Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «lira», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Lira

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
euro (26%), moneta (24%), soldi (6%), strumento (5%), cetra (4%), arpa (4%), valuta (4%), italiana (3%), vecchia (2%), pesante (2%), soldo (2%), musica (2%), uccello (2%), turca (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Almanacco: La lira diventa moneta nazionale
Liste a cui appartiene
Unità monetaria [Lilangeni « * » Loti]
Strumenti Musicali [Ghironda « * » Liuto]

Foto taggate lira

Lira

Lira

Falsa ombra
Giochi di Parole
La parola lira è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ari).
Divisione in sillabe: lì-ra. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: lari (scambio di vocali), rial.
Componendo le lettere di lira con quelle di un'altra parola si ottiene: +[beo, boe] = abolire; +[eta, tea] = alitare; +[eta, tea] = aliterà; +mal = allarmi; +gel = allegri; +[eta, tea] = alterai; +[est, set] = altresì; +zac = alzarci; +moa = amorali; +[dan, dna] = andarli; +una = anulari; +[api, pia] = aprilia; +[par, rap] = aprirla; +per = aprirle; +pro = aprirlo; +bea = arabile; +oca = arcolai; +nei = arenili; +gal = argilla; +[ciò, coi] = arilico; +mal = armilla; +uro = arruoli; +sta = astrali; ...
Vedi anche: Anagrammi per lira
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: dirà, gira, lida, lima, lina, lire, lisa, mira, pira, tira, vira.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: biro, ciro, cirò, dire, dirò, giri, giro, girò, mire, miri, miro, mirò, piri, piro, sire, tiri, tiro, tirò, viri, viro, virò.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: ira.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: libra.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: bari, cari, fari, lari, mari, pari, rari, sari, tari, vari.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si ottengono: iran, iraq.
Parole con "lira"
Finiscono con "lira": delira, pulirà, salirà, abolirà, bollirà, fallirà, svilirà, assalirà, avvilirà, demolirà, ripulirà, risalirà, snellirà, supplirà, abbellirà, ammollirà, ribollirà, stabilirà, trasalirà, ammutolirà, incivilirà, indebolirà, ingiallirà, rammollirà, seppellirà, affievolirà, annichilirà, ingentilirà, inorgoglirà, ristabilirà, ...
Contengono "lira": delirai, pulirai, salirai, abolirai, bollirai, delirano, delirare, delirate, delirato, delirava, deliravi, deliravo, fallirai, svilirai, assalirai, avvilirai, delirammo, delirando, delirante, deliranti, delirasse, delirassi, deliraste, delirasti, demolirai, puliranno, ripulirai, risalirai, saliranno, snellirai, ...
»» Vedi parole che contengono lira per la lista completa
Parole contenute in "lira"
ira. Contenute all'inverso: ari.
Incastri
Inserito nella parola dei dà DEliraI; in sai dà SAliraI; in boli dà BOLliraI; in devi dà DEliraVI; in devo dà DEliraVO; in svii dà SVIliraI; in assai dà ASSAliraI; in avvii dà AVVIliraI; in demmo dà DEliraMMO; in dente dà DEliraNTE; in denti dà DEliraNTI; in desse dà DEliraSSE; in dessi dà DEliraSSI; in deste dà DEliraSTE; in desti dà DEliraSTI; in sanno dà SAliraNNO; in dessero dà DEliraSSERO; in dessimo dà DEliraSSIMO.
Inserendo al suo interno bere si ha LIbereRA (libererà); con mite si ha LImiteRA (limiterà).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "lira" si può ottenere dalle seguenti coppie: licene/cenerà, lida/darà, lidi/dirà, lidia/diara, lido/dora, lievi/evira, ligi/gira, ligia/giara, limande/manderà, limate/matera, limature/maturerà, lime/mera, limette/metterà, limi/mira, limite/mitera, limo/mora, lisa/sara, lischettine/schettinerà, liscie/scierà, lise/sera, lista/stara...
Usando "lira" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: agli * = agra; balì * = bara; boli * = bora; cali * = cara; celi * = cera; coli * = cora; culi * = cura; * rada = lida; * rade = lide; * radi = lidi; * rado = lido; * rame = lime; * rami = limi; * ramo = limo; * rana = lina; * rasa = lisa; * rase = lise; * rasi = lisi; * raso = liso; * rate = lite; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "lira" si può ottenere dalle seguenti coppie: lidi/idra.
Usando "lira" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * arda = lida; * arde = lide; * ardi = lidi; * ardo = lido; * arma = lima; * arme = lime; * armi = limi; * armo = limo; * arno = lino; * arsa = lisa; * arse = lise; * arsi = lisi; * arso = liso; * arte = lite; * arti = liti; mail * = mara; * armai = limai; * ardite = lidite; * arditi = liditi; * armano = limano; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "lira" si può ottenere dalle seguenti coppie: darli/radar, diali/radia, diastili/radiasti, diavoli/radiavo, fieli/rafie, gliali/raglia, maiali/ramaia, meli/rame, mettili/rametti, mili/rami, moli/ramo, monili/ramoni, pali/rapa, pareli/rapare, peli/rape, pendoli/rapendo, pinoli/rapino, pitali/rapita, poli/rapo, sali/rasa, serali/raserà...
Usando "lira" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: rame * = meli; rami * = mili; ramo * = moli; rapa * = pali; rape * = peli; rapo * = poli; * meli = rame; * mili = rami; * moli = ramo; * pali = rapa; * peli = rape; * poli = rapo; * sali = rasa; * soli = raso; * tali = rata; * teli = rate; * veli = rave; rasa * = sali; rasi * = sili; raso * = soli; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "lira" si può ottenere dalle seguenti coppie: lida/rada, lidar/radar, lide/rade, lidi/radi, lidia/radia, lidio/radio, lido/rado, lifting/rafting, ligia/ragia, lilla/ralla, limacci/ramacci, limaccio/ramaccio, limai/ramai, limare/ramare, limata/ramata, limate/ramate, limati/ramati, limato/ramato, limatura/ramatura, limature/ramature, lime/rame...
Usando "lira" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: agra * = agli; bara * = balì; bora * = boli; cara * = cali; cera * = celi; cora * = coli; cura * = culi; * darà = lida; * dora = lido; * mera = lime; * mora = limo; * sara = lisa; * sera = lise; * vera = live; mera * = meli; mora * = moli; mura * = muli; para * = pali; pera * = peli; pura * = pulì; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "lira" (*) con un'altra parola si può ottenere: fu * = fluirà; * bi = librai; * ve = livrea; cab * = calibra; fui * = fluirai; * bei = liberai; * bel = liberal; * bio = libraio; * nei = lineria; atei * = aliterai; albi * = allibrai; band * = blandirà; copi * = colpirai; * atte = latiterà; * atte = lattiera; * beli = liberali; * bere = liberare; * beta = liberata; * beva = liberava; * bevi = liberavi; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "lira"
»» Vedi anche la pagina frasi con lira per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Molti rimpiangono la lira, il passaggio all'euro sembra che abbia reso tutti più poveri.
  • La lira, come unità monetaria italiana, è stata in uso dal 1862 fino al 1 gennaio 2002, data in cui è stata sostituita dall'euro.
  • Mentre Roma bruciava, Nerone imperturbabilmente suonava la sua lira!
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Lira - Istrumento musicale, di forma triangolare, di cui fu inventore Mercurio - altri dicono Orféo, e Anfione e Apollo. - Vi fu chi disse essere un guscio di tartaruga, che Ercole vuotò, bucò, e guarnì di core di budello, al di cui suono accordava la sua propria voce.

La lira ha variato moltissimo in quanto al numero delle corde. Gli antichi monumenti ne rappresentano di diverse foggie, con tre corde sino a venti. L'Eptacordio, o lira a sette corde, di cui si attribuisce l'invenzione a Teopandro da Lesbo, fu quella più usitata; dal che si dice tuttora in generale per questo istrumento la lira dalle sette corde, dai sette tuoni ec.

Quelle dei bardi, antichi poeti Galli, somigliavano moltissimo alla mandola, istrumento musicale poco in uso a' giorni nostri. Quella moderna somiglia alla viola, se non che il manico ed i tasti sono assai più larghi (Vedasi Trigonio.) [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Lira - Istrumento, le corde del quale son tese sul vuoto. Gli Antichi avevano molti Istrumenti musicali di questo genere, che differivan tra loro nella figura, nella grandezza, e nel numero delle corde. Davano perciò diversi nomi a quest'istrumenti, sebbene sovente si adoprassero uno per l'altro. Il primo era la cithara, il secondo la chelys o testudo, espressioni che significano testuggine perchè la base di questo istrumento era somigliante al guscio d'una testuggine, il terzo la trigone così detta a motivo della triangolare sua forma. Eranvi Lire a tre corde, a quattro dette tetracorde, a cinque chiamate pentacorde, a sei dette essacorde ec.
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
† Lira - S. f. Fig. Linea, Dirittura. Dal lat. che è in Colum., dirittura dell'aiuola. Franc. Barb. 18. 5. (C) Ma fa' con quella lira, Che si conviene a te, seggia con loro. E 229. 21. Nè ti faccia mai ira Disgradar dalla lira. V. LIRATO.
Lira - S. f. Moneta comunem. del valore di venti soldi. Dal lat. aureo Libra, ch'è dall'idea del peso. Bocc. g. 5. f. 4. (C) Io mi comperai un gallo delle lire cento. E nov. 72. 9. E se voi mi prestate cinque lire, che so che l'avate, io ricoglierò dall'usurajo la gonnella mia. E nov. 79. 21. Io ho roba che costò, contata ogni cosa, delle lire presso a cento di bagattini.

[Cont.] Di varie sorta. Cit. Tipocosm. 403. I soldi, e le lire, o di piccioli, o di imperiali, o di bolognini, o di sterlini, o di grossi, o d'altre monete.

[Cont.] Lira di sterlini, più soventi detta Lira sterlina, del valore di venti scellini, che vale venticinque lire italiane all'incirca. Prende anco il nome di Sovrana inglese. (Ingl. Pound sterling, Sovereign.) Cerchi C. Lett. I. Avemmo una lettera che ne mandaste per lo procuratore dell'abate e convento di nostra dama de' Verucchi; ove ne scriveste che gli facessimo pagare a la corte del papa cento lire di sterlini per altrettanti che ne riceveste costà.

T. Lire, soldi e danari. – Ne' vecchi contratti Lire di piccoli. – Fino al principio del secolo in certi luoghi distinguevano le Lire piccole, di dieci soldi, o minor quantità.

T. Lire austriache, Italiane, corrispondono a' franchi. – Lire nostre, quali corrono e soglionsi computare nel paese del quale si parla.

2. Spendere la sua lira per venti soldi vale Avere il conto suo. (C)

3. Avere venticinque soldi per lira, o Avere più di venticinque soldi per lira vale Aver più che il conto suo. Fir. Trin. 1. 2. (C) Quando la togliessi, voi avresti più di venticinque soldi per lira. Lasc. Gelos. 1. 2. E 'n certo modo, parendomi aver venticinque soldi per lira, gliele impromisi.

4. [G.M.] Mancare diciannove soldi a far una lira; Esser povero. Egli è come me; gli mancano diciannove soldi a far una lira.

5. Tristo a quel soldo che peggiora la lira, maniera proverb. che vale Essere incetta pessima, per guadagnar poco, perdere assai. Buon. Fier. 2. 4. 11. (C) Ogni dotta è perduta. V. Tristo al soldo che peggiora la lira!

6. A lira e soldo, posto avverb. vale lo stesso che Per rata. (V. ANDARE A LIRA E SOLDO.) Varch. Stor. 6. 142. (C) Se tutta la somma dell'imposizione gettava più che settemila fiorini, dovevano levare; e se gettava meno, aggiugnere a ciascuna posta a lira e soldo, tantochè in tutto restasse settemila fiorini incirca. Instr. Canc. 42. (M.) Le spese correnti si ripartiscono giustamente, e vi concorrono tutti gli abitanti a lira e soldo, secondo gli ordini.

Dicesi anche A soldi per lira. [F.] Guicc. Avv. Civ. 1. 103. Non mi piacque mai ne' miei governi la crudeltà e le pene eccessive, e anche non sono necessarie; perchè da certi casi esemplari in fuora, basta, a mantenere il terrore, il punire i delitti a 15 soldi per lira, pure che si pigli regola di punirgli tutti.

7. [G.M.] A diciannove soldi per lira; Locuz. quasi proverb. che vale: Secondo tutte le probabilità. A diciannove soldi per lira la vittoria dev' esser nostra.

8. [Val.] Uom da paoli e lire; Vendereccio. Fortig. Ricciard. 30. 88. Un prete da pavoli e lire Facea da curato.
Lira - S. f. (Mus.) Strumento musicale a corde. (Fanf.) Lyra, aureo lat. Dant. Par. 15. (C) Silenzio pose a quella dolce lira, E fece quïetar le sante corde, Che la destra del Cielo allenta e tira. But. Par. 20. Lira è uno strumento musico di corde, che suona toccandosi le corde colla penna, o colla mano. [Ross.] Zarl. 1. 1. 2. 11. Dirò di conoscere alcuni, i quali hanno veduto dei cervi, che fermando il lor corso, se ne stavano attenti ad ascoltare il suono della Lira e del Leuto.

† Lira arciviolata. Quella che pur si chiama Lira da gamba. la quale aveva dodici o sedici corde, e che in oggi è fuor d'uso. Bast. Ross. Descr. Appar. Commed. 39. (Gh.) Udito che le Ninfe ebbero le Muse, con questo canto sopra arpi, lire arciviolate, e soprani di viole, sentenziarono in questa guisa… E 56. Le Ninfe… cominciarono a sonare gli strumenti ch'elle avevan condutti seco, che erano viole e lire arciviolate. [Ross.] Don. 2. 38. 113. Si servirono per ripieno di una lira grande, detta arciviolata dalla simiglianza della viola.

[Ross.] Lira barberina. Specie di lira inventata nel secolo XVII dal patrizio fiorentino Giambattista Doni, detta altrimente Anficordo e Amficordo. Don. Disc. 4. 388. Nell'opera latina sopra la Lira Barberina… ho registrato questa nuova sorte d'accordamento.

[Ross.] Lira chitarra. È propriamente una chitarra, dal cui corpo si elevano due braccia che si riuniscono al manico vicino al capitolato: si suona colle corde in aria, come la lira, e perciocchè le corde vengono pizzicate a una certa distanza dalla cordiera, it suono n'esce più dolce che dalla chitarra.

[Ross.] Lira da braccio. Istrumento da arco della grandezza dell'antica viola di tenore, munito di sette corde ed omai caduto in disuso.

[Ross.] Lira da gamba. Lo stesso che Lira arciviolata. (V. più sopra.)

[Ross.] Lira di Apollo. Dissero alcuni esserne la detta lira armata di quattro corde, con le quali additavano gli elementi, altri ch'erano sette, per significare l'armonia delli sette Pianeti.

[Ross.] Lira di Mercurio. Zarl. 1. 2. 32. 152. Il genere diatonico… fu prodotto dalla natura nell'essere, che lo veggiamo nelle sue consonanze perfette, e di ciò ne fa fede la lira o cetera di Mercurio, la quale fu ritrovata intorno gli anni 1655 avanti l'anno di nostra salute.

[Ross.] Lira tedesca. Lira rustica, e lo stesso che Ghironda. L'istromento è armato di quattro corde di grossezza ineguale, stese in modo che passano sopra una ruota di legno duro, e unta di cera. Le corde rendono il suono girando la ruota, e acciocchè sia varia la voce si premono con la mano sinistra alcuni tasti, li quali mentre toccano le corde cagionano suono più o meno acuto.

In proverb. Esser come l'asino al suon della lira, si dice dell'Avere bensì orecchie per ascoltare, ma non già intendimento per ben comprendere. T. Come il lat. Sus Minervam. = Boez. Varch. 4. 4. (C) Intendi tu, disse ella, queste cose? Sentileti tu scorrere al cuore e fermare nell'animo? oppure se' (come dicono i Greci per proverbio) quale è l'asino al suono della lira? T. Ar. Fur. 34. 19. Troppo a guadagno dato E all'avarizia, d'ogni vizio scuola, Tanto apprezza costumi, o virtù ammira, Quanto l'asino fa il suon della lira.

2. Fig. La poesia e i verseggianti. Petr. Son. 209. (C) È cosa da stancare Atene, Arpino, Mantova e Smirna, e l'una e l'altra lira (la greca e la romana, Pindaro e Orazio). T. G. Gozz. Rim. Ben più d'una latina e tosca lira Sul periglioso lido onde tu sciogli, Il suono accorda.

3. [Val.] Metaf. Armonia. Tass. Sonett. in Binchin. Sat. Sold. 83. E d'altri erranti alla celeste lira Fa le danze lassù veloci o lente.

4. (Astr.) Sorta di costellazione dell'emisfero settentrionale. Gal. Sist. 353. (C) Ho fatto pendere una cordicella verso qualche stella, ed io mi son servito della lira, che nasce tra Settentrione e Greco. [F.T-s.] Aless. Piccol. Stell. Fiss. 14. La lira, in memoria d'Orfeo. collocorno (collocarono) nel cielo, e l'adornorono (adornarono) di dieci stelle.

5. (Zool.) Nome di un pesce. Tass. Mond. Cr. 5. 148. (Man.) Altri (pesci) con vario suon garrisce e stride, Tal che del suo stridor risuona intorno L'onda sovente, e dal concento il nome Prese quel pesce in mar che detto è lira.

[T.] E nel pr. e nel fig. Suonare, Toccare, Tentare la lira. D. 3. 23. Al sonar di quella lira. Ma ivi intende, con fig. troppo contorta, del canto d'un Angelo che cinge a guisa di corona la Vergine.

T. A un poeta rinomato un verseggiatore famoso: Al suon della cornuta lira… cantasti…

T. La più acuta, la più grave corda della sua lira; quel ch'ha di più o meno grave la poesia, l'ingegno di lui. – Mesta lira. – Spezzare le corde della lira, Non più fare versi. – Muta lira. – Ridestarla.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: liquori, liquorini, liquorino, liquorosa, liquorose, liquorosi, liquoroso « lira » lire, liretta, lirette, lirica, liricamente, liriche, lirici
Parole di quattro lettere: lino « lira » lire
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sinistrogira, levogira, elargirà, fachira, attecchirà, arricchirà, sgranchirà « lira (aril) » imbestialirà, salirà, trasalirà, risalirà, assalirà, delira, inorgoglirà
Indice parole che: iniziano con L, con LI, iniziano con LIR, finiscono con A

Commenti sulla voce «lira» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze