Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «nastro», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Nastro

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate nastro

Blu

Passeggiando con cappello nel mare blu

Piume sul cappello
Tag correlati: cappello, fiocco, capelli, donna, bambola, paglia, oro, occhi, giocattolo, fiori, natale, vestito, vetrina, nastri, dolci, sport
Giochi di Parole
La parola nastro è formata da sei lettere, due vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: nà-stro. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: nostra (scambio di vocali), storna, strano.
nastro si può ottenere combinando le lettere di: sto + rna; ton + ras.
Componendo le lettere di nastro con quelle di un'altra parola si ottiene: +dea = adornaste; +[adì, dai, dia] = adornasti; +ace = ancoraste; +pie = anteporsi; +aie = arenosità; +[ami, mai, mia] = armonista; +mie = armoniste; +[era, rea] = arrestano; +[eri, ire, rei] = arrestino; +aie = arseniato; +aie = artesiano; +poa = asportano; +[pio, poi] = asportino; +sei = assentirò; +sue = assuntore; +[sui, usi] = assuntori; +dea = astraendo; +eva = astronave; +[iva, vai, via] = astronavi; +[amo, moa] = astronoma; ...
Vedi anche: Anagrammi per nastro
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: castro, mastro, nastri, nostro.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: castra, castri, lastra, lastre, mastra, mastre, mastri.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: astro.
Altri scarti con resto non consecutivo: naso, nato, atro.
Parole con "nastro"
Iniziano con "nastro": nastroteca, nastroteche.
Finiscono con "nastro": canastro, pinastro, brunastro, giovinastro, passanastro, videonastro.
Contengono "nastro": anastrofe, anastrofi.
»» Vedi parole che contengono nastro per la lista completa
Parole contenute in "nastro"
astro. Contenute all'inverso: san.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "nastro" si può ottenere dalle seguenti coppie: nano/nostro, nasi/sistro, nasini/sinistro, nastica/icaro.
Usando "nastro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * troco = nasco; luna * = lustro; nona * = nostro; balena * = balestro; galena * = galestro; regina * = registro; rossana * = rossastro; aquilana * = aquilastro; biancana * = biancastro; calamina * = calamistro; * ooteca = nastroteca; * ooteche = nastroteche.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "nastro" si può ottenere dalle seguenti coppie: nasali/ilatro, nassa/astro, nasse/estro.
Usando "nastro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ortini = nasini; * ortino = nasino; * ortone = nasone; * ortoni = nasoni; * ortacci = nasacci; * orici = nastici; * ortucci = nasucci; * ortaccio = nasaccio; * ortuccio = nasuccio.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "nastro" si può ottenere dalle seguenti coppie: mina/stromi, piccina/stropicci.
Usando "nastro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: stromi * = mina; * mina = stromi; stropicci * = piccina; * logon = astrologo; * piccina = stropicci.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "nastro" si può ottenere dalle seguenti coppie: nasco/troco.
Usando "nastro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lustro * = luna; * nostro = nano; nostro * = nona; balestro * = balena; galestro * = galena; * sinistro = nasini; registro * = regina; nasi * = sistro; * icaro = nastica; calamistro * = calamina; nasini * = sinistro; nastriforme * = riformerò; * riformerò = nastriforme.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "nastro" (*) con un'altra parola si può ottenere: icone * = incastonerò; fatiche * = fantasticherò; faticano * = fantasticarono; faticasse * = fantasticassero; faticherebbe * = fantasticherebbero.
Frasi con "nastro"
»» Vedi anche la pagina frasi con nastro per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Quando preparo i regali per le feste di Natale mi piace molto decorarli con un bel nastro colorato.
  • Il primo ministro ha tagliato il nastro nell'inaugurazione della nuova scuola.
  • Alla nascita di un bimbo spesso viene appeso alla porta un nastro celeste o rosa per indicare il sesso del nascituro.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Nastro, Fettuccia - Il nastro è di seta; la fettuccia, di filo, di filosella, di cotone. Il primo è largo o stretto, secondo l'uso per cui s'adopera, lavorato di mille maniere e di mille tinte, come lo vuole il gusto cangiante ogni giorno: la seconda è stretta un dito, o larga due al più; è bianca, o nera, o rossa, o verde, ma al più stiamo lì; ha da essere forte, perchè serve a stringere gli abiti attorno alla vita. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Nastro - Volendo riandare all'origine dei nastri, ella si vede perdere nella notte dei tempi. Benchè in Egitto non fosse comune l'uso dei sandali, se ne osservano però in una statua d'Iside legati co' nastri. Pietro della Valle dice averne visti di simili ad una mummia. Presso gli Ebrei, i Greci ed i Romani, si legavano le scarpe, e si venne poi a guarnirle di fettuccie per solito incrociate una sull'altra. Colle fettuccie le donne greche si annodavano di sovente i capelli. Numani faceva rimprovero alle Trojane di aver le mitre ornate di nastri; le Ebree se ne guernivano la testa, e tal costume passò alle Romane. Alcuni sacerdoti ebrei si cingevano il capo con un nastro largo quanto il dito mignolo. La mitra del re d'Egitto annodavasi sotto il mento co' nastri, egualmente che il cappello de' viaggiatori ad uso tessalico.

Il nastro stampato è quello su cui s'imprimono certi ornamenti di fiori, uccelli, foglie o grotteschi. La moda di questi essendo cominciata verso il 1680, ed acquistando essi molto corso in grazia della novità, un certo Chandelier di Parigi stanco di stamparli coll'applicarvi di mano in mano come i suoi colleghi alcune piastre d'acciajo incise con varj oggetti, conforme si pratica per la stampa dei drappi, immaginò una specie di strettojo, assai simile a quello che adopravasi alle zecche per ischiacciare le lastre di metalli, ma molto più semplice. Con questa macchina un'intera pezza di nastro riceveva la stampa in minor tempo che non ne impiegassero altri operaj per un'auna. L'ingegno e l'invenzione di quel fabbricante ebbero premio, giacchè così egli fece fortuna.

I nastri di filo, cotone, lana, filosella, noti col nome di padoues, ebbero origine in Padova città d'Italia; adesso si fanno nelle vicinanze di Lione: Santo Stefano ne somministra in gran copia. Quei di filo lisci escono dalle fabbriche d'Ambert (Puy-de Dòme) in Francia, e dalla Fiandra; quelli di lana si lavorano principalmente ad Amiens.

Pe' nastri d'oro e d'argento, la fabbrica di Parigi supera tutte le altre. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Nastro - S. m. Tela, Tessuto di tela, di seta, di lana ecc., sottile, di lunghezza indeterminata, ma di poca larghezza, assai vario non meno per le materie ond' è fatto che per i colori, la forma, gli usi cui serve. Germ. Nestila, Nestil. Ted. mod. Nestel. Non da Instita nè da Rubinaste, nè dal gr. Νᾶκος, Pelle velluta. [Cont.] Bandi Fior. XXVIII. 5. 8. Li velettai, merciai, farsettai, oalzaiuoli e sarti non possino comperare in modo alcuno da alcuna persona di qual si voglia sorte bottoni, frangie, passamani, nastri, segnaletti, nè seta di sorte alcuna che fussi lavorata se non dalle botteghe residenti. = M. V. 8. 25. (C) Era di due finissimi velluti chermisi, con uno nastro d'oro largo quattro dita, coll'arme del popolo e del Comune. Ar. Fur. 24. 66. Così talora un bel purpureo nastro Ho veduto partir tela d'argento. Rem. Fior. Pist. Ovid. 90. (M.) Ardisti mai d'ornar l'irsute chiome Di nastri e frange?

T. Nastro del cappello, delle scarpe.

T. Nastri a spina, di refe fine.

T. Comprare una pezza di nastro; Tanti metri di nastri. Orlare col nastro.

2. Per simil. Dant. Par. 15. (C) Al piè di quella croce corse un astro…, Nè si partì la gemma dal suo nastro, Ma per la vista radïal trascorse (qui per Continuazione di raggio). Sagg. nat. esp. 169. Comincia l'acqua di sopra a rappigliarsi in giro, e da quel primo nastro di gielo, che ricorre la circonferenza del vaso, comincia a mandare…

3. T. Nastro di cavaliere. – Ha il nastro all'occhiello; è di quelli. – Vuol nastri e quattrini.

4. [L.B.] Contorno a nastro, o sim., alle tavole o altro oggetto di mosaico.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: nastratura, nastrature, nastri, nastriforme, nastriformi, nastrini, nastrino « nastro » nastroteca, nastroteche, nastrucci, nastruccio, nasturzi, nasturzio, nasucci
Parole di sei lettere: nastri « nastro » nasuta
Vocabolario inverso (per trovare le rime): mastro, giornalmastro, salmastro, borgomastro, capomastro, protomastro, quartiermastro « nastro (ortsan) » canastro, passanastro, pinastro, giovinastro, videonastro, brunastro, nerastro
Indice parole che: iniziano con N, con NA, iniziano con NAS, finiscono con O

Commenti sulla voce «nastro» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze