Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «parlato», il significato, curiosità, forma del verbo «parlare», aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Parlato

Forma verbale
Parlato è una forma del verbo parlare (participio passato). Vedi anche: Coniugazione di parlare.
Aggettivo
Parlato è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: parlata (femminile singolare); parlati (maschile plurale); parlate (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di parlato (orale, sonoro, comunicato, proferito, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
scritto (24%), detto (20%), voce (4%), discusso (3%), ascoltato (3%), italiano (2%), linguaggio (2%), libro (2%), cantato (2%), professore (2%), chiaro (2%), discorso (2%), dialetto (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Informazioni di base
La parola parlato è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: par-là-to. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con parlato per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Perché non me ne hai parlato subito? La situazione si poteva risolvere.
  • Ne abbiamo già parlato tante volte e sai bene che adesso il motorino non te lo posso comprare!
  • Ha sempre parlato bene di te e quindi non capisco la tua reazione.
Citazioni da opere letterarie
Anima sola di Neera (1895): Perché non vi ho parlato allora? Era così dolce il cielo sopra le nostre teste, mite l'aria e l'ora. Io ascoltavo fremendo la vita che passava, e dal fondo del cuore mi saliva una vecchia canzone che mi piace tanto: “Laggiù dove l'onda inquieta sospira la notte e il giorno; laggiù, quando cantava l'allodola, non hai incontrato l'amore. Egli ti era vicino e ti parlò.„

La coscienza di Zeno di Italo Svevo (1923): Ella non mi rispose perché dapprima si piegò sulla bambina piangente. Quell'indugio di ottenere le spiegazioni cui credevo di aver diritto mi fece salire veemente il sangue alla testa. Non trovavo parole. Feci un altro passo per avvicinarmi alla porta d'uscita e se Ada non avesse parlato, io me ne sarei andato e non sarei ritornato mai più. Nell'ira mi pareva cosa facilissima quella rinunzia ad un sogno che aveva oramai durato tanto a lungo.

Il piacere di Gabriele D'Annunzio (1889): La sera le parve lugubre. Ella si ritrasse; andò a sedersi nel luogo medesimo del colloquio recente. ― Perché Delfina non tornava ancora? ― Avrebbe voluto evitare ogni riflessione, ogni meditazione; eppure non so che debolezza la tratteneva in quel luogo ove, pochi minuti innanzi, Andrea aveva respirato, aveva parlato, aveva esalato il suo amore e il suo dolore.
Canzoni
  • Qualcuno ha parlato (Cantata da: I Rilevati; Anno 1967)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per parlato
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: parlano, parlata, parlate, parlati, parlavo, perlato, tarlato.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: tarlata, tarlate, tarlati.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: palato, parato. Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: alt.
Altri scarti con resto non consecutivo: parlo, para, parto, paro, pala, paltò, palo, prato, arato, arto, alato, alto.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: sparlato.
Parole con "parlato"
Iniziano con "parlato": parlatore, parlatori, parlatorio.
Finiscono con "parlato": sparlato, riparlato, straparlato.
Contengono "parlato": sparlatore, sparlatori.
Parole contenute in "parlato"
par, lato, parla. Contenute all'inverso: rap.
Incastri
Inserendo al suo interno ori si ha PARLAToriO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "parlato" si può ottenere dalle seguenti coppie: para/alato, parca/calato, parche/chelato, parco/colato, parma/malato, parsa/salato, parte/telato, partito/titolato, parve/velato, parlare/areato, parli/iato, parlaci/cito, parlai/ito, parlamenti/mentito, parlami/mito, parlano/noto, parlavi/vito, parlavo/voto.
Usando "parlato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: straparla * = strato; * tomi = parlami; * tono = parlano; pepa * = perlato; tapa * = tarlato; * togli = parlagli; * tondo = parlando; * tonte = parlante; * tonti = parlanti; * torci = parlarci; * torsi = parlarsi; * torti = parlarti; * torvi = parlarvi; * tosse = parlasse; * tossi = parlassi; * toste = parlaste; * tosti = parlasti; impepa * = imperlato; * tondone = parlandone; * tontina = parlantina; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "parlato" si può ottenere dalle seguenti coppie: parlava/avallato, parrò/orlato, parlerà/areato, parlare/erto.
Usando "parlato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * otre = parlare.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "parlato" si può ottenere dalle seguenti coppie: riparla/tori.
Usando "parlato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: tori * = riparla.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "parlato" si può ottenere dalle seguenti coppie: parlagli/togli, parlami/tomi, parlando/tondo, parlandone/tondone, parlano/tono, parlante/tonte, parlanti/tonti, parlantina/tontina, parlantine/tontine, parlarci/torci, parlarsi/torsi, parlarti/torti, parlarvi/torvi, parlasse/tosse, parlassi/tossi, parlaste/toste, parlasti/tosti.
Usando "parlato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: perlato * = pepa; * calato = parca; * colato = parco; * malato = parma; * salato = parsa; * telato = parte; * velato = parve; imperlato * = impepa; * chelato = parche; * cito = parlaci; * mito = parlami; * noto = parlano; * areato = parlare; * vito = parlavi; * voto = parlavo; * titolato = partito; rito * = riparla; * mentito = parlamenti.
Sciarade e composizione
"parlato" è formata da: par+lato.
Sciarade incatenate
La parola "parlato" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: parla+lato.
Intarsi e sciarade alterne
"parlato" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: prato/al.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: parlata, parlate, parlateci, parlatemi, parlati, parlatina, parlatine « parlato » parlatore, parlatori, parlatorio, parlatrice, parlatrici, parlava, parlavamo
Parole di sette lettere: parlata, parlate, parlati « parlato » parlava, parlavi, parlavo
Lista Aggettivi: parlamentare, parlante « parlato » parmigiano, parossistico
Vocabolario inverso (per trovare le rime): razzolato, prezzolato, brizzolato, sbozzolato, sminuzzolato, ruzzolato, contemplato « parlato (otalrap) » straparlato, riparlato, sparlato, tarlato, intarlato, merlato, perlato
Indice parole che: iniziano con P, con PA, parole che iniziano con PAR, finiscono con O

Commenti sulla voce «parlato» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze