Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «matta», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «matto», sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Matta

Forma di un Aggettivo
"matta" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo matto.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Match « * » Mattana]
Informazioni di base
La parola matta è formata da cinque lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: tt.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (atta). Divisione in sillabe: màt-ta. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con matta per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Passando davanti a quel forno-panetteria, mi è venuta una voglia matta di focaccia con le olive!
  • Dissero che era matta da legare perché sragionava e gridava.
  • Nelle carte da gioco ne esiste una che si chiama jolly o matta.
Citazioni da opere letterarie
Elias Portolu di Grazia Deledda (1928): — Mio padre ha ragione, — pensava, — io sono un ometto di cacio fresco, una bestia, uno sciocco. Che bisogno c'è di pensare alle donne, e specialmente alla donna che non si deve guardare? Non si può vivere altrimenti? Uomini bisogna essere, uomini, leoni; ed io sono un agnello, una pecora matta. Ma cosa posso far io? Non mi sono fatto io così; se mi fossi fatto io, mi sarei fatto col cuore di pietra. Ma, chi sà, col tempo mi passerà questa pazzia.

Storia di una capinera di Giovanni Verga (1894): Ho analizzato tutta me stessa per vedere dove sia questo male, da che mi provenga questo turbamento, ho passato in rassegna tutti i miei sentimenti, i miei pensieri, fin le mie occupazioni, le persone con cui parlo, gli oggetti che veggo.... Non trovai nulla, tranne che.... Ma tu mi crederai matta, e riderai di me.

La biondina di Marco Praga (1893): E, ti dico, è stata una lotta, tutt'oggi. Trentasei fazzoletti!? Ma, zia, sei matta? Che diavolo credi, che il matrimonio mi darà il raffreddore in permanenza?... Sei toilettes? Ma per farne che? Quelle che ò non bastano? Otto cappellini? Ma dovrò metterli sotto il letto, nella piccola casa! E via, e via!
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per matta
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: batta, catta, fatta, gatta, latta, malta, manta, marta, matte, matti, matto, metta, natta, patta, ratta.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: batte, batti, batto, batté, catte, datti, fatte, fatti, fatto, gatte, gatti, gatto, latte, natte, patte, patti, patto, ratte, ratti, ratto, tatto.
Con il cambio di doppia si ha: mamma, manna, mappa, marra, massa, mazza.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: atta.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: matita.
Parole con "matta"
Iniziano con "matta": mattana, mattane, mattare, mattanza, mattanze, mattatoi, mattaccio, mattatoio, mattatore, mattatori, mattarelli, mattarello, mattatrice, mattatrici, mattacchiona, mattacchione, mattacchioni.
Finiscono con "matta": formatta, casamatta, riformatta.
Contengono "matta": formattai, formattano, formattare, formattata, formattate, formattati, formattato, formattava, formattavi, formattavo, formattammo, formattando, formattante, formattanti, formattasse, formattassi, formattaste, formattasti, riformattai, formattarono, formattavamo, formattavano, formattavate, riformattano, riformattare, riformattata, riformattate, riformattati, riformattato, riformattava, ...
»» Vedi parole che contengono matta per la lista completa
Parole contenute in "matta"
mat, atta.
Incastri
Inserito nella parola fori dà FORmattaI; in forno dà FORmattaNO; in forre dà FORmattaRE; in forte dà FORmattaTE; in forti dà FORmattaTI; in rifori dà RIFORmattaI.
Inserendo al suo interno ama si ha MATamaTA; con uri si ha MATuriTA (maturità); con cine si ha MAcineTTA; con glie si ha MAglieTTA; con lede si ha MAledeTTA; con nome si ha MAnomeTTA; con tina si ha MATtinaTA; con ture si ha MAtureTTA; con rione si ha MArioneTTA; con ricola si ha MATricolaTA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "matta" si può ottenere dalle seguenti coppie: macro/crotta, macula/culatta, madida/didatta, madonne/donnetta, madri/dritta, maestra/estratta, maga/gatta, magari/garitta, maghe/ghetta, mago/gotta, magra/gratta, magre/gretta, magro/grotta, magrucce/gruccetta, mala/latta, male/letta, malo/lotta, mara/ratta, mare/retta, marene/renetta, mari/ritta...
Usando "matta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: boma * = botta; cima * = città; coma * = cotta; dima * = ditta; doma * = dotta; fama * = fatta; gema * = getta; lama * = latta; rema * = retta; rima * = ritta; roma * = rotta; sema * = setta; tema * = tetta; boema * = boetta; bruma * = brutta; croma * = crotta; frema * = fretta; grama * = gratta; groma * = grotta; prema * = pretta; ...
Lucchetti Riflessi
Usando "matta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * attori = maori; team * = tetta; * attesta = maestà; * attriti = mariti; * attrito = marito; * attratta = maratta; * attratte = maratte; * attratti = maratti; * attratto = maratto; * attrezzi = marezzi; * attrezzo = marezzo; * attrezzare = marezzare; * attrezzata = marezzata; * attrezzate = marezzate; * attrezzati = marezzati; * attrezzato = marezzato; * atematica = matematica; * atematici = matematici; * atematico = matematico; * attrezzatura = marezzatura; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "matta" si può ottenere dalle seguenti coppie: maturino/taurino.
Usando "matta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: botta * = boma; città * = cima; dotta * = doma; getta * = gema; * gotta = mago; * letta = male; * lotta = malo; * retta = mare; * ritta = mari; * rotta = marò; retta * = rema; ritta * = rima; rotta * = roma; setta * = sema; tetta * = tema; boetta * = boema; brutta * = bruma; crotta * = croma; fretta * = frema; grotta * = groma; ...
Sciarade incatenate
La parola "matta" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: mat+atta.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "matta" (*) con un'altra parola si può ottenere: * lai = malattia; * ria = maritata; sla * = smaltata; copi * = compatita; copi * = compattai; * onta = mattonata; * onte = mattonate; copre * = compattare; copta * = compattata; copte * = compattate; copti * = compattati; copto * = compattato; diana * = diamantata; * esosi = maestosità; * gneis = magnetista; * altri = maltrattai; stona * = smattonata; cobite * = combattiate; ricopi * = ricompattai; snella * = smantellata; ...
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Testa, Testina, Testicciuola, Matta - Parlo di bestie morte e per uso di mangiarle. - Il capo delle bestie grosse, che non occorre definire, sempre Testa. - «La testa di manzo è cibo da povera gente.» - La testa di vitella di latte, già cotta, in Firenze si dice Testina. - «Una porzione di testina alla parmigiana. - Testina lessa - trippata.» - Testicciuola è la testa dell'agnello e del capretto staccata dal collo. - «Le testicciuole si lessano, si disossano, s'indorano e si friggono.» - Testa matta o assoluto Matta si dice familiarmente in Firenze la testicciuola d'agnello dalla quale sia stato cavato il cervello. - «Comprami un par di teste matte, o di matte, da friggere per cena.» - A Firenze un venditore ambulante di testicciuole, gridava: Le matte che ridono! Come ridono le matte! - Ridono perchè ne rimangono scoperti tutti i denti. - Più comune Matte che Teste matte. G. F. [immagine]
Pusigno, Matta cena - Non più comunissimi, ma tuttora vivi ambedue. Il primo è il mangiare che si fa dopo cena, per lo più cose leggiere e appetitose, e se ne fa il verbo Pusignare usato a modo di neutro. -«Ti veggo intrigato a quella voce Pusigno. Ella vuol dire quello spizzicare che si fa dopo cena di qualche cibo delicatissimo atto a piacere dopo sazio ancora: e sappi che Pusignare senz'altro, non si piglia mai in altro senso che di mangiar dopo cena.» (Magalotti). - Matta cena è una vera e propria cena, molto più abbondante del Pusigno, la quale si faccia dopo la ordinaria, e a ora tarda della notte. - «Usciti dal teatro Niccolini, andarono a fare una matta cena al Falcone.» G. F. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
† Matta - S. f. Stuoja; e propriamente Quella che lavoravano e in cui dormivano e oravano i monaci. È in Ov.; poi in Diom. picc. e Cassiano. – Dial. S. Greg. 2. 13. (C) Vedendo lo venerabile Benedetto così concio, fecelo portare in sulla matta, sopra la quale stava in orazione. Vit. SS. Pad. 1. 180. Convertendosi quasi in una fiamma di fuoco, parea che ardesse ciò ch'io avessi in cella, e già parea che si apprendesse alla matta, dove io sedea. E 193. E inducendolo, che un poco si riposasse, e dormisse in su una matta, contristossi, e rispuosemi:… [Fanf.] Cod. Maruc. C. 226. 26. (1438). Tra'si dell'isola di Majolica zafferano assai… e mandorle, e matte, cioè stuoje di giunchi bellissime per apichare in caminate, e per le sale per cortine.
† Matta - S. f. Branco, Mandra. Forse corr. dal dispr. di Mano e di Mandra. Castiglione. (Fanf.)
Matta - [G.M.] S. f. Così chiamasi dal popolo fior. la Testicciuola dell'agnello, alla quale sia stato cavato il cervello, e che per lo più mangiasi fritta. Comprare una matta, due matte. – Dal gr. Μάταιος, Vuoto.
Matta - S. f. Term. del giuoco. Carta determinata, la quale a certi giuochi, come quello di bazzica, si fa contare quanto un vuole insino in dieci. Per lo più ella è un sette, o un sei. (M.) Forse perchè serve a Mattare. [L.B.] Matta, la donna di cuori, al giuoco del sette e mezzo, e si fa contare per quel che più accomoda.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: matronimica, matronimiche, matronimici, matronimico, matronimie, matronismi, matronismo « matta » mattacchiona, mattacchione, mattacchioni, mattaccio, mattana, mattane, mattanza
Parole di cinque lettere: masso, masut, match « matta » matte, matti, matto
Vocabolario inverso (per trovare le rime): latta, blatta, allatta, riallatta, scarlatta, culatta, mulatta « matta (attam) » casamatta, formatta, riformatta, natta, mignatta, malmignatta, pignatta
Indice parole che: iniziano con M, con MA, parole che iniziano con MAT, finiscono con A

Commenti sulla voce «matta» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze