Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «parlato», il significato, curiosità, forma del verbo «parlare», aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Parlato

Forma verbale
Parlato è una forma del verbo parlare (participio passato). Vedi anche: Coniugazione di parlare.
Aggettivo
Parlato è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: parlata (femminile singolare); parlati (maschile plurale); parlate (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di parlato (orale, sonoro, comunicato, proferito, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
scritto (24%), detto (20%), voce (4%), discusso (3%), ascoltato (3%), italiano (2%), linguaggio (2%), libro (2%), cantato (2%), professore (2%), chiaro (2%), discorso (2%), dialetto (2%). Vedi anche: Parole associate a parlato.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Informazioni di base
La parola parlato è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. Divisione in sillabe: par-là-to. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con parlato per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Perché non me ne hai parlato subito? La situazione si poteva risolvere.
  • Ne abbiamo già parlato tante volte e sai bene che adesso il motorino non te lo posso comprare!
  • Ha sempre parlato bene di te e quindi non capisco la tua reazione.
Citazioni da opere letterarie
Il deserto dei tartari di Dino Buzzati (1940): Come avrebbe avuto il cuore di amareggiarla? Se le fosse stato vicino, nella stessa stanza, raccolti sotto il familiare lume, allora sì Giovanni le avrebbe detto tutto e lei non avrebbe fatto in tempo a contristarsi, perché lui le era accanto e il brutto era ormai passato. Ma così da lontano, per lettera? Seduto accanto a lei, dinanzi al camino, nella rassicurante tranquillità dell'antica casa, allora sì le avrebbe parlato del maggiore Matti e delle sue insidiose blandizie, delle manie di Tronk! le avrebbe detto come stupidamente avesse accettato di rimanere quattro mesi, e probabilmente entrambi ci avrebbero riso sopra. Ma come fare, così da lontano?

La biondina di Marco Praga (1893): E allora? Che curioso caso era il suo! Egli, domani, oggi stesso, potrebbe ripresentarsi in pubblico, senza paura di sorprendere un sorriso di scherno, di far cessare — colla sua presenza, — un pettegolezzo sul conto suo e di sua moglie. Se nessuno ne sapeva nulla!... Nessuno, sì. La Caradelli era una complice che non avrebbe parlato mai.

Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani (1962): Avevamo sempre parlato di molte cose, allora, andando in giro per il parco: di alberi, di piante, delle nostre infanzie, dei nostri parenti. E nel frattempo Bruno Lattes, l'Adriana Trentini, il Malnate, Carletto Sani, Tonino Collevatti, e, con loro, quelli che erano sopraggiunti poi, non venivano degnati che di qualche cenno, di qualche allusione di tanto in tanto, gratificati magari tutti insieme di uno sbrigativo e abbastanza sprezzante “quelli là”.
Canzoni
  • Qualcuno ha parlato (Cantata da: I Rilevati; Anno 1967)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per parlato
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: parlano, parlata, parlate, parlati, parlavo, perlato, tarlato.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: tarlata, tarlate, tarlati.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: palato, parato. Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: alt.
Altri scarti con resto non consecutivo: parlo, para, parto, paro, pala, paltò, palo, prato, arato, arto, alato, alto.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: sparlato.
Parole con "parlato"
Iniziano con "parlato": parlatore, parlatori, parlatorio.
Finiscono con "parlato": sparlato, riparlato, straparlato.
Contengono "parlato": sparlatore, sparlatori.
Parole contenute in "parlato"
par, lato, parla. Contenute all'inverso: rap.
Incastri
Inserendo al suo interno ori si ha PARLAToriO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "parlato" si può ottenere dalle seguenti coppie: para/alato, parca/calato, parche/chelato, parco/colato, parma/malato, parsa/salato, parte/telato, partito/titolato, parve/velato, parlare/areato, parli/iato, parlaci/cito, parlai/ito, parlamenti/mentito, parlami/mito, parlano/noto, parlavi/vito, parlavo/voto.
Usando "parlato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: straparla * = strato; * tomi = parlami; * tono = parlano; pepa * = perlato; tapa * = tarlato; * togli = parlagli; * tondo = parlando; * tonte = parlante; * tonti = parlanti; * torci = parlarci; * torsi = parlarsi; * torti = parlarti; * torvi = parlarvi; * tosse = parlasse; * tossi = parlassi; * toste = parlaste; * tosti = parlasti; impepa * = imperlato; * tondone = parlandone; * tontina = parlantina; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "parlato" si può ottenere dalle seguenti coppie: parlava/avallato, parrò/orlato, parlerà/areato, parlare/erto.
Usando "parlato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * otre = parlare.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "parlato" si può ottenere dalle seguenti coppie: riparla/tori.
Usando "parlato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: tori * = riparla.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "parlato" si può ottenere dalle seguenti coppie: parlagli/togli, parlami/tomi, parlando/tondo, parlandone/tondone, parlano/tono, parlante/tonte, parlanti/tonti, parlantina/tontina, parlantine/tontine, parlarci/torci, parlarsi/torsi, parlarti/torti, parlarvi/torvi, parlasse/tosse, parlassi/tossi, parlaste/toste, parlasti/tosti.
Usando "parlato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: perlato * = pepa; * calato = parca; * colato = parco; * malato = parma; * salato = parsa; * telato = parte; * velato = parve; imperlato * = impepa; * chelato = parche; * cito = parlaci; * mito = parlami; * noto = parlano; * areato = parlare; * vito = parlavi; * voto = parlavo; * titolato = partito; rito * = riparla; * mentito = parlamenti.
Sciarade e composizione
"parlato" è formata da: par+lato.
Sciarade incatenate
La parola "parlato" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: parla+lato.
Intarsi e sciarade alterne
"parlato" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: prato/al.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: parlata, parlate, parlateci, parlatemi, parlati, parlatina, parlatine « parlato » parlatore, parlatori, parlatorio, parlatrice, parlatrici, parlava, parlavamo
Parole di sette lettere: parlata, parlate, parlati « parlato » parlava, parlavi, parlavo
Lista Aggettivi: parlamentare, parlante « parlato » parmigiano, parossistico
Vocabolario inverso (per trovare le rime): razzolato, prezzolato, brizzolato, sbozzolato, sminuzzolato, ruzzolato, contemplato « parlato (otalrap) » straparlato, riparlato, sparlato, tarlato, intarlato, merlato, smerlato
Indice parole che: iniziano con P, con PA, parole che iniziano con PAR, finiscono con O

Commenti sulla voce «parlato» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze