Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «rada», il significato, curiosità, forma del verbo «radere», forma dell'aggettivo «rado», sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Rada

Forma verbale
Rada è una forma del verbo radere (prima, seconda e terza persona singolare del congiuntivo presente; terza persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di radere.
Forma di un Aggettivo
"rada" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo rado.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Rack « * » Radar]

Foto taggate rada

Scorcio dell'isola d'Elba
  
Informazioni di base
La parola rada è formata da quattro lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ada), un bifronte senza capo né coda (da). Divisione in sillabe: rà-da. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con rada per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Prima che mi rada la barba vorrei farmi una fotografia per ricordo.
  • Stanno cercando all'interno della rada una autovettura.
  • Riparammo con la barca, dopo il temporale, in una rada calma e tranquilla.
Citazioni da opere letterarie
Al Polo Australe in velocipede di Emilio Salgari (1895): Era quella di Deception, che è una delle più note dell'arcipelago delle Shetland australi, ed anche una delle più bizzarre, per la sua forma. È circolare e all'esterno non ha alcuna rada che offra asilo alle navi, ma nel suo interno nasconde senza dubbio il migliore e più sicuro porto di tutte le terre del nostro globo. Vi si entra per una stretta apertura situata verso il sud-est, e chi non ne conoscesse l'esistenza non potrebbe forse scorgerla, essendo racchiusa fra alte rupi o meglio fra colline.

Il perduto amore di Umberto Fracchia (1921): A lunghi intervalli, dunque, se per caso nelle conversazioni famigliari il discorso cadeva sopra un parente morto o lontano, e mia madre prendeva il vecchio album di fotografie e cominciava a sfogliarlo, la sua mano invariabilmente si fermava sopra il ritratto di un giovane vestito di nero, con una grande cravatta pure nera e un'altissima tuba in capo, il cui volto ovale, circondato da una rada barba bruna e illuminato da due occhi stranamente dilatati e fissi, pareva la faccia di un ammalato o di un convalescente, o quella di un uomo bruciato dalla fiamma di una logorante passione.

Il resto di niente di Enzo Striano (1986): È quasi notte quando giungono al Largo dei Tribunali. La scena è diversa: gente rada, circospetta, aria d'intrigo. Lo slargo è immenso, solagno, tra lontane cortine di palazzi gialli. Al centro una massiccia costruzione: agglomerato di speroni, fiancate, mura, torri. Da una tetra muraglia ciuffi di vegetazione selvaggia: vi cresce anche un olivo dai rami neri, rabbiosi.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per rada
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bada, cada, dada, rade, radi, rado, raia, rana, rapa, rara, rasa, rata, rida, roda, vada.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: badi, bado, badò, cade, cadi, cado, cadì, dadi, dado, fado, lady, uadi, vado.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: ada.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: radar, radia, randa.
Antipodi (con o senza cambio)
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si possono ottenere: dare, dark, darà, darò.
Parole con "rada"
Iniziano con "rada": radar, radano, radarfari, radarfaro, radarista, radariste, radaristi, radarabile, radarabili, radarsonda, radarsonde, radaristica, radaristiche, radartecnica, radarterapia, radarterapie, radargeodesia, radargeodesie, radarspoletta, radarspolette, radartecniche, radaraltimetri, radaraltimetro, radargeodetica, radargeodetici, radargeodetico, radarassistenza, radarassistenze, radarastronomia, radarastronomie, ...
Finiscono con "rada": dirada, strada, degrada, digrada, estrada, contrada, instrada, sciarada, polstrada, semibrada, autostrada, capistrada, capostrada, centigrada, retrograda, tardigrada, anterograda, battistrada, fuoristrada, plantigrada, superstrada, unguligrada, ottantigrada.
Contengono "rada": diradai, degradai, digradai, diradano, diradare, diradata, diradate, diradati, diradato, diradava, diradavi, diradavo, estradai, georadar, gradassa, gradasse, gradassi, gradasso, stradale, stradali, stradari, aggradare, antiradar, degradano, degradare, degradata, degradate, degradati, degradato, degradava, ...
»» Vedi parole che contengono rada per la lista completa
Parole contenute in "rada"
ada.
Incastri
Inserito nella parola dino dà DIradaNO; in dire dà DIradaRE; in dita dà DIradaTA; in dite dà DIradaTE; in diti dà DIradaTI; in dito dà DIradaTO; in diva dà DIradaVA; in divi dà DIradaVI; in divo dà DIradaVO; in degno dà DEGradaNO; in dirsi dà DIradaRSI; in disse dà DIradaSSE; in dissi dà DIradaSSI; in disti dà DIradaSTI; in divano dà DIradaVANO; in dissero dà DIradaSSERO.
Inserendo al suo interno doppi si ha RADdoppiA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "rada" si può ottenere dalle seguenti coppie: ragia/giada, rami/mida, ramo/moda, rapavi/pavida, rari/rida, raro/roda, raschio/schioda, rase/seda, raso/soda, raspa/spada, rate/teda, rave/veda.
Usando "rada" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: arra * = arda; bara * = bada; cara * = cada; cera * = ceda; cora * = coda; darà * = dada; gora * = goda; lira * = lida; mira * = mida; mora * = moda; mura * = muda; * dame = rame; * dami = rami; * damo = ramo; * darà = rara; * dare = rare; * darò = raro; * data = rata; * date = rate; * dati = rati; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "rada" si può ottenere dalle seguenti coppie: ranetta/attenda, rara/arda, raro/orda.
Usando "rada" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: roar * = roda; * addio = radio; sonar * = sonda; tenar * = tenda; * addice = radice; * addendo = radendo; * addenti = radenti.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "rada" si può ottenere dalle seguenti coppie: cara/daca, cera/dace, citerà/dacite, cora/daco, darà/dada, dirà/dadi, dora/dado, donerà/dadone, gara/daga, ira/dai, mara/dama, mera/dame, mira/dami, minerà/damine, mora/damo, rara/darà, remora/daremo, resterà/dareste, spora/daspo, tara/data, tarerà/datare...
Usando "rada" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: daca * = cara; dace * = cera; daco * = cora; * cara = daca; * cera = dace; * cora = daco; * darà = dada; * dirà = dadi; * dora = dado; * gara = daga; * mara = dama; * mera = dame; * mira = dami; * mora = damo; dada * = darà; * tara = data; * tira = dati; * torà = dato; * vara = dava; * vira = davi; ...
Lucchetti Alterni
Usando "rada" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: arda * = arra; ceda * = cera; coda * = cora; * radi = dadi; * rado = dado; goda * = gora; lida * = lira; mida * = mira; moda * = mora; muda * = mura; * mida = rami; * moda = ramo; * rida = rari; * roda = raro; * seda = rase; * soda = raso; * teda = rate; * veda = rave; seda * = sera; suda * = sura; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "rada" (*) con un'altra parola si può ottenere: * un = ruanda; * eri = raderai; * ile = radiale; * ili = radiali; * ire = radiare; * ito = radiato; * iva = radiava; * ivi = radiavi; * uni = radunai; sic * = sradica; tir * = tradirà; gite * = gradiate; giri * = gradirai; * issi = radiassi; * ieri = radierai; * unno = radunano; * unta = radunata; * unte = radunate; * unti = radunati; * unto = radunato; ...
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Rada - S. f. [Fanf.] Spazio di mare difeso dai venti fra le terre e i contorni delle coste, dove le navi possono gettar l'ancora. Magalotti. T. È fr., ma nato in It., e ne dà forse l'orig. quel di Virg. Aetas cautes projectaques Saxa Pachyni Radimus. Altro è Porto, altro è Rada. La Rada è d'ordin. più larga, più o men sicura. Rada di Tolone, di Genova. Non si direbbe poi, come i Fr., Mettere alla rada, Essere alla; ma Essere in rada.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: racimolo, raciniana, raciniane, raciniani, raciniano, rack, racket « rada » radano, radar, radarabile, radarabili, radaraltimetri, radaraltimetro, radarassistenza
Parole di quattro lettere: quid, quiz, rack « rada » rade, radi, rado
Vocabolario inverso (per trovare le rime): canada, masnada, lampada, portalampada, spada, portaspada, pescespada « rada (adar) » sciarada, semibrada, degrada, digrada, tardigrada, unguligrada, plantigrada
Indice parole che: iniziano con R, con RA, parole che iniziano con RAD, finiscono con A

Commenti sulla voce «rada» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze