Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «cervo», il significato, curiosità, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Cervo

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate cervo

Cervo a Paneveggio

Civitella Alfedena

Cornacchie impertinenti
Informazioni di base
La parola cervo è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. Divisione in sillabe: cèr-vo. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con cervo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Preferisco vedere un cervo che corre libero che allo Zoo.
  • Il ragù di cervo non piace a tutti perché ha un forte sapore di selvaggina.
Non ancora verificati:
  • Bellissimo fotografare il cervo in libertà, perché è un animale imponente.
Citazioni da opere letterarie
Demetrio Pianelli di Emilio De Marchi (1890): — Già, mi scrive da Barcellona. Fa furore anche là.... Stavo per aprire la lettera, quando vidi sbucare Secco dal portone della Corte. Era là in sentinella. Ci deve essere della gente che gli soffia nelle orecchie. Non mi sono fermata ad aspettarlo, naturalmente: ma giù per la via del Pesce, su per i Visconti, giù per San Satiro, volta per l'Unione. Il pancione non può correre tanto e io sfido un cervo. Ma è capace d'aver presa una carrozza. Taci, senti: non si è fermata una carrozza davanti la tua porta? Scusa, va a vedere.

Sino al confine di Grazia Deledda (1910): Le visite furono ricevute nella camera terrena, che serviva anche da sala di ricevimento. Era la sola camera della casa arredata con un certo lusso, con tende alle finestre e pelli di cervo davanti al canapè. Sulla «console» antica, d'ebano, intarsiata di madreperla, una piccola Venere in gesso reclinava sull'omero la testina soave, e con la mano si raccoglieva il velo sul grembo, sotto il piccolo mantello di seta azzurra a frangie d'oro con cui la signora Zoseppa l'aveva coperta. E in una scansìa a vetri, chiusa a chiave, si vedevano molti libri rilegati, un po' in disordine, appoggiati gli uni sugli altri come stanchi o addormentati.

Nelle nebbie del tempo di Lanfranco Fabriani (2005): — Naturalmente non è possibile — assentì Mariani, preoccupato più dall'inevitabile interesse degli altri servizi che dalle indignate proteste. Il dottore si fermò dinanzi una porta chiusa. — Non sarà una bella vista, vi avverto. Mariani aprì con impazienza la porta e si affacciò sulla soglia. Poi entrò nella stanza. Dietro di sé sentì il bramito da cervo agonizzante emesso dall'Alfonsi alla vista del fagotto nel letto.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per cervo
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: cerco, cereo, cerio, cerro, certo, cerva, cerve, cervi, corvo, curvo, fervo, nervo, servo.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: ferve, fervi, fervé, nervi, serva, serve, servi, servì, verve.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: cero.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: acervo.
Parole con "cervo"
Iniziano con "cervo": cervone, cervoni.
Finiscono con "cervo": acervo, coacervo, ircocervo.
Incastri
Inserendo al suo interno tifica si ha CERtificaVO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "cervo" si può ottenere dalle seguenti coppie: ceco/corvo, cene/nervo, ceto/torvo, cera/avo, cerata/atavo, cerca/cavo, cercava/cavavo, cerco/covo, cere/evo, cerosa/osavo, cerri/rivo, cerro/rovo, certosa/tosavo.
Usando "cervo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * vota = certa; * voti = certi; * voto = certo; cuce * = curvo; fece * = fervo; * vocine = cercine; * oidi = cervidi; ricuce * = ricurvo.
Lucchetti Riflessi
Usando "cervo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ovai = cerai; * ovaia = ceraia; * ovaie = ceraie; * ovaio = ceraio; * ovata = cerata; * ovate = cerate; * ovati = cerati; * ovato = cerato; * ovini = cerini; * ovino = cerino; * ovaiola = ceraiola; * ovaiole = ceraiole; * ovaioli = ceraioli; * ovaiolo = ceraiolo.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "cervo" si può ottenere dalle seguenti coppie: cercine/vocine, ceri/voi, certa/vota, certi/voti, certo/voto.
Usando "cervo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: curvo * = cuce; * cavo = cerca; * covo = cerco; * rivo = cerri; * rovo = cerro; * atavo = cerata; * osavo = cerosa; ricurvo * = ricuce; * cavavo = cercava; * tosavo = certosa; * ideo = cervide.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "cervo" (*) con un'altra parola si può ottenere: cara * = carceravo; * elba = celebravo; conta * = concertavo; trina * = trinceravo; inarca * = incarceravo; sconta * = sconcertavo.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Cervo - S. m. (Zool.) [De F.] Genere di ruminanti cornuti, con corna per lo più ramose, di sostanza ossea, e decidue ogni anno. Aureo lat. = Bocc. g. 6. p. 2. (C) Videro gli animali, siccome cavriuoli, cervi e altri…, non altrimenti aspettargli, che… Petr. canz. 4. 8. Ed in un cervio solitario e vago Di selva in selva ratto mi trasformo. E son. 174. E qual cervo ferito di saetta, Col ferro avvelenato dentro al fianco, Fugge. Buon. Rim. 51. E qual veloce cervo, o lieve pardo, Che cerca scampo, e fugge quel che duole,…

2. Simbolo or della velocità, or della timidità. Petr. S. Ed una cerva errante e fuggitiva Caccio con un bue zoppo, infermo e lento.

T. Prov. Tosc. 154. I cervi non comandano a' leoni, ma i leoni a' cervi. E 220. Chi è asino e cervo esser si crede, Al saltar della fossa se n'avvede.

3. T. Corno di cervo. D'uso farm.

4. Cervo rancifero o Animal quadrupede de' paesi settentrionali, e specialmente della Lapponia, che ha le corna ramose come il cervo, ma curvate indietro. Il pelo del suo corpo è di color bajo-scuro. (Mt.)

5. (Fis.) [Gher.] Cervo volante. Quell'ingegnoso trastullo de' ragazzi d'ogni contrada, fatto di carta, distesa con armatura di cannucce o stecche, da mandare in aria, che in Toscana si chiama Aquilone (V. AQUILONE, § 6), nella Lombardia e nell'Emilia, Cometa, Drago, ecc., in Francia Cerf-volant; può adattarsi però, con filo e con punte di metallo, ad esplorare, a verificare lo stato elettrico delle nubi, degli strati alti dell'atmosfera.
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Cervo - s. m. in lat. Cervus. Palo o ramo di albero piantato verticalmente intorno al vallo e sulla cresta esteriore del terrapieno a maggior sicurezza della fortificazione, e per impedirne al nemico l'entrata, e principalmente alla cavalleria. Questa maniera di palificata ebbe presso i Romani il nome di cervo, dalla figura dei pali e dei rami, che s'alzavano da terra come le corna di quell'animale. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: cervicali, cervide, cervidi, cervina, cervine, cervini, cervino « cervo » cervone, cervoni, cesalpiniacea, cesalpiniacee, cesare, cesarea, cesaree
Parole di cinque lettere: cerva, cerve, cervi « cervo » cesio, cespi, cespo
Vocabolario inverso (per trovare le rime): portauovo, muovo, rimuovo, commuovo, promuovo, smuovo, nuovo « cervo (ovrec) » acervo, coacervo, ircocervo, fervo, nervo, innervo, innervò
Indice parole che: iniziano con C, con CE, parole che iniziano con CER, finiscono con O

Commenti sulla voce «cervo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze