Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «gambe», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Gambe

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
lunghe (16%), braccia (11%), arti (10%), piedi (8%), levate (6%), corte (4%), cosce (3%), donne (3%), storte (3%), belle (3%), tavolo (3%), corsa (2%), larghe (2%), calze (2%), due (2%), bellezza (2%). Vedi anche: Parole associate a gambe.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Wikipedia

Foto taggate gambe

Guardando l'orizzonte

Due angeli dorati per la Reggia di Caserta

Un Tango d'autore
Tag correlati: donna, scarpe, piedi, due, tacchi, calze, strada, acqua, sport, sensuale, donne, ragazza, ombra, persone, gonna, erba, prato, vestito, uomo, passanti, sedia, ombre, pavimento, sandali, coppia, muro, modella, mare, statua, leggere
Informazioni di base
La parola gambe è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. Divisione in sillabe: gàm-be. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche le pagine frasi con gambe e canzoni con gambe per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • I tavoli hanno vari tipi di gambe a seconda dello stile e l'epoca del mobile.
  • Il comò disse alla sedia: "Ma che belle gambe tornite hai!".
  • Sognai delle gambe,consultai la cabala e giocai il settantasette.
Citazioni da opere letterarie
Carthago di Franco Forte (2009): «Non sono ancora sposato, per fortuna» ribatté Publio allargando le gambe e piantando le braccia sui fianchi, la testa sollevata e la schiena dritta come un palo per cercare di sembrare più alto. La lastra di bronzo riflettente gli rimandava un'immagine che non riusciva a interpretare del tutto. Nonostante avesse quasi diciotto anni e fosse piuttosto alto, Publio aveva il torace gracile e le gambe magre, adatte più a un uomo dedito agli studi che alla guerra, e l'insieme gli dava un'aria strana, con addosso la lorica che quella mattina suo padre gli aveva consegnato al suo risveglio.

L'Isola dell'Angelo Caduto di Carlo Lucarelli (1999): La camicia nera si alzò, continuando a far scorrere le dita sulla gamba della ragazzina. La sottana del grembiule ricadde sulle cosce di Martina, dopo aver scoperto per un momento il profilo scuro delle natiche e una macchia più chiara e stopposa, in cima alla linea ossuta delle gambe unite.

Con gli occhi chiusi di Federigo Tozzi (1919): Il cavallo s'era arrestato con un movimento brusco, ripiegando le gambe dietro. Era lungo e magro: uno di quei cavalli dalla testa alta e le mandibole enormi. Tra i finimenti, su cui luccicavano le borchie d'ottone, tutte le sue costole si dilatavano nel respiro. Un filo d'avena gli era rimasto tra le labbra grinzose, infilato sotto il morso. Si sorreggeva, appoggiandosi agli stanghini. Puzzava di sudore.
Proverbi
  • Chi non ha testa abbia gambe.
  • Le bugie hanno le gambe corte.
Espressioni e Modi di Dire
  • Andarsene con la coda tra le gambe
  • Le gambe fanno giacomo giacomo
  • Darsela a gambe
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per gambe
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: gamba, gambi, gambo, gamie, gamme.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bambù, cambi, lambì, mamba, mambo, samba.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: ambe, game.
Parole con "gambe"
Iniziano con "gambe": gamberi, gambero, gambetta, gambette, gambetti, gambetto, gamberone, gamberoni, gamberelli, gamberello, gamberetti, gamberetto, gambettina, gambettine, gambettini, gambettino.
Finiscono con "gambe": centogambe.
Contengono "gambe": sgambetta, sgambetti, sgambetto, sgambettò, sgambettai, sgambettano, sgambettare, sgambettate, sgambettato, sgambettava, sgambettavi, sgambettavo, sgambetterà, sgambetterò, sgambettino, sgambettammo, sgambettando, sgambettante, sgambettanti, sgambettasse, sgambettassi, sgambettaste, sgambettasti, sgambetterai, sgambetterei, sgambettiamo, sgambettiate, sgambettarono, sgambettavamo, sgambettavano, ...
»» Vedi parole che contengono gambe per la lista completa
Parole contenute in "gambe"
ambe.
Lucchetti
Usando "gambe" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: biga * = bimbe; boga * = bombe; ruga * = rumbe; toga * = tombe; * eone = gambone; * eoni = gamboni.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "gambe" si può ottenere dalle seguenti coppie: gamma/ambe.
Usando "gambe" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ebete = gamete; * ebeti = gameti; * ebbero = gambero.
Lucchetti Alterni
Usando "gambe" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bimbe * = biga; bombe * = boga; rumbe * = ruga; tombe * = toga; * alee = gambale; * atee = gambate; * eroe = gambero; * inie = gambini.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "gambe" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ira = gambiera; * ire = gambiere.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Malincuore (a), Di male gambe, Contraggenio - A malincuore si dice quando l'animo nostro rifugge, senza avvertita cagione, dal fare una cosa. - Di male gambe si dice quando ci accingiamo a qualche cosa con sospetto e con ripugnanza, aspettando che ce ne debba incoglier male. - Contraggenio è quando pigliamo a fare una cosa che non sarebbe di nostro gusto; ma la facciamo o per ossequio o per bisogno. Se si riferisce a cose letterarie, è ciò che latinamente si dice Invita Minerva. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Gambe (darla a), Fuggire; Dare alle gambe, Tirare alle gambe, Tirar giù, Tirarla giù - Darla a gambe è proprio mettersi la via fra' piedi e correre il più che si può per fuggire da un pericolo; chi ha paura la dà a gambe. Fuggire ha sensi traslati, e poi si può fuggire in tanti modi, come in vettura, e per mare, e simili. Dare alle gambe, tirare alle gambe è cercare di rovinar un uomo, sia nella riputazione che negl'interessi, quasi arietandone e facendone crollar le fondamenta: dà alle gambe, o tira alle gambe uno, quando profitta in un contratto del bisogno del venditore, proponendo un prezzo molto minore del giusto valore della cosa che quegli vuol vendere: dà, se gli riesce il colpo; tira, ha tirato soltanto se la proposta gli va fallita. Tirar giù è dir male del prossimo, tagliargli i panni addosso; tirarla giù è raccontar cosa a di lui carico, senza pietà, e come la è, non pensando al danno che gli si può fare, o facendolo anzi apposta. Tirar giù, in genere; tirarla giù, specificando. [immagine]
Gambe (star bene in), Avere buona gamba; Buona gamba, Buone gambe - Il primo significa stare ben fermo, dritto, ben piantato sulle gambe: il secondo, averle ben disposte a camminare, ed avvezze a far lunghi tratti di strada senza provare grave stanchezza. Buona gamba a ballare, a saltare, a correre o altro siffatto esercizio: buone gambe, le sane, non malate, ben disposte. Per celia o ironia dicesi che il tale ha buona gamba a cantare, per dire che canta malissimo, e avrebbe disposizione per tutt'altro: buona gamba a mangiare, a dormire; per chi mangia come quattro, e chi dorme come una marmotta. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Gambe artificiali - Ambrogio Parè, celebre chirurgo, ha raccolto nelle sue opere la figura di diverse invenzioni di gambe, braccia e mani artificiali, che riparano alle difformità cagionate dalla perdita di tali membra, e servono ad eseguire l'azione per lo innanzi da queste esercitata. Egli ne attribuisce il merito ad un abile fabbro di Parigi per nome Petit-Lorrain.

Nel 1747 Garat, falegname di Parigi, presentò all'Accademia di Chirurgia delle gambe artificiali, le quali meritarono l'approvazione di quel corpo rispettabile.

Il Journal de la Blancherie, anni 1781 1782, attribuisce a Dupont e Courtin meccanici in detta capitale, l'invenzione di cosce e gambe posticce, per mezzo delle quali si operavano in ogni senso i movimenti del ginocchio e del piede.

Finalmente, nel 1818. Duret mostro alla Società d'Incoraggimento una gamba di legno di tiglio assottigliato; in essa il meccanismo è tanto più perfetto in quanto che è semplicissimo e poco suscettibile di scomporsi: codesta gamba, col suo cosciale, tutta guarnita, e ricoperta di pelle, pesa soltanto quattro libbre e mezza, benché proporzionata occorrendo ad un alto personale. Nel camminare ha la pieghevolezza del ginocchio come la gamba naturale; ha anco quella dell'articolazione della noce del piede e del collo del medesimo, ed una terza al dito grosso. Il moto che riceve camminando le dà uno scorciamento per dirigerla in avanti in linea retta, lo che non può ottenersi con le gambe di legno ordinario, le quali esigono che si dia un moto di giro al piede per non avere a contrastare con le irregolarità delle strade.

Un braccio artificiale, eseguito dall'ingegnere Laurant per un soldato invalido, ispirò all'abate Delille alcuni versi, che ponno annoverarsi fra i suoi capolavori. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: gambale, gambalesta, gambaletti, gambaletto, gambali, gambata, gambate « gambe » gamberelli, gamberello, gamberetti, gamberetto, gamberi, gambero, gamberone
Parole di cinque lettere: gallo, galop, gamba « gambe » gambi, gambo, gamia
Vocabolario inverso (per trovare le rime): zeribe, diatribe, albe, falbe, scialbe, vitalbe, ambe « gambe (ebmag) » centogambe, flambé, entrambe, strambe, sghembe, bimbe, marimbe
Indice parole che: iniziano con G, con GA, parole che iniziano con GAM, finiscono con E

Commenti sulla voce «gambe» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest gambe


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze