditore.»

Giusti.

G. F.] [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Pubblico, Comune - 1° Pubblico è ciò che non si cela; comune, ciò che è d'uso o di diritto universale; 2° il pubblico è la massa del popolo tutto; il comune è la municipalità. Un comune è tutto un paese riguardo alla divisione amministrativa o topografica: diritto pubblico, beni comunali. [immagine]
Manifesto, Aperto, Scoperto, Palese, Chiaro, Evidente, Pubblico, Notorio, Patente, Patano - Manifesta è la cosa quando vien detta e spiegata, e che non rimane più nascosta o segreta: le verità più necessarie e, dirò così, cardinali, sono per ordine providenziale a tutti manifeste: aperta, quando non è più chiusa o rinchiusa, ma che è per tutti accessibile: la scienza essoterica in prima, cioè ravvolta in simboli e misteri, è ora esoterica, vale a dire svelata ed aperta a chiunque vuol farne suo pro: scoperta, quando qualcheduno la svela, la ritrova, la scuopre: giuocare, fare, agire alla scoperta, vale senza malizia o cabala o altro sutterfugio. Chiaro, ciò che è per tutti visibile, intelligibile: evidente, ciò che non ammette dubbio e che da ognuno può conoscersi per vero e reale; palese, ciò che da tutti si sa o si può sapere; notorio, ciò che si sa da molti, o almeno da quanti è necessario perchè all'uopo ne facciano fede. Pubblica è la cosa su cui ognuno ha diritto: pubblico resta ciò che al pubblico si espone: pubblico è opposto a particolare, a privato. Chiaro un argomento; evidente un motivo, una ragione; palese un'accusa leale; notoria una circostanza interessante ed essenziale; pubblico un trattato, un'adunanza, una festa. Patente ciò che è così chiaro ed aperto che ognuno che non sia cieco può vedere, conoscere e capire. Patano è del linguaggio del popolo, e vale: patente ed evidente in sommo grado. Trovo nel dialetto piemontese una parola che ha molta relazione di suono e di senso con patano, ed è patanù (si pronunci l'ù alla francese) che vale bello e nudo, nudo affatto: e dicesi di persona, ed anche in traslato, della verità o d'altro simbolo o mito che nudo si possa raffigurare: ond'è che ragione, verità patana potrebbe valere verità, ragione così palese e scoperta da essere nuda d'ogni ornamento fallace e ingannevole. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Ministero pubblico - Questa istituzione, di origine moderna, ha per oggetto di agire davanti ai tribunali per la repressione dei delitti e delle contravvenzioni ed assicurare l'azione della giustizia e delle leggi. Fu ignota ai Romani, perchè incompatibile con le loro forme repubblicane e col loro metodo di accusa. Lo fu ancora ai Franchi ed altri popoli barbari che invasero la Gallia. Secondo le leggi saliche e ripuarie, i delitti e le contravvenzioni davano luogo solamente a rifacimento di danni. Filippo il Bello, rendendo sedentario in Parigi il parlamento nel 1302, portò un cambiamento nell'ordine giudiciario; nacque allora il ministero pubblico sotto titolo di gens du roi, e fu primitivamente composto di un procuratore generale e due avvocati regi. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: pubblicizzerò, pubblicizzi, pubblicizziamo, pubblicizziate, pubblicizzino, pubblicizzò, pubblicizzo « pubblico » pubblivora, pubblivore, pubblivori, pubblivoro, pube, puberale, puberali
Parole di otto lettere: pubblici « pubblico » puberale
Lista Aggettivi: pubblicitario, pubblicizzato « pubblico » pudico, puerile
Vocabolario inverso (per trovare le rime): tereftalico, italico, galloitalico, valicò, valico, travalicò, travalico « pubblico (ocilbbup) » semipubblico, ripubblico, ripubblicò, biblico, ciclico, aciclico, anaciclico
Indice parole che: iniziano con P, con PU, iniziano con PUB, finiscono con O

Commenti sulla voce «pubblico» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze