Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «dadi», il significato, curiosità, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Dadi

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monoconsonantiche [Dada « * » Dado]

Foto taggate dadi

cubo 1

Viti e bulloni

Caro, vecchio Monòpoli... :-)
Informazioni di base
La parola dadi è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti (tutte uguali, è monoconsonantica).
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (da). Divisione in sillabe: dà-di. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con dadi per una lista di esempi.
Esempi d'uso
Non ancora verificati:
  • Ormai i dadi erano tratti, non potevamo più tornare indietro!
  • Lungo la strada giocano spesso hai dadi, appena arrivano i vigili scappano però velocemente.
  • Non giocherò mai più a dadi in quanto incontro sempre giocatori più scaltri di me.
Citazioni da opere letterarie
L'isola del giorno prima di Umberto Eco (1994): Per intanto, gli assedianti avrebbero provvisto di viveri gli assediati. Non è certo il modo in cui a noi pare dovesse andare un assedio a quei tempi, ma era il modo in cui a quei tempi si accettava che andasse. Non era fare la guerra, era giocare ai dadi, interrompendo quando l'avversario doveva andare a orinare. Oppure, come scommettere sul cavallo vincente. E il cavallo era quell'armata, le cui dimensioni aumentavano via via sulle ali della speranza, ma che nessuno aveva ancora visto. Si viveva a Casale, nella Cittadella, come sulla Daphne: immaginando un'Isola lontana, e con gli intrusi in casa.

Il Marchese di Roccaverdina di Luigi Capuana (1901): — E senza chiedere la restituzione del prezzo, aggiungerei io! Settant'onze non fanno né ricco né povero il marchese di Roccaverdina; con quella spanna di terreno o senza di esso, Margitello sarà sempre Margitello. Margitello ha fatto come il pesce grande che ingoia il pesce piccolo; si è mangiato Roccaverdina. Roccaverdina, che è il titolo di famiglia, è sparito in Margitello, dopo l'abolizione dei fidecommessi. Un pezzo tu, un pezzo io, un pezzo quegli... come le spoglie di Gesù Cristo, che i crocifissori si giocarono ai dadi. Dico così per modo di esprimermi...

Il colibrì di Sandro Veronesi (2019): Sorride. Lui e l'Innominabile hanno la stessa età. Sono stati amici per la pelle quando lui veniva chiamato colibrì. Hanno fatto insieme le gare di sci, hanno ascoltato musica bellissima per centinaia di pomeriggi negli anni in cui ogni settimana usciva un capolavoro. Hanno cominciato a giocare insieme, ai cavalli, alla roulette, ai dadi, a poker. Hanno girato per casini e casinò di mezza Europa. C'è qualcosa di glorioso nei ricordi che hanno in comune.
Canzoni
  • L'uomo che si gioca il cielo a dadi (Cantata da: Roberto Vecchioni; Anno 1973)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per dadi
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: badi, cadi, daci, dada, dado, dami, dati, davi, dazi, dodi, radi, uadi.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bada, bado, badò, cada, cade, cado, fado, lady, rada, rade, rado, vada, vado.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: adì, dai.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: dardi, diadi.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: fida, lida, mida, rida.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si può ottenere: adii.
Parole con "dadi"
Iniziano con "dadi": dadini, dadino.
Finiscono con "dadi": serradadi, controdadi.
Contengono "dadi": guardadighe.
Parole contenute in "dadi"
adì.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "dadi" si può ottenere dalle seguenti coppie: daca/cadi, dace/cedi, daci/cidì, dacica/cicadi, dai/idi, dame/medi, dami/midi, damo/modi, darà/radi, dario/riodi, darò/rodi, date/tedi, davi/vidi.
Usando "dadi" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * dica = daca; * dice = dace; * dici = daci; * dico = daco; * diga = daga; * dima = dama; * dime = dame; * dire = dare; * dirà = darà; * dirò = darò; * dita = data; * dite = date; * diti = dati; * dito = dato; * diva = dava; * divi = davi; * divo = davo; * dicci = dacci; * dighe = daghe; * digli = dagli; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "dadi" si può ottenere dalle seguenti coppie: darà/ardi, darò/ordì.
Usando "dadi" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ciad * = cidì; * idre = dare; * idra = darà; * idria = daria.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "dadi" si può ottenere dalle seguenti coppie: ada/dia, apoda/diapo, arida/diari, cada/dica, ceda/dice, coda/dico, oda/dio, rada/dirà, rigida/dirigi, roda/dirò, scoda/disco, sfida/disfi, teda/dite, vada/diva, veda/dive.
Usando "dadi" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: dica * = cada; dice * = ceda; dico * = coda; * cada = dica; * ceda = dice; * coda = dico; * rada = dirà; * roda = dirò; * teda = dite; * vada = diva; * veda = dive; dirà * = rada; dirò * = roda; dite * = teda; diva * = vada; dive * = veda; diapo * = apoda; diari * = arida; * apoda = diapo; * arida = diari; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "dadi" si può ottenere dalle seguenti coppie: daca/dica, dacci/dicci, dace/dice, daci/dici, daco/dico, daga/diga, daghe/dighe, dagli/digli, dalla/dilla, dalle/dille, dallo/dillo, dama/dima, dame/dime, dammela/dimmela, dammi/dimmi, dan/din, danari/dinari, danaro/dinaro, darà/dirà, darai/dirai, daranno/diranno...
Usando "dadi" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * cedi = dace; * cidì = daci; * medi = dame; * midi = dami; * modi = damo; * rodi = darò; * tedi = date; * vidi = davi; dado * = dodi; * riodi = dario; * damo = adiamo; * date = adiate.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "dadi" (*) con un'altra parola si può ottenere: ito * = idatodi; cora * = codardia; core * = codardie; * asta = dadaista; * aste = dadaiste; * asti = dadaisti; * eccì = decadici; * ecco = decadico; amari * = amadriadi; * irate = diradiate; guarnì * = guardanidi.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Dadi (giuoco di) - Giuoco d'azzardo già in molto credito presso i Greci ed i Romani. E' di origine antichissima, secondo Sofocle, Pausania e Suida, che ne attribuiscono l'invenzione a Palamede. Erodoto l'attribuisce ai Lidj, i quali ritiene per autori di tutti i giuochi d'azzardo. Gli antichi dadi erano tanti cubi come i nostri, per cui avevano sei faccie. [immagine]
Dadi fossili - Si trovano talvolta nei dintorni di Bade in Svizzera piccoli corpi cubici di tre o quattro linee di diametro, a poca profondità nella terra, e che sembrano dadi da giuocare; ma se ne ignora l'origine. Può darsi che in addietro n'esistesse colà qualche fabbrica, la quale fosse distrutta da una inondazione od altra catastrofe. Patrin dice: « Quelli che io vidi mi parvero fatti di arzilla cotta » [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Dadi - Gli Antichi impiegavano come noi i Dadi in diverse specie di giuochi. Gettavano per lo più tre Dadi insieme, ed il tiro il più fortunato era quello, in cui tutti tre i Dadi presentavano il numero sei. Chiamavano questo tiro Senio, come appunto la nostra Sena al giuoco di Tavola Reale. Il tiro più sfavorevole era poi quello, che non portava che tre unità, cioè uno per ciascun Dado e perciò lo chiamavano Canis o Canicula (Vedi Settenterione, Symposiaria.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: dadaismi, dadaismo, dadaista, dadaiste, dadaisti, dadetti, dadetto « dadi » dadini, dadino, dado, dadolata, dadolate, dadolini, dadolino
Parole di quattro lettere: daci, daco, dada « dadi » dado, daga, dama
Vocabolario inverso (per trovare le rime): decadi, cicadi, ricadi, alcadi, arcadi, antidorcadi, scadi « dadi (idad) » serradadi, controdadi, oreadi, naiadi, colombiadi, sbiadì, diadi
Indice parole che: iniziano con D, con DA, parole che iniziano con DAD, finiscono con I

Commenti sulla voce «dadi» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze