Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «forra», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Forra

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola forra è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: rr.
Divisione in sillabe: fór-ra. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: farro (scambio di vocali).
Componendo le lettere di forra con quelle di un'altra parola si ottiene: +aie = aerofari; +ife = afferirò; +[dio, odi] = dorifora; +[evi, vie] = favorire; +mie = ferriamo; +[evi, vie] = ferrovia; +dee = foderare; +[tau, tua] = foratura; +tue = forature; +sim = formarsi; +mie = formerai; +tiè = fortiera; +zie = forzerai; +[sai, sia] = frasario; +big = frigobar; +dei = froderai; +[dio, odi] = idrofora; +pie = perforai; +pii = porfiria; +mie = ramifero; +ego = reografo; +mie = rifaremo; ...
Vedi anche: Anagrammi per forra
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: borra, corra, dorrà, ferra, forca, forma, forre, forza, morra, porrà, vorrà.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: borre, borro, corre, corri, corro, dorrò, porre, porri, porro, porrò, torre, torri, vorrò, zorro.
Con il cambio di doppia si ha: folla, fossa.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: fora. Togliendo tutte le lettere in posizione pari si ha: fra.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: forerà.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: barro, carro, farro, narro, parrò, varrò, zarro.
Parole con "forra"
Contengono "forra": linforragia, linforragie.
Incastri
Inserendo al suo interno tiè si ha FORtieRA; con rate si ha FOrateRRA; con mule si ha FORmuleRA (formulerà); con matte si ha FORmatteRA (formatterà); con tifiche si ha FORtificheRA (fortificherà).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "forra" si può ottenere dalle seguenti coppie: fosco/scorra, fora/ara, foraggi/aggira, forame/amerà, forante/antera, forare/arerà, forassi/assira, forava/avara, forca/cara, forcata/catara, forcole/colera, foreste/estera, forfore/forerà, forgi/gira, forgia/giara, fori/ira, forlì/lira, forma/mara, formaggio/maggiora, formate/matera, formature/maturerà...
Usando "forra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rame = forme; * rami = formi; * ramo = formo; * rase = forse; * rate = forte; * ragia = forgia; * ramai = formai; sbafo * = sbarra; * ramare = formare; * ramata = formata; * ramate = formate; * ramati = formati; * ramato = formato; * ramina = formina; * ramine = formine; * ramino = formino; * ramosa = formosa; * ramose = formose; * ramosi = formosi; * ramoso = formoso; ...
Lucchetti Riflessi
Usando "forra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * arai = forai; * arca = forca; * arma = forma; * arme = forme; * armi = formi; * armo = formo; * arno = forno; * arse = forse; * arte = forte; * arti = forti; * arano = forano; * arare = forare; * arata = forata; * arate = forate; * arati = forati; * arato = forato; * arava = forava; * aravi = foravi; * aravo = foravo; * arche = forche; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "forra" si può ottenere dalle seguenti coppie: forgia/ragia, formai/ramai, formare/ramare, formata/ramata, formate/ramate, formati/ramati, formato/ramato, formatura/ramatura, formature/ramature, forme/rame, formi/rami, formina/ramina, formine/ramine, formino/ramino, formo/ramo, formosa/ramosa, formose/ramose, formosi/ramosi, formosità/ramosità, formoso/ramoso, forniste/raniste...
Usando "forra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * cara = forca; * gira = forgi; * lira = forlì; * mara = forma; * mera = forme; * mira = formi; * mora = formo; * sera = forse; * tira = forti; * zara = forza; sbarra * = sbafo; * amerà = forame; * arerà = forare; * avara = forava; * giara = forgia; * aggira = foraggi; * antera = forante; * assira = forassi; * catara = forcata; * colera = forcole; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "forra" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ei = forerai; * avi = favorirà; * dee = fodererà; sii * = sfiorirà; inie * = infiorerà; pere * = perforerà; rime * = riformerà; savi * = sfavorirà; trae * = traforerà; biche * = biforcherà; conte * = conforterà.
Frasi con "forra"
»» Vedi anche la pagina frasi con forra per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Visitammo la forra del Raganello in Calabria quest'estate.
  • È meglio evitare quel sentiero: si perde in una forra in cui è difficile orientarsi.
  • All'interno della forra c'era una piacevole frescura.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Macigno, Masso, Scoglio, Rupe, Pietrone, Balzo, Burrone, Balza, Borro, Borratello, Botro, Borrone, Forra, Roccia, Rocca, Greppo, Dirupo - Pietrone, grossa pietra, rozza e informe per lo più; ma se riquadrato, o altrimenti abbozzato per qualche particolare uso, il pietrone non perderà il suo nome. Masso è grosso pietrone, sia annesso per qualche parte ancora alla rupe o roccia natia o siane staccato: il masso non si potrà sollevare per forza d'uomo, ma sì d'uomini molti e di macchine; dal masso rompendolo con mine o altro se ne staccano pietre e pietroni. Macigno è dura pietra: cuor di macigno, dicesi ad un uomo duro, insensibile e crudele. Scogli, propriamente, que' pietroni che sono su la riva del mare, e in esso parte immersi e parte fuori: ma scogli diconsi anco que' massi di pietra che sono tra i monti; e più se in fondo alle valli dove si franga o rumoreggi fra di essi rivo d'acqua, ruscello o torrente: la nave rompe negli scogli, il mare in essi infrange l'ira e la violenza delle sue onde: la vita è piena di scogli, e là se ne trovano dove pure credevasi poter vogare a piene vele. Rupe, da rompere, è la montagna rotta e scoscesa per commozioni terrestri; la rupe è pietrosa, perchè i massi che componevano la sua ossatura si sono rotti, e parte ne precipitò e parte ristette infissa nel fianco della montagna. Roccia è pietra viva che si estrae dalle cave: roccia è termine della geologia; così si chiamano le diverse formazioni o strati pietrosi de' quali è composta la corteccia del globo. Rocca vale castello e fortezza o perchè, costruite vengono per lo più sulla cima di montagne pietrose, in mezzo alle roccie, o perchè dure e resistenti come roccia o macigno. Dirupo è lato di montagna scoscesa affatto e cadente o riguardante in un precipizio; si può salire per un dirupo aggrappandosi alle ineguaglianze sue, ma certo con pericolo. Greppo, rialzo naturale di terra o di sasso che sta sul ciglio del dirupo, può servire, può servire d'argine a non cadere in quello: greppi direi anche quelle sporgenze di pietra a cui l'uomo può aggrapparsi arrampicandosi per montagna scoscesa o dirupo. Terreno fatto a balze è quello che è disposto naturalmente a più piani per cui non si possa da uno ad altro discendere che con un balzo: ma la balza è talora troppo alta e il balzo sarebbe allora mortale: balzo, per balza, parrebbe indicare altezza minore, di modo da poter essere misurato con un salto senza grave pericolo.

«Burrone è più della lingua scritta che della parlata. La Crusca lo definisce: luogo scosceso, dirupato e profondo. Il burrone può avere o rupi, o macigni, o pietroni, o balze, ma non è tutt'uno con queste cose». Tommaseo.

«Burrone forse anticamente era un vallone boscoso che oggi dicesi forra. Borrone poi (che più non sento usare) differisce da burrone: perchè borro (1) non dice già luogo scosceso ove corra acqua, ma (almeno oggidì) semplicemente torrente. Ed è nome comunissimo, anzi unico; ed ha il bel diminutivo, anch'esso molto usitato, borratello. Botro, voce usata in Val d'Elsa e altrove, significa invece valloncello dirupato, ove appunto scorrono le acque che hanno corroso e scavato il terreno». Lambruschini.

(1) Giambullari: Si precipita il Timavo in un borro grande. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: forno, forò, foro, foronidei, foronideo, foronomia, foronomie « forra » forre, forse, forsennata, forsennatamente, forsennate, forsennatezza, forsennatezze
Parole di cinque lettere: forno « forra » forre
Vocabolario inverso (per trovare le rime): ripercorra, intercorra, scorra, trascorra, discorra, dorrà, andorra « forra (arrof) » morra, camorra, porrà, deporrà, anteporrà, imporrà, comporrà
Indice parole che: iniziano con F, con FO, iniziano con FOR, finiscono con A

Commenti sulla voce «forra» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze