Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «lino», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Lino

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Colori [Limone « * » Magenta]
Giochi di Parole
La parola lino è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ni).
Divisione in sillabe: lì-no. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: nilo (scambio di consonanti).
Componendo le lettere di lino con quelle di un'altra parola si ottiene: +ada = aladino; +hac = alchino; +tai = alitino; +gal = alligno; +[eta, tea] = anelito; +ani = anolini; +ama = anomali; +[eta, tea] = antelio; +[abc, cab] = balconi; +bea = balenio; +bua = bauloni; +bei = bilineo; +bei = bilione; +abs = blasoni; +ben = blennio; +blu = bulloni; +zac = calzino; +zac = calzoni; ...
Vedi anche: Anagrammi per lino
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: dino, fino, gino, kino, lido, limo, lina, lini, link, liso, mino, pino, sino, tino, vino.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: cina, cine, dina, dine, fina, fine, fini, finì, gina, kina, king, kini, mina, mine, mini, pina, pini, ring, tina, tini, vini.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: lindo, linko, olino.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: aoni, coni, doni, eoni, foni, ioni, noni, poni, toni.
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si può avere: nilo.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si può ottenere: inox.
Parole con "lino"
Iniziano con "lino": linone, linoni, linosa, linose, linoleum, linotype, linoleica, linoleici, linoleico, linoleina, linoleine, linotipia, linotipie, linoleiche, linoleista, linoleiste, linoleisti, linolenica, linolenici, linolenico, linotipica, linotipici, linotipico, linoleniche, linotipiche, linotipista, linotipiste, linotipisti, linoleografia, linoleografie, ...
Finiscono con "lino": olino, belino, bulino, calino, celino, colino, felino, filino, gelino, ialino, mulino, mulinò, orlino, pelino, salino, salinò, solino, telino, urlino, velino, volino, adulino, amplino, anelino, ballino, baulino, bellino, berlino, bollino, burlino, ...
Contengono "lino": ialinosi, polinomi, collinosa, collinose, collinosi, collinoso, gallinona, gallinone, palinodia, palinodie, polinomio, pollinodi, pollinosi, scalinone, scalinoni, clinometri, clinometro, pollinodio, palinologia, palinologie, polinomiale, polinomiali, salinometri, salinometro, cremlinologa, cremlinologi, cremlinologo, declinometri, declinometro, inclinometri, ...
»» Vedi parole che contengono lino per la lista completa
Incastri
Inserito nella parola colse dà COLlinoSE; in colsi dà COLlinoSI; in polsi dà POLlinoSI.
Inserendo al suo interno sci si ha LIsciNO; con sta si ha LIstaNO; con tua si ha LItuaNO; con aure si ha LaureINO; con marò si ha LImaroNO; con miti si ha LImitiNO; con scia si ha LIsciaNO; con vidi si ha LIvidiNO; con evita si ha LIevitaNO; con eviti si ha LIevitiNO; con staro si ha LIstaroNO; con stava si ha LIstavaNO; con velli si ha LIvelliNO; con sciava si ha LIsciavaNO; con evitava si ha LIevitavaNO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "lino" si può ottenere dalle seguenti coppie: libido/bidono, libra/brano, libracci/braccino, licena/cenano, licia/ciano, licose/coseno, lidi/dino, lidia/diano, liditi/ditino, lido/dono, lieta/etano, lieti/etino, lievita/evitano, lievitava/evitavano, lieviti/evitino, ligi/gino, ligia/giano, lima/mano, limanda/mandano, limasti/mastino, limatura/maturano...
Usando "lino" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: celi * = ceno; coli * = cono; fili * = fino; * noci = lici; * nodi = lidi; * nodo = lido; * noma = lima; * nome = lime; * nomi = limi; * note = lite; * noti = liti; * nove = live; mali * = mano; meli * = meno; mili * = mino; moli * = mono; orli * = orno; peli * = peno; sali * = sano; soli * = sono; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "lino" si può ottenere dalle seguenti coppie: lira/arno.
Usando "lino" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * onda = lida; * onde = lide; mail * = mano; email * = emano; * oncia = licia; * ontologia = litologia; * ontologie = litologie; * ontogenesi = litogenesi; * ontologica = litologica; * ontologici = litologici; * ontologico = litologico; * ontologiche = litologiche; * ontogenetica = litogenetica; * ontogenetici = litogenetici; * ontogenetico = litogenetico; * ontogenetiche = litogenetiche.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "lino" si può ottenere dalle seguenti coppie: belli/nobel, celi/noce, civili/nocivi, ili/noi, mali/noma, meli/nome, mili/nomi, minerali/nominerà, strali/nostra, tali/nota, tavoli/notavo, teli/note, vali/nova, veli/nove, venali/novena, vitali/novità.
Usando "lino" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: noce * = celi; noma * = mali; nome * = meli; nomi * = mili; * celi = noce; * mali = noma; * meli = nome; * mili = nomi; * tali = nota; * teli = note; * vali = nova; * veli = nove; nota * = tali; note * = teli; nova * = vali; nove * = veli; nobel * = belli; * belli = nobel; nocivi * = civili; * civili = nocivi; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "lino" si può ottenere dalle seguenti coppie: liccio/noccio, lici/noci, lidi/nodi, lido/nodo, lima/noma, lime/nome, limi/nomi, liminare/nominare, limino/nomino, lite/note, liti/noti, live/nove, livella/novella, livelle/novelle, livelli/novelli, livellino/novellino, livello/novello, lizze/nozze.
Usando "lino" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ceno * = celi; cono * = coli; * dono = lido; * mano = lima; * meno = lime; * mono = limo; * sano = lisa; * seno = lise; * sono = liso; mano * = mali; meno * = meli; mono * = moli; orno * = orli; peno * = peli; sano * = sali; sono * = soli; vano * = vali; aduno * = aduli; bagno * = bagli; cigno * = cigli; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "lino" (*) con un'altra parola si può ottenere: alé * = alleino; alé * = allineo; con * = clonino; dee * = delineo; doc * = dolcino; * ara = lariano; pos * = polsino; pum * = pulmino; pus * = pulsino; tea * = telaino; caci * = calicino; ciad * = cialdino; duma * = dulimano; fumé * = fulmineo; * anca = lanciano; * atta = latitano; * atti = latitino; * inca = linciano; * fide = linfoide; * fidi = linfoidi; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "lino"
»» Vedi anche la pagina frasi con lino per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Lino Banfi è un'attore di cinema e di televisione dalle origini pugliesi.
  • Un abito di lino è un capo comodo ed elegante per l'estate.
  • La camicia di lino candido metteva in risalto il colorito ambrato della sua pelle.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Lino incombustibile - Questa sostanza fossile, nota ancora col nome di asbeste, è composta di fili sottilissimi più o meno lunghi applicati longitudinalmente gli uni sugli altri. A tempo di Pinio non si era scoperta che in Egitto, nei deserti della Giudea, nell'Eubea, presso la città di Corinto e nell'isola di Candia. I moderni l'hanno trovato in tutte le isole dell'Arcipelago, in vari luoghi d'Italia, e segnatamente nei monti di Volterra, in Spagna, nei Pirenei, nello stato Genovese, nell'isola di Corsica, in Francia, nella contea di Foix, a Namur, in Baviera, Inghilterra, Irlanda, Scozia ec: - L'arte di filarlo, benchè nota agli antichi Orientali, fu per lunga pezza sconosciuta fra noi. Cempini, morto a Roma nel 1698, fu il primo ad insegnarne in Francia il segreto, e Mahudel perfezionò il suo metodo. Da cinquanta anni in quà, nei Pirenei si fanno cordoni, giarretttiere e cinture col filo di lino incombustibile. In addietro si adoprava pure per lucignoli, che davano sempre lume senza perdere la loro sostanza nè dover essere smoccolati. Si usavano particolarmente nei templi. Lo Spagnuolo Vivez dice averli veduti a Parigi al principio del secolo XV. (ved. Amianto) [immagine]
Lino - Il lino comune è una pianta annuale, la di cui radica guernita da alcune fibre laterali manda fuori uno stelo diritto, debole, cilindrico, ramoso in cima, e che si inalza sino a un braccio circa di misura italiana. Non si conosce il paese nativo del lino, ch'è di tanta risorsa pella economia domestica. Si coltiva da gran tempo in tutta l'Europa, specialmente nelle contrade Settentrionali. Goguet dice:

«Non è da porsi in dubbio, che le vesti di lino furono in uso nell'epoche più remote. Si riteneva che Iside ne avesse fatto la scoperta, ed è certo, secondo attesta Mosè, che quella pianta si coltivava in Egitto da tempo immemorabile. Nella Scrittura Sacra si parla spesso di vesti di questa materia.» [immagine]
Formium - Tenax (o lino della Nuova Zelanda) - Vegetabile traspiantato dalla Oceanica nell'emisfero boreale, e che sembra destinato a somministrare un giorno alla marina i migliori cordami. Derepas di Digione fece vedere all'esposizione del 1823 che si può convertire in filo da fare merletti. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Lino - Agg. Aggiunto di cosa fatta di lino. Lineus, aureo lat. Bocc. Nov. 99. 16. (C) E tre giubbe di zendado, e panni lini. Nov. ant. 76. 4. Rinieri… aveva queste calze line in gamba senza peduli. Cr. 2. 23. 30. Acciocchè la creta non caggia, si dêe con pezza lina fasciare. E 4. 44. 4. Pongasi un sacchetto sottile netto di pezza lina. [Cont.] Vas. Pitt. XX. Usavano, nello ingessare, delle tavole questi maestri vecchi, dubitando che quelle non si aprissero in su le commettiture, mettere per tutto con la colla di carnici tela lina, e poi sopra quella ingessavano per lavorarvi sopra. Sod. Arb. 7. Ultimamente di stracci di tela di lino e di tutte le sorte di stracci lini s'è ritrovata la maniera di far la carta, pestandogli bene, poi, cacciati nelle gualtiere e disfatti con l'acqua, passati per staccio minuto di ferro, e posti nelle forme pigliano garbo di foglio. T. E Tratt. Vit. 214. Si strizza forte con tre dita, con una pezza lina, tutto quel vino, con quella materia che ha incorporato. [Camp.] Bib. Lev. 8. E vestilli di vesta lina, e cinseli d'uno cingolo… (tunicis lineis). [Cam.] Borgh. Selv. Tert. 113. Allorchè sè cinta (o anima) dalle bende di Cerere, e acconcia col pallio di Saturno, coi panni lini di Iside.
Lino - S. m. [D.Pont.] (Bot.) Genere di piante della famiglia delle Linacee, e della Pentandria pentaginia del sistema di Linneo. La specie più importante ormai coltivata in tutte le regioni del globo è quella indicata da Linneo sotto il nome di Linum usitatissimum, di cui non è ben nota la patria, ancorchè l'Olivier affermi di averla trovata in Persia in siti non sospetti di coltura. Il lino è pianta utile non solamente per la filaccia o tiglio che si cava dalla corteccia, ma ancora pei semi, che, schiacciati sotto al torchio, dánno un olio eccellente, sopratutto per la pittura, e ridotti in farina, servono a fare cataplasmi emollienti di grande efficacia. Aureo lat. = Cr. 3. 15. 1. (C) Il lino desidera l'aere temperato, e terra soluta. E 12. 9. 1. (Man.) Ne' luoghi caldi si semina in questo tempo il lino, che volgarmente si chiama vernio.

T. Prov. Tosc. 199. Non è lin senza resta. (Ogni cosa ha il suo difetto, ogni molle il suo duro.)

[G.M.] Altro Prov. Maggio molle, lin per le donne; L'acqua di maggio giova al lino, non al grano.

2. Dicesi altresì La materia che si cava dalla pianta, ed anche La tela che si fa con la materia medesima. Bocc. Nov. 96. 6. (C) Eran vestite d'un vestimento di lino sottilissimo. Vit. SS. Pad. 1. 95. Lavorando colle mie mani certo lavorio di lino. Buon. Tanc. 2. 1. (M.) Nè avessi a filar più stoppa o lino. E 5. 7. (Mt.) Sono i capelli della Tancia mia Morbidi com'un lino scotolato. E Salvin. Annot. ivi: Lino scotolato, dopo essere stato colla gramola, o maciulla gramolato, o maciullato, si scotola poi colla scotola, strumento da scuoterlo, e allungarlo in lustre e lisce fila.

T. Lino greggio, Lino filato a macchina. [G.M.] Camicie, Fazzoletti di lino. T. Tela che è tutta di lino. Ass. È tutto lino.

3. In modo simbolico Lino delle Parche, o di Lachesi, per La vita dell'uomo. Dant. Purg. 25. (C) E quando Lachesis non ha più lino, Solvesi dalla carne.

4. E fig. Nel num. del più. Lini, per le Fasce di lino. Fr. Jac. Tod. 3. 8. 13. (C) I lini suoi pigliòe, E 'l figliuol ne fasciòe.

5. Per Biancheria. Alam. colt. (M.) Che ben possa odorar gli eletti lini Della consorte pia. Buon. Fier. 5. 4. 2 (Man.) Nè perch'io veggia lampeggiar sul bisso, O in sui lini finissimi d'Olanda D'ogni delizia ingombri, ori ed argenti… Mi sento… Segner. Pred. 4. 3. (Mt.) Le donne dovranno starsene in casa, tutte intente a colmar di lini le loro casse?

6. Per Lenzuola. Chiabr. Serm. (Mt.) Come semini fior la vaga aurora, Tu lascia i lini, e vesti panni, e poscia A passo lento va' cercando i monti.

7. Per Vele. Valvas. Cacc. 2. 179. (Mt.) Ed un largo seren degli elementi Chiamava i remi all'onde, i lini a' venti.

8. Per Reti. Salvin. Opp. Pesc. 3. 298. (Mt.) Le sfirene allor quando negli lini S'imbatteran, cercano il laccio largo.

9. Lino indiano. Lino che non arde nel fuoco, ed è una specie di amianto, e dicesi Asbesto. (Fanf.) Bargagl. Girol. Giuoch. 198. (Gh.) Propose per sua impresa il lino indiano, che, posto nelle fiamme, non arde, nè si consuma.

10. [Cont.] Seme di lino. Vas. Pitt. XXI. Vanno poi macinando i colori con olio di noce o di seme di lino (benchè il noce è meglio perchè ingialla meno).

11. [Palm.] Gotta del lino, o Strozzalino; Erba parassita, detta anche Granchierella, e più com. Cuscuta (V.).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: linneane, linneani, linneano, linneiana, linneiane, linneiani, linneiano « lino » linoleica, linoleiche, linoleici, linoleico, linoleina, linoleine, linoleista
Parole di quattro lettere: link « lino » lira
Vocabolario inverso (per trovare le rime): rinviino, fuorviino, sviino, avviino, ovviino, kino, linkino « lino (onil) » cembalino, calino, boccalino, cicalino, alcalino, localino, intercalino
Indice parole che: iniziano con L, con LI, iniziano con LIN, finiscono con O

Commenti sulla voce «lino» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze