Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «tocco», il significato, curiosità, forma del verbo «toccare» sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Tocco

Forma verbale
Tocco è una forma del verbo toccare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di toccare.
Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere tocco (leggero, magico, pesante, lieve, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Toc « * » Toccò]
Giochi di Parole
La parola tocco è formata da cinque lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc.
Divisione in sillabe: tóc-co / tòc-co.
Parole con la stessa grafia, ma accentate: toccò.
Anagrammi
Componendo le lettere di tocco con quelle di un'altra parola si ottiene: +ada = accodato; +[ali, ila, lai] = accolito; +ara = accorato; +bai = bocciato; +[bar, bra] = broccato; +[adì, dai, dia] = catodico; +[ari, ira, ria] = catorcio; +[eri, ire, rei] = cerotico; +cui = cocciuto; +[ari, ira, ria] = cocorita; +[eri, ire, rei] = cocorite; +ili = colitico; +ani = conciato; +rna = contorca; +[ari, ira, ria] = coricato; +[est, set] = coscetto; +[ari, ira, ria] = crociato; +pie = ectopico; +[fai, ifa] = fioccato; +[fai, ifa] = focatico; +ani = occitano; +[ari, ira, ria] = ortaccio; ...
Vedi anche: Anagrammi per tocco
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: cocco, rocco, tacco, tocca, torco, tosco.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bocca, bocce, bocci, cocca, cocce, cocci, docce, gocce, nocca, rocca, rocce.
Con il cambio di doppia si ha: tonno, toppo, tozzo.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: stocco.
Parole con "tocco"
Finiscono con "tocco": stocco, stoccò, ritocco, ritoccò, bustocco, rintocco, rintoccò, fotoritocco.
Contengono "tocco": stoccolma.
Parole contenute in "tocco"
toc.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "tocco" si può ottenere dalle seguenti coppie: tobia/biacco, tocai/caicco, tofi/ficco, topi/picco, tori/ricco, toro/rocco, tosa/sacco, tosca/scacco, tosco/scocco, toserà/seracco, tosta/stacco, toste/stecco, tosto/stocco.
Usando "tocco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cito * = cicco; lato * = lacco; peto * = pecco; rito * = ricco; fiato * = fiacco; spato * = spacco; stato * = stacco; * ohi = tocchi; arroto * = arrocco; ripeto * = ripecco; scroto * = scrocco; strato * = stracco; disseto * = dissecco; sommato * = sommacco; riattato * = riattacco; contrattato * = contrattacco.
Lucchetti Alterni
Usando "tocco" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cicco * = cito; lacco * = lato; pecco * = peto; ricco * = rito; * ficco = tofi; * picco = topi; * ricco = tori; * sacco = tosa; fiacco * = fiato; spacco * = spato; stacco * = stato; * biacco = tobia; * caicco = tocai; * scacco = tosca; * stacco = tosta; * stecco = toste; tocai * = caicco; ripecco * = ripeto; stracco * = strato; * seracco = toserà; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "tocco" (*) con un'altra parola si può ottenere: san * = stoccano; cari * = cartoccio; fani * = fantoccio; * arno = toccarono; * atre = toccatore; * atri = toccatori; * sani = toscanico; scari * = scartoccio; saggi * = stoccaggio; sarno * = stoccarono; carine * = cartoccione; carini * = cartoccioni; * aratri = taroccatori; * ronconi = troncoconico; tradirai * = traditoraccio.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "tocco"
»» Vedi anche la pagina frasi con tocco per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'esecuzione sul pianoforte di molti pezzi di Bach richiede un tocco particolare per rendere al meglio la loro polifonia.
  • Veste sempre con eleganza, a cui aggiunge un personale tocco di classe.
  • Più lo guardo e lo tocco e più mi convinco che è falso!
Titoli di Film
  • Un tocco di classe (Regia di Melvin Frank; Anno 1973)
Canzoni
  • Il caldo tocco dell'amore (Cantata da: Roberto Soffici; Anno 1970)
  • Il tocco dell'amore (Cantata da: Demis Roussos; Anno 1979)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Tocco, Scocco, Rintocco - Tocco è quando un orologio batte una sola ora, o dopo mezzogiorno o dopo mezzanotte. - Lo Scocco è quando incomincia a battere le ore. - « Allo scocco delle dieci sarò là. » - Il Rintocco è quando l'orologio batte le ore per la seconda volta, come due volte le battono quasi tutti quelli pubblici. [immagine]
Tozzo, Tocco - Di qualunque pezzo assai grosso staccato dall'intero si può dir Tocco. - «Tocco di carne. - Due tocchi di cacio. - Un poco e un poco, dice il proverbio, fanno un tocco.» - Poi familiarmente, Un tocco d'uomo, di donna, per indicare che son alti e grossi, come Un bel pezzo d'uomo o di donna. E ci sono anche i Tocchi d'asino, e i Tocchi di birbante e i Tocchi d'ira di Dio. Tozzo nei sensi notati non cadrebbe, e si dice soltanto di pezzo di pane per lo più avanzato e indurito. - «Metti da parte que' tozzi di pane per i poveri. - In Firenze per prova di facile pronunzia si suol dire: Tre tozzi di pan secco in tre strette tasche stanno.» - Per estensione s'usa per Vitto, Nutrimento. - «Lavora per guadagnarsi un tozzo di pane.» - «Finchè vive lo zio un tozzo di pane non gli mancherà mai.»

Del vendere o del comprare a basso prezzo, dicesi pure Per un tozzo non per un tocco di pane. - Bel tozzo non si direbbe come Bel tocco. - «Che bel tocco di pane hanno dato a quel povero!» G. F. [immagine]
Coccolone, Accidente, Apoplessia, Colpo, Tocco - Il termine proprio, secondo scienza, è Apoplessia, significante uno stravaso istantaneo di sangue nel cervello, che spesso è cagione di morte o di paralisi. - Il popolo, che non vuol sapere di tanta scienza, questa sorta di malattia la chiama antonomasticamente Accidente, come sarebbe: «E' venuto un accidente al tale; E' morto d'un accidente,» e per imprecazione suol dire: Che ti venga un accidente! - Quando poi l'apoplessia è fulminante e uccide sul colpo, quello per la plebe è un Coccolone. - In vece di Accidente si suol dire anche Colpo, come per es: «Il tale ha avuto un colpo.» - Che, se è più leggiero, si dice Tocco. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Palpare, Palpeggiare, Brancicare, Tastare, Toccare, Maneggiare, Tasto, Tatto, Contatto, Tocco, Toccamento, Toccata, Tastata, Rintocco, Ritocco - Palpare è un toccare colla mano, ma studiato, riflessivo, egli è un aiuto efficace al vedere, perchè da quello si rilevano circostanze o proprietà nella cosa che all'occhio non appaiono; il medico palpa l'ammalato e se ne aiuta nella diagnosi; il cozzone palpa i cavalli e se ne vale nel dire il prezzo e il pregio. Palpeggiare ne è il frequentativo, ma dice un palpare più alla cieca, a caso, a tentoni: ha poi senso meno bello, e in certi casi meno onesto: brancicare è un palpeggiare anche più sfrontato e lascivo: è un toccare la cosa senza modo nè riguardo; e come assomiglia le mani alle branche di certi animali, è dispregiativo per l'uomo. Il toccare può essere fatto apposta o accidentalmente: le cose vicinissime tra loro è facile si tocchino; il toccare è aiuto al criterio e tante volte l'unico filo che lo conduce quando tutti gli altri gli fanno difetto; si tocca l'oro colla pietra di paragone per conoscerne la bontà, il titolo. Tastare in questo senso è più, perchè altri lo fa proprio equivalente, o quasi, all'assaggiare, al tentare, all'esplorare: il cieco va al tasto; al tasto l'esperimentatore che tenta rapire qualche nuovo segreto alla natura; al tasto il medico, troppo sovente, nelle malattie complicate. Maneggiare è aver cosa nelle mani o fra le mani, per cui è d'uopo necessariamente voltarla, toccarla in ogni senso; e ciò anco al traslato: il procuratore maneggia gli affari del cliente, il segretario quei del padrone; esprime anco una certa destrezza propria, per cui si dice maneggio delle armi, dal cavallo, perchè chi l'ha ne è padrone e se ne vale meglio assai che non altri. Tatto è il senso che ci avverte del contatto degli oggetti che ci toccano; è in tutto il corpo, ma più specialmente nella mano; il tasto è il tatto esercitato colla mano, ma col fine di tentare, di conoscere; i tasti de' cembali e degli altri istrumenti sono probabilmente così detti dal tentare con essi quella nota o quel tuono, e dal toccarsi che si fanno colle dita, e molti di essi (come nella chitarra) a tentoni, cioè non guardandovi sopra. Tocco è caso accidentale forse, ma sempre leggiero e brevissimo del toccare; così toccata che costituisce anzi meglio un'azione perchè più espressa e voluta: toccamento è tocco o toccata più lunga: onde si dirà toccata o toccamento del polso, ma tocco non mai: che anzi tocco ha più volontieri significato di participio che di nome: per altro si dice dare un tocco di una cosa, o semplicemente darne un tocco per dirne alcun che, per tentare l'opinione su di quella. Tastata e a tasto ciò che toccata a tocco; se non che la toccata può non avere altro scopo che il semplice di toccare, e tastata quello assoluto di saggiare, esplorare, conoscere per poter giudicare: tutti puonno toccare il polso, ma tastarlo con intendimento, al medico solo è dato. Ritocco, ripetitivo del participio tocco e nulla più: rintocco non si dice che del suono delle campane: ai lunghi rintocchi delle campane s'avviano i fedeli alla chiesa, e perchè? forse perchè un leggiero suono di queste non basta a riscuoterne la fede sonnolenta. [immagine]
Intatto, Non tocco - Il primo, oltre l'idea del non essere stato tocco o maneggiato, comprende anche l'idea dell'interezza: il secondo, la prima solamente. Una cosa, abbenchè fragile, arriva intatta, cioè non sciupata o guasta al suo destino, se quei che la toccano o maneggiano vi mettono la debita cura e diligenza. [immagine]
Pezzo, Tozzo, Tocco, Frammento, Rottame, Brano, Catollo, Appezzamento o Pezza (di terra) - Tozzo non dicesi che di pane, e forse non è che una corruzione di tocco; ma questo, più generico (ragione di più per crederlo anteriore all'altro), dicesi di ogni cosa resistente, dura e grossa; pezzo, forse da spezzare, più generale ancora, dicesi anco di cosa sottile, piana e larga, come di carta, di panno, di spago e simili. Frammento è pezzo minuto risultante da rottura di pezzi maggiori: rompendo un pane, spezzando un macigno, oltre i pezzi maggiori se ne staccano molti più o meno piccoli frammenti. Brano, di cosa lacerata, stracciata con violenza. Catollo, pezzo grande, sovente di macigno, o anco d'altro, e tale che formi un'entità assai considerevole per meritare nome speciale da sè. Appezzamento o pezzo, o anco pezza di terra, è un'estensione di terreno coltivo, prativo o altro, di una certa misura e forma, distinta dalle altre che la circondano e appartenente a qualcheduno. Brano e frammento, come squarci di libri o di altri scritti, si vedranno in altro articolo. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: toccherò, tocchetti, tocchetto, tocchi, tocchiamo, tocchiate, tocchino « tocco » tocoferoli, tocoferolo, todina, todine, todini, todino, toeletta
Parole di cinque lettere: tocca « tocco » toghe
Vocabolario inverso (per trovare le rime): scroccò, scrocco, scirocco, diroccò, dirocco, arroccò, arrocco « tocco (occot) » ritocco, ritoccò, fotoritocco, rintocco, rintoccò, stocco, stoccò
Indice parole che: iniziano con T, con TO, iniziano con TOC, finiscono con O

Commenti sulla voce «tocco» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze