Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «pegno», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Pegno

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola pegno è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: pé-gno. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di pegno con quelle di un'altra parola si ottiene: +ito = genotipo; +[api, pia] = giappone; +pro = groppone; +pur = gruppone; +ani = ipnogena; +nei = ipnogene; +noi = ipnogeno; +ani = paginone; +[ali, ila, lai] = paglione; +[eta, tea] = patogene; +tai = patogeni; +tao = patogeno; +ram = permango; +uri = perugino; +ani = piagnone; +[ari, ira, ria] = piangerò; +[avi, iva, vai, ...] = piangevo; +[adì, dai, dia] = piegando; +[ari, ira, ria] = pirogena; ...
Vedi anche: Anagrammi per pegno
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: degno, legno, pegni, perno, pugno, regno, segno.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: degna, degne, degni, legna, legni, regna, regni, segna, segni.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: peno.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: pregno.
Parole con "pegno"
Finiscono con "pegno": impegno, impegnò, disimpegno, disimpegnò.
Parole contenute in "pegno"
Contenute all'inverso: ong.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "pegno" si può ottenere dalle seguenti coppie: peci/cigno, pela/lagno, pera/ragno, pere/regno, perite/ritegno, peso/sogno, pesta/stagno, pegasi/asino, peggior/giorno.
Usando "pegno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * gnosi = pesi; * gnocco = pecco; pupe * = pugno; rape * = ragno; * gnocchi = pecchi.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "pegno" si può ottenere dalle seguenti coppie: pegaso/osano.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "pegno" si può ottenere dalle seguenti coppie: irpeg/noir.
Usando "pegno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * irpeg = noir; noir * = irpeg.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "pegno" si può ottenere dalle seguenti coppie: pecchi/gnocchi, pecco/gnocco, pesi/gnosi.
Usando "pegno" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * cigno = peci; * lagno = pela; * ragno = pera; * sogno = peso; pugno * = pupe; ragno * = rape; * stagno = pesta; * asino = pegasi; * giorno = peggior.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "pegno" (*) con un'altra parola si può ottenere: sia * = spiegano; iman * = impegnano; * erri = peregrino; * raro = pregarono; siam * = spegniamo.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "pegno"
»» Vedi anche la pagina frasi con pegno per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Mariangela ha dato in pegno tutto il suo oro per liquidità.
  • Purtroppo la situazione economica italiana favorisce solo i banchi di pegno.
  • Ho dato quest'anello in pegno a mia moglie nella speranza che mi ami per sempre.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Pignorare, Gravare, Impegnare, Mettere in pegno, Dare in pegno - Pignorare, che più comunemente suol dirsi Gravare, è lo Staggire per decreto del tribunale la roba del debitore che rimane come pegno del pagamento al creditore. - Impegnare è Mettere in deposito presso il Monte di Pietà, o presso privati, qualche oggetto di valore per averne in prestito denari, rendendo i quali, l'oggetto viene restituito. - Mettere in pegno par proprio solo del far ciò al Monte di Pietà. Dare in pegno pare accenni a durata più breve, a un oggetto solo rilasciato quasi come cauzione e ad un privato che non faccia simili affari per mestiere, ma per rendere un servigio in qualche caso particolare. G. F. [immagine]
Caparra, Pegno - La Caparra è una somma che si dà da uno de' contraenti all'altro per garanzia che il contratto verrà puntualmente seguito. - Il Pegno è cosa di valore che si rilascia in mano di chi ci dà denari a prestito. G. F. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Caparra, Mallevadoria, Pegno, Sicurtà, Cauzione, Malleveria, Arra - La caparra si dà per lo più in danari; la mallevadorìa si presta a favore altrui impegnando la propria parola d'onore, o gli averi, in voce o in iscritto, se la cosa è di molto rilievo. Cauzione si sta; questa, parlando d'interessi, pare meno seria o di minore importanza che la mallevadorìa; ma cauzione si sta eziandio uomo per uomo, e allora è più seria dell'altra. Un giovane che sia ancora soggetto alla leva, o ad esser richiamato sotto le armi, se ha da andar fuori paese, deve presentare un altr'uomo che gli stia cauzione dinanzi al governo. Il pegno ordinariamente è un qualche oggetto di valore dato o per garanzia d'un debito, o per avere contro lo stesso qualche somma in imprestito. La caparra si perde se non ha luogo il contratto per colpa di chi l'ha data; il mallevadore paga egli del suo se il contraente o non vuole o non può pagare; il pegno si perde quasi sempre se non si ricupera restituendo la somma avuta, o pagando quella dovuta. Malleveria e arra sono le forme poetiche di caparra e di mallevadorìa; e quest'ultima con voce più popolare dicesi anche sicurtà. Queste voci hanno tutte qualche senso traslato. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Pegno - S. m. Aff. al lal. aur. Pignus. Nel pl. Pegni, e f. † Pegnora. [Can.] Dicesi Pegno quel contratto per cui il debitore od altri per lui, dà al creditore una cosa mobile a cautela de' suoi diritti, a condizione che venga restituita dopo il pagamento del debito.

[Can.] Dicesi pure Pegno la cosa stessa data a cautela del creditore. T. Le Pegnora. Stat. Com. Lajatico. (Lat. neut. plur. Pignora.) = Bocc. Nov. 2. g. 8. (C) Acciocchè tu mi creda, io ti lascerò pegno questo mio tabarro di sbiavato. E nov. 10. g. 8. Se da questa cotal persona tu gli volessi, converrebbesi far sicuro di buon pegno. Mor. S. Greg. Tu togliesti lo pegno de' frati tuoi senza cagione. Stat. Merc. I detti berrovieri, e messi sian tenuti, e debbano tutte le pegnora, che torranno… notificare al guardiano. Firenz. As. Apul. 27. ediz. milan. Class. ital. (Gh.) Egli presta a usura sul pegno – intendi ben, – chi ne vuole, e chi non ne vuole.

Prov. Non si fidar col pegno o col pegno in mano, o sim. Non potere a buona equità fidarsi di alcuno, per soverchia malizia che in lui s'apprenda. Ciriff. Calv. 2. 43. (C) Gente da non fidarsene col pegno. E 3. 99. Pur nondimen una persona astuta Gli par da non fidarsene col pegno. Morg. 19. 68. E disse: più da bomba non mi scosto, Ch'io non mi fiderei di te col pegno.

Prov. E' non farebbe un piacer col pegno, dice d'uno che non sia punto serviziato. Malm. 1. 33. (C) Perciò richiesto ai convicin soccorso, Che un piacer fatto non avrian col pegno.

2. Fig. Guarentigia, Caparra, Prova, Testimonianza, Ricordanza. Segni Edip. nella Ded. p. 21. (Gh.) Questa (tragedia di Sofocle),… ritratta nella lingua,.. mando a V. E. come un pegno del mio animo divoto e servo del suo pregiatissimo nome.

T. Benedizione, pegno d'affetto. – Promesse, pegno sicuro dell'avvenire. – Moralità, pegno di libertà.

3. Fig. Cosa amata, preziosa. Petr. Canz. 2. 9. part. I. (C) Quanto 'l Sol gira, Amor più caro pegno, Donna di voi non ave.

T. Petr. Son. 68. part. II. Dolce mio caro e prezïoso pegno, Che natura mi tolse, e 'l ciel mi guarda.

4. Figliuolo, alla maniera latina. T. I pegni del nostro amore, dice la moglie al marito, e questi a lei. Prop. Nunc tibi commendo, communia pignora, natos. Ov. Figlio mio, misero pegno d'infausto amore, questo a te il primo, questo fu l'ultimo dì. = Ar. Fur. 3. 30. (C) Ecco di quel Bertoldo il caro pegno, Rinaldo tuo.

5. Pegno, dicesi ancora Ciò che si depone nelle scommesse. Sannaz. Arcad. 4. (M.) Il pegno mio sarà tale che tu stesso, quando il vedrai, il giudicherai non che bastevole, ma maggiore del tuo.

Onde Metter pegno, vale Fare scommessa, mettendo su quello che si giuoca. [L.B.] Ora non com. = Cron. Morell. 315. (C) Chi 'l credea, e chi nol credea; misonsene più pegni, e fucci chi assicurò a cinque per cento, ch'egli era morto; e, come piacque a Dio, e' morì daddovero. Cronichett. d'Amar. 31. Certi giovani misono pegno con…

E Vincere il pegno, vale Vincere ciò che si era messo su scommettendo. (M.)

Pegno, in diversi giuochi fanciulleschi dicesi Quella cosa che viene depositata da que' giuocatori che falliscono nel fare il giuoco. Malm. 2. 47. (M.) Altri più là vedevansi confondere A quel giuoco chiamato gli Spropositi, Che quei ch'esce di tema nel rispondere, Convien che 'l pegno subito depositi. [G.M.] In questo senso, anco, Dar pegno. – Ha dovuto dar pegno, perchè non ha risposto bene alla domanda.

6. Accettare sopra pegno. Pigliare a prestanza dando pegno. M. V. 2. 221. (Mt.) Fece gridare per tutto che chi avesse accettato sopra pegno l'andasse a riscuotere per lo capitale.

7. Avere pegno una cosa, vale Tenerla per sicurtà. Bocc. Nov. 4. g. 9. (M.) Egli dêe venire qui testeso uno, che ha pegno il mio farsetto.

8. T. Aver la vita in pegno (non impr.); Non esserne sicuro, nè arbitro da poterla spendere a capriccio.

9. Dare la fede in pegno. Impegnarsi di parola ad alcuna cosa. Ar. Suppl. 2. 4. (Mt.) Chi m'assicura? Cl. L'obbligo, E ti do in pegno la mia fede. V. DARE IN PEGNO. T. Gli Egiziani davano in pegno il corpo imbalsamato del padre.

10. Fare un pegno, dicesi del Portare un oggetto al prestito affinchè su quello dia del danaro. (Man.)

Così: Mettere una cosa in pegno. [L.B.] Ha dovuto mettere l'oriuolo in pegno. T. Riscuotere un pegno.

11. [Cont.] Porre sotto pegno. Non com. Mil. stran. Arch. St. It. XVI. 28. Li predetti capitani… non possano nè a loro sia lecito di vendere, over sotto pegno ponere, over per altro modo allogare ad altra persona,… nè alcuna persona debbia o presuma per titolo di vendita o di alienazione, o per cagione di pegno, ricevere alcuno cavallo, palafreno, o ronzino over mulo consegnato al Comune di Firenze.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: peggioriate, peggiorino, peggiorò, peggioro, pegmatite, pegmatiti, pegni « pegno » pegoliera, pegoliere, pela, pelaghi, pelagianesimi, pelagianesimo, pelagica
Parole di cinque lettere: pegni « pegno » pelai
Vocabolario inverso (per trovare le rime): legnò, legno, rodilegno, perdilegno, collegno, panamegno, limegno « pegno (ongep) » impegno, impegnò, disimpegno, disimpegnò, regno, regnò, triregno
Indice parole che: iniziano con P, con PE, iniziano con PEG, finiscono con O

Commenti sulla voce «pegno» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze