Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «sarte», il significato, curiosità, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Sarte

Informazioni di base
La parola sarte è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (tra).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con sarte per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Sembra incredibile ma non si trovano più sarte che facciano l'orlo ai pantaloni o altre piccole riparazioni.
Non ancora verificati:
  • Le sarte, che hanno aperto un piccolo laboratorio all'angolo di casa, sono cinesi.
  • Che abito spettacolare: si vede che ci hanno lavorato le migliori sarte di quella casa di moda!
Citazioni da opere letterarie
Le Aquile della steppa di Emilio Salgari (1907): Come già tutte le donne sarte, indossava una zimarra di seta verde, aperta sul dinanzi per lasciar vedere parte della camicia di seta bianca e calzoni larghi e imbottiti internamente, in modo da non lasciar trasparire la gamba, e calzava alti stivaletti di cuoio rosso, colla punta assai rialzata.

La biondina di Marco Praga (1893): Era dunque finita, adesso! Povera e cara Adelina, avrebbe fatto a meno, d'ora innanzi, di almanaccare su un abito frusto per rimetterlo a nuovo. Avrebbe potuto evitare, d'ora innanzi, di stancare gli occhi e di pungersi le dita. Andasse dalla Ventura, dalla Magugliani, dalla.... come si chiamavano le celebri sarte milanesi? Non lo sapeva, aveva udito dei nomi, pronunciati da Adelina, così di passata, senza invidia, senza desiderio. Sarebbe andata da chi voleva: egli avrebbe pensato soltanto a riempirle il borsellino.

La luna e i falò di Cesare Pavese (1950): Irene non suonava quasi più. Pare che al Nido non ci fossero pianoforti, che la vecchia non volesse saperne di vedere una ragazza slogarsi le mani sulla tastiera. Quando Irene andava in visita dalla vecchia, si prendeva la borsa col ricamo dentro, una grossa borsa ricamata di fiori verdi di lana, e nella borsa riportava a casa qualche libro del Nido che la vecchia le dava da leggere. Erano vecchi libri, foderati con del cuoio. Lei portava invece alla vecchia il giornale illustrato delle sarte - lo faceva comprare apposta a Canelli, tutte le settimane.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per sarte
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: carte, marte, parte, sante, sarde, sarge, sarta, sarti, sarto, sartù, sauté, sorte.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: carta, darti, farti, marta, parta, parti, parto, party, partì.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: arte.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: sarete, sartie.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: cetra, tetra.
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si può avere: trash.
Parole contenute in "sarte"
arte. Contenute all'inverso: ras, tra.
Incastri
Inserendo al suo interno ori si ha SARToriE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "sarte" si può ottenere dalle seguenti coppie: sai/irte, sapa/parte, sapremo/premorte, sarda/date, sardegna/degnate, sardi/dite, sardista/distate, sardo/dote, sareste/estete, sarissa/issate, sarmati/matite, sarmenti/mentite, sarno/note, saros/oste.
Usando "sarte" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: casa * = carte; cosa * = corte; passar * = paste; posa * = porte; * teda = sarda; * tede = sarde; * tedi = sardi; tosa * = torte; sposa * = sporte; offesa * = offerte; * tematica = sarmatica; * tematici = sarmatici; * tematico = sarmatico; * tematiche = sarmatiche.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "sarte" si può ottenere dalle seguenti coppie: sariga/agite, sarno/onte.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "sarte" si può ottenere dalle seguenti coppie: sara/tea, sarda/teda, sarde/tede, sardi/tedi, sarmatica/tematica, sarmatiche/tematiche, sarmatici/tematici, sarmatico/tematico.
Usando "sarte" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: sartù * = tute; * date = sarda; * dite = sardi; * dote = sardo; * note = sarno; * oste = saros; sporte * = sposa; offerte * = offesa; paste * = passar; * premorte = sapremo; * estete = sareste; * issate = sarissa; * matite = sarmati; * inie = sartini; * degnate = sardegna; * distate = sardista; * mentite = sarmenti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "sarte" (*) con un'altra parola si può ottenere: * pi = sparite; * poi = saporite; * tua = saturate; * bra = sbarrate; * cra = scarterà; * cin = scartine; * pia = spariate; * tan = starante; * via = svariate; dima * = disarmate; egea * = esagerate; elee * = esalerete; * cedo = sacerdote; * tuia = saturiate; * cica = scaricate; * cast = scartaste; * crei = scarterei; * fina = sfarinate; * gran = sgarrante; * pere = sparerete; ...
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Sarte - e † SARTIE. S. f. (Mar.) [Cont.] Si usa più spesso nel numero plur. Fal. Voc. Sartie. Canapi che reggono l'albero. Stat. Cav. S. Stef. 93. Sia fornito (il vassello) di sartie, puleggi, roscioni, ed áncore: alberi, ed antenne di buona qualità; acciò che, veleggiando, non si rompano. Cr. B. Naut. med. I. 35. Sono adunque le prime sartie le costiere, cioè quelle funi che legate al calcese o cima dell'albero, vengono a legarsi coi suoi coccinelli.

[Cont.] Sing. Cr. B. Naut. med. I. 80. Alla sudetta nave, se gli verrà a dare passa 14 1/2 per ogni sartia, e per ciascuna banda sartie 14.

2. Corde della vela del navilio legate all'antenna. Ter. Sertam ducere, funem ductitare. – Sero, Insero. – Rammenta il gr. ̓Εξαρτάω, Sospendere, Attaccare. [Cont.] Spet. nat. V. 188. Sarte, o corde della vela del navilio legate alle antenne. Pant. Arm. nav. 135. Quelli (galeotti) del terzodecimo sino al decimonono banco hanno cura delle sarte della maestra, facendole entrare ed ammollare secondo il bisogno. = Filoc. 5. 45. (C) L'albero, le vele, i temoni, e le sarte da' venti, e dall'onde ci sono state tolte. Petr. Canz. 3. 2. part. II. Indi per alto mar vidi una nave Colle sarte di seta, e d'ôr la vela. Ar. Fur. 17. 36. I nocchieri suoi vede in disparte, Sarpar lor ferri e in opra por le sarte. T. Car. En. III. Sciolte le sarte e date a' venti Le vele. [G.M.] Segner. Quares. 15. 7. Tutti i marinari e tutti i passeggeri…, in veder sollevata improvvisamente quella rovinosa burrasca…, si empierono di spavento; si affaticavano in ammainar le vele, in votar la sentina…, altri correva al timone, altri mettevasi al remo, altri s'appigliava alle sarte. E 16. 1. Rotto il timone, spezzato l'albero, dissipate le sarte, s'era trovato a manifesto pericolo d'annegarsi.

3. E fig. Funem in spiram convolvere. Dant. Inf. 27. (C) Quando mi vidi giunto in quella parte Di mia età dove ciascun dovrebbe Calar le vele, e raccoglier le sarte Quel che pria mi piaceva, allor m'increbbe, E, pentuto e confesso, mi rendei. Petr. Son. 4. part. II. Veggio fortuna in porto, e stanco omai Il mio nocchiero, e rotte arbore e sarte.

T. Metaf. sim. più contorta. Dant. Conv. 116. Dirizzato l'artimone della ragione all'ôra del mio desiderio. Più contorto ancora, Petr. Son. 137. part. I. Pioggia di lagrimar, nebbia di sdegni, Bagna e rallenta le già stanche sarte Che son d'error con ignoranza attorte.

4. Si dissero anche le Alzaje per far risalire i fiumi ai navilii. Mil. M. Pol. 231. (M.) Tutte le navi hanno sarte di canape, cioè legami, per legare le navi, e per tiralle su per questo fiume.

5. (Mec.) [Cont.] Della gru, e d'altre macchine. Vento. Barbaro, Arch. Vitr. 450. Drizzasi un trave, da capo del quale si legano quattro funi che egli chiama retinacoli, noi sartie: queste si lasciano andar in terra, e si raccomandano a pali come di sopra; l'ufficio di queste funi è tenir dritta la machina, che non pieghi più in una parte che in un'altra.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: sarraceniacee, sarracenie, sarrusofoni, sarrusofono, sarrussofoni, sarrussofono, sarta « sarte » sarti, sartia, sartiame, sartiami, sartiante, sartianti, sartiare
Parole di cinque lettere: sarno, saros, sarta « sarte » sarti, sarto, sartù
Vocabolario inverso (per trovare le rime): videoarte, parte, diparte, riparte, antiparte, controparte, disparte « sarte (etras) » quarte, erte, liberte, certe, malcerte, incerte, offerte
Indice parole che: iniziano con S, con SA, parole che iniziano con SAR, finiscono con E

Commenti sulla voce «sarte» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze